annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

50000 firme per rifondare la caccia

Comprimi

Mantieni online il sito per tutto il 2019

Comprimi
Le donazioni inviate sino ad oggi hanno ricoperto il (55%) dei costi necessari.
X
Comprimi
Su questa pagina ci sono 1 persona/e che stanno leggendo il contenuto di questa discussione: (0) Utenti registrati - (1) Ospiti
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • #16
    Re: 50000 firme per rifondare la caccia

    Essere negativi è LECITO, ed io in realtà lo sono da decenni e dagli anni 90 quando ho rimesso ogni carica di rappresentanza.
    Più volte in questi 2 decenni mi è stato chiesto di riprendere una attività di aiuto in aavv e non solo, ma CONOSCO la "malattia genetica" dei cacciatori tutti: l'egoismo e la visione individuale a scapito degli interessi generali e più grandi. L'orticello prima di tutto ..... e la posizione di rendita di chi li rappresenta.

    Io sono convinto che alla fine nel tempo "finiremo o in riserve a pagamento più o meno sociali" (es. quelle consorziali) ..... e con un impianto normativo che sarà l'opposto di quello attuale, tipico dei diritti minimali di minoranza: "la caccia è vietata in tutto il territorio nazionale, ad eccezione delle riserve" e poi via con vincoli e restrizioni molto superiori alle attuali; si salveranno un pò cinghialai e muccaroli ed in parte gli stanzialisti-cinofili.

    Però RISPETTO FORTEMENTE CHI OGGI TENTA O VORREBBE FARE QUALCOSA IN QUESTA AGONIA e cerco di dare idee o spunti di riflessione.
    Ho firmato la petizione popolare, l'ho fatta firmare ad amici e parenti anche NON cacciatori, e SE dovesse riaccadere lo RIFARò.

    MA FINO A QUANDO NON SI RIUSCIRà AD UNIRE PARTITO E AAVV SOTTO UN UNICO CAPPELLO ..... x me il ns. destino politico, già COMPROMESSO FORTEMENTE, sarà SEGNATO A PRIORI che è diverso da lottare e perdere con QUALCHE piccolo risultato ottenibile.

    MA DOBBIAMO ANCHE CAMBIARE NOI, SOPRATTUTTO QUELLI DELLA MIA GENERAZIONE E GLI SPARATUTTO ..... e se ciò NON avverrà, le macerie che abbiamo lasciato ai ns figli in termini di scarsità di lavoro, assenza di pensione, educazione familiare assente e senza valori, ignoranza di leggi e comportamenti da furbettini del quartierino a caccia e nella vita, ..... spacconerie da bar, ABBATTERà del tutto ogni speranza di ricambio MINIMO generazionale ed accellererà il ns comunque INELUTTABILE DECLINO.
    Siamo espressione di un mondo agricolo-rurale e di quei valori, fatto PRIMA a pezzi e superati da quelli cittadini ed industriali, ed OGGI disintegrati da quelli internazionali e dei servizi finanziari-professionali dal soldo e spesa facile ..... CUI LA POLITICA FA RIFERIMENTO.

    X me:
    Io x la ora in più la sera da appostamento COME IN TUTTA EUROPA cederei il silenzio venatorio la domenica pomeriggio.
    Io x sparare alle oche, abbondantissime oggi, rinuncerei alla moretta x 3-5anni, poi si vede.
    Io farei multe ai BRACCONIERI ED A CHI COMPIE REATI GRAVI VENATORI DA FAR IMPALLIDIRE EQUITALIA.
    Io OBBLIGHEREI i Cacciatori a 3 gg OBBLIGATORIE di pulizia ambientale o di gestione censimenti x avere la licenza.
    Io ANNULLEREI i decreti x la caccia alle ggvv verdi-ambientaliste.
    Io FAREI MULTE A CHI INQUINA DA FAR IMPALLIDIRE EQUITALIA.
    Io imporrei x certe specializzazioni i 2 colpi con doppietta OBBLIGATORIA (stanziale); una riduzione dei carnieri x certe specie; e così via.
    Io lo storno anche in deroga lo aprirei senza troppe pippe ..... .
    Io il piviere oggi e x 3 anni lo riaprirei con vincolo di carniere.
    Io NON consentirei di fare più di 3gg di caccia la settimana.
    Io in zone di pregio metterei giornate FISSE di caccia.
    Io chiarirei alcuni termini ed impostazioni delle norme e sanzioni x ridurre le INTERPRETAZIONI di giudicanti.
    E così via.

    Ma se dicessi ..... basta con la "solfa" degli uccelletti, di febbraio, di agosto, di chi sfora sistematicamente il carniere ad anatre o peggio a turdidi-allodole-pavoncelle ..... magari pure con spase e rastrelli ..... basta con gli spari in certe aree del sud a febbraio-marzo-aprile-..... basta coi register, basta con chi VUOLE cacciare tutti i giorni ..... MOLTI QUI, NEL RISPETTO DELLE PROPRIE TRADIZIONI DIVENTATE UTOPICHE NEL CONTESTO ATTUALE SOCIALE E VENATORIO - CHE NON TORNANO PIù Nè TORNERANNO MAI PIù SENZA SE E MA -, OPPURE IN LINEA CON QUANTO FANNO DI SOLITO X EGOISMO E TEMPO DISPONIBILE X CACCIARE, STORCEREBBERO IL NASO E SI LAMENTEREBBERO O GRIDEREBBERO CONTRO TUTTE LE AAVV E PARTITO ..... .
    ALLA FINE CHI SI FA PORTAVOCE DI QUESTE ISTANZE ESTREMISTICHE ED UTOPICHE HA GIà PERSO. PUNTO, ANCHE SE NON LO VUOL CAPIRE X CONVENIENZA SPICCIOLA DI GIORNATA OVVERO EGOISMO PERSONALE E NOI CACCIATORI SIAMO LA DIMOSTRAZIONE VIVENTE DI COSA SIGNIFICA "egoismo personale".
    Ibal a CHI vorrà tentare un qualcosa x la ns categoria, almeno il mio rispetto lo merita se NON la condivisione delle idee e proposte.
    Però io le idee -giuste o sbagliate che siano- le DICO PRIMA, NON DOPO ..... CRITICO PRIMA, NON DOPO, x trasparenza ed educazione.
    Cordialmente dallo "yankee" - 58beppe

    "Tale il carattere, tale il discorso" - "Chi si loda, presto trova chi lo deride" - "Studia prima la scienza e poi seguita la pratica nata da essa" - "Riprendi l'amico in segreto e lodalo in palese".

    COMMENTA


    • #17
      Re: 50000 firme per rifondare la caccia

      caro beppe! forse oggi sei fuori da ogni carica di rappresentaza perchè in Italia quando uno dice o cerca di fare cose sensate ...è la fine che fa e questo a tutti i livelli!
      concordo praticamente su tutto EGOISMO in primis...anche se ci sarebbero argomenti da sviscerare meglio vista la loro complessità e la loro soggettività... Una domanda però vorrei farla a tutti : quanti sarebbero disposti davvero a sacrificare non tre ma 7 giorni (e parlo di 8 ore al giorno) per pulizia ambientale, censimenti e quant'altro relativo alla nostra bella passione'??
      credo che se questi 7 giorni fossero una discriminante tra essere o no cacciatore(autorizzato) caro beppe rimarremmo in 2 gatti ad andare caccia...che come idea non mi farebbe nemmeno tanto skifo!
      Un saluto!
      <<Alf>>

      COMMENTA


      • #18
        Re: 50000 firme per rifondare la caccia

        IL VOLONTARIATO AMBIENTALE O NEI CENSIMENTI CI DAREBBE GRANDISSIMA VISIBILITà SOCIALE E MERITOCRATICA AGLI OCCHI DELLA COLLETTIVITà E DEI MASS MEDIA.
        PULIRE GRATUITAMENTE X UNA MATTINA o POMERIGGIO x alcune ore, parchi-strade-boschi-fiumi ..... CI RENDEREBBE PIù SIMPATICI AL MONDO POLITICO E CITTADINO OVUNQUE, OLTRE AL RITORNO DI CONSENSO SOCIALE.
        DIVENTARE PIù BRAVI DEI VERDI SUL NS TERRITORIO CHE CONOSCIAMO MEGLIO XCHè NOI LO VIVIAMO INTENSAMENTE, PARTENDO DALLE COSE PIù VISIBILI-UTILI-SEMPLICI, COSA FACILLIMA A FARSI CON UN MINIMO DI IMPEGNO ED ORGANIZZAZIONE DI QUESTE COSE, è CIò CHE GIà CARATTERIZZATO E DISTINTO NETTAMENTE IL MONDO VENATORIO FRANCESE DA QUELLO ITALIANO.
        CHI GESTISCE Là RISERVE-OASI PREGIATE E FA I CENSIMENTI SOPRATTUTTO ?? il mondo venatorio.
        CHI è CONTROLLORE Là DI Sè STESSO BEN PIù DELLE GGVV ?? il mondo venatorio stesso.

        SE NON FACCIAMO E METABOLIZZIAMO QUESTO ..... X PRIMI, RIPETO X PRIMI, NON ARRIVEREMO MAIIIIIIIIIIII.
        NOI DOBBIAMO FARE IL "PRIMO PASSO" X SDOGANARCI DALLA ERRATA PERCEZIONE PUBBLICA E DI MAGGIORANZA: NOI SIAMO QUASI 800.000 ALIMENTATI DA PASSIONE AUTENTICA; CHI NON CE L'HA E PENSA SOLO AL CARNIERE OD A SPARARE x me ..... NON è UTILE AL MONDO VENATORIO ANZI è IL VERO PROBLEMA DELLA CACCIA. PIù DEI VERDI.
        NOI SE DIVENTIAMO PALADINI DEL MONDO AMBIENTALE INSIEME AL MONDO AGRICOLO, COME IN FRANCIA, ..... POSSIAMO DIFENDERCI E CREARE I PRESUPPOSTI X UNA CACCIA MENO TRADIZIONALE ED ANTISTORICA E PIù MODERNA, IN LINEA CON LE SPECIE DI OGGI, L'AMBIENTE ATTUALE, I VALORI LIBERTARI SOCIALI ATTUALI. A mio parere ovviamente ..... .
        Cordialmente dallo "yankee" - 58beppe

        "Tale il carattere, tale il discorso" - "Chi si loda, presto trova chi lo deride" - "Studia prima la scienza e poi seguita la pratica nata da essa" - "Riprendi l'amico in segreto e lodalo in palese".

        COMMENTA


        • #19
          Re: 50000 firme per rifondare la caccia

          beppe non trovo la faccina che applaude ma considerala digitata.. :-)
          <<Alf>>

          COMMENTA


          • #20
            Re: 50000 firme per rifondare la caccia

            ho letto con piacere gli interventi e a dire che con quelli di 58beppe sono concorde,
            sminuisco il concetto di concorde.

            Gli " orticelli " con qualunque coltura in atto sono deleteri e involutivi, però oltremodo coltivati............................
            l'egoismo poi e' cacciatore ed anche grande colpitore, mietendo prede a piu' non posso fra i seguaci di Diana..........................
            la frattura fra le varie componenti del mondo venatorio, alimentata abilmente dalla politica dei politicanti che frena ogni azione coesa e................

            debellate queste tre fortezze che per ora sembrano inviolabili, forse possiamo prendere in considerazione
            l'idea di fare un'azione moderna , pragmatica ed efficacie, per far accettare una rivisitazione delle normative
            che al passo con i tempi , possano consentire una prosecuzione delle tradizioni venatorie , accettate e rispettate
            dalla societa' attuale.

            ogni oltranzismo, la perpetuazione dei vari malcostumi dilaganti, i soliti furbetti del bar sport che si beano di usare il
            registratore in tarda serata, gli anacronistici nostalgici della caccia primaverile, i forsennati sparatori a tutte le ore
            e in ogni luogo,
            alimentano invece i denigratori e allontanano sempre dall'obiettivo di poter porre la caccia nella considerazione
            delle genti e farla accettare come attivita' ricreativa e di passione , vicina agli animali e alla natura.
            ciao

            COMMENTA


            • #21
              Re: 50000 firme per rifondare la caccia

              Originariamente inviato da 58beppe Visualizza il messaggio
              ORGANO SCIENTIFICO E BASTA, IN COLLABORAZIONE E SECONDO STANDARD EUROPEI DI REDAZIONE DI DATI E DOCUMENTI, CON ANALISI DEI DATI EUROPEI E VERIFICA SU SCALA NAZIONALE DEGLI STESSI, ED ADATTAMENTO ATTRAVERSO GESTIONE ELASTICA DEI CALENDARI VENATORI (chiusura-riapertura elastica x specie laddove emergessero carenze croniche x oltre 3 anni di una specie, oppure un "supero" elevato delle medie di presenza nello stesso periodo; oppure limitazioni di carniere giornaliere ed annuo x specie; riduzione x territori particolarmente utili x lo svernamento di specie in sofferenza; creazione di aree invece di preparco a ridosso dei parchi ove cacciare animali in esubero rispetto alle densità medie o di corretta gestione; riduzione del numero di giornate venatorie in certe aree; limitazione delle presenze e del numero di colpi in altre; ecc.).

              CENSIMENTI DA FARE IN AREE CONCORDATE A LIVELLO NAZIONALE OD EUROPEO, DA PARTE DI AUTORITà PUBBLICHE (REGIONE-PROVINCE) E COL SUPPORTO DI RAPPRESENTANTI SIA DEL MONDO AMBIENTALISTA CHE VENATORIO.

              VISIONE GESTIONALE DEL TERRITORIO E CON CAPACITà DI PORRE FINANCHE VINCOLI AMBIENTALI E DI COLTIVAZIONE AGRICOLA O DELLE ACQUE-PESCA IN AREE DI PARTICOLARE PREGIO FAUNISTICO O SPECIALE.

              CDA PARITETICO TRA COMPONENTI VERDI E VENATORIE SOTTO COORDINAMENTO PUBBLICO NAZIONALE E DI COMPROVATA PROFESSIONALITà SPECIALISTICA (presidente e dg) ..... .

              Insomma TANTI BEI SOGNI: ma x me, QUI è e resta la chiave di volta della gestione territoriale della caccia x reimpostare la caccia ed il suo futuro.
              X la 157/92, occorrono modifiche condivise e mediate, PASSANDO DA UN SEVERO INASPRIMENTO DELLE PENE X I BRACCONIERI E CHI COMPIE ATTI GRAVI E MAGGIORE CHIAREZZA DELLE LEGGI x ridurre le INTERPRETAZIONI, oltre ad impostarla secondo standard più europei.
              Caro Beppe, ben venga tutto ciò,ma se ci fosse l' aplicazione di tutto quel che hai scritto in Italia rimarrebe cacciabile il cinghiale sicuramente e forse le formiche.
              in Emilia che ben conosco un po di selvaggina in piu cè,almeno la stanziale,ma in toscana...........come x altre regioni,la vedo molto bigia.

              COMMENTA


              • #22
                Re: 50000 firme per rifondare la caccia

                Danilo
                Ma te un tu sorti mai fuori dalla tua riserva?
                A Firenze ci sono migliaa di colombacci e merli,gli stessi colombacci tra un paio di anni nidificheranno a Prato,sono gia a un km senza parlare dei merli che fanno il nido sotto casa mia,cosi`come le lepri sono nei campi di periferia.
                Vedi Danilo da stanzialista quale sei dovresti sapere i danni prodotti dai nocivi ai pronta caccia,e se un ci si mette ni capo di fare una lotta(quasi senza quartiere) a questi,e`inutile ripopolare,come mai quando s'era 2.000.000 c'erano animali per tutti e tanti?
                Continui a dire che siamo troppi e si caccia troppo,mi dici una Nazione europea che ha giorni di silenzio venatorio, limiti di carniere,e calendari con tempi e specie ridicoli come il nostro?
                Ah! dimenticavo la beccaccia,qualche tempo fa una era tranquillamente a ombricare nel Mugnone,un torrente che passa vicino alla fortezza a Firenze,insieme ai germani che nuotavano tranquillamente.
                Ne fiume Bisenzio,a Prato,ci sono germani a volonta`e pure cormorani,gabbiani,gallinelle,tuffetti,e purtroppo nutrie a volonta`.
                Che ti devo dire?
                Tutte le cacce hanno pari dignita`e meritano pari rispetto.

                COMMENTA


                • #23
                  Re: 50000 firme per rifondare la caccia

                  Originariamente inviato da 58beppe Visualizza il messaggio
                  Che di firme ne avevamo raccolto a tempesta ancora anni fa ..... vedasi iniziativa Berlato-ACV.

                  Qua SE NON SI RACCOLGONO 800.000 FIRME COME X UN REFERENDUM ..... ERGO LA TOTALITà DEI CACCIATORI E DELLE AAVV CHE COSì DIMOSTREREBBERO DI BATTERE FINALMENTE UN COLPO ALL'UNISONO ..... SI PERDE TEMPO CON QUEL NUMERO RIDICOLO SU SCALA NAZIONALE.

                  INOLTRE SE PRIMA NON CI SI ACCORDA SU POCHI E QUALIFICATI ASPETTI DI REVISIONE SU CUI SI CONCORDA SENZA EGOISMI E CON NEGOZIAZIONE-RINUNCIE ...... DIVENTA TOTALMENTE UTOPIA.

                  SE UNO PENSA A RIPRISTINARE LA CACCIA AI FINCHI, UN ALTRO AI TORDI IN FEBBRAIO, QUELL'ALTRO AD APRIRE AD AGOSTO, CHI A RIDURRE LE PENE ED ELIMINARE I GIORNI DI SILENZIO VENATORIO ..... VUOLE DIRE CHE è LONTANO DALLA POSSIBILE REALIZZAZIONE DI QUALSIASI MODIFICA DELLA 157-92 E DALLA REALTà POLITICA E MEDIATICA.

                  STORNO, DEPENALIZZAZIONE DI ALCUNI REATI CON GRANDE INASPRIMENTO PERò PECUNIARIO DELLE SANZIONI, ORA IN PIù LA SERA DA APPOSTAMENTO, CONFISCA DI ARMI E LICENZE X BRACCONIERI E CHI COMPIE REATI GRAVI, GESTIONE PIù ELASTICA X SPECIE DEI CALENDARI (OGGI SIAMO PIENI DI OCHE E PIVIERI, OLTRE CHE STORNI, RISPETTO AL PASSATO, SPECIE CACCIABILI IN FRANCIA, ..... E NON SI CAPISCE XCHè NON DOVREBBERO ESSERE CACCIABILI SULLA BASE DI CENSIMENTI E DATI TRIENNALI; COSì COME POTREBBERO VENIRE CHIUSE ALTRE X 3 ANNI TIPO MORETTA), DIVIETO X AAVV E AMBIENTALISTI DI FARE I GUARDIACACCIA MA SOLO LE GGVV AMBIENTALI, ALMENO 3 GIORNATE OBBLIGATORIE DI VOLONTARIATO AMBIENTALE X I CACCIATORI X RINNOVARE LA LICENZA SUL PROPRIO TERRITORIO, COSTITUZIONI DI GRUPPI DI VOLONTARIATO SOCIALE TIPO ANTINCENDIO-RICERCA-CALAMITà-ECC., POTREBBERO INVECE ESSERE TEMI DI RIFLESSIONE E MODIFICA.
                  Comunque Beppe devi ammettere che un po`di ingiustizia nei nostri confronti rispetto ad altri Paesi europei aldila dei KC esiste,perche`quando si ando`lassu`col cappello in mano(e questo lo odio) a richiedere gli sorni nel calendario venatorio,ci risposero picche perche`in Germania era in diminuzione,questa che cos'e`se non ingiustizia?
                  Io gli avevo ribaltato il tavolo,e battuto il cappello ripetutamente sulla testa!
                  Tutte le cacce hanno pari dignita`e meritano pari rispetto.

                  COMMENTA


                  • #24
                    Re: 50000 firme per rifondare la caccia

                    LA VICENDA STORNO IN DEROGA, PERALTRO SEMPRE PIù AUTONOMAMENTE MAL GESTITO DA REGIONI E PROVINCE è QUALCOSA DI ABERRANTE IN SENSO VENATORIO ED AGRICOLO, OLTRE CHE POLITICO.

                    Come ripeto, NON pretendo assolutamente che le mie idee siano quelle "giuste", dico però che OCCORRONO IDEE E PROPOSTE ALLINEATE ED IL PIù CONDIVISE POSSIBILE (NON possono accontentare MAI tutti i cacciatori) DA UNA PARTE COI TEMPI SOCIALI, MEDIATICI, ETICI E POLITICI E DALL'ALTRO CON LE PRESENZE DELLE SPECIE ED IL TERRITORIO CHE VARIA NELLA SUA GESTIONE X TANTI MOTIVI, clima compreso, PRO TEMPORE VIGENTI E MI PARE CHE NEI DECENNI DAL 92, A PARITà DI LEGGE, SIANO VARIATI ED UN BEL Pò SIA L'AMBIENTE VENATORIO CHE LE SPECIE CHE OGGI COSTITUISCONO I CARNIERI RISPETTO AL PASSATO.

                    FINO A QUANDO PENSEREMO A TROPPE TRADIZIONI, AL RETRO, ALLA SPARATORIA SEMPRE E OVUNQUE, ALL'INVASIONE LIBERA DELLE CAMPAGNE ..... ALLA EVASIONE DELLE NORME PIù O MENO SISTEMATICA, AL CARNIERE COME SPACCONERIA DA BAR ..... ALLORA SAREMO PERDENTI CRONICI.
                    Cordialmente dallo "yankee" - 58beppe

                    "Tale il carattere, tale il discorso" - "Chi si loda, presto trova chi lo deride" - "Studia prima la scienza e poi seguita la pratica nata da essa" - "Riprendi l'amico in segreto e lodalo in palese".

                    COMMENTA


                    • #25
                      Re: 50000 firme per rifondare la caccia

                      Ma io dico la gente invece di dormire di notte pensa a come rompere a noi cacciatori.....lo sanno che le regioni stanziano i danni provocati dai cinghiali o dai storni, ecc. quei soldi che stanzia la regione li prendono da tutti i cittandini....dovrebbero ringraziarci, per quello che facciamo. Che dopo aver pagato le tasse di tasca nostra per andare a caccia le alzatacce, la strada che facciamo e il controllo della fauna selvatica che facciamo, dobbiamo anche prendere le insulti dalla gente.....un mio amico a proprio ragione, era meglio quando era peggio.....

                      COMMENTA


                      • #26
                        Re: 50000 firme per rifondare la caccia

                        NON è QUESTIONE DEI CINGHIALI ..... E DI DANNI o della stanziale o delle mucche in esubero, o dei ns INTERESSATI E DOVEROSI SACRIFICI, fisici-economici-di tempo-ecc., MA DEGLI UCCELLINI, dei tordi, delle anatre, della ns massiccia presenza nelle poche aree ormai degne di attenzione venatoria ..... di spari vicino alle case, alle strade, nei frutteti specializzati, di stragi vantate nei bar, di bracconaggio ..... di giornali ed opinioni negative consolidate nel tempo di oggi, tipiche di una società NON più agricola, ma industriale e di servizi che punta ad altri pseudovalori voluttuari, all'avere che conta più dell'essere, all'apparire dell'immagine che conta più del rispetto personale.

                        X cui, a mio parere, giusto lamentarsi, MA SE NON SI FA VERAMENTE QUALCOSA DI NUOVO ED INNOVATIVO, DI ROTTURA COL NS PASSATO PERDENTE, ..... CONTINUIAMO SOLO A PEGGIORARE E RITARDARE LA NS AGONIA.
                        Cordialmente dallo "yankee" - 58beppe

                        "Tale il carattere, tale il discorso" - "Chi si loda, presto trova chi lo deride" - "Studia prima la scienza e poi seguita la pratica nata da essa" - "Riprendi l'amico in segreto e lodalo in palese".

                        COMMENTA


                        • #27
                          Re: 50000 firme per rifondare la caccia

                          Originariamente inviato da emmedibi Visualizza il messaggio
                          Ricomincia la campagna elettorale: mi raccomando abbocchiamo di nuovo!


                          concordo concordo concordo concordo concordo concordo all'infinito !!!!!!
                          IL POPOLO ITALIANO HA PLASMATO L'IMPERO CON IL SUO SANGUE,LO FECONDERA' CON IL SUO LAVORO, E LO DIFENDERA' DA CHIUNQUE CON LE SUE ARMI. (Benito Mussolini)

                          COMMENTA


                          • #28
                            Re: 50000 firme per rifondare la caccia

                            Secondo me qualcuno sta' facendo lo stesso sbaglio degli ambientalisti. Parla di problemi della caccia elencando una serie di condotte che sono già proibite e severamente punite dalla legge vigente. Se la gente non rispetta le leggi si aumentino i controlli (controllando anche i controllori) e non si limitino le già striminzite possibilità venatorie.

                            COMMENTA


                            • #29
                              Re: 50000 firme per rifondare la caccia

                              In Francia i MIGLIORI E PIù CATTIVI CONTROLLORI DEI "CATTIVI" SONO I COLLEGHI ONESTI ..... CACCIATORI CHE CONTROLLANO ALTRI CACCIATORI: SIAMO FORSE PRONTI IN ITALIA X QUESTO ??????????
                              NO.

                              NON POSSIAMO SCARICARE SULLA SOCIALITà LE NS RESPONSABILITà, STIPENDI X ALTRE GGVV VERSUS GENTE SCIAMANNATA CHE VUOLE FARE CHISSà CHE O CHE COSA ..... IN BARBA AD ALTRI COLLEGHI ONESTI E NORME.
                              Ma ci vediamo sul terreno di caccia o NO ????? NON è accettabile ideologicamente che ggvv VERDI multino i cacciatori senza la presenza di un P.U. e lo stesso dicasi x le ggvv delle aavv, NON è accettabile la TROPPA revisione INTERPRETATIVA INDIVIDUALE delle NORME da giudice a giudice, NON sono accettabili/coerenti certe limitazioni, ma rimettersi SOLO A MAGGIORI CONTROLLI, SENZA CRESCERE NELLA MATURITà COMPORTAMENTALE E GESTIONALE DEL TERRITORIO DA PARTE DI TUTTO IL MONDO VENATORIO, PRENDENDO ATTO DELLA REALTà SOCIALE E CULTURALE DEL TEMPO CHE SI VIVE, SIGNIFICA x me SOLAMENTE FALLIMENTO PREANNUNCIATO E RESTRIZIONI CRESCENTI.
                              Cordialmente dallo "yankee" - 58beppe

                              "Tale il carattere, tale il discorso" - "Chi si loda, presto trova chi lo deride" - "Studia prima la scienza e poi seguita la pratica nata da essa" - "Riprendi l'amico in segreto e lodalo in palese".

                              COMMENTA


                              • #30
                                Re: 50000 firme per rifondare la caccia

                                Originariamente inviato da colombaccio51 Visualizza il messaggio
                                Danilo
                                Ma te un tu sorti mai fuori dalla tua riserva?
                                A Firenze ci sono migliaa di colombacci e merli,gli stessi colombacci tra un paio di anni nidificheranno a Prato,sono gia a un km senza parlare dei merli che fanno il nido sotto casa mia,cosi`come le lepri sono nei campi di periferia.
                                Vedi Danilo da stanzialista quale sei dovresti sapere i danni prodotti dai nocivi ai pronta caccia,e se un ci si mette ni capo di fare una lotta(quasi senza quartiere) a questi,e`inutile ripopolare,come mai quando s'era 2.000.000 c'erano animali per tutti e tanti?
                                Continui a dire che siamo troppi e si caccia troppo,mi dici una Nazione europea che ha giorni di silenzio venatorio, limiti di carniere,e calendari con tempi e specie ridicoli come il nostro?
                                Ah! dimenticavo la beccaccia,qualche tempo fa una era tranquillamente a ombricare nel Mugnone,un torrente che passa vicino alla fortezza a Firenze,insieme ai germani che nuotavano tranquillamente.
                                Ne fiume Bisenzio,a Prato,ci sono germani a volonta`e pure cormorani,gabbiani,gallinelle,tuffetti,e purtroppo nutrie a volonta`.
                                Che ti devo dire?
                                In quasi tutte ma tutte le nazioni europee si caccia solo il fine srttimana,non devi guardare chi si reca all'estero nelle riserve destinate a stranieri,x lo piu i locali cacciano o il sabato o la domenica, e dai che poi ste cose le sai benissimo,le abbiammo scritte miglioni di volte,come sai benissimo che il tordo viena cacciato quasi esclusivamente da italiani in spagna e portogallo,in francia solo in tre comparti, e in grecia da tre gatti,come sai bene che i germani che ci sono a parato sono semiselvatici,come del resto ci sono in tante altre città,il problema è che il territorio libero è molto povero di selvatici,poi la puoi rigirare come ti pare ma è cio che si legge anche sul forum.

                                COMMENTA

                                Pubblicita STANDARD

                                Comprimi

                                Ultimi post

                                Comprimi

                                Unconfigured Ad Widget

                                Comprimi
                                Sto operando...
                                X