annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

non arrendiamoci

Comprimi

Mantieni online il sito per tutto il 2019

Comprimi
Le donazioni inviate sino ad oggi hanno ricoperto il (50%) dei costi necessari.
X
Comprimi
Su questa pagina ci sono 1 persona/e che stanno leggendo il contenuto di questa discussione: (0) Utenti registrati - (1) Ospiti
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • non arrendiamoci

    Buonasera a tutti ho appena letto questa notizia.......siamo paragonati ad assassini ma vi rendete conto che chiunque, compresa la onorevole, puo' infangarci di tale titolo.
    leggete ed esprimete i vostri giudizi.
    Buona Dorset
    P.S. non so se e' la stanza giusta

    http://www.ecoaltomolise.net/bambino...dio-venatorio/

  • #2
    Questa é una persona falsa e tendenziosa. Cosa vuoi commentare?! Nessuno le da retta.

    Resta il fatto che la sicurezza a caccia, sia per noi che per gli altri, non é mai abbastanza. Saluti

    COMMENTA


    • #3
      Ci stanno attaccando sotto ogni punto di vista...

      COMMENTA


      • #4
        In Italia il ministero dei beni culturali ha il bilancio più basso di tutti e sapete perchè?
        Perchè le statue non votano.
        Non sono impazzito ma semplicemnete cito questo esempio per dire di come il consenso politico e il voto di scambio da sempre hanno eletto a santo l'elettore che migra verso una forza politica rispetto all'altra e per indurlo a ciò ogni arma è lecita.
        Quando un tempo andare a caccia era normale e nessuno pensava male di noi, quale forza politica avrebbe cavalcato la tigre dell'ambientalismo più becero e falso?
        Nessuna, perchè gli italiani erano diversi e ragionavano ancora un pò con le loro teste.
        Oggi fra verdi , vegani ,ambientalisti e chi più più ne ha più ne metta hanno compreso a pieno che gli animali fanno avere consenso e di conseguenza si straparla a vanvera e in mala fede.
        Quante volte si sono viste foto di uccellaggione o di evidenti reati di bracconaggio, spacciati per la nobile arte venatoria?
        Con chiunque parli, sapendo che sono un cacciatore, mi cita queste emerite str--ate senza ammetter replica da parte mia , oramai non cerco neanche più di spiegare le mie ragioni, tanto non mi ascoltano e si limitano a cercare di impormi la loro verità assoluta.
        In altre nazione vedi i sempre citati USA, è normale che un ragazzino spari con la 22 agli scoiattoli o altre piccole prede, qui sarebbe impensabile a parte che il calibro è vietato, ma il malcapitato genitore finirebbe in gattabuia.
        Da piccolo vedevo babbo andare a caccia e sognavo il momento di poterlo imitare, cosa che poi è successa, oggi l'età media dei cacciatori è alta e senza fare pronostici troppi spaventoli, temo che fra una ventina d'anni la caccia sarà solo un ricordo.
        Visto che vado per i 61 non so se ci sarò, ma spero proprio che il nostro meraviglioso mondo rimanga vivo e vegeto per sempre.
        Certo continuano a metter tanti e tali laccioli e noie burocratiche, senza contare le tasse troppe elevate, e la penuria di molti tipi di selvaggina e del territtorio sempre più urbanizzato e antropizzato, che ci vuole veramente una gran passione per non appendere il fucile al chiodo e probabilmente a parte le pseudo riserve venatorie, è grazie ai cinniali che molti ancora non demordono.
        Chi vivrà vedrà.
        Beccaccione




        A dorset, teufel.35 e 5 altri utenti piace questo post.

        COMMENTA


        • #5
          Purtroppo..... troppo permessivismo da parte di persone ignoranti in materia. Chiunque ha visibilità sui media (come si chiamano ora), può dire quello che vuole e la gente che non sa, crede. Specialmente quando non c'è contrattacco da chi lo dovrebbe fare. Anch'io credo che tra una ventina d'anni la caccia sarà un ricordo e in questi anni chissà le tasse a quanto ammonteranno e i balzelli burocratici saranno enormi.
          Non la chiuderanno, ma ti faranno passare la voglia.
          Cimbellatore, Mikylales e beccaccione piace questo post.
          Ciao Mauretto, sarai sempre nei miei pensieri.
          Sta il cacciator fischiando
          sull'uscio a rimirar..........

          COMMENTA


          • #6
            Purtroppo questa stagione e' funestata da incidenti venatori che vedon coinvolti giovani,i primi due eran battute al cinghiale quest'ultimo sembra un colpo accidentale i cui pallini rimbalzati a breve distanza contro un manufatto in cemento hanno ferito un bambino di 9 anni al collo e volto! Non s'e' capito bene se il colpo sia partito dal fucile del padre...non ci son altri particolari sulla dinamica ! Cmq notizia di oggi il bambino e' fuori pericolo e le ferite non sono gravi!

            Questo,seppur statisticamente inferiore a qualsiasi casistica su' incidenti mortali di qualsivoglia attivita' umana.....scopre il fianco della nostra categoria agli attacchi dell'invasata rossa !Che se ne frega altamente della vita altrui...altrimenti metterebbe la stessa foga ...che so' : per i 7 morti del maltempo o per la tragica fine d'una povera 16enne sbandata per mano di spacciatori clandestini che dovevan esser espulsi da tempo !?!

            In un paese sull'orlo del baratro.... un politico almeno prossimo alla coscienza del suo mandato avrebbe ben altri obbiettivi che quello unico,come fa' 'st' incosciente, di chiudere la caccia ! Che poi a dirla tutta l'ipocrisia che la caratterizza c'e' ben nota....ma il cavalcar questa litania evidentemente gli consente di galleggiare nella fogna della politica italiana .

            Ovviamente nessuno s'arrende....ci mancherebbe...tantomeno a qualcuno alla disperata ricerca di visibilta' e che non sa' nemmeno cosa siano le tradizioni e i valori ad esse legate.

            Saluti.
            A andromeda, dorset e 6 altri utenti piace questo post.

            "e si cara bella gente,staro' li' a sogna' beatamente....perche' in fonno de 'sto poro monno,ormai,nun me ne po' proprio piu' frega'niente!

            Anzi....mo' ve lo dico: con grande gioia rincontrero' n'Amico!"

            CIAO MAURE' !!!

            Tributo al piu' grande.......clicca sotto !!!
            https://www.youtube.com/watch?v=bYTJ-MzxkkY

            COMMENTA


            • #7
              Io credo che il territorio ci sia, selvaggina pure, manca l unità del mondo venatorio!!
              Dobbiamo avere la capacità di dire tu politico hai fatto una legge a favore della caccia, tu politico prenderai in modo certo e sicuro almeno 500 mila voti
              Se ci vogliamo salvare ci salviamo così
              Basta con ste cavolo di decisionismo interno, ha lacerato pure il pd

              COMMENTA


              • #8
                Si ok, va bene non arrendiamoci, ma una seria riflessione interna la vogliamo fare? Anche se gli incidenti mortali non sono aumentati quest’anno è comunque preoccupante la percentuale rispetto al numero di licenze attive, se ci paragoniamo ad altri paesi potrei dire imbarazzante. Ho appreso recentemente che rispetto agli USA che contano 22milioni di cacciatori attivi , noi abbiamo incidenti mortali 3 volte superiori, infatti in termini percentuali su 500mila cacciatori in Italia si verificano circa 50 decessi contro gli appena 75 degli USA e di questi 75 la maggior parte per colpa propria e non durante l’azione venatoria, stiamo parlando dello 0,001% italiano che se applicato agli americani porterebbe a 220 decessi invece di 75 , capite che non si può più restare inermi e bisogna fare cose serie per limitare gli incidenti alla sola casualità “divina” e non umana.
                Sopra ogni cosa combatti l'ignoranza.

                martino de michele

                " La Caccia è affascinante ed emozionante ANCHE quando la selvaggina scarseggia....e tu, nonostante tutto, ti diverti lo stesso perchè sei a Caccia."
                Un Cacciatore.

                COMMENTA


                • novellino88
                  novellino88 commentata
                  Modifica di un commento
                  Stiamo parlandi di 2 realtà completamente differenti. Noi cacciamo in ambienti ristretti per usare un eufemismo, a stretto contatto con abitanti, fungaioli, bykers, escursionisti e altri cacciatori, in un contesto del genere è molto più semplice che si verifichino incidenti rispetto a quando intorno a te hai solo il bosco e gli animali. Senza contare che le tipologie di caccia e la struttura della popolazione dei cacciatori é molto diversa.

              • #9
                Semplice un par di palle, caro novellino88, gli incidenti succedono perché la gente non collega il cervello quando ha un’arma in mano, smettiamola di difendere gli indifendibili solo perché fanno parte della categoria, io con i deficienti non voglio aver nulla a che spartire, e parlo di chi spara vicino le case senza rispettare le distanze, di chi spara allo sfrasco quando sta alla posta, di chi ha sparato 30 anni ai tordi e poi si compra il .300 WM senza nemmeno passare una volta dal poligono, e mettiamoci anche quelli che a 16 anni hanno avuto il pda con la firma paterna e oggi si comprano il rigato perché fa figo. Lo so che non siamo tutti così, però ragazzi qui bisogna darsi una regolata, chi è pericoloso va isolato , non me ne frega un accidente che è un “cacciatore” e per cui la categoria lo deve difendere, chi si comporta da incosciente se ne deve stare a casa, punto.
                Sopra ogni cosa combatti l'ignoranza.

                martino de michele

                " La Caccia è affascinante ed emozionante ANCHE quando la selvaggina scarseggia....e tu, nonostante tutto, ti diverti lo stesso perchè sei a Caccia."
                Un Cacciatore.

                COMMENTA


                • novellino88
                  novellino88 commentata
                  Modifica di un commento
                  Abbi pazienza...non considerare la condizione, la logistica in cui si caccia è impossibile se vogliamo fare un discorso serio. Chi caccia in Canada, USA, Russia ecc....posti dove c'é "spazio" é sicuramente meno propenso a commettere errori fatali x se e per gli altri. Poi mi pare scontato ciò che sottolinei, ovvero che bisogna fare attenzione e non si spara verso la casa ma negare che da noi la caccia sia oggettivamente più pericolosa e quindi piú incline a portare ad incidenti, mi dispiace, é travisare la realtà.

              • #10
                Originariamente inviato da arsvenandi Visualizza il messaggio
                Semplice un par di palle, caro novellino88, gli incidenti succedono perché la gente non collega il cervello quando ha un’arma in mano, smettiamola di difendere gli indifendibili solo perché fanno parte della categoria, io con i deficienti non voglio aver nulla a che spartire, e parlo di chi spara vicino le case senza rispettare le distanze, di chi spara allo sfrasco quando sta alla posta, di chi ha sparato 30 anni ai tordi e poi si compra il .300 WM senza nemmeno passare una volta dal poligono, e mettiamoci anche quelli che a 16 anni hanno avuto il pda con la firma paterna e oggi si comprano il rigato perché fa figo. Lo so che non siamo tutti così, però ragazzi qui bisogna darsi una regolata, chi è pericoloso va isolato , non me ne frega un accidente che è un “cacciatore” e per cui la categoria lo deve difendere, chi si comporta da incosciente se ne deve stare a casa, punto.
                ---------------------------------------------------------------------------------------------
                Per quanto riguarda la nostra realtà ti do ragione Martino. Ma devi convenire con quanto detto da Novellino 88.
                Credi che sia la stessa cosa, come cacciare in 30 in 10 ettari di terreno, (oltre a fungaioli ecc...) ed in due nello stesso terreno? L'America è vastissima, a volte per arrivare in un posto di caccia, cambiano tre mezzi, Fuoristrada con roulotte, poi solo fuoristrada e infine quad. in alcuni posti addirittura con l'aereo o elicottero!
                Poi in certi terreni, non tutti possono entrare, ma solo un ristretto numero di cacciatori.
                Noi siamo stretti. Mi ricordo circa 40 anni fa, andavo a beccacce e non incontravo nessuno, eppure i colpi li sentivo! Oggi, quasi quasi, devi cercare permesso per passare! Se analizziamo bene la percentuale, in base al terreno che hanno a disposizione, ne viene fuori che hanno più incidenti di noi!
                Ciao Mauretto, sarai sempre nei miei pensieri.
                Sta il cacciator fischiando
                sull'uscio a rimirar..........

                COMMENTA


                • #11
                  No Giovanni, non funziona così, perché anche in altri paesi europei puoi riscontrare la stessa cosa e non si può parlare di territorio esteso come negli USA , abbiamo un problema di sicurezza a caccia in Italia , dovuto per la maggior parte alla caccia al cinghiale in battuta, prima ne prendiamo coscienza e meglio sarà, altrimenti ci penserà qualcun altro e non sarà piacevole. Parliamoci chiaro: l’esame per il conseguimento del pda è ancora oggi una farsa se paragonato a quello francese o tedesco o di altri paesi europei e mi riferisco soprattutto al maneggio armi, vi basta andare su YouTube e visionare l’esame che devono sostenere i candidati. Domanda: quanti dei cacciatori oggi in attività in Italia sarebbero in grado di mantenere il pda se venissero sottoposti a quelle prove o comunque ad un esame serio sul maneggio armi?
                  Sopra ogni cosa combatti l'ignoranza.

                  martino de michele

                  " La Caccia è affascinante ed emozionante ANCHE quando la selvaggina scarseggia....e tu, nonostante tutto, ti diverti lo stesso perchè sei a Caccia."
                  Un Cacciatore.

                  COMMENTA


                  • novellino88
                    novellino88 commentata
                    Modifica di un commento
                    Altro elemento che per delicatezza non ho snocciolato è proprio quello di cui parlavo sopra con "struttura dei cacciatori". In usa sul maneggio delle armi(soprattutto la rigata) hanno certamente più pratica e dimestichezza. Per quanto rigurada le altre nazioni europee di quali parli? Della Francia? Il doppio del nostro territorio cacciabile o forse più(1M scarso di cacciatori) la Germania? Stessa cosa, con un numero di cacciatori attivi forse minore del nostro. Poi è scontato se spari verso una casa o verso un cespuglio che si muove sei un ******, oltre che un soggetto potenzialmente pericoloso.

                • #12
                  Novellino e Giovanni, mi state dicendo che i cacciatori italiani mediamente hanno la stessa preparazione nel maneggio armi, soprattutto rigato, dei loro colleghi europei ed americani? Io non ne sono convinto, se a voi sta bene la situazione attuale , pace, non vado oltre nel focalizzare l’attenzione sul problema, che nulla ha a che fare con la disponibilità di territorio ma con la scarsa preparazione dei soggetti che partecipano a forme di caccia spesso estranee alla loro cultura locale.


                  p.s.: non avete risposto alla mia domanda.......
                  Sopra ogni cosa combatti l'ignoranza.

                  martino de michele

                  " La Caccia è affascinante ed emozionante ANCHE quando la selvaggina scarseggia....e tu, nonostante tutto, ti diverti lo stesso perchè sei a Caccia."
                  Un Cacciatore.

                  COMMENTA


                  • novellino88
                    novellino88 commentata
                    Modifica di un commento
                    Ti ripeto...già nel primo messaggio ho specificato che il grado di preparazione sicuramente é da migliorare. Così come gli errori madornali e le disattenzioni vanno assolutamente evitate perché possono risultare fatali. Io solo dico che l'aspetto ambientale, se facciamo un discorso di comparazione numerica, non può non essere considerato; tutto qui.

                • #13
                  Non è tanto quello il problema... Un'arma è uno strumento nelle nostre mani da utilizzare con cura ed attenzione.
                  Io che ho fatto il militare nei VVF, non avendo maneggiato le armi, mi hanno fatto sparare qualche colpo al poligono di tiro con una carabina aria compressa da 4,5 per prendere l'abilitazione... (Del 1993) Ma il segreto sta sempre nell'usare il buon senso, come in tutte le cose. Purtroppo gli scellerati sono un po' ovunque. Poco tempo fa, mi trovavo in armeria e capitò un signore sulla sessantina.. mostrò il fucile all'armiere che avrebbe dovuto sistemare... quando andò ad aprire il carrello vi era una cartuccia in canna! Non sono permesse distrazioni maneggiando un'arma!
                  ENJOY HUNTER
                  Quando ti è andata male,
                  Pensa che sarebbe potuta andare anche peggio.

                  COMMENTA


                  • #14
                    Vero che negli U.S. l'affollamento venatorio e' molto meno frequente, ma soltanto nei terreni privati, dove non si puo' accedere senza il permesso del proprietario, e naturalmente il proprietario non permettera' mai aperture "tritacarne" come le ho viste in Italia "ai tempi miei." Nei terreni pubblici invece spesso l'affollamento c'e. Anche se ci sono milioni di ettari di terreno pubblico a disposizione, la stragrande maggioranza dei cacciatori caccia entro un miglio dalle strade e punti d'accesso, per pigrizia, mancanza di preparazione fisica, eta', o altre ragioni. Ma ci sono due fatti che meritano di essere considerati se si vuol fare un paragone fra Italia e U.S. in relazione ad incdenti mortali: 1. La stragrande maggioranza degli incidenti mortali negli U.S. non sono dovuti a ferite di arma da fuoco, ma a cadute, specialmente da "tree stands," quelle altane che consistono di una lunga scala metallica e di una piccola piattaforma appoggiata ad un albero da cui si cacciano i cervi. Io non so di nessuno dei miei amici cacciatori che sia mai stato ferito o ucciso da una palla o da una rosata di pallini, ed io ho cacciato in quattro stati diversi. Ma due anni fa ho perduto un caro amico e spesso compagno di caccia alle tortore, morto in seguito alla caduta da una di queste altane. 2. Da noi nella quasi totalita' degli stati possono cacciare anche i bambini, se sono grandi abbastanza da maneggiare un fucile. Parlo di bambini di 6 anni che cacciano minilepri e scoiattoli con una .22 LR o un .410, e di bambini e bambine che fanno caccia grossa a cervi e orsi neri a 8 o 9 anni, sparando carabine rigate a percussione centrale (quasi sempre un .243). Infatti in quasi tutti (se non tutti) gli stati non e' neanche necessario avere una licenza prima dei 16 anni compiuti, sebbene sia necessario l'aver passato un corso teorico/pratico di sicurezza, maneggio delle armi, e conoscenza della selvaggina. Mi figlia ha ucciso le prime anatre a 14 anni ed il primo cervo a 15. Ho cominciato ad addestrarla a sparare con un fucilino a colpo singolo cal. .22LR, e pistole cal. .22LR e 6,35 quando aveva 5 anni. A 11 o 12 anni rompeva 15 piattelli su 25 col mio Remington 11-87 cal. 12. E lei non e' stata un'eccezione. Tantissimi suoi coetanei hanno fatto lo stesso iter. Una mia studentessa di liceo a 14 anni incarniero' un orso polare. In Italia, sempre ai tempi miei, non c'era ne' corso ne' esame, e bisognava avere almeno 16 anni per la licenza. Oggi devi essere diciottenne. Eppure in Italiia di incidenti venatori dovuti all'uso sconsiderato delle armi ce ne sono tanti, troppi, se si considera l'eta' dei cacciatori che li provocano e il relativamente piccolo numero di cacciatori italiani.
                    Limito pero' questo discorso all'ambito della caccia. Da noi di incidenti mortali dovuti alle armi da fuoco ce ne sono tanti, ma quasi sempre dovuti alla stiupidaggine di adulti che lasciano armi cariche incustodite alla portata dei bambini, e anche perche' tanti adulti non insegnano ai figli il rispetto per le armi e come maneggiarle con sicurezza per se e per gli altri. Io poi sono totalmente contrario alle armi giocattolo, che mia figlia non ha mai posseduto. Questi simulacri di armi vere insegnano cattive abitudini, come puntarle addosso ad altri. Molto meglio portare un bambino al poligono o in campagna, insegnargli a maneggiare l'arma quando e' scarica, e poi fargliela sparare ad un melone per fargli rendere conto di che cosa farebbe alla testa di un altro bambino o di un adulto. Quando nel Montana ed in alaska insegnavo i corsi per l'abilitazione alla caccia a giovani e giovanissimi usavo sempre una collezione di diapositive di ferite da arma da fuoco. Certe erano orride, da far vomitare. Ma insegnava bene ai pargoli che con un'arma vera quando fai "Bang! Sei morto!" il compagno di giochi non si rialza piu' e fa un lago di sangue sul pavimento, magari con la faccia completamente distrutta da una pallottola o da uno sciame di pallini.
                    CHI SE FA PECORA OBBEDISCE AR PECORARO!

                    COMMENTA


                    • #15
                      Grazie Giovanni per aver dato il tuo contributo e soprattutto per aver compreso il mio punto di vista sul problema sicurezza in Italia, dovuto principalmente a scarsa o inesistente preparazione all’uso delle armi. La stragrande maggioranza degli incidenti mortali avviene nella caccia agli ungulati in battuta, cinghiale, dove l’improvvisazione negli ultimi anni l’ha fatta da padrone , e ripeto la maggioranza dei cacciatori che oggi spara con la carabina mentre ieri tirava ai tordi NON HA ALCUNA PREPARAZIONE SULLE ARMI RIGATE! E non mi venite a dire che la partecipazione al corso per l’abilitazione alla caccia in battuta sia sufficiente, perché sarebbe una stronzata colossale e lo sapete!
                      Tale e tanta è l’attenzione degli americani verso la sicurezza che si sono accorti di un fenomeno paradossale: il giubbotto arancione è diventato un problema quando anni fa era stato la soluzione; perché? sembra che alcuni cacciatori non vedendo il colore arancione siano confortati dal fatto che non ci sia nessuno e quindi si sentono autorizzati a sparare! questo ho appreso, chiedo a Giovanni se gli risulta questa notizia.
                      Sopra ogni cosa combatti l'ignoranza.

                      martino de michele

                      " La Caccia è affascinante ed emozionante ANCHE quando la selvaggina scarseggia....e tu, nonostante tutto, ti diverti lo stesso perchè sei a Caccia."
                      Un Cacciatore.

                      COMMENTA

                      Pubblicita STANDARD

                      Comprimi

                      Ultimi post

                      Comprimi

                      Unconfigured Ad Widget

                      Comprimi
                      Sto operando...
                      X