annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Propostissima PD, sempre peggio

Comprimi

Mantieni online il sito per tutto il 2019

Comprimi
Le donazioni inviate sino ad oggi hanno ricoperto il (69%) dei costi necessari.
X
Comprimi
Su questa pagina ci sono 1 persona/e che stanno leggendo il contenuto di questa discussione: (0) Utenti registrati - (1) Ospiti
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Propostissima PD, sempre peggio

    http://amp.ilsole24ore.com/pagina/ABYfh9mB
    Che dire?
    Da noi si dice "roba da gattate ner muso" (consisterebbe nel prendere un gatto, vivo, possibilmente bagnato, e sbatterlo con forza sul viso del simpaticone di turno)
    Inviato dal mio SM-G930F utilizzando Tapatalk



    erchiappetta, A.le e fabio d.t. piace questo post.
    colombaccio a curata............erezione assicurata!

  • #2
    Se avessero capito come va il mondo non si ritroverebbero con le pezze al culo. Certo, da loro i ladri non ci si provano nemmeno: scortati, con le guardie che vigilano il perimetro delle loro residenze. Ad ogni modo non faranno più danni; sono cambiati gli approcci alla politica, è nato un altro modo di proporre le decisioni. Sono fuori dalla storia.
    setterman1
    olivieri roberto, Alle60 e Cimbellatore piace questo post.

    COMMENTA


    • #3
      Vabbe dai siamo al ridicolo.difendano i ladri,gli immigrati irregolari,le banche,caldeggiano la tassazione,cosa mi sono dimenticato.....
      sono in guerra con tutti gli onesti d italia in pratica.
      e poi vanno a commemorare i partigiani....ma dai,quei poveri si rigirano nelle loro tombe
      Alle60 piace questo post.
      Mattine incantate a cercare le beccacce delle fate(Piero pieroni

      COMMENTA


      • setterman1
        setterman1 commentata
        Modifica di un commento
        Beh, i partigiani erano sorti per ben altri scopi. Poi le formazioni non erano mica tutte composte da "rossi"; Vi era rappresentata tutta la galassia ideologica presente all'epoca; addirittura fascisti pentiti. L'ho letto nella " Storia Italiana" : monarchici, Giustizia e Libertà, tipo il partito d'azione, ecc...
        setterman1

      • Angelo biondo
        Angelo biondo commentata
        Modifica di un commento
        Si si certo hai ragione,il mio non voleva essere un rivangare il passato....era solo per dire che questi si sentano discendenti da quelle persone,ma non lo sono

      • setterman1
        setterman1 commentata
        Modifica di un commento
        Guarda Angelo, il PD non è direttamente discendente del PCI; quella base non esiste quasi più: sono in gran parte morti. Esso, senza stare a fartela lunga, è composto da ex democristiani, ex socialisti, ex repubblicani che compongono il ceto medio, i cosiddetti radical scic: professionisti, laureati con gradi elevati nella P:A., insegnanti, ingegneri a capo di enti pubblici economici e tutta la fascia media della società. Addirittura lo spirito della sinistra storica è sparito. Oggi anelano altri traguardi nella cosiddetta Massa.
        setterman1

    • #4
      Poveracci …..insieme a chi ha sempre votato sta gente. A me viene il vomito gia" a sentirli parlare, tipo un programma visto ieri sera…….lasciamo stare che e" meglio.
      erchiappetta piace questo post.

      COMMENTA


      • #5
        Ecco....appunto : ma chi e' che ancora vota 'sta gente ! Io mi guardo intorno e quel che sento/vedo son qualche povero cinque stelle che ancora spera nel vento del cambiamento,tanta...ma tanta gente che se bella che rotta i cojoni dello stato delle cose,specie a Roma.......e "loro" li vedo solo nel servizio in tv quando fanno la fila per le primarie come pecore imbecilli !?! N'do ca@@o stanno oltre ai dibattiti televisivi per dir stronz@te ?!? Spero vivamente che siano prossimi all'estinzione .

        Saluti.
        A panadero, walker960walker e 3 altri utenti piace questo post.

        "e si cara bella gente,staro' li' a sogna' beatamente....perche' in fonno de 'sto poro monno,ormai,nun me ne po' proprio piu' frega'niente!

        Anzi....mo' ve lo dico: con grande gioia rincontrero' n'Amico!"

        CIAO MAURE' !!!

        Tributo al piu' grande.......clicca sotto !!!
        https://www.youtube.com/watch?v=bYTJ-MzxkkY

        COMMENTA


        • #6
          Mi tocca fare la voce fuori dal coro, non per difendere un politico o il PD ma per un minimo di obiettività: la proposta non riguarda i cacciatori o i tiratori sportivi ma tutti coloro che sull’onda emotiva della nuova normativa sulla legittima difesa , stanno pensando di armarsi.
          Non ricordo se l’ho già scritto nel argomento che riguardava la legge sulla legittima difesa, comunque lo ribadisco: va aggiornata anche la normativa sul possesso di armi con la semplice richiesta di pda sportivo; non si può consentire di detenere un’arma a persone che per una sola volta hanno dimostrato(sic!) di saperla maneggiare grazie ad un certificato conseguito in un TSN e che poi non hanno più frequentato, non va bene così , di deficienti disarmati ce ne sono già troppi, non mi sembra il caso di armarli.
          Sopra ogni cosa combatti l'ignoranza.

          martino de michele

          " La Caccia è affascinante ed emozionante ANCHE quando la selvaggina scarseggia....e tu, nonostante tutto, ti diverti lo stesso perchè sei a Caccia."
          Un Cacciatore.

          COMMENTA


          • erchiappetta
            erchiappetta commentata
            Modifica di un commento
            Guarda Martino che chiedono scadenza annuale anche per la licenza di caccia....quindi ci riguarda eccome!

          • onyx
            onyx commentata
            Modifica di un commento
            Cacciatori o non, a me sembra sempre motivazione giusta per spillare ulteriori quattrini al contribuente gia" tartassato giornalmente (basta guardare per fare un esempio dove e" arrivata la benzina) e" ora di finirla non sanno più" come spremerci, adesso ci mancava solo questo genio.

        • #7
          Originariamente inviato da arsvenandi Visualizza il messaggio
          Mi tocca fare la voce fuori dal coro, non per difendere un politico o il PD ma per un minimo di obiettività: la proposta non riguarda i cacciatori o i tiratori sportivi ma tutti coloro che sull’onda emotiva della nuova normativa sulla legittima difesa , stanno pensando di armarsi.
          Non ricordo se l’ho già scritto nel argomento che riguardava la legge sulla legittima difesa, comunque lo ribadisco: va aggiornata anche la normativa sul possesso di armi con la semplice richiesta di pda sportivo; non si può consentire di detenere un’arma a persone che per una sola volta hanno dimostrato(sic!) di saperla maneggiare grazie ad un certificato conseguito in un TSN e che poi non hanno più frequentato, non va bene così , di deficienti disarmati ce ne sono già troppi, non mi sembra il caso di armarli.
          Ti ho gia' detto altrove che non sono d'accordo con te su questo punto, ed e' inutile ripetermi. Ma ti devo chiedere questo: se un "kretino" o un "deficiente" (hmmm! Gia' nella tua scelta di parole trovo un che di elitarianismo, di classismo--a chi spetta determinare se uno sia un kretino o no? A te? A qualche burocrate? A un magistrato rosso?) prende il PdA sportivo dopo aver superato la trafila burocratica necessaria per avere un'arma con la quale intende difendersi dalla criminalita' imperante, e poi va al poligono, e magari al tiro al piattello, e ci prova gusto, e ci va spesso--si scretinizza? Se era kretino prima, l'andare spesso a sparare gli fa aumentare il quoziente di intelligenza? Ci sono tanti dei tuoi "deficienti" al volante delle auto, in Italia, che hanno dovuto fare corsi, esami, passare una visita medica (credo--di questo non sono sicuro), pagare tanti bei soldini, e che hanno in mano un'arma ben piu' pericolosa di una pistola o di un fucile e che mietono vittime a migliaia ogni anno. A che sono serviti corsi teorici e pratici, esami, ecc.? E non mi pare che se hai la patente e per qualche ragione non guidi per un paio d'anni te la debbano togliere, no?
          Per favore, dimmi quali sono i criteri per determinare che uno sia un kretinoche non merita di avere un'arma. Gli insegnanti di Einstein ragazzo credevano che fosse un kretino Il Sergente Alvin York poteva a malapena spiccicare due parole insieme. La storia e' piena di falsi "cretini." E dimmi un'altra cosa: quali altri diritti o privilegi come quello della legittima difesa si dovrebbero togliere a quelli che tu o qualche burocrate giudica "deficienti"? Il diritto di voto? Di liberta' di parola e di pensiero? La legge sulla legittima difesa stabilisce che essa e' un diritto di ogni cittadino. Punto e basta. Cercare adesso di togliere questo diritto a quanti piu' possibile, e specialmente a quelli che non possono permettersi di sborsare un'altra considerevole somma e' un colpo basso ed ignobile, specialmente se consideri le vere ragioni dietro questo pdl: la protezione dei criminali e il disarmo dei sudditi. Ancora credi alla storia del Far West? E' il vecchio e sdrucito slogan di quelli che "da noi" opponevano il PdA liberalizzato (cioe' senza doverne dimostrare un bisogno). Quelli che a milioni hanno ottenuto questo PdA (come questo kretino che sono io e quella deficiente che ho sposato) non hanno fatto cretinate con le loro armi. Il Far West non si e' mai verificato. Certo, il numero di episodi di violenza armata era alto prima della liberalizzazion del PdA , ma non e' aumentato, ed e' invece diminuito in parecchi stati e citta'. Certo, quando le statistiche taroccate aggiungono al numero dei morti anche quello dei criminali (moltissimi) uccisi o feriti da cittadini per bene, le cose sembrano peggiori di quanto esse siano realmente. Ma un dato e' incontrovertibile: i delitti commessi da noi kretini e deficienti sono una percentuale statisticamente insignificante.
          CHI SE FA PECORA OBBEDISCE AR PECORARO!

          COMMENTA


          • #8
            Posso anche esser d'accordo Marti' ! Il problema e' che questi alla fine mirano a rompere cojoni anche a me e te che il pda da caccia ce l'abbiamo da 36 anni e quello di pistola per il lavoro io da 28...mi rivoltano come un pedalino ogni anno pe' 'sta ca@@o di pistola che non serve ad una sega in ambito lavorativo...ci manca solo che portano il rinnovo della licenza di caccia ogni anno,contro i 5 attuali e stamo mejo del ca@@o ! L'ho scritto di la' in altro post...... forse se rimaneva tutto come prima rompevano meno le palle ! Vabbe'....si vedra'.

            Ciao.

            "e si cara bella gente,staro' li' a sogna' beatamente....perche' in fonno de 'sto poro monno,ormai,nun me ne po' proprio piu' frega'niente!

            Anzi....mo' ve lo dico: con grande gioia rincontrero' n'Amico!"

            CIAO MAURE' !!!

            Tributo al piu' grande.......clicca sotto !!!
            https://www.youtube.com/watch?v=bYTJ-MzxkkY

            COMMENTA


            • #9
              Forse Martino voleva dire che prima di dare un arma a chi che sia, sarebbe opportuno accertarsi che la sappia usare e questo non comporta solo il certificato del tiro a segno nazionale, o una sola sessione di tiro con l'arma, ma espandendo la conoscenza dell'arma e sopratutto l'uso, cioè una volta ottenuta l'autorizzazione, almeno due volte l'anno, andare a rinfrescarsi la memoria in un poligono e questo dovrebbe essere obbligatorio per i p.d. sportivi. Qui sono d'accordo.
              Ciao Mauretto, sarai sempre nei miei pensieri.
              Sta il cacciator fischiando
              sull'uscio a rimirar..........

              COMMENTA


              • #10
                Originariamente inviato da walker960walker Visualizza il messaggio
                Forse Martino voleva dire che prima di dare un arma a chi che sia, sarebbe opportuno accertarsi che la sappia usare e questo non comporta solo il certificato del tiro a segno nazionale, o una sola sessione di tiro con l'arma, ma espandendo la conoscenza dell'arma e sopratutto l'uso, cioè una volta ottenuta l'autorizzazione, almeno due volte l'anno, andare a rinfrescarsi la memoria in un poligono e questo dovrebbe essere obbligatorio per i p.d. sportivi. Qui sono d'accordo.
                Esatto Giovannuzzo ( abbiamo stabilito che ti devo chiamare così altrimenti l americano si confonde) , intendevo proprio questo, chi dell arma non deve farne uso frequente è bene che dimostri di saperla maneggiare in modo costante , se poi sarà cambiata la normativa (fascista) che stabilisce la concessione del nulla osta o porto o trasporto di arma al solo Prefetto e Questore e alla loro insindacabile discrezione , si vedrà, ma se gli emotivi dell ultim’ora stimolati dalla recente legge vanno a comprarsi un’arma grazie all escamotage del pda sportivo a me non sta bene, cretini o meno che siano.

                Giovanni se ad ogni intervento devi ficcarci la tua avversione per i “ rossi “ che siano togati, ingiacchettati, impomatati, o radical chic, fa perdere di spessore la tua opinione, naturalmente questa è IMHO. Non posso accettare il paragone tra la patente e il pda , e mi stupisco anche che tu l’abbia fatto, ma capisco che vivi in un contesto dove la cultura delle armi non può minimamente essere paragonata alla nostra , quindi confrontarli ha senso quanto sommare 2 pere e 2 mele e chiedere quanto fa. Che i regimi totalitari di qualsiasi colore siano abbiano l’obiettivo di disarmare il popolo, non si discute, ma vuoi affibbiare questa volontà ai governi della Repubblica Italiana? dovresti di conseguenza affermare la continuità del regime fascita e che tutto ciò che è avvenuto politicamente e socialmente dal 1945 in poi è solo una nostra illusione “democratica”, sarebbe una discussione interessante a cui parteciperei volentieri.
                Sopra ogni cosa combatti l'ignoranza.

                martino de michele

                " La Caccia è affascinante ed emozionante ANCHE quando la selvaggina scarseggia....e tu, nonostante tutto, ti diverti lo stesso perchè sei a Caccia."
                Un Cacciatore.

                COMMENTA


                • #11
                  Ogni giorno prima di pranzo e cena brindo alla morte del PD ormai avvenuta,fortunatamente,da anni.......

                  COMMENTA


                  • #12
                    Se aggiungi due pere e due mele, otterrai pur sempre un totale di quattro frutti, il che non e' male...

                    Per quanto riguarda i "rossi" e' un fatto innegabile che sia da voi che da noi i rossi sono antiarmi (quasi tutti) e anticaccia (molti).

                    Avendo vissuto in Italia dal 1948 (3 anni dopo la presunta frode delle "calcolatrici di Romita") al 1975, devo (senza voler denigrare Italia e italiani) dire che se il Fascismo (spieghero' poi a breve la F maiuscola) e' finito con la Repubblica-burattino di Salo'. i cui fili venivano manovrati dal burattinaio con i baffetti alla Charlot, e con il sigillo alla sua fine apposto a Piazzale Loreto, una pagina molto disgustosa anche per me, che sono antifascista, della storia italiana. Ma al Fascismo e' sopravvissuto il fascismo con la f minuscola. Cioe' un atteggiamento, una forma mentis, che e' ancora presente come "political correctness" soprattutto a sinistra. E' un atteggiamento facilitato anche dalla debole costituzione italiana (modellata su quella di Weimar, che facilito' l'ascesa di Hitler) e da tanta legislazione cinofallica che ne scaturi'. Per esempio, guarda la legge sul vilipendio della magistratura, o del presidente, o di chiunque sia al timone del paese. Non parlo di calunnia. Accusare senza prove e senza ragione un parlamentare di aver rubato o truffato, o ucciso ecc. e' calunnia, ed e' punibile (a meno che le accuse non siano rivolte a Salvini, nel qual caso niente e' lecito calunniarlo), ma di critiche, anche pesanti. Se un italiano scrivesse in una lettera al direttore di un giornale gli insulti che da noi giornalisti, attori, politicanti, ecc. scagliano pubblicamente su giornali, in TV, in spettacoli di teatro, ecc. contro Trump, di sicuro quello sventurato italiano finirebbe nel gabbio. E poi ormai in Italia non puoi criticare non solo pubblicamente ma anche soltanto velatamente nessuna nazionalita', nessuna razza, nessuna etnia, nessuna perversione sessuale senza correre il rischio di essere chiamato "razzista," denunciato penalmente, di dover pagare fior di quattrini dopo una causa, di perdere l'impiego, di essere boicottato. La liberta' di parola, scomparsa del tutto durante il Fascismo, pggi langue, ha la palla al piede, e' relegata in uno sgabuzzino buio durante il fascismo con la minuscola. Guarda le scuole e gli insegnanti di oggi. Vedi se un ragazzo contraddice la maestra educatamente affermando che il "riscaldamento globale" causato dall'uomo e' una teoria, non la realta'. Vedi se lo stesso ragazzo dice in classe che il suo babbo e' un cacciatore, che lui lo accompagna a caccia, e che appena compie 18 anni prendera' la licenza. Vedi se dice che va al TAV col padre ogni Domenica a sparare al piattello (presumo che sia permesso, o no?). Vedi se un quartiere di Roma si unisce in una pacifica dimostrazione per protestare contro la decisione del Comune di dare una palazzina agli zingari (Io uso la parola "zingari." Voi non potete piu'). Vedi se quattro negri (a voi questa parola e' vietata) violentano un'italiana, la tagliano a pezzi, ecc. e se qualcuno li chiama "selvaggi" pubblicamente. In questi due ultimi casi interverranno "certi" magistrati che accuseranno chi ha creduto di abitare in un paese che garantisce la liberta' di parola e di dimostrare pacificamente, e li minaccera' di essere processati e finire in carcere. Dimmi, non e' fascismo, questo? Niente Duce, niente Camera dei Fasci e delle Corporazioni, ma i cittadini che non si inchinano allo stato e lle sue decisioni arbitrarie ancora ricevono manganellate giuridiche e olio di ricino sociale ed economico.
                    E' forse un caso che gli anti-armi, gli anti-caccia, i politically correct, i radical-chic, gli animalisti sono (con poche eccezioni) di sinistra, come le "toghe rosse" di cui parlo? Io vedo in Italia adesso un anelito nuovo, un desiderio di maggior liberta', di maggior rispetto del comune cittadino da parte di media e governo. E di certo non viene da sinistra. Au contraire, mon ami, la sinistra di oggi e' la vera portatrice delle insegne, dei gagliardetti, delle bandiere del fascismo con la f minuscola, un fascismo di cui i magistrati rossi sono i gerarchi, i podesta', e tutti quelli che tendono a soffocare la liberta' di pensiero e di parola di quelli che non condividono le loro idee marxiste, buoniste, e politically correct sono le camicie non nere, ma rosse, che marciano a passo d'oca agli ordini di gentucola come la Boldrini.
                    Quest'anelito di liberta', naturalmente, da chi e' ostacolato? Da Salvini o da DiMaio, dalla Meloni o dalla Boldrini? Chi sono i veri fascisti di oggi, da voi?
                    Rispondete voi.
                    Naturalmente, prima che i permalosoni alla Furio Sacchi si adombrino, certo, il fascismo c'e' anche da noi. Quelli fra voi che seguono la politica americana e leggono i nostri giornali vedranno chiaramente che esiste anche qui. A sinistra, ovviamente. Ma, contrariamente a cio' che ho visto in Italia da vicino per 27 anni, e con il cannocchiale per 53 (anche se sono tornato in Italia parecchie volte, passandoci 45 giorni quasi ogni volta e tirando un sospiro di sollievo dopo essere tornato negli U.S.), da noi (ariecchece cor "da noi"!) ci sono i mezzi costituzionali e legali per opporsi validamente al fascismo dei sinistrorsi, dei politically correct, dei buonisti (utili idio-ti della sinistra), dei media (non tutti fascisti--grazie a Dio per Fox!) e dei "benpensanti" che non pensano affatto con la loro mente, ma con quella di chi ha lavato loro il cervello. Alcuni verranno trombati lo stesso, naturalmente, ma la stragrande maggioranza in genere trionfera' se insiste e ha la forza di combattere. Un esempio? La nomina alla Supreme Court di Kavanaugh. Un altro esempio? Il fallimento della Sinistra di provare che la Russia influenzo' l'elezione di Trump. Un altro ancora? Un giovane campione di tiro che si presento' a scuola con una maglietta che raffigurava un sovrapposto e un piattello spaccato. Il professore (dei miei stivali) gliela fece togliere e rimettere a rovescio per nascondere la temibile arma da fuoco che rischiava di staccarsi dalla maglietta e di andare in giro da sola per la scuola facendo strage di ragazzi. La famiglia del ragazzo fece causa alla scuola, la vinse, si becco' dalla scuola una bella sommetta oltre ai soldi per pagare le spese legali, e soprattutto il ragazzo riconquisto' il suo diritto alla libera espressione. Pensa tu se una toga rossa italiana avesse passato sentenza...

                    Ma se dovessi riassumere tutto questo borioso tomo (si' lo so, sono verboso, parolaio) in una frase sola: Fascismo, Marxismo, Political Correctness, Buonismo, Animalismo, Ambientalismo e tanti altri ismi partecipano della stessa natura dittatoriale: hanno sempre ragione loro, e chi dissente e' un kretino o un criminale e non ha diritto di parlare, fare dimostrazioni, protestare, portare armi, ecc. Deve dire soltanto "Obbedisco!"

                    Chi non ha letto i libri di Ayn Rand lo faccia subito!
                    CHI SE FA PECORA OBBEDISCE AR PECORARO!

                    COMMENTA


                    • #13
                      Originariamente inviato da olivieri roberto Visualizza il messaggio
                      Ogni giorno prima di pranzo e cena brindo alla morte del PD ormai avvenuta,fortunatamente,da anni.......
                      Non essere troppo compiacente. Il PD come tale e' morto, ma tanti, troppi, ancora ne condividono tante idee. Il marxismo e' come Dracula, come gli zombies. Se non gli infili un paletto di frassino in petto per inchiodare il vampiro alla bara, o se non spari in testa allo zombie continuano ad essere pericolosissimi. Vedi Soros. Ormai e' vecchio e morira' presto (mai troppo presto), ma suo figlio ne continuera' l'opera nefanda. Guarda l'attuale governo. Una meta' di esso ancora e' un compagno di viaggio del marxismo becero renziano e boldriniano, marxismo di nome, ma fascismo di fatto.
                      CHI SE FA PECORA OBBEDISCE AR PECORARO!

                      COMMENTA


                      • #14
                        Non condivido la tua idea ma darei la vita perché tu la possa esprimere (Voltaire)

                        COMMENTA


                        • #15
                          Originariamente inviato da Andrea Casanova Visualizza il messaggio
                          Non condivido la tua idea ma darei la vita perché tu la possa esprimere (Voltaire)
                          Frase presa tanto a cuore dalla Boldrini e dai suoi compagnucci, sebbene l'abbiano un po' cambiata cosi':

                          Se non condividi la mia idea darai la vita perche' io la possa esprimere...
                          CHI SE FA PECORA OBBEDISCE AR PECORARO!

                          COMMENTA

                          Pubblicita STANDARD

                          Comprimi

                          Ultimi post

                          Comprimi

                          Unconfigured Ad Widget

                          Comprimi
                          Sto operando...
                          X