annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Basta ministro!!!

Comprimi

Mantieni online il sito per tutto il 2019

Comprimi
Le donazioni inviate sino ad oggi hanno ricoperto il (29%) dei costi necessari.
X
Comprimi
Su questa pagina ci sono 1 persona/e che stanno leggendo il contenuto di questa discussione: (0) Utenti registrati - (1) Ospiti
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Basta ministro!!!

    http://www.bighunter.it/Caccia/Archi...7/Default.aspx


    Con la scusa della protezione animale, il Movimento 5 Stelle tenta l'abolizione dell'articolo 842 del Codice Civile, che consente ai cacciatori di entrare nei terreni privati non recintati. La norma, senza spiegazione alcuna della ratio per cui è proposta, è inserita all'articolo 12 del ddl Modifiche al codice penale, al codice di procedura penale e al codicecivile, nonché altre disposizioni in materia di tutela degli animali, denominato #ProteggiAnimali.

    La presentazione ufficiale è stata fatta ieri in Senato in una conferenza stampa con il primo firmatario della proposta, il Senatore grillino Gianluca Perilli, e i Ministri Costa (Ambiente), Bonafede (Giustizia) e Grillo (Salute). "Il nostro obiettivo - ha detto Perilli - è attuare una semplice rivoluzione concettuale: far diventare oggetto della tutela direttamente l’animale e non più l’uomo legato emotivamente o sentimentalmente allo stesso”.

    Secondo il Ministro Costa la legge fornisce gli strumenti giuridici alle autorità e per questo è un salto di qualità in direzione della vera tutela animale. Con questa e altre leggi, ha detto, “stiamo cercando di ribaltare il paradigma per cui la natura sia sottoposta necessariamente alle attività antropiche, non sarà più così. La tutela animale ed ambientale avrà una dignità propria”.




    Il testo, attualmente alla Commissione Giustizia del Senato, secondo Perilli, sarà calendarizzato a breve per le prime discussioni. Tra le altre cose prevede il divieto assoluto di utilizzo degli animali in spettacoli, dunque abolisce il circo con gli animali.

    Durante la conferenza stampa, partecipatissima da esponenti animalisti, è stato affrontato anche il tema dei reati di bracconaggio. Walter Caporale, di Animalisti Italiani ha avanzato il dubbio che su questo tema si troverà l'opposizione della Lega, probabilmente riferendosi proprio all'abrogazione dell'842. Dal grillino Perilli è arrivata subito una rassicurazione “la lotta al bracconaggio è nel contratto di Governo, siamo fiduciosi di poter andare avanti”.

    I contrasti con la Lega sono stati citati anche dalla giornalista Ansa che ha chiesto lumi sull'approvazione del Piano Lupo, ancora non calendarizzato in Conferenza Stato Regioni. Ha risposto il Ministro Costa, assicurando che se qualche problematica c'è non è sui contenuti ma sui dati (censimenti lupi e ibridi) sui quali intervenire. “Noi proponiamo come riferimento Ispra, perché è lo Stato. Va benissimo che le università collaborino ma i dati li fornisce Ispra” ha detto Costa.

    Vediamo alcune modifiche che riguardano le attuali disposizioni sulla caccia in caso di violazioni. Oltre alla già gitata abolizione dell'842, il testo prevede la sospensione a sei anni dell’attività venatoria in caso di condanna e l'interdizione perpetua in caso di recidiva. Quanto alle sanzioni amministrative, la proposta aumenta tutti gli importi delle sanzioni pecuniarie. Riguardo alle sanzioni penali aumenta le pene e, soprattutto, trasforma la pena alternativa dell’arresto o dell’ammenda nella pena congiunta dell’arresto e dell’ammenda, con conseguente inapplicabilità dell’istituto dell’oblazione. Non solo, viene eliminata del tutto la possibilità di detenere e utilizzare uccelli come richiami venatori.

    "La felicità è nulla se non condivisa"

  • #2
    Originariamente inviato da Com Visualizza il messaggio
    http://www.bighunter.it/Caccia/Archi...7/Default.aspx


    Con la scusa della protezione animale, il Movimento 5 Stelle tenta l'abolizione dell'articolo 842 del Codice Civile, che consente ai cacciatori di entrare nei terreni privati non recintati. La norma, senza spiegazione alcuna della ratio per cui è proposta, è inserita all'articolo 12 del ddl Modifiche al codice penale, al codice di procedura penale e al codicecivile, nonché altre disposizioni in materia di tutela degli animali, denominato #ProteggiAnimali.

    La presentazione ufficiale è stata fatta ieri in Senato in una conferenza stampa con il primo firmatario della proposta, il Senatore grillino Gianluca Perilli, e i Ministri Costa (Ambiente), Bonafede (Giustizia) e Grillo (Salute). "Il nostro obiettivo - ha detto Perilli - è attuare una semplice rivoluzione concettuale: far diventare oggetto della tutela direttamente l’animale e non più l’uomo legato emotivamente o sentimentalmente allo stesso”.

    Secondo il Ministro Costa la legge fornisce gli strumenti giuridici alle autorità e per questo è un salto di qualità in direzione della vera tutela animale. Con questa e altre leggi, ha detto, “stiamo cercando di ribaltare il paradigma per cui la natura sia sottoposta necessariamente alle attività antropiche, non sarà più così. La tutela animale ed ambientale avrà una dignità propria”.




    Il testo, attualmente alla Commissione Giustizia del Senato, secondo Perilli, sarà calendarizzato a breve per le prime discussioni. Tra le altre cose prevede il divieto assoluto di utilizzo degli animali in spettacoli, dunque abolisce il circo con gli animali.

    Durante la conferenza stampa, partecipatissima da esponenti animalisti, è stato affrontato anche il tema dei reati di bracconaggio. Walter Caporale, di Animalisti Italiani ha avanzato il dubbio che su questo tema si troverà l'opposizione della Lega, probabilmente riferendosi proprio all'abrogazione dell'842. Dal grillino Perilli è arrivata subito una rassicurazione “la lotta al bracconaggio è nel contratto di Governo, siamo fiduciosi di poter andare avanti”.

    I contrasti con la Lega sono stati citati anche dalla giornalista Ansa che ha chiesto lumi sull'approvazione del Piano Lupo, ancora non calendarizzato in Conferenza Stato Regioni. Ha risposto il Ministro Costa, assicurando che se qualche problematica c'è non è sui contenuti ma sui dati (censimenti lupi e ibridi) sui quali intervenire. “Noi proponiamo come riferimento Ispra, perché è lo Stato. Va benissimo che le università collaborino ma i dati li fornisce Ispra” ha detto Costa.

    Vediamo alcune modifiche che riguardano le attuali disposizioni sulla caccia in caso di violazioni. Oltre alla già gitata abolizione dell'842, il testo prevede la sospensione a sei anni dell’attività venatoria in caso di condanna e l'interdizione perpetua in caso di recidiva. Quanto alle sanzioni amministrative, la proposta aumenta tutti gli importi delle sanzioni pecuniarie. Riguardo alle sanzioni penali aumenta le pene e, soprattutto, trasforma la pena alternativa dell’arresto o dell’ammenda nella pena congiunta dell’arresto e dell’ammenda, con conseguente inapplicabilità dell’istituto dell’oblazione. Non solo, viene eliminata del tutto la possibilità di detenere e utilizzare uccelli come richiami venatori.
    Diciamo che è la morte della caccia

    Inviato dal mio POCOPHONE F1 utilizzando Tapatalk

    ​this is hunting

    COMMENTA


    • #3
      Tra poco torna a casa a giocare col suo cane.......
      A Alle60, lando e 3 altri utenti piace questo post.

      COMMENTA


      • #4
        http://www.senato.it/leg/18/BGT/Sche...iter/51328.htm

        COMMENTA


        • #5
          Aridaglie... spero che duri poco questo minestro..
          Detesto le tue idee ma mi farei uccidere per darti la possibilità di esprimerle (Voltaire)

          COMMENTA


          • #6
            Il 30 maggio sarà a casa .
            ​​​​​​
            Mattine incantate a cercare le beccacce delle fate(Piero pieroni

            COMMENTA


            • #7
              La possibilità che il governo cada è concreta, molto concreta, oltreché assai auspicabile.
              Etiam si omnes, ego non.
              -------------------------------------------------------
              " ... noi scateneremo il gatto del sabotaggio se non avremo quel che ci spetta!"
              (“The Harvest Song” di Ralph Chaplin)

              COMMENTA


              • #8
                Se da voi viene abrogato l'842, la caccia sara' possibile soltanto nelle riserve, o da appostamenti fissi, pagando una quota annuale al proprietario del fondo. E anche questi appostamenti diverranno aleatori se per arrivare agli appostamenti bisogna attraversare terreni di terzi che non ne permettono l'attraversamento neanche a pagamento..
                La caccia vagante col cane o senza finira'. I ricchi pero' continueranno a cacciare. I poveracci no. Poi anche chi ha un po' di soldi da spendere si trovera' in difficolta' a causa dello spezzettamento della proprieta'. Non e' inconcepibile che durante una battuta alla lepre si debba cacciare su terreni appartenenti a molti proprietari, diversi dei quali hanno soltanto pochi metri quadrati. A parte la difficolta' di individuare e rintracciare tutti i proprietari di terreni nella zona dove si vuol cacciare, basta che uno solo di essi il cui terreno e' nel mezzo degli altri dica di no anche al pagamento per l'uso venatorio del suo terreno, e sara' impossibile attraversare quel terreno per raggiungere gli altri per i quali si e' comprato l'accesso senza incorrere in sanzioni penali e pecuniarie.
                Qui da noi l'art. 842 non e' mai esistito, ma ci sono enormi appezzamenti di terreno pubblico cacciabili. Inoltre lo spezzettamento della proprieta' in fazzoletti di terreno e' rarissimo. Qui il piu' poveraccio che ha terreni agricoli o alberati al minimo ne ha una quarantina di acri, come me, che ne ho 44 (172mila mq). Ma la maggior parte ne hanno a centinaia o migliaia. Un gruppo di cacciatori puo' affittarne uno, pagare un tanto per uno, ed avere i diritti esclusivi di caccia--un po' come una riserva, ma senza gli obblighi di recintare, tabellare, ripopolare, ecc.
                Dovete combattere l'abrogazionedell'842 a tutti i costi. Scrivete ai vostri rappresentanti in parlamento, ai vostri partiti, alle AAVV. Fate dimostrazioni a Montecitorio, bloccando il traffico e con striscioni e cartelli. Appellatevi a Salvini e a chi appoggia i cacciatori. Stavolta chi si ferma e' perduto--e fa perdere anche gli altri. SOLIDARNOSC! Anche se siete soltanto piattellisti, ricordatevi che con la fine della caccia prima o poi sara' la fine delle armi--anche quelle da tiro!
                CHI SE FA PECORA OBBEDISCE AR PECORARO!

                COMMENTA


                • #9
                  Quando cade questo governo?
                  Ciao Mauretto, sarai sempre nei miei pensieri.
                  Sta il cacciator fischiando
                  sull'uscio a rimirar..........

                  COMMENTA


                  • #10
                    Facciamoci sentire col voto delle europee . Da me non prenderanno mai un voto ma è ora che qualcuno si svegli .

                    COMMENTA


                    • #11
                      Originariamente inviato da walker960walker Visualizza il messaggio
                      Quando cade questo governo?
                      Mai troppo presto...
                      CHI SE FA PECORA OBBEDISCE AR PECORARO!

                      COMMENTA


                      • #12
                        Rimarranno solo appostamenti fissi ??? ... senza richiami in gabbia ovviamente
                        Siamo in un paese governato da cialtroni e mi spiace dirlo ma il governo non cadrà affatto, almeno non quest'anno, troppo comode quelle poltrone.
                        Facciamoci sentire, facciamoci pure vederervedere!
                        "La felicità è nulla se non condivisa"

                        COMMENTA


                        • #13
                          Posso dire una bischerata ....tutte le volte c e le elezioni,sta per chiudere la caccia!
                          oppure sta per riaprire come una volta!
                          e poi resta sempre tutto uguale...
                          Mattine incantate a cercare le beccacce delle fate(Piero pieroni

                          COMMENTA


                          • #14
                            Basterebbe tagliarli i viveri e le loro priorità cambierebbero...

                            COMMENTA


                            • #15
                              Originariamente inviato da Angelo biondo Visualizza il messaggio
                              Posso dire una bischerata ....tutte le volte c e le elezioni,sta per chiudere la caccia!
                              oppure sta per riaprire come una volta!
                              e poi resta sempre tutto uguale...
                              Chiudere la caccia ancora non e' possibile. Distruggerla abolendo l'842 e' possibilissimo, anche oggi. Datevi da fare! Stavolta ce la fanno se non vi opponete vigorosamente e rumorosamente.
                              CHI SE FA PECORA OBBEDISCE AR PECORARO!

                              COMMENTA

                              Pubblicita STANDARD

                              Comprimi

                              Ultimi post

                              Comprimi

                              Unconfigured Ad Widget

                              Comprimi
                              Sto operando...
                              X