annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Meteo stagione 2017/2018

Comprimi

Mantieni online il sito per tutto il 2019

Comprimi
Le donazioni inviate sino ad oggi hanno ricoperto il (50%) dei costi necessari.
Questa è una discussione evidenziata.
X
X
Comprimi
Su questa pagina ci sono 1 persona/e che stanno leggendo il contenuto di questa discussione: (0) Utenti registrati - (1) Ospiti
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • #46
    Re: Meteo stagione 2017/2018

    Meteo Dicembre: aggiornamenti prospettano neve e freddo


    10-11-2017


    Proiezioni meteo, badate bene, non previsioni. Stiamo parlando di tutt'altra cosa, stiamo parlando di qualcosa che esula dall'osservazione dei classici modelli matematici.

    PUBBLICITÀ



    Per spingersi così in là nel tempo, lo rimarchiamo semmai ce ne fosse ancora bisogno, v'è necessità di attente analisi atmosferiche ed in particolare di quei pattern climatici che regolano la circolazione dell'emisfero boreale. A tal proposito vogliamo partire dal Vortice Polare. Se ne parlò in un precedente approfondimento, sottolineando una debolezza strutturale per certi versi inaspettata. Ne parliamo anche oggi, perché alcuni elementi suggeriscono costanti disturbi anche nel mese di dicembre.
    Tralasciamo le mirabolanti proiezioni dell'AO negativa, perché da sola serve a poco o nulla. Detto che quest'indice rappresenta la differenza di pressione tra l'Artico e le Azzorre ma alle basse quote (troposfera), a noi interessa capire cosa potrebbe avvenire alle alte quote (stratosfera). Sappiamo infatti che dicembre è il momento più propizio per l'accelerazione del Vortice Polare (il processo radioattivo è imprescindibile), ma sappiamo che quest'anno vi sono dei disturbi consistenti che partono dal Pacifico. Di che si tratta? Beh, di impulsi di calore indotti da un'onda anticiclonica (in gergo tecnico Wave 1), un'onda capace di trasportare - ovviamente in condizioni favorevoli - il calore verso l'alta atmosfera.
    Ora, la battaglia che si svolgerà lassù sarà imprescindibile per le sorti di dicembre: se gli impulsi anticiclonici continueranno a mostrarsi così vigorosi ecco che dicembre potrebbe realmente riservarci non poche sorprese invernali. Se il Vortice Polare riuscisse a parare il colpo, beh, a quel punto si modificherebbero tutti i ragionamenti. Ma al momento sembrerebbe poter prevalere la prima ipotesi. Seguiteci, perché noi dal canto nostro seguiremo con estrema attenzione l'intero processo evolutivo.

    Meteogiornale
    Sono sempre diffidente delle persone a cui non piacciono i cani mentre mi fido tantissimo del cane quando non gli piace una persona.

    COMMENTA


    • #47
      Re: Meteo stagione 2017/2018

      METEO 13-19 Novembre: verso forte MALTEMPO invernale, NEVE a basse quote, vento forte




      13-11-2017





      METEO DAL 13 AL 19 NOVEMBRE 2017, ANALISI E PREVISIONE
      Anticipo d'inverno in piena regola sull'Italia, per il riversarsi di una massa d'aria fredda artica al seguito di una perturbazione. Un profondo vortice depressionario, in rapida evoluzione dal Nord al Centro Italia, è responsabile del maltempo. La neve è protagonista, tanto che la Società Autostrade ha anticipato l'obbligo di catene a bordo o gomme da neve, in vari tratti d'autostrada.
      Oltre alle nevicate, piogge e venti intensi, anche di burrasca, caratterizzeranno l'evoluzione d'inizio settimana. Ad essere più coinvolte saranno le regioni centro-meridionali, con il raffreddamento che spingerà le nevicate per la prima volta in stagione fino a quote piuttosto basse, a tratti in collina tra Romagna, Marche ed Abruzzo.
      Il maltempo avrà un'evoluzione molto lenta. Solo da giovedì andremo verso un miglioramento, ma sarà solo una tregua, in quanto poi potrebbe seguire un nuovo peggioramento nel weekend, dai risvolti invernali. Insomma, il meteo di questo periodo appare indirizzato verso un avvio d'inverno anticipato, con clima a tratti rigido per il periodo.
      METEO LUNEDI' 13 NOVEMBRE, ITALIA NELLA MORSA DEL MALTEMPO FREDDO
      Inizio settimana spiccatamente invernale, con maltempo acuto e venti burrascosi in rotazione antiorario attorno al perno della profonda area di bassa pressione collocata sul Centro Italia. Ciò significa che soffierà la Bora anche violenta in Alto Adriatico, la Tramontana al Settentrione e Toscana, il maestrale in Sardegna, mentre al Sud ancora spirerà il libeccio.
      L'azione del vortice ciclonico e dell'aria più fredda al seguito porterà un vero e proprio crollo termico, tanto che la protagonista sarà la neve che giungerà fino a quote collinari su parte della dorsale centro-settentrionale appenninica, specie versanti adriatici. La neve si spingerà a bassa quota in Emilia, fino a lambire le aree pedemontane di pianura, ed in collina tra Marche ed Umbria.
      Il maltempo determinerà precipitazioni nel complesso molto intense tra Romagna e Marche, poi investirà in giornata anche il Sud e le due Isole Maggiori, specie la fascia del Basso Tirreno, con rovesci e temporali. Attese nevicate fino a 1000 metri in Sardegna, a quote più elevate oltre i 1400/1600 metri lungo l'Appennino Meridionale.
      METEO MARTEDI' E MERCOLEDI', CENTRO-SUD IN BALIA DEL VORTICE
      Andrà spostandosi verso il Basso Tirreno e la Sicilia l'area di bassa pressione, con precipitazioni che si localizzeranno sui versanti adriatici dalla Romagna alla Puglia. Il maltempo interesserà tuttaviagran parte del Centro-Sud, con piogge intense che colpiranno anche l'est della Sardegna, mentre il sole farà capolino su quasi tutto il Nord e la Toscana.
      La neve cadrà sui rilievi appenninici, fino a quote attorno agli 800/1000 metri sull'Appennino Centrale. Mercoledì il maltempo insisterà tra sud Marche, Abruzzo, Sud Italia e Sicilia con precipitazioni diffuse ma neve sui rilievi che salirà di quota attorno ai 1200/1300 metri. Qualche sporadico fenomeno insisterà anche su est Sardegna, Basso Lazio. Bel tempo altrove.
      Le temperature inizieranno a risalire nei valori massimi, soprattutto laddove splenderà il sole. Il vortice si andrà infatti ormai isolando sui mari più meridionali, senza più essere alimentato da aria fredda da nord. In compenso avanzerà l'anticiclone, che porterà aria più mite soprattutto sul Nord Italia e le regioni di ponente.
      ULTERIORI TENDENZE METEO
      L'azione del vortice ciclonico a carattere freddo dovrebbe smorzarsi definitivamente fra giovedì e venerdì, lasciando il posto al più mite anticiclone che nel frattempo avrà portato meteo già più stabile sul resto della Penisola. Probabilmente si tratterà solo di un breve periodo di bel tempo, con un nuovo peggioramento atteso dal successivo weekend, a partire dal Nord Italia.

      Meteogiornale
      Sono sempre diffidente delle persone a cui non piacciono i cani mentre mi fido tantissimo del cane quando non gli piace una persona.

      COMMENTA


      • #48
        Re: Meteo stagione 2017/2018

        Ancora maltempo su molte zone del centro e del sud

        La depressione insisterà ancora al centro e al sud, specie su est Sardegna, medio Adriatico e poi meridione, coinvolta marginalmente anche la Romagna, migliora sul resto del nord. Mercoledì e giovedì ancora nubi e precipitazioni su medio Adriatico e meridione, in attenuazione venerdì. Nel corso del fine settimana correnti da nord e un po' di freddo in Adriatico.

        Prima pagina - Oggi, ore 07.35

        SITUAZIONE: un vortice depressionario seguiterà a dispensare condizioni di marcata instabilità al centro e al sud, ma le precipitazioni tenderanno a localizzarsi sul medio Adriatico, la Sardegna orientale e il meridione. Il nord ormai si troverà ancora ai margini della circolazione vorticosa e solo la Romagna potrà ancora assistere a qualche fenomeno. L'azione dell'aria fredda si sta oltretutto esaurendo.

        EVOLUZIONE: mercoledì e giovedì fenomeni ancora presenti su medio Adriatico e meridione, anche se la depressione comincerà a perdere colpi e a colmarsi. Un miglioramento interverrà nella giornata di venerdì.

        FINE SETTIMANA: le masse d'aria fredda di origine artica saranno disturbate nella loro discesa verso il Mediterraneo dalla spinta delle correnti da ovest, che la costringeranno a dirigersi verso i Balcani, coinvolgendo marginalmente solo le nostre regioni adriatiche. Altrove la parziale rimonta del solito anticiclone favorirà condizioni di tempo in prevalenza discreto.

        PROSSIMA SETTIMANA: il modello americano conferma l'avvento di correnti occidentali con implosione graduale dell'alta pressione e arrivo di perturbazioni atlantiche cariche di pioggia per le regioni settentrionali e centrali tirreniche entro mercoledì 22 o giovedì 23; il medio Adriatico potrebbe rimanere in ombra pluviometrica, il sud ai margini della corrente instabile e con presenza di aria molto mite. Si stanno valutando comunque anche opzioni leggermente diversi. Non perdetevi i nostri approfondimenti quotidiani!

        OGGI: al nord nuvolosità irregolare, a tratti intensa sulla Romagna, dove sono ancora previste alcune deboli precipitazioni, nevose oltre i 1000m in Appennino. Al centro tempo instabile con piogge su nord ed est Sardegna, rovesci su zone interne appenniniche di Umbria e Lazio con neve oltre i 1100-1200m, moderato maltempo su Marche ed Abruzzo con precipitazioni frequenti e limite neve tra 900 e 1200m. Al sud instabile con piogge e rovesci sparsi alternati a schiarite, locali temporali, specie nel pomeriggio. Neve a tratti sulle cime appenniniche. Ventoso al centro e al sud. Temperature massime in aumento.

        DOMANI: ancora moderato maltempo sul medio Adriatico e sul meridione con precipitazioni più insistenti su Marche e Abruzzo, più sparse ed intermittenti al sud, dove potranno ancora assumere carattere temporalesco, tempo migliore sul resto d'Italia. Temperature in calo nei valori minimi al nord, stazionarie altrove.

        Meteolive
        Sono sempre diffidente delle persone a cui non piacciono i cani mentre mi fido tantissimo del cane quando non gli piace una persona.

        COMMENTA


        • #49
          Re: Meteo stagione 2017/2018

          METEO dal 15 al 21 novembre: forte bassa pressione su Adriatiche e Sud. Migliora altrove



          Focus di una fase evolutiva del periodo previsionale. Il tutto sarà da confermare.
          PREVISIONI METEO DAL 15 AL 21 NOVEMBRE 2017, ANALISI ED EVOLUZIONE
          Non accenna a migliorare il tempo su parte d'Italia, con coinvolgimento ormai esclusivo del Centro-Sud, dove insiste una profonda circolazione depressionaria dalle caratteristiche invernali.
          Come ampiamente descritto, in Emilia Romagna la neve era addirittura caduta lunedì fino in pianura, ma ora il freddo si va smorzando e le nevicate in Appennino, ormai quello centro meridionale, cadranno ancora copiose, ma a quote più elevate. In costa adriatica piove e tira forte il vento.
          L'ondata di forte maltempo invernale è ancora pienamente nel vivo e non mollerà facilmente la presa. Il perno dell'area di bassa pressione tenderà a spostarsi dal Tirreno Meridionale verso la Sicilia. Le piogge più consistenti andranno ancora a coinvolgere tutto il Sud e le Isole, ma anche soprattutto le regioni adriatiche. Da non escludere la possibilità di locali nubifragi, fenomeno ormai ricorrente per quelle aree d'Italia.
          Un miglioramento è atteso da venerdì, grazie all'espansione da ovest dell'anticiclone e al contestuale allontanamento verso l'Egeo del vortice di bassa pressione. La tregua dovrebbe durare poco, con una nuova probabile perturbazione attesa a cavallo fra domenica e lunedì. In questo caso però gli effetti saranno limitati, in quanto la parte più attiva del fronte scivolerà sui Balcani.
          METEO MERCOLEDI' 15 NOVEMBRE, CENTRO-SUD ALLE PRESE CON IL MALTEMPO
          Il vortice di bassa pressione determinerà ancora condizioni di meteo avverso su buona parte del Centro-Sud, con piogge più abbondanti che insisteranno lungo il lato adriatico, tra le Marche e l'Abruzzo.
          Molta variabilità è attesa anche sul Meridione, con precipitazioni di maggiore rilievo sulle aree joniche tra Lucania, Calabria e Sicilia. Piogge insisteranno anche sulla parte orientale della Sardegna.
          Continuerà a nevicare in Appennino, ma a quote più elevate in genere al di sopra dei 1300/1500 metri. Il sole tornerà a dominare al Nord e su parte delle regioni centrali tirreniche. Nubi più consistenti e qualche precipitazione residua coinvolgerà la Romagna ed anche le zone interne di Toscana e Lazio. Le temperature saliranno di qualche grado nei valori massimi, portandosi più prossime alle medie del periodo.
          METEO MIGLIORA LENTAMENTE FRA GIOVEDI' E VENERDI'
          Iniziali condizioni di maltempo penalizzeranno ancora parte del Sud, le regioni adriatiche e le due Isole Maggiori, con la bassa pressione che continuerà, pur indebolita, a mantenersi a ridosso della Sicilia. Non esclusi ulteriori fenomeni intensi tra Abruzzo, Molise, Puglia e sui versanti jonici dove si potranno avere dei locali nubifragi.
          Da venerdì la bassa pressione si porterà sull'Egeo ed il meteo migliorerà finalmente in modo più deciso, a parte qualche strascico d'instabilità su Medio Adriatico ed estremo Sud. Le temperature tenderanno progressivamente ad aumentare e si riporteranno su valori prossimi alla media stagionale, per la cessazione dei flussi freddi settentrionali.
          TENDENZA METEO SUCCESSIVA
          Miglioramento meteo solo parziale, in quanto poi l'anticiclone dovrebbe cedere spazio ad una nuova perturbazione da nord. Probabile peggioramento già da domenica o ad inizio settimana, ma non è chiara al momento quale sarà la traiettoria del nuovo fronte perturbato, che potrebbe scivolare verso i Balcani lambendo più da vicino i versanti adriatici con qualche pioggia e nuovo calo termico.
          Meteogiornale
          Sono sempre diffidente delle persone a cui non piacciono i cani mentre mi fido tantissimo del cane quando non gli piace una persona.

          COMMENTA


          • #50
            Re: Meteo stagione 2017/2018

            Previsioni Meteo, dall’Uragano Mediterraneo all’ondata di freddo nel weekend: tutti i dettagli per i prossimi giorni:




            Previsioni Meteo, l'Uragano Mediterraneo "Numa" imperverserà ancora per 48 ore al Centro/Sud mentre al Nord è tornato a splendere il sole. Nel weekend arriva un'altra ondata di freddo, temperature in picchiata sull'Italia Adriatica

            Previsioni Meteo – Gli ultimi aggiornamenti meteorologici per le prossime ore e i prossimi giorni ci forniscono un quadro estremamente variabile delle condizioni del tempo nel nostro Paese: dopo l’ondata di maltempo che all’inizio della settimana ha portato persino la neve in pianura Padana, imbiancando anche Bologna, al Nord è tornato a splendere il sole con grandi escursioni termiche giornaliere. Le temperature in pianura Padana scendono sottozero nelle ore notturne e salgono oltre i 12/13°C nelle ore diurne, e nei prossimi giorni non ci saranno sostanziali novità. Ancora bel tempo, freddo di notte e clima più mite di giorno grazie al cielo sereno e al forte soleggiamento. Inizia un nuovo periodo di siccità che potrebbe durare a lungo. Molto diverso, invece, lo scenario del Centro/Sud dove il maltempo continuerà con fenomeni violenti almeno fino a Venerdì, a causa dell’Uragano Mediterraneo “Numa” tra Canale di Sicilia e mar Jonio. In Abruzzo nelle ultime 36 ore è caduta la pioggia che solitamente cade in sei mesi, in modo particolare lungo la linea di costa della Regione dove i contrasti tra l’aria fredda e il mare ancora caldo determinano una situazione esplosiva che scatena vere e proprie “bombe d’acqua”. Da ieri, infatti, sono caduti oltre 400mm a Pineto (Teramo) e oltre 220mm a Pescara, dove le scuole rimarranno chiuse anche domani e i disagi per frane, allagamenti, crolli e inondazioni sono diffusi su gran parte del territorio regionale.Nelle prossime ore il maltempo insisterà al Centro/Sud, con altri forti temporali e piogge molto violente (accompagnate da grandine, trombe d’aria e raffiche di vento superiori ai 90km/h) tra Marche, Abruzzo, Molise, Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia. L’uragano Mediterraneo si rinforzerà ulteriormente tra Giovedì e Venerdì nel Canale di Sicilia prima, e nel mar Jonio poi. Successivamente, nel weekend, si abbatterà sulla Grecia già duramente colpita da una drammatica alluvione che nelle scorse ore ha provocato decine di vittime e dispersi.Intanto proprio nel weekend l’Italia sarà investita da un’ondata di freddo diretta sui Balcani: gli ultimi aggiornamenti hanno confermato le precedenti tendenze di cui avevamo ampiamente parlato la scorsa settimana. Tra Domenica 19 e la prossima settimana le temperature diminuiranno sensibilmente in tutto il Paese, e soprattutto nelle Regioni Adriatiche, a causa dello stesso Uragano Mediterraneo Numa che dalla Grecia richiamerà correnti fredde dai Balcani verso il nostro Paese. Le temperature si manterranno tra 4 e 8°C inferiori rispetto alle medie del periodo, farà freddo come in pieno inverno soprattutto nelle ore serali e notturne. E continueranno i fenomeni d’instabilità provocati dai contrasti termici tra il freddo invernale prematuro in arrivo su un Mediterraneo reduce da una lunga estate caldissima. Attenzione, quindi, ad altri violenti fenomeni avversi (temporali, grandinate, trombe d’aria) in modo particolare nelle zone costiere e litoranee delle nostre Regioni Adriatiche e meridionali.

            Meteoweb
            Sono sempre diffidente delle persone a cui non piacciono i cani mentre mi fido tantissimo del cane quando non gli piace una persona.

            COMMENTA


            • #51
              Re: Meteo stagione 2017/2018

              METEO 17-23 novembre: area ciclonica al Sud, fronte freddo nel Week End

              17-11-2017


              Focus di una fase evolutiva del periodo previsionale. Il tutto sarà da confermare.
              METEO DAL 17 AL 23 NOVEMBRE 2017, ANALISI E PREVISIONE
              Siamo dinanzi al persistere del maltempo sul Meridione e parte delle regioni adriatiche per via del vortice di bassa pressione ancora in azione ed ora posizionato sul Mar Ionio. L'area di bassa pressione non molla la presa ed anzi sta evolvendo in un insidioso vortice simile alle tempeste tropicali, quindi più piccolo ma violento e con spiccata attività temporalesco.
              Avremo quindi meteo ancora avverso con particolare attenzione per l'estremo Sud, ove per l'evoluzione appena descritta si potranno avere nell'immediato dei locali nubifragi. Fortunatamente da sabato il vortice di bassa pressione si trasferirà verso l'Egeo e la Penisola Ellenica e così il maltempo allenterà la morsa anche al Sud dove comunque permarranno strascichi d'instabilità.
              Nel corso del weekend una nuova massa d'aria fredda scenderà dal Nord Europa addossandosi all'Arco Alpino. Entro domenica il fronte freddo valicherà le Alpi andando nuovamente a rinvigorire l'instabilità, sempre per quanto concerne i versanti orientali della Penisola. Le temperature faranno registrare una nuova diminuzione con clima di nuovo invernale.
              METEO VENERDI' 17 NOVEMBRE, OCCHI PUNTATI SULLE IONICHE
              Il vortice ciclonico rimarrà ancorato sul Mar Ionio, ove potrebbe evolvere almeno temporaneamente allo status di tempesta tropicale. Il grosso dell'attività temporalesca stazionerà in mare, con i fenomeni più intensi che potrebbero andare a lambire la Calabria jonica ed il Salento. L'instabilità dominerà anche in Sicilia e sulle restanti aree joniche, con rovesci più forti sul nord dell'Isola.
              Qualche piovasco o acquazzone si avrà anche in Puglia e sull'area del Metaponto, nonché ancora tra Marche, Abruzzo e Molise ove i fenomeni dovrebbero comunque cessare. Il soleggiamento sarà invece ben più presente sul Nord e sulle Tirreniche, con temperature in lieve aumento verso valori più consoni alla norma.
              METEO WEEKEND, NUOVO IMPULSO FREDDO DAL NORD EUROPA
              Per sabato la situazione tenderà a migliorare sull'estremo Sud, nel senso che subentrerà una spiccata variabilità, con precipitazioni a carattere molto più isolato anche sui settori ionici. Locali isolati fenomeni si potranno avere lungo i versanti adriatici, specie tra Romagna e Marche a causa dell'intrusione di un nuovo impulso instabile.
              In particolare, un fronte freddo in discesa dal Nord Europa si addosserà alle Alpi, per poi sfilare rapidamente lungo l'Adriatico. Le conseguenze maggiori si avranno nel corso di domenica, con instabilità che prenderà sull'estremo Nord-Est e poi sul Centro Italia con particolare riferimento alle aree interne appenniniche e versanti adriatici. Altre piogge colpiranno ovest Calabria e nord Sicilia.
              METEO INVERNALE, CALO TERMICO FRA DOMENICA E LUNEDI'
              In occasione del nuovo transito frontale, affluiranno nuove correnti fredde che si faranno sentire fra domenica e lunedì con un nuovo calo termico, più avvertito sui versanti orientali della Penisola. Non sarà una flessione termica eclatante, ma probabilmente si potranno avere nuove possibili di neve sui rilievi, fin sull'alta collina, lungo la dorsale centrale appenninica.
              ULTERIORI TENDENZE METEO
              A seguire, potrebbe subentrare una breve fase di tempo per l'affermazione dell'anticiclone, comunque temporanea per la durata di qualche giorno. Un possibile nuovo cambiamento è atteso sul finire della settimana, con l'Italia nel mirino delle perturbazioni e successivamente anche di possibili eventuali discese d'aria fredda artica.
              Meteogiornale
              Sono sempre diffidente delle persone a cui non piacciono i cani mentre mi fido tantissimo del cane quando non gli piace una persona.

              COMMENTA


              • #52
                Re: Meteo stagione 2017/2018

                METEO 20-26 Novembre: torna anticiclone, Penisola e Isole bel tempo. Fredde nebbie Val Padana


                20-11-2017





                METEO DAL 20 AL 26 NOVEMBRE 2017, ANALISI E PREVISIONE
                L'Italia è lambita da una veloce discesa d'aria fredda da nord, ma è l'Europa Centro-Orientale a risentire più direttamente dei flussi d'origine artica. Oltralpe è nevicato (in media 10 cm) sino a quote prossime ai 500 metri.
                Le temperature sono quindi di nuovo in calo, ma il freddo invernale più acuto rimarrà oltre l'Adriatico. Il raffreddamento (comunque già percepito) sarà del tutto temporaneo, con i termometri destinati presto a risalire.
                Un promontorio anticiclonico, ora particolarmente solido sulla parte occidentale dell'Europa, si appresta ad espandersi verso l'Italia, allontanando così verso levante la circolazione fredda d'origine artica. Ci attendiamo quindi meteo più stabile ovunque fin da martedì, con temperature in progressivo rialzo su valori decisamente più miti.
                Per effetto del dominio dell'anticiclone, non avremo nuove piogge degne di nota probabilmente per tutta la settimana, con l'anticiclone che potrebbe durare a lungo e caratterizzare l'ultima parte di novembre. Tempo quindi asciutto, con ritorno di siccità ed inquinamento, quest'ultimo specie sulle grandi città padane come avviene nel semestre freddo quando s'instaura l'anticiclone.
                Ma da queste parti si insedieranno soprattutto densissime nebbie, stavolta potrebbero persistere nella bassa Val Padana anche nelle ore diurne, abbassando gradualmente le temperature.
                METEO LUNEDI' 20 NOVEMBRE, QUALCHE DISTURBO AL SUD ITALIA
                L'afflusso delle correnti fredde settentrionali si limiterà a portare annuvolamenti più consistenti fra Abruzzo, Molise e Puglia, dove sarà possibile qualche isolato piovasco principalmente nelle prime ore della giornata. Seguiranno poi ampie schiarite, mentre altrove sarà prevalente il bel tempo salvo ulteriori addensamenti consistenti sui crinali alpini di confine orientali con qualche nevicata.
                In giornata, si affacceranno annuvolamenti in direzione della Sardegna, Liguria e coste dell'alto versante tirrenico, per effetto dei primi sbuffi d'aria umida convogliati dall'anticiclone in rimonta da ovest. I venti proverranno in genere ancora dai quadranti settentrionali, con rinforzi tra Basso Adriatico e Mar Ionio. Tra Mar Ligure ed Alto Tirreno i venti ruoteranno da sud.
                METEO INVERNALE IN AVVIO SETTIMANA, TEMPERATURE PIU' BASSE
                Le correnti da nord, al seguito del fronte freddo, favoriranno un nuovo temporaneo calo termico, più avvertito sui versanti orientali della Penisola. Non sarà una flessione termica eclatante, ma le temperature tenderanno a riportarsi temporaneamente su valori inferiori alle medie del periodo, tanto da favorire anche locali brinate nelle ore notturne su pianure del Nord e valli del Centro Italia.
                METEO CAMBIA, TORNA ANOMALO ANTICICLONE IN SETTIMANA
                Si attende, fin da martedì, l'affermazione più netta dell'anticiclone, che potrebbe favorire meteo stabile e con graduale rialzo delle temperature, a partire dai valori massimi. Il meteo non sarà sempre soleggiato, anche perché il subentrare di infiltrazioni umide occidentali favorirà nubi basse sui versanti tirrenici.
                Con il trascorrere dei giorni, le nebbie torneranno assolute protagoniste sulle pianure del Nord (dopo il cielo limpido del lunedì), riportando alla ribalta anche l'insidia dell'inquinamento.
                Scenari già visti in lungo ed in largo nel mese di ottobre. Ma stavolta le nebbie potrebbero persistere anche di giorno, abbassando le temperature progressivamente, con le prime diffuse gelate notturne.
                L'anticiclone sembra possa durare per gran parte della settimana, portando quindi meteo prevalentemente stabile.
                ULTERIORI TENDENZE METEO
                Tutta la parte finale di novembre potrebbe essere caratterizzato da marcata zonalità, con il Vortice Polare sul Nord Europa e l'alta pressione delle Azzorre distesa alle nostre latitudini. Tempo quindi asciutto, ma ribadiamo non sempre soleggiato. Gli anticicloni invernali non sono infatti sinonimo di bel tempo, ma anzi possono portare grigiore, per nubi basse e soprattutto le persistenti nebbie.
                Meteogiornale
                Sono sempre diffidente delle persone a cui non piacciono i cani mentre mi fido tantissimo del cane quando non gli piace una persona.

                COMMENTA


                • #53
                  Re: Meteo stagione 2017/2018

                  ULTIMISSIME meteo fine settimana: piogge anticipate al sabato al nord, in discesa al centro domenica

                  Le ultime elaborazioni pongono un flusso umido determinare precipitazioni da mercoledì sulla Liguria, in estensione ad alta Toscana e parte della Valpadana tra giovedì e venerdì. Sabato passaggio piovoso su tutto il nord e sull'alto Tirreno, in trasferimento domenica al centro, seguito da aria decisamente più fresca ma secca.

                  Prima pagina - Oggi, ore 11.04
                  SINTESI e COMMENTO
                  Una perturbazione transiterà sull'Italia tra sabato e domenica, portando dietro di sé un po' d'aria fredda. Secondo il modello europeo tale afflusso risulterà ben più consistente di quello previsto dal modello americano, che lascia l'isoterma di zero gradi ben arroccato sui settori alpini di confine.
                  Naturalmente questa "discordanza" non può non influenzare la nostra previsione, che risulterà una sorta di mediazione tra i due scenari proposti.

                  RIASSUNTO PREVISIONALE
                  Mercoledì 22
                  le piogge dovrebbero interessare la Liguria, estendendosi giovedì 23 anche alla pianura padana e veneta, in parte a quella emiliana, ma si tratterà di fenomeni deboli ed intermittenti. Persistenza di tali fenomeni anche per venerdì 24.

                  Sabato 25 passaggio della perturbazione con piogge dapprima al nord e sull'alta Toscana con neve sulle Alpi dalle quote medie e limite più basso sui settori più settentrionali. Nubi su tutto il Tirreno, parzialmente soleggiato altrove.

                  Domenica 26 migliora al nord-ovest, ancora rovesci al mattino tra nord-est e regioni centrali con limite della neve anche sotto i 1000m su centro-est Alpi, nord e centro Appennino, a seguire venti da nord e fenomeni che, nella notte su lunedì raggiungeranno attenuati il meridione, portando rovesci sparsi con spruzzate di neve in Appennino. Rasserena altrove con temperature in calo.

                  L'evoluzione successiva risente degli effetti di "assestamento" modellistici e verrà rianalizzata da MeteoLive nel pomeriggio. Sembra comunque confermato il peggioramento da martedì 28 in poi. A più tardi per dettagli e caratteristiche del passaggio perturbato!

                  Meteolive
                  Sono sempre diffidente delle persone a cui non piacciono i cani mentre mi fido tantissimo del cane quando non gli piace una persona.

                  COMMENTA


                  • #54
                    Re: Meteo stagione 2017/2018

                    METEO 22-28 Novembre: fine settimana VERSO repentino MALTEMPO e più FREDDO


                    22-11-2017


                    Il peggioramento prospettato dal fine settimana.
                    METEO DAL 22 AL 28 NOVEMBRE 2017, ANALISI E PREVISIONE
                    Si rafforza l'anticiclone sull'Italia, garantendo un contesto decisamente secco. Il freddo residuo è in totale attenuazione, con i termometri in ulteriore risalita su valori più miti, anche al di sopra delle medie del periodo. Ci attendiamo quindi meteo più stabile ovunque sull'Italia, anche se non sempre soleggiato.
                    Per effetto del dominio dell'anticiclone, non avremo nuove piogge degne di nota, con primi cenni di cambiamento specie nel weekend. Tempo quindi asciutto, con ritorno di siccità ed inquinamento, quest'ultimo specie sulle grandi città padane dove torneranno anche densissime nebbie, via via più persistenti.
                    L'anticiclone dovrebbe cedere parzialmente nel weekend, per un primo fronte atlantico atteso sopraggiungere domenica in particolare al Nord e sulle regioni centrali. Tale peggioramento sarà probabilmente preludio ad un cambiamento meteo più significativo per fine mese. Avremo il ritorno di un tipo di tempo più consono alla fine dell'autunno e all'inizio inverno, con temperature in calo.
                    METEO MERCOLEDI' 22 NOVEMBRE, TRA SOLE E NUBI
                    Bel tempo prevalente sull'Italia, a parte nuvolosità irregolare, medio bassa, sempre più compatta soprattutto tra Liguria e regioni del medio-alto versante tirrenico. Non è del tutto esclusa qualche isolata debole pioggia, specie tra Levante Ligure e Lunigiana. Pioviggini si potranno avere anche tra Bassa Toscana ed Alto Lazio.
                    Addensamenti nuvolosi temporanei sono attesi anche sulle due Isole Maggiori, ma senza pioggia. Meteo un po' uggioso anche in Val Padana, dove sono attese dense foschie o nebbie, in parziale sollevamento nelle ore centrali del giorno. Le temperature non varieranno granché in entrambi i valori confermandosi miti nelle ore diurne, salvo lievi aumenti su regioni adriatiche e al Sud.
                    METEO STABILE, ANOMALO ANTICICLONE FINO A VENERDI
                    Ulteriore consolidamento dell'anticiclone, che manterrà scenari di stabilità con ulteriore lieve rialzo delle temperature, a causa d'aria più mite dal Nord Africa. Il meteo non sarà sempre soleggiato, ma anzi si accentueranno le nubi basse, più compatte sui versanti tirrenici e valli interne. La probabilità di qualche pioggia sarà maggiore tra la Liguria e la Toscana.
                    La persistenza dell'anticiclone favorirà poi la formazione di banchi di nebbia sulle pianure del Nord, riportando su livelli elevati l'inquinamento.
                    VERSO CAMBIAMENTO METEO NEL WEEKEND
                    Non si avranno novità degne di nota fino a venerdì, mentre nel weekend l'anticiclone potrebbe iniziare a cedere sulla sua porzione settentrionale, favorendo l'ingresso di un fronte perturbato che potrebbe portare un peggioramento al Nord e sulle regioni centrali tirreniche. La parte attiva della perturbazione transiterebbe domenica, portando anche neve sulle Alpi a quote medie.
                    ULTERIORI TENDENZE METEO
                    Confermiamo la possibilità di un cambiamento ben più imponente nella fase successiva di fine mese. La possibile perturbazione del weekend andrebbe infatti a fare da apripista ad un successivo e più ficcante peggioramento. Potrebbero quindi tornare le piogge e le nevicate, con progressivo calo termico che favorirebbe un tipo di tempo dalle tinte persino invernali.

                    Meteogiornale
                    Sono sempre diffidente delle persone a cui non piacciono i cani mentre mi fido tantissimo del cane quando non gli piace una persona.

                    COMMENTA


                    • #55
                      Re: Meteo stagione 2017/2018

                      METEO 23-29 Novembre, tra Autunno e Inverno, NEVE, FREDDO, PIOGGIA verso Italia




                      23-11-2017


                      Il peggioramento prospettato dal fine settimana.
                      METEO DAL 23 AL 29 NOVEMBRE 2017, ANALISI E PREVISIONE
                      L'anticiclone presente sull'Italia sta raggiungendo la massima potenza, garantendo un contesto decisamente secco. Di conseguenza abbiamo meteo diffusamente stabile un po' ovunque anche se non sempre soleggiato. Tempo ad ogni modo perlopiù asciutto, con ritorno di siccità ed inquinamento, quest'ultimo specie sulle grandi città padane per via di foschie e nebbie.



                      La stasi anticiclonica è destinata ad interrompersi nel weekend, per un primo fronte atlantico atteso sopraggiungere domenica in particolare al Nord, dove ci attendiamo i fenomeni più significativi, e sulle regioni centrali. La perturbazione sarà inserita in un'ampia saccatura collegata ad un vortice freddo con perno sulla Penisola Scandinava.
                      Tale peggioramento sarà probabilmente preludio ad un cambiamento meteo più significativo per fine mese. Avremo il ritorno di un tipo di tempo più consono alla fine dell'autunno e all'inizio inverno, con temperature in calo. Le prospettive indicano il ritorno del freddo e neve a quote basse in molte aree d'Europa, ma probabilmente anche su parte d'Italia.
                      METEO GIOVEDI' 23 NOVEMBRE, TRA SOLE, NUBI E CLIMA MITE
                      Prevalenza di condizioni meteo stabile, ma con disturbi nuvolosi più accentuati sul Nord e lungo le regioni del medio-alto versante tirrenico. La nuvolosità risulterà più compatta tra Piemonte, Liguria e Toscana, dove sarà maggiormente probabile qualche occasionale debole pioggia. Pioviggini isolate si potranno avere anche tra Bassa Toscana ed Alto Lazio, nonché sull'ovest della Sicilia.
                      Il grigiore in Val Padana sarà accentuato anche da dense foschie o nebbie, che localmente saranno persistenti nelle ore centrali diurne, specie a ridosso del fiume Po, determinando meteo decisamente uggioso. Le temperature continueranno a mantenersi sopra la norma e potranno far registrare ulteriori locali rialzi, con punte di 20 gradi ed oltre sulle Isole Maggiori.
                      VERSO CAMBIAMENTO METEO, STOP ANTICICLONE DOPO VENERDI
                      Poche novità meteo per venerdì, quando si accentueranno le nubi basse, più compatte al Nord, ma anche sui versanti tirrenici e valli interne. La probabilità di qualche pioggia sarà maggiore tra la Liguria e la Toscana, ma anche localmente tra Piemonte e Lombardia. In Val Padana contesto meteo ancor più uggioso, per foschie e nebbie localmente persistenti.
                      Altrove il clima si manterrà invece molto mite per il periodo, con meteo ancora soleggiato. Tuttavia da sabato lo scenario inizierà a mutare, con l'ingresso della parte avanzata di una perturbazione che dovrebbe portare le prime precipitazioni di rilievo a partire dal Nord Italia, con anche nevicate sulle Alpi.
                      METEO WEEKEND CON PERTURBAZIONE E CALO TERMICO
                      Sabato il maltempo raggiungerà il Settentrione, mentre il resto d'Italia sarà in attesa. La parte attiva della perturbazione transiterebbe domenica verso il Nord-Est parte del Centro-Sud, con fenomeni più significativi lungo le coste settentrionali adriatiche e sulla parte del medio-basso versante tirrenico. Le temperature sono attese in forte calo, specie dalla sera e dalla notte.
                      ULTERIORI TENDENZE METEO
                      L'inverno ci prova per fine mese! Andremo infatti incontro ad un cambiamento ben più imponente nella prossima settimana, con ulteriore calo termico che favorirebbe un tipo di tempo pienamente invernale. Sono previste nuove fasi di maltempo, con anche nevicate a quote basse probabilmente sul Nord Italia, ma è una tendenza da confermare.

                      Meteogiornale
                      Sono sempre diffidente delle persone a cui non piacciono i cani mentre mi fido tantissimo del cane quando non gli piace una persona.

                      COMMENTA


                      • #56
                        Re: Meteo stagione 2017/2018

                        Originariamente inviato da prete Visualizza il messaggio
                        METEO 23-29 Novembre, tra Autunno e Inverno, NEVE, FREDDO, PIOGGIA verso Italia




                        23-11-2017


                        Il peggioramento prospettato dal fine settimana.
                        METEO DAL 23 AL 29 NOVEMBRE 2017, ANALISI E PREVISIONE
                        L'anticiclone presente sull'Italia sta raggiungendo la massima potenza, garantendo un contesto decisamente secco. Di conseguenza abbiamo meteo diffusamente stabile un po' ovunque anche se non sempre soleggiato. Tempo ad ogni modo perlopiù asciutto, con ritorno di siccità ed inquinamento, quest'ultimo specie sulle grandi città padane per via di foschie e nebbie.



                        La stasi anticiclonica è destinata ad interrompersi nel weekend, per un primo fronte atlantico atteso sopraggiungere domenica in particolare al Nord, dove ci attendiamo i fenomeni più significativi, e sulle regioni centrali. La perturbazione sarà inserita in un'ampia saccatura collegata ad un vortice freddo con perno sulla Penisola Scandinava.
                        Tale peggioramento sarà probabilmente preludio ad un cambiamento meteo più significativo per fine mese. Avremo il ritorno di un tipo di tempo più consono alla fine dell'autunno e all'inizio inverno, con temperature in calo. Le prospettive indicano il ritorno del freddo e neve a quote basse in molte aree d'Europa, ma probabilmente anche su parte d'Italia.
                        METEO GIOVEDI' 23 NOVEMBRE, TRA SOLE, NUBI E CLIMA MITE
                        Prevalenza di condizioni meteo stabile, ma con disturbi nuvolosi più accentuati sul Nord e lungo le regioni del medio-alto versante tirrenico. La nuvolosità risulterà più compatta tra Piemonte, Liguria e Toscana, dove sarà maggiormente probabile qualche occasionale debole pioggia. Pioviggini isolate si potranno avere anche tra Bassa Toscana ed Alto Lazio, nonché sull'ovest della Sicilia.
                        Il grigiore in Val Padana sarà accentuato anche da dense foschie o nebbie, che localmente saranno persistenti nelle ore centrali diurne, specie a ridosso del fiume Po, determinando meteo decisamente uggioso. Le temperature continueranno a mantenersi sopra la norma e potranno far registrare ulteriori locali rialzi, con punte di 20 gradi ed oltre sulle Isole Maggiori.
                        VERSO CAMBIAMENTO METEO, STOP ANTICICLONE DOPO VENERDI
                        Poche novità meteo per venerdì, quando si accentueranno le nubi basse, più compatte al Nord, ma anche sui versanti tirrenici e valli interne. La probabilità di qualche pioggia sarà maggiore tra la Liguria e la Toscana, ma anche localmente tra Piemonte e Lombardia. In Val Padana contesto meteo ancor più uggioso, per foschie e nebbie localmente persistenti.
                        Altrove il clima si manterrà invece molto mite per il periodo, con meteo ancora soleggiato. Tuttavia da sabato lo scenario inizierà a mutare, con l'ingresso della parte avanzata di una perturbazione che dovrebbe portare le prime precipitazioni di rilievo a partire dal Nord Italia, con anche nevicate sulle Alpi.
                        METEO WEEKEND CON PERTURBAZIONE E CALO TERMICO
                        Sabato il maltempo raggiungerà il Settentrione, mentre il resto d'Italia sarà in attesa. La parte attiva della perturbazione transiterebbe domenica verso il Nord-Est parte del Centro-Sud, con fenomeni più significativi lungo le coste settentrionali adriatiche e sulla parte del medio-basso versante tirrenico. Le temperature sono attese in forte calo, specie dalla sera e dalla notte.
                        ULTERIORI TENDENZE METEO
                        L'inverno ci prova per fine mese! Andremo infatti incontro ad un cambiamento ben più imponente nella prossima settimana, con ulteriore calo termico che favorirebbe un tipo di tempo pienamente invernale. Sono previste nuove fasi di maltempo, con anche nevicate a quote basse probabilmente sul Nord Italia, ma è una tendenza da confermare.

                        Meteogiornale
                        E allora caro il nostro prete prepariamo i cappotti, cartucce più piombate e che il Signore sia (anzi è) sempre con noi
                        ENJOY HUNTER
                        Quando ti è andata male,
                        Pensa che sarebbe potuta andare anche peggio.

                        COMMENTA


                        • #57
                          Re: Meteo stagione 2017/2018

                          METEO Italia: arriva il Generale Inverno, ecco i dettagli
                          Evoluzione del tempo per l'arrivo dell'inverno sull'Italia

                          Previsioni per l'arrivo del generale inverno
                          Temevamo che l'alta pressione che sta interessando il nostro Paese in questi giorni potesse avere una durata ben più lunga, ma per fortuna non sarà così.
                          La perturbazione atlantica che è attesa nel weekend, farà da apripista a un più deciso peggioramento del tempo di stampo invernale.
                          COSA SUCCEDERÀ - Nel corso del weekend l'alta pressione si dividerà in due blocchi: il primo si abbasserà di latitudine interessando il Mediterraneo meridionale, il secondo dopo che si sarà spostato verso l'oceano Atlantico, tenderà a salire verso l'Islanda.
                          E' da qui che una saccatura di origine polare si incamminerà velocemente nel cuore dell'Europa.
                          Tale movimento favorirà, almeno inizialmente, l'arrivo di correnti umide sudoccidentali, responsabili di un primo peggioramento Sabato 25 Novembre.

                          Successivamente, lo spostamento verso Oriente della circolazione depressionaria venutasi a creare Sabato, favorirà l'ingresso di venti freddi settentrionali dalla "porta della Bora", responsabili di un graduale, ma consistente calo termico.
                          Successivamente, tra Martedì 28 e Mercoledì 29 un nuovo ingresso di correnti fredde, questa volta dalla "valle del Rodano", trasporteranno nel Mediterraneo centrale una nuova saccatura polare che raffredderà ulteriormente il clima, e porterà maltempo su gran parte del Paese.
                          CONSEGUENZE - Come anticipato, il tempo peggiorerà Sabato 25 con piogge diffuse sulle regioni settentrionali, e poi su quelle tirreniche.
                          La neve cadrà sulle Alpi sopra i 1200/1500 metri circa.
                          Domenica 26, progressivo ingresso di venti più freddi: Maestrale, Bora e Tramontana porteranno precipitazioni sui settori adriatici centrali e coste del basso Tirreno, inizialmente anche al Nordest.
                          Quota neve in graduale diminuzione.
                          Lunedì 27, aria fredda, ma secca, sull'Italia. Gelo mattutino al settentrione, cielo poco o parzialmente nuvoloso sul resto del Paese, ma con possibili temporali o veloci rovesci sulle coste tirreniche della Sicilia.

                          Nei giorni successivi nuovo peggioramento del tempo a partire da Martedì 28 sera con piogge in estensione a tutta Italia nel corso di Mercoledì 29. Neve a quote molte basse al Nord.
                          LE MAPPE - Le due cartine tecniche, esclusiva di Ecmwf, mostrano l'arrivo della saccatura artica a circa 5500 metri d'altezza, dapprima dalla "porta della Bora", poi dalla "valle del Rodano".
                          Una colorazione blu indica l'origine fredda dell'aria.Primo ingresso dalla porta della Bora (26-27 Novembre)Secondo ingresso dalla valle del Rodano (28-29 Novembre)
                          ANDAMENTO TERMICO - Temperature in graduale e repentina diminuzione a partire da Domenica 26 e su tutte le regioni. Lunedì valori notturni sottozero al Nord, di giorno non più alti di 8° al Nord, fino a 11° al Centro, qualche grado in più al Sud.Due ingressi distinti per l'arrivo dell'aria fredda

                          Il meteo
                          Sono sempre diffidente delle persone a cui non piacciono i cani mentre mi fido tantissimo del cane quando non gli piace una persona.

                          COMMENTA


                          • #58
                            Re: Meteo stagione 2017/2018

                            METEO 3- 9 Dicembre: precoce INVERNO, freddo e MALTEMPO con NEVE sino a quote basse


                            27-11-2017


                            Tracce di evoluzione meteo climatica del periodo previsionale. I valori di pressione atmosferica, la localizzazione di alte, basse pressioni e dei fronti sono indicativi.
                            CHE NOVEMBRE E' STATO?
                            Siamo giunti, inevitabilmente, al tempo dei bilanci. Un bilancio mensile "double-face", che ha proposto inizialmente condizioni meteo climatiche sorprendentemente invernali, ma che ha visto successivamente il riaffermarsi dell'Alta Pressione. Le precipitazioni, questa è senz'altro la miglior notizia, sono tornate ad interessarci diffusamente e consistentemente, mentre le temperature hanno evidentemente risentito del doppio volto.
                            Ora, così com'era iniziato, novembre si congederà col freddo e quale miglior viatico per l'inizio dell'inverno. Inverno che, lo rammentiamo, dal punto di vista della meteorologia comincerà il 1° dicembre ma che sotto l'aspetto astronomico partirà a ridosso del Natale (il solstizio è previsto per la giornata del 21). Ciò non toglie, badate bene, che il freddo - in fondo ce lo sta già dimostrando - possa arrivare in anticipo.
                            QUANTO FARA' FREDDO?
                            Allora, diciamo che l'aria fredda verrà dall'Artico e quando viene da lassù non è gelida come quando viene dalla Russia o ancor peggio dalla Siberia. Ma è bene non sottovalutare un elemento: le irruzioni artiche sono più produttive in termini di precipitazioni, soprattutto il freddo ha la possibilità di riversarsi al suolo in misura maggiore quanto più intense sono i fenomeni. Pertanto possiamo dirvi che l'entità del freddo dipenderà anche dall'eventuali intensità del maltempo. Tuttavia, lasciatecelo rimarcare, il ritorno di piogge e neve va accolto con estremo favore perché non scordiamoci che in molte regioni l'emergenza siccità non è ancora del tutto terminata.
                            CHE STAGIONE SARA'?
                            Ovviamente non abbiamo la sfera di cristallo e dirvi fin da oggi come sarà l'inverno non è facile, tutt'altro. Diciamo che le dinamiche atmosferiche, o meglio, le manovre che stanno avvenendo alle varie quote dell'atmosfera lasciano intendere una stagione ben più vivace delle precedenti. Al momento non sembrerebbero esserci i presupposti per periodi anticiclonici prolungati, poi ovviamente qualche fase di bel tempo ci sarà di certo anche perché rientra nel normale decorso stagionale (basti pensare alle famose "secche di gennaio", difatti proprio gennaio è statisticamente uno dei mesi più secchi dell'anno). Poi, chiaramente, avremo la necessità di tornare sull'argomento più volte e capire se realmente taluni tasselli s'incastreranno a dovere.

                            Meteogiornale
                            Sono sempre diffidente delle persone a cui non piacciono i cani mentre mi fido tantissimo del cane quando non gli piace una persona.

                            COMMENTA


                            • #59
                              Re: Meteo stagione 2017/2018

                              INVERNO 2017/2018: partenza SHOCK, piogge, freddo, NEVE
                              L'arrivo del generale INVERNO a fine Novembre potrebbe aprire la strada a una stagione invernale davvero SUPER
                              Possibile circolazione barica media per l'inverno 2017/2018Le dinamiche circolatorie che, a livello del nostro emisfero, avvengono in Autunno e soprattutto nel mese di Novembre, tracciano in qualche modo la tendenza a lungo termine.

                              L'arrivo del Generale Inverno a partire dal 27 Novembre è un chiaro segno di come l'inverno potrebbe proseguire; nel corso dei precedenti aggiornamenti avevamo parlato appunto di una fase prettamente invernale proprio intorno ai primi giorni del mese di Dicembre.
                              PREMESSA - Analizzando la circolazione degli ultimi 40/50 giorni e lo stato attuale di molti indici invernali e loro forecasts, è possibile avere un'idea di come la circolazione emisferica stessa potrà proseguire per i prossimi 2-3 mesi.
                              PROSPETTIVE BARICHE - Le aree di alta pressione dovrebbero interessare con maggiore frequenza il settore Atlantico e le aree subpolari.
                              In questo contesto l'Europa continentale vedrebbe, soprattutto nella parte centro-meridionale, una minore presenza dell'alta pressione.
                              Su gran parte del continente agirebbero correnti fredde, artiche o continentali.
                              PIOGGE, ECCO DOVE - Questi impulsi freddi dovrebbero poi proseguire la loro corsa, a volte verso la Penisola iberica, altre volte verso il Mediterraneo Centrale e l'Italia.
                              Su questi due ultimi settori potrebbero essere maggiormente possibili azioni depressionarie anche intense e persistenti.
                              Sull'Europa centrale, e ancor più in quella di Nord Est, sui settori scandinavi e baltici, dovrebbero esserci intense ondate di gelo con nevicate, ma con fenomenologia più ridotta.

                              NEVE SULL'ITALIA, A CHE PUNTO SIAMO? - Premesso che l'Italia intera dovrebbe essere interessata, per buona parte dell'inverno, da tempo spesso perturbato con piogge frequenti, soffermiamoci sulla possibilità di neve e di freddo. Ecco le nostre considerazioni.
                              Le regioni settentrionali sarebbero più esposte a irruzioni di aria fredda, poiché sia nelle azioni meridiane che in quelle più tendenti a Ovest, l'asse freddo potrebbe interessare il 45º Parallelo.
                              e regioni centro meridionali, potrebbero avere una maggiore alternanza tra fasi fredde e altre più miti e umide, data una variante (inclinazione) in molti casi occidentale delle correnti portanti di matrice artica.
                              AL NORD - NEVICATE frequenti, anche in pianura; NEVICATE ABBONDANTI sul Nord Appennino, fino a bassa quota. ARIA FREDDA piuttosto presente.
                              AL CENTRO -NEVE ABBONDANTE sull'Appennino centrale, specie intorno ai 1000 m, fino in collina e a bassa quota. FREDDO a fasi alterne.
                              AL SUD - NEVICATE ABBONDANTI sul Sud Appennino a 1200/1500 , abbastanza frequenti in collina. Più rare a bassa quota, ma saranno possibili in 2-3 occasioni.

                              Ilmeteo
                              Sono sempre diffidente delle persone a cui non piacciono i cani mentre mi fido tantissimo del cane quando non gli piace una persona.

                              COMMENTA


                              • #60
                                Re: Meteo stagione 2017/2018

                                Il generale INVERNO conquista l'Italia
                                Prossimi tre giorni con un nuovo peggioramento del tempo, neve a bassa quota

                                Previsioni per Lunedì 27 Novembre
                                Inverno sull'Italia. Temperature sotto la media in questo ultimo lunedì di Novembre.
                                Il clima si manterrà molto freddo al Nord per tutta la settimana, mentre al Centro-Sud i valori termici cominceranno a salire, anche se il tempo non sarà bello.
                                SITUAZIONE - L'Italia è stata raggiunta da freddi venti settentrionali. Da Martedì, l'arrivo di una nuova perturbazione, riporterà su molte regioni le piogge, che diverranno molto forti nella giornata di Mercoledì.
                                LUNEDÌ 27 - Sole prevalente su gran parte delle regioni. Soltanto su Palermitano e Messinese si potranno verificare rovesci sparsi, più isolati invece sulla Puglia meridionale.
                                MARTEDÌ 28 - Ancora venti da Nord sulle regioni meridionali. Nell'Italia settentrionale iniziano a soffiare venti di Libeccio che porteranno un aumento della nuvolosità sulle regioni settentrionali e in Toscana con prime piogge entro sera su alta Toscana, Liguria e al Nord.
                                Neve sopra i 1000 metri al Nord.
                                MERCOLEDÌ 29 - Piogge su Triveneto, Emilia Romagna, Toscana, Umbria, Lazio.
                                Peggiora gradualmente anche sui settori adriatici e al Sud.
                                Entro sera intenso maltempo tra Lazio e Campania.
                                Neve in Appennino sopra i 1200/1500 metri, al Nord sopra i 1000 metri, localmente a quote inferiori.
                                TEMPERATURE - Stazionarie al Nord, in graduale aumento al Centro-Sud.Previsioni per i prossimi tre giorni

                                Il meteo
                                Sono sempre diffidente delle persone a cui non piacciono i cani mentre mi fido tantissimo del cane quando non gli piace una persona.

                                COMMENTA

                                Pubblicita STANDARD

                                Comprimi

                                Ultimi post

                                Comprimi

                                Unconfigured Ad Widget

                                Comprimi
                                Sto operando...
                                X