annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Chi ha vinto le elezioni 2018?

Comprimi

Mantieni online il sito per tutto il 2019

Comprimi
Le donazioni inviate sino ad oggi hanno ricoperto il (29%) dei costi necessari.
Questa è una discussione evidenziata.
X
X
Comprimi
Su questa pagina ci sono 1 persona/e che stanno leggendo il contenuto di questa discussione: (0) Utenti registrati - (1) Ospiti
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • lando
    ha risposto
    Simo, abbi pazienza, ma tra fare il ballottaggio tra i primi 2 di 3 e dare premio di maggioranza, cosa cambia? Chiunque vinca non ha il 51% (il 51% al ballottaggio è un dato fasullo)

    A me personalmente il doppio turno sta sulle balle perché permette giochetti a chi resta escluso.

    Lascia un commento:


  • simogru
    ha risposto
    Originariamente inviato da lando Visualizza il messaggio
    re: Chi ha vinto le elezioni 2018?



    L'unica legge elettorale che può garantire certezza di governabilità in una situazione con tre poli pressocché equivalenti, è un proporzionale puro con sbarramento e premio di maggioranza.

    Con una legge del genere, oggi avremmo già Di Maio che sale al colle.
    mah, io non ne sarei così sicuro, così come non credo che il metodo proporzionale, sia il meglio, in democrazia, non dovrebbero esistere proporzioni, perché con questo sistema, abbiamo personaggi che vivono di politica e di poltrone, senza aver mai fatto niente.
    sono d'accordo per soglie di sbarramento, ben più alte, ma sono propenso anche per le preferenze, ballottaggio. il premio di maggioranza, in democrazia non deve esistere. metterei sicuramente un limite di mandati. o vogliamo che la politica continui ad essere l'avvocato dei politici??

    Lascia un commento:


  • simogru
    ha risposto
    Francamente, da veneto, non mi dispiace neanche un pò che il pd sia scomparso, se poi la voglio guardare da cacciatore, è ancora meglio, sono proprio felice!!! pidioti, e partigianotti di circostanza, hanno contribuito a portare questa ormai povera italietta, nella melma del fondale... forse riusciranno a regalare quel poco che non sono riusciti a mangiare, un tratto di acque nazionali alla francia... speriamo che quelle regioni rosse, che stanno pian piano diventando rosa, qualche scarlato cominci ad aprire finalmente gli occhi...

    Lascia un commento:


  • simogru
    ha risposto
    Originariamente inviato da solengo Visualizza il messaggio
    re: Chi ha vinto le elezioni 2018?

    I soliti pasticci "made in Italy". Troppi partiti e prartitucoli quindi nessuno esce dalla consultazione con una vera maggioranza.
    i soliti pasticci ci sono solo perché si sono voluti fare volontariamente, infatti basterebbe fare una legge elettorale semplice3, di 2 righe, perché tutto questo non succedesse, o in alternativa, fare come fanno in francia, dove si presentano alle elezioni, una dozzina di partiti, e i primi 2 o 3 partiti che hanno ricevuto il consenso maggiore, vanno al ballottaggio, cioè che si fa una nuova elezione con solo i primi 2 o 3 partiti, chi ha almeno un voto in più degli altri, guadagna il 50+1 dei seggi in parlamento, e quindi aquisisce la maggioranza, e a quel punto si può formare un governo di maggioranza.
    in italia, finché abbiamo leggi elettorali, che servono solo ad incollare uomini alle poltrone, non solo non avremo facilmente un governo di maggioranza e rappresentanza, ma non avremo mai un governo che possa portare avanti politiche di interesse nazionale.

    Lascia un commento:


  • giovannit.
    ha risposto
    Re: Chi ha vinto le elezioni 2018?

    Non so chi abbia vinto le elezioni. So chi l'ha perse: l'Italia. Gira e rigira PD e 5 Stalle faranno combutta, e il fiume di immigrati andra' in piena. Buona fortuna. Ve sete aripuliti.

    Lascia un commento:


  • osservatore romano
    ha risposto
    Re: Chi ha vinto le elezioni 2018?

    Massimiliano non mi piacciono le personalizzazioni ma è con stima che cerco di esprimere la mia opinione ed essere più chiaro nel farmi da te capire. Nuove elezioni non sono praticabili sanno che " i populismi " come li chiamano loro saranno ancora più vincenti. Questo non è un voto di cambiamento ma di ROTTURA, anche dei miei cosiddetti pensa il mio collegio con Della Vedova la 2° città della Toscana, la prima dei lavoratori, è stato giustamente trombato, sicuramente io e te avremmo fatto di meglio, il gigliato no, può darsi che sia stato incompreso, io penso molto molto sfortunato e forse ha fatto qualcosa per l'Italia, peccato che gli italiani non hanno capito o non se ne sono accorti,(come dice Salvini) una specie di genio incompreso oppure hanno compreso benissimo, tanto che è riuscito a spaccare anche la mia regione da sempre rossa ora rosa, l' uomo per sua natura è fondamentalmente un umanista il nostro confronto lo dimostra, se politico di più, lui da amministratore è stato deludente, poi la politica per principio deve mediare, ascoltare e non deve per nessun motivo rompere, un po è già successo, poi con questa legge demenziale da lui voluta con 8 dico 8 fiducie ora incolpa gli italiani, posso dire con certezza che lui è un bugiardo "se perdo mi dimetto smetto di fare politica" del 4 dicembre sono sue parole, ora sarà inevitabile la spaccatura del pd. Il movimento 5s è sotto metamorfosi si sta tramutando in vero e proprio partito con tutti gli annessi e connessi, ma questa è un'altra storia che avremo modo di trattare. Continuando la mia opinione dico che l'elettorato italiano non meriterebbe questa gente, comunque il popolo si è espresso è ha deciso di spazzare via la solita melma, non so se sarà bene o male, so che abbiamo bisogno di persone oneste capaci sincere e competenti, tutto rema contro e nonostante questo non solo siamo un popolo strano sono d'accordo, ma nonostante tutto un grande popolo.

    Lascia un commento:


  • fabio d.t.
    ha risposto
    Re: Chi ha vinto le elezioni 2018?

    Originariamente inviato da Franuliv Visualizza il messaggio
    Ora con i grafici sopra come possiamo raggiungere la maggioranza? Una coalizione è indiscussa ... ma tra chi ?
    Nessuna .... Renzi sarà effettivamente dimissionario dopo la formazione del nuovo governo ( semmai si farà ) ... non vuole alleanze con chi lo ha affossato. Salvini non rinnegherà se stesso e gli alleati con il quale ha firmato un'intesa anti inciucio. Gli inciuci dovranno farli gli altri. Ovvero trasfughi dal pd che decideranno in nome della poltrona garantita 5 annise, chi e come appoggiare di maio premier o il cdx con Salvini premier. Ovviamente quest'ultimo avrebbe bisogno di un minor numero di deputati per avere la maggioranza, ma i 5 stelle potrebbero contare anche su leu, che per far dispetto a Renzi si taglierebbero il pisello, ma anche il vitalizio.

    Lascia un commento:


  • Franuliv
    ha risposto
    re: Chi ha vinto le elezioni 2018?

    Ora con i grafici sopra come possiamo raggiungere la maggioranza? Una coalizione è indiscussa ... ma tra chi ?

    Lascia un commento:


  • manuel
    ha risposto
    re: Chi ha vinto le elezioni 2018?

    Massimiliano quello che scrivi per certi versi è vero ma il grosso problema del centrosinistra è ed è stato di non saper capire il popolo che ricordiamolo è sovrano portando avanti il falso perbenismo che ha sempre caratterizzato le sinistre. A riprova di questo basta vedere cosa succede nel resto dell'europa la le Pen in Francia la Merkel che ha dovuto fare un governo con l'spd(ricordiamolo di estrema destra). Lo chiamano populismo ok ma è il popolo che sa quali sono i propri bisogni o malesseri non I ben pensanti per questo la sinistra (tutta) le ha prese di santa ragione e se continua così andrà sempre peggio

    Lascia un commento:


  • Franuliv
    ha risposto
    re: Chi ha vinto le elezioni 2018?

    Un difficile nodo da sciogliere per il Presidente della Repubblica su chi assegnare il mandato esplorativo.. stando alla maggioranza di seggi spetterebbe al centrodestra.. questo il grafico che sono riuscito a reperire sul web..

    Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   sezioni-camera.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 30.9 KB 
ID: 1698502Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   sezioni-senato.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 30.3 KB 
ID: 1698503

    Come vedete ci sono ancora dei seggi da assegnare che potranno ancora modificare questi dati e rendere più facile il conto dei numeri per avere una maggioranza sia al Senato (maggioranza con 161 seggi) che alla Camera (maggioranza con 316 seggi).

    Quindi mancano per la Camera ancora 21 seggi (LeU alla camera ha preso 14 seggi; 2 seggi al SvP non riportati nel grafico) da assegnare ed al Senato mancano ancora 6 seggi da assegnare (LeU al senato ha preso 4 seggi; 1 seggio al SvP non riportati nel grafico)

    Lascia un commento:


  • Massimiliano
    ha risposto
    re: Chi ha vinto le elezioni 2018?

    Originariamente inviato da osservatore romano Visualizza il messaggio
    Francesco sono d'accordo con te parliamone anche se non a ragion veduta perchè non è ancora definito il panorama dei seggi. Cercando di rasserenare gli animi da buon padre di famiglia e specificare che le opinioni sono interpretazioni a carattere e criteri personali e quindi vere o false ma anche stupide credo che hanno vinto gli italiani in prima persona un 73% quelli che sono andati a votare, anche gli eletti che di fatto hanno avuto un contratto non a tutele crescenti con gli italiani per 5 anni. Questo voto rappresenta il primo punto vero di rottura del popolo sottolineo sovrano dal dopoguerra a oggi rappresentato dai 5s e dalla lega strepitosa (da 0,77 a 17 localmente) vero motore del centro destra e consegna come nelle migliori tradizioni del proporzionale (prima, durante, dopo) il tutto alla contrattazione voluta anche da una legge elettorale demenzialmente patologica e assurda dove chi ha perso ed è stato sconfitto su tutta la linea decide il destino di chi ha vinto, dove una segreteria con l'aggravante di un cavaliere rinchiuso in un buncher essere determinante. Di questo si tratta il PD si deve spaccare, è l'unica condizione minima necessaria per avere un governo proprio matematicamente, non ci sono alternative, quando quanto come con chi non è dato sapere, sappiamo invece che per i 5s servono circa un centinaio alla camera e una metà al senato di volenterosi, una cinquantina e la metà circa al senato per il centro destra, è una condizione logico-matematica possibile, che poi il gigliato stia rimescolando le carte cercando di condizionare il suo futuro personale è un fatto, non sa perdere è un tratto della sua arroganza, si rassegni oramai è stato bocciato dalla realtà ed è evidente. Non possono esserci altre elezioni altrimenti il pericolo "populismo" sarà raddoppiato, la paura farà oltre 316, la parola inciucio nel proporzionale non esiste, saranno fatte delle scelte, il governo si fa con i numeri, i numeri si fanno con le persone, le persone possono essere tanto responsabili quanto devastanti ad esempio con governi tecnici del presidente e oggi non è altro che il punto di arrivo di una situazione di crisi iniziata nel 2011 una globalizzazione selvaggia, una paura sociale, una migrazione non controllata, uno strapotere delle banche il tutto fatto pagare quasi esclusivamente dal "popolo" Le promesse hanno spopolato sono impegni ma nulla di più con tante variabili quindi sono condizionate, non sono una novità "Lunga promessa con l'attender corto ti farà trionfar" consiglio di papa a un montefeltro descritto da Dante nell'inferno, promettere molto e mantenere poco (o il possibile) le strade imboccate possono essere scorrevoli o piene di buche, trovare il sole o la neve e soprattutto dovranno rendere conto al casello, ma il viaggio andava iniziato.
    Dici che il populismo sarà raddoppiato, affermi che il gigliato non sa perdere ed è un tratto della sua arroganza.
    Credo che ancora una volta,anzi ancor peggio, l' italia abbia dato il peggio di se.
    E' stato un voto di cambiamento, l'ennesimo,perchè si cambia,come le mode,pantalone a zampa o stretti, occhiali a goccia o a farfalla,si sceglie non ascoltando,osservando,informandosi,ma con la pancia è stato sempre così e da sempre ci si lamenta,da sempre ci si sente traditi da chi si è eletto, ma una buona volta dovremmo prenderci le nostre benedette responsabilità, perchè se mando al governo uno che non ha mai lavorato ed amministrato nulla o chi al massimo ha fatto il capo di un partito ed ha lavorato al burger king, dopo non devi rompere i che il paese va in malora.
    Perchè si può dire di tutto sul gigliato come lo chiami tu, ma non certo che il suo governo non abbia fatto qualcosa per l'Italia, lo dico ad alta voce, perchè se non ci si informa,si rimane solo sul problema banche ed immigrazione, si rimane sugli insulti e le promesse.Potrei dirti che i dati economici sn in risalita,ma quelli reali si avranno sulla propria pele solo tra un po'.
    Il popolo ha deciso,sovrano, ma ancora una volta ha deciso male, perchè se da una parte c'è un nord che difende la propria ricchezza, sollevando il problema sicurezza, dall'altra parte ci sta un sud, che parassitario attende il reddito di cittadinanza.
    Questo è il nostro paese?Se è questo allora miglioratelo,governatelo,rendetelo vivibile,con le vostre mani candite ed oneste,ma cosa di male c'è a dire di non voler governare con colui che un giorno si e l'altro pure, ti ha dato del mafioso,paraculo,bugiardo,corrotto...

    Eh si siamo un popolo molto molto strano

    Lascia un commento:


  • osservatore romano
    ha risposto
    re: Chi ha vinto le elezioni 2018?

    Francesco sono d'accordo con te parliamone anche se non a ragion veduta perchè non è ancora definito il panorama dei seggi. Cercando di rasserenare gli animi da buon padre di famiglia e specificare che le opinioni sono interpretazioni a carattere e criteri personali e quindi vere o false ma anche stupide credo che hanno vinto gli italiani in prima persona un 73% quelli che sono andati a votare, anche gli eletti che di fatto hanno avuto un contratto non a tutele crescenti con gli italiani per 5 anni. Questo voto rappresenta il primo punto vero di rottura del popolo sottolineo sovrano dal dopoguerra a oggi rappresentato dai 5s e dalla lega strepitosa (da 0,77 a 17 localmente) vero motore del centro destra e consegna come nelle migliori tradizioni del proporzionale (prima, durante, dopo) il tutto alla contrattazione voluta anche da una legge elettorale demenzialmente patologica e assurda dove chi ha perso ed è stato sconfitto su tutta la linea decide il destino di chi ha vinto, dove una segreteria con l'aggravante di un cavaliere rinchiuso in un buncher essere determinante. Di questo si tratta il PD si deve spaccare, è l'unica condizione minima necessaria per avere un governo proprio matematicamente, non ci sono alternative, quando quanto come con chi non è dato sapere, sappiamo invece che per i 5s servono circa un centinaio alla camera e una metà al senato di volenterosi, una cinquantina e la metà circa al senato per il centro destra, è una condizione logico-matematica possibile, che poi il gigliato stia rimescolando le carte cercando di condizionare il suo futuro personale è un fatto, non sa perdere è un tratto della sua arroganza, si rassegni oramai è stato bocciato dalla realtà ed è evidente. Non possono esserci altre elezioni altrimenti il pericolo "populismo" sarà raddoppiato, la paura farà oltre 316, la parola inciucio nel proporzionale non esiste, saranno fatte delle scelte, il governo si fa con i numeri, i numeri si fanno con le persone, le persone possono essere tanto responsabili quanto devastanti ad esempio con governi tecnici del presidente e oggi non è altro che il punto di arrivo di una situazione di crisi iniziata nel 2011 una globalizzazione selvaggia, una paura sociale, una migrazione non controllata, uno strapotere delle banche il tutto fatto pagare quasi esclusivamente dal "popolo" Le promesse hanno spopolato sono impegni ma nulla di più con tante variabili quindi sono condizionate, non sono una novità "Lunga promessa con l'attender corto ti farà trionfar" consiglio di papa a un montefeltro descritto da Dante nell'inferno, promettere molto e mantenere poco (o il possibile) le strade imboccate possono essere scorrevoli o piene di buche, trovare il sole o la neve e soprattutto dovranno rendere conto al casello, ma il viaggio andava iniziato.

    Lascia un commento:


  • Enzo78
    ha risposto
    re: Chi ha vinto le elezioni 2018?

    federic non voglio essere polemico ma ti garantisco che in Sicilia Salvini ha preso un bel gruzzolo di voti propio dai cacciatori anche se sono d'accordo con te che molti al centroSud hanno votato con e per la pancia è non con la testa
    Originariamente inviato da federic Visualizza il messaggio
    LA COSA MI PREOCCUPA NON POCO !!!

    Vedendo la cartina dello stivale italico colorata di giallo
    per tutto il centrosud, capisco che il M5s ha vinto ovunque da Roma in giu'.

    Pertanto MOOLTI dei nostri amici cacciatori del centrosud hanno votato
    i pentastellati , che sono un " pochino " contrari alla caccia
    e ai cacciatori.

    Complimentoni a chi lo ha fatto, magari sperando che
    con il reddito di inclusione, promesso a tutti dai grillini,
    si possa andare a caccia all' estero , fregarsene se da noi la chiudono.

    Stiamo attenti che magari da noi la chiudono davvero , poi il reddito
    di inclusione non importa se lo danno !!!
    l'importante e' che lo abbiano promesso e che i piu' ci hanno pure creduto ,
    " svendendo " per quattro denari la passione ...............

    Lascia un commento:


  • cicalone
    ha risposto
    re: Chi ha vinto le elezioni 2018?

    Originariamente inviato da federic Visualizza il messaggio
    LA COSA MI PREOCCUPA NON POCO !!!

    Vedendo la cartina dello stivale italico colorata di giallo
    per tutto il centrosud, capisco che il M5s ha vinto ovunque da Roma in giu'.

    Pertanto MOOLTI dei nostri amici cacciatori del centrosud hanno votato
    i pentastellati , che sono un " pochino " contrari alla caccia
    e ai cacciatori.

    Complimentoni a chi lo ha fatto, magari sperando che
    con il reddito di inclusione, promesso a tutti dai grillini,
    si possa andare a caccia all' estero , fregarsene se da noi la chiudono.

    Stiamo attenti che magari da noi la chiudono davvero , poi il reddito
    di inclusione non importa se lo danno !!!
    l'importante e' che lo abbiano promesso e che i piu' ci hanno pure creduto ,
    " svendendo " per quattro denari la passione ...............
    Sbagliato....da Caianello in giu' nel lazio non hanno vinto davvero, solo nel cervello bacato di Giggino che diceva di avere il lazio e il piemonte quando invece li aveva persi entrambi

    Lascia un commento:


  • onyx
    ha risposto
    re: Chi ha vinto le elezioni 2018?

    Se Salvini non avesse commesso l"errore di ricandidare Bossi (che gli ha fatto perdere almeno 2 punti percentuale) a questo punto non staremo a discutere e la dx sarebbe quasi salita. Ho letto a suo tempo tanti commenti su un forum di gente che non lo avrebbe più" votato.

    Lascia un commento:

Pubblicita STANDARD

Comprimi

Ultimi post

Comprimi

Unconfigured Ad Widget

Comprimi
Sto operando...
X