annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Lista NCD i pro e cotro la Caccia!

Comprimi

Mantieni online il sito per tutto il 2019

Comprimi
Le donazioni inviate sino ad oggi hanno ricoperto il (44%) dei costi necessari.
X
Comprimi
Su questa pagina ci sono 1 persona/e che stanno leggendo il contenuto di questa discussione: (0) Utenti registrati - (1) Ospiti
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Lista NCD i pro e cotro la Caccia!

    In vista delle elezioni europee (si vota domenica 25 maggio), abbiamo già presentato le liste di Pd, Lega Nord, Forza Italia e Fratelli d'Italia, ora è il turno di Nuovo Centro Destra, la formazione guidata da Angelino Alfano.

    Come sempre cerchiamo di estrapolare i nomi di chi si è occupato di caccia o ha espresso opinioni in merito, chiedendovi di aggiungere le vostre segnalazioni. Tra i candidati nel collegio Nord Ovest in passato hanno manifestato la propria vicinanza al mondo venatorio Guido Podestà, ex presidente della provincia di Milano e già eurodeputato con il Pdl (1999-2004), e Gabriele Albertini (firmatario del manifesto Face 2009).

    Nel collegio Nord orientale troviamo Clodovaldo Ruffato, consigliere regionale in Veneto dal 2005, dove ha presieduto la commissione Agricoltura, caccia e pesca; Roberto Dipiazza, ex sindaco di Trieste e cacciatore che all'epoca fu attaccato dagli animalisti per la sua decisione di contenere i troppi cinghiali. Analogo destino toccò a Imerio Borriero, ex sindaco di Montecchio Pecalcino (VI), che si espose alle critiche animaliste per aver proposto l'abbattimento dei cani randagi nel suo comune. Un anticaccia in lista è invece Giuliano *****la, che - insieme ad una trentina di altri deputati Pdl - firmò un appello interno al Pdl per fermare la riforma della legge quadro sulla caccia.

    Al Centro Italia capolista è l'attuale Ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, che non molto tempo fa prese le difese della ricerca scientifica contrastando pubblicamente i tentativi di delegittimare la sperimentazione animale. Difese anche il valore storico culturale di un'istituzione come il palio di Siena in polemica diretta con l'allora ministro Brambilla, anche se da Ministro ha poi firmato un nuovo disciplinare per assicurare il benessere animale in questo tipo di eventi. C'è poi Carlo Casini (ex Udc), che finì nella lista nera degli animalisti per aver votato alcune norme pro vivisezione e Roberta Angelilli, che, all'epoca del decreto Pecoraro Scanio (era capo delegazione per An al Parlamento UE), manifestò la propria solidarietà nei confronti dei cacciatori, infine Alfredo Pallone (già eurodeputato con il Pdl) che firmò nel 2009 il manifesto Face per una caccia sostenibile ed europea.

    Al Sud citiamo Lorenzo Cesa, sicuramente non ostile alla caccia, visto che non più di un anno fa, in occasione delle elezioni politiche del 2013, firmò per conto dell'Udc protocollo di intesa con "Caccia Ambiente", Filippo Piccone, che votò a favore della Legge Comunitaria e Giuseppe Scopelliti, ex presidente della Regione Calabria.

    Nella circoscrizione Isole spicca Giovanni La Via, già firmatario del manifesto FACE nel 2009 e assessore regionale all'agricoltura e alla caccia (2006 – 2009). Non anticaccia sono anche Maddalena Calia, già deputata europea con Forza Italia, che alcuni anni fa appoggiò la proposta di allungare la caccia in febbraio in Sardegna e Antonino Germanà che ha fatto parte dell'Intergruppo parlamentari amici della caccia, della pesca e del tiro, così come Francesco Maria Marinello anch'esso candidato nello stesso collegio elettorale. Qui la lista completa dei candidati. Se conoscete qualche altro esponente vicino o diametralmente opposto alle cause politico-venatorie, non avete che da segnalarne i nomi.

    I candidati Ncd alle Europee | NCD
    Il vero cacciatore ama gli animali a cui dà la caccia, forse anche perché li considera complici di questa passione in cui ritrova la sua origine esistenziale.
    Indro Montanelli


    Ciao Mauro,amico mio!

  • #2
    Non credo che la elezione di gente favorevole alla caccia in Europa abbia molta importanza sulla situazione della caccia in Italia. Nè è un esempio l'On. Berlato cacciatore che in tanti anni di elezione al Parlamento Europeo non è riuscito a farci ottenere nulla.
    Saluti Franco

    COMMENTA


    • #3
      Originariamente inviato da ggramoli Visualizza il messaggio
      Non credo che la elezione di gente favorevole alla caccia in Europa abbia molta importanza sulla situazione della caccia in Italia. Nè è un esempio l'On. Berlato cacciatore che in tanti anni di elezione al Parlamento Europeo non è riuscito a farci ottenere nulla.

      caro ggramoli, il fatto che l'euro deputato sergio berlato, non abbia avuto buoni esiti per i cacciatori italiani alla corte d'europa, è soltanto attribuibile a lui stesso, e in merito a questo, mi sorge spontanea una domanda, ovvero: come mai che un certo eurodeputato, che di cognome fa zanoni, senza nemmeno essere eletto, ci abbia massacrato, stagione dopo stagione (venatoria intendo), mentre un'eurodeputato eletto, da un suo non indifferente imbuto di voti, riesce a ricordarsi di noi, solo in campagna elettorale? ah dimenticavo! si è ricordato dei cacciatori ogni volta che c'èra da fare la voce grossa, riunendo gran numeri di cacciatori, per promettergli castelli di sabbia, certamente non si può dire che a parole si sia risparmiato, ma non possiamo neanche dire che sia andato molto oltre.
      E quando c'era da prendere le distanze dal partito, l'allora pdl, perché aveva attaccato direttamente la nostra categoria, ha sempre rassicurato sulla filosofia filo cacciatrice del partito, bisognava davvero che il suo leader, mister B. lo nominasse controllore dei nani da giardino, perché decidesse di cambiare aria, per finire dove???? fratelli d'italia, con gli ex an, e ovviamente raccomandato dalla carretta....dopo che insieme ebbero la fantastica idea di trasformare i nominativi dei soci di ACV, in tesserati pdl, solo per garantirsi ancora un peso all'interno del partito....
      Credimi ggramoli, a berlato interessa troppo la poltrona per potersi permettere di distrarsi con la caccia. E te lo dice uno che fino a qualche anno fa, avrebbe messo, non le mani, ma anche la testa sul fuoco per berlato, menomale per me, che a questa pazzia non sono mai arrivato, perché sarei uscito bruciato anche i peli del c**o, se berlato mantiene la sua carica di eurodeputato, per almeno altri 4 anni e mezzo, non lo sentirài più !
      IL POPOLO ITALIANO HA PLASMATO L'IMPERO CON IL SUO SANGUE,LO FECONDERA' CON IL SUO LAVORO, E LO DIFENDERA' DA CHIUNQUE CON LE SUE ARMI. (Benito Mussolini)

      COMMENTA


      • #4
        Originariamente inviato da simogru Visualizza il messaggio
        caro ggramoli, il fatto che l'euro deputato sergio berlato, non abbia avuto buoni esiti per i cacciatori italiani alla corte d'europa, è soltanto attribuibile a lui stesso, e in merito a questo, mi sorge spontanea una domanda, ovvero: come mai che un certo eurodeputato, che di cognome fa zanoni, senza nemmeno essere eletto, ci abbia massacrato, stagione dopo stagione (venatoria intendo), mentre un'eurodeputato eletto, da un suo non indifferente imbuto di voti, riesce a ricordarsi di noi, solo in campagna elettorale? ah dimenticavo! si è ricordato dei cacciatori ogni volta che c'èra da fare la voce grossa, riunendo gran numeri di cacciatori, per promettergli castelli di sabbia, certamente non si può dire che a parole si sia risparmiato, ma non possiamo neanche dire che sia andato molto oltre.
        E quando c'era da prendere le distanze dal partito, l'allora pdl, perché aveva attaccato direttamente la nostra categoria, ha sempre rassicurato sulla filosofia filo cacciatrice del partito, bisognava davvero che il suo leader, mister B. lo nominasse controllore dei nani da giardino, perché decidesse di cambiare aria, per finire dove???? fratelli d'italia, con gli ex an, e ovviamente raccomandato dalla carretta....dopo che insieme ebbero la fantastica idea di trasformare i nominativi dei soci di ACV, in tesserati pdl, solo per garantirsi ancora un peso all'interno del partito....
        Credimi ggramoli, a berlato interessa troppo la poltrona per potersi permettere di distrarsi con la caccia. E te lo dice uno che fino a qualche anno fa, avrebbe messo, non le mani, ma anche la testa sul fuoco per berlato, menomale per me, che a questa pazzia non sono mai arrivato, perché sarei uscito bruciato anche i peli del c**o, se berlato mantiene la sua carica di eurodeputato, per almeno altri 4 anni e mezzo, non lo sentirài più !
        simogru, parole sante.
        Masorin
        Ognuno sta solo sul cuor della terra trafitto da un raggio di sole: ed è subito sera.

        COMMENTA


        • #5
          Originariamente inviato da ggramoli Visualizza il messaggio
          Non credo che la elezione di gente favorevole alla caccia in Europa abbia molta importanza sulla situazione della caccia in Italia. Nè è un esempio l'On. Berlato cacciatore che in tanti anni di elezione al Parlamento Europeo non è riuscito a farci ottenere nulla.

          Soddisfazione per il respingimento dell’emendamento, presentato dai deputati anticaccia, è stata espressa con una nota congiunta dal Presidente della Commissione agricoltura del Parlamento europeo, on. Paolo De Castro e dall’on. Sergio Berlato, componente della Commissione ambiente.
          Pur appartenendo a due schieramenti politici molto diversi tra loro, l’on. Sergio Berlato e l’on. Paolo De Castro sono sempre riusciti a fare gioco di squadra tra le due Commissioni del Parlamento europeo, guidando gli altri parlamentari nella difesa dei diritti dei cacciatori, spesso minacciati dai continui attacchi sferrati dagli anticaccia che hanno più volte tentato, senza riuscirci, di cambiare in senso restrittivo le Direttive comunitarie di riferimento ed in particolar modo la Direttiva 2009/147/CE, meglio nota come “Direttiva Uccelli”.La bocciatura dell’ennesima iniziativa contro la caccia da parte del Parlamento europeo rafforza ancor di più il legame di collaborazione tra i due deputati che, una volta rieletti in occasione delle elezioni per il rinnovo del Parlamento europeo che si terranno il 25 maggio p.v., rappresenteranno anche per la prossima legislatura un sicuro baluardo in difesa dei diritti dei cacciatori italiani ed europei.
          Uffici stampa
          on. Paolo De Castro e on. Sergio Berlato

          Per completezza d'informazione è stato respinto con 468 voti dei deputati, 164 a favore 15 astenuti. Ma come si fa a dire queste cose qui, con tutto il rispetto possibile e premesso che uno può credere quello che vuole, non è dicendo delle sciocchezze, delle stupidate, delle bugie, oppure "ignorando" la realtà che si rende un buon servizio alla caccia, intanto ad esempio abbiamo ottenuto che le cose non fossero fortemente peggiorate, anche perchè ci sono delle persone e fra queste anche i politici (da non trascurare) che hanno una visione giusta e lavorano per noi, basta con questo sono tutti uguali, è un modo di pensare esattamente come chi dice che i cacciatori sono tutti bracconieri. Il forum serve anche a questo a far conoscere e divulgare e prendiamo atto che senza conoscenza, unione e partecipazione non c'è davanti un grande futuro, come anche che solo e soltanto uniti possiamo e dobbiamo sopravvivere.

          COMMENTA


          • #6
            Originariamente inviato da osservatore romano Visualizza il messaggio

            Soddisfazione per il respingimento dell’emendamento, presentato dai deputati anticaccia, è stata espressa con una nota congiunta dal Presidente della Commissione agricoltura del Parlamento europeo, on. Paolo De Castro e dall’on. Sergio Berlato, componente della Commissione ambiente.
            Pur appartenendo a due schieramenti politici molto diversi tra loro, l’on. Sergio Berlato e l’on. Paolo De Castro sono sempre riusciti a fare gioco di squadra tra le due Commissioni del Parlamento europeo, guidando gli altri parlamentari nella difesa dei diritti dei cacciatori, spesso minacciati dai continui attacchi sferrati dagli anticaccia che hanno più volte tentato, senza riuscirci, di cambiare in senso restrittivo le Direttive comunitarie di riferimento ed in particolar modo la Direttiva 2009/147/CE, meglio nota come “Direttiva Uccelli”.La bocciatura dell’ennesima iniziativa contro la caccia da parte del Parlamento europeo rafforza ancor di più il legame di collaborazione tra i due deputati che, una volta rieletti in occasione delle elezioni per il rinnovo del Parlamento europeo che si terranno il 25 maggio p.v., rappresenteranno anche per la prossima legislatura un sicuro baluardo in difesa dei diritti dei cacciatori italiani ed europei.
            Uffici stampa
            on. Paolo De Castro e on. Sergio Berlato

            Per completezza d'informazione è stato respinto con 468 voti dei deputati, 164 a favore 15 astenuti. Ma come si fa a dire queste cose qui, con tutto il rispetto possibile e premesso che uno può credere quello che vuole, non è dicendo delle sciocchezze, delle stupidate, delle bugie, oppure "ignorando" la realtà che si rende un buon servizio alla caccia, intanto ad esempio abbiamo ottenuto che le cose non fossero fortemente peggiorate, anche perchè ci sono delle persone e fra queste anche i politici (da non trascurare) che hanno una visione giusta e lavorano per noi, basta con questo sono tutti uguali, è un modo di pensare esattamente come chi dice che i cacciatori sono tutti bracconieri. Il forum serve anche a questo a far conoscere e divulgare e prendiamo atto che senza conoscenza, unione e partecipazione non c'è davanti un grande futuro, come anche che solo e soltanto uniti possiamo e dobbiamo sopravvivere.

            Romano????
            Leggo sempre volentieri quello che scrivi ma potresti aumentare la dimensione dei caratteri di scrittura???
            Ho 46 anni e la vista in calo.....non me la vorrai far peggiorare drasticamente vero???
            Ciao!!!!
            Ottobre è.....

            COMMENTA


            • #7
              il qualunquismo ucciderà la caccia....................in bocca al cocker!!!!!!!!!!!!!!!

              COMMENTA

              Pubblicita STANDARD

              Comprimi

              Ultimi post

              Comprimi

              Unconfigured Ad Widget

              Comprimi
              Sto operando...
              X