annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Pubblicita 600x70

Comprimi

Meteo stagione 2020/2021

Comprimi

Migratoria.it è finanziato da utenti come te! Se apprezzi il sito, considera la possibilità di sostenerlo con un contributo. Offrici un caffè

Comprimi
Ciao, Ospite! Subito per te l'attivazione automatica dell' Account Premium per tutto l'anno! A partire dal N/A Ora: N/A
Questa è una discussione evidenziata.
X
X
Comprimi
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Zoom Testo
    #106
    Speriamo allora che questo freddo intenso in arrivo possa regalare a noi cacciatori un bellissimo fine di stagione covid permettendo

    COMMENTA


    • Zoom Testo
      #107
      Originariamente inviato da Turdus Visualizza il messaggio
      Ho riportato il link perchè il sito non mi copiava il testo e le immagini come fatto in passato.
      GRAZZZZZZZZZZZZZZZIE, gentilissimo, apprezzo tanto le tue informazioni sul meteo.
      piero
      NON SI DISCUTE PER AVERE RAGIONE MA PER CAPIRE
      " Jorge Luis Borges "

      COMMENTA


      • Zoom Testo
        #108
        Originariamente inviato da kim-lea Visualizza il messaggio
        Speriamo allora che questo freddo intenso in arrivo possa regalare a noi cacciatori un bellissimo fine di stagione covid permettendo
        Te lo Auguro di cuore, spero che covid abbassi la testa e rientri dentro la "lampada" da dove era uscito.
        Con Simpatia
        piero
        kim-lea piace questo post.
        NON SI DISCUTE PER AVERE RAGIONE MA PER CAPIRE
        " Jorge Luis Borges "

        COMMENTA


        • Zoom Testo
          #109
          https://www.meteolive.it/news/Prima-...-italia/88731/
          oreip piace questo post.

          COMMENTA


          • Zoom Testo
            #110
            Quando FREDDO arriverà in Italia tra venerdi e domenica?

            Confermato l'arrivo di aria fredda sulla nostra Penisola durante il fine settimana. Quanto scenderanno le temperature?


            In primo piano - Oggi, ore 09.50

            La dinamica fredda che colpirà l'Italia durante il fine settimana è stata ridotta sia come intensità che come durata. Tuttavia l'inverno alzerà nuovamente la voce, determinando un nuovo raffreddamento dopo la pausa più mite che intercorrerà tra mercoledi e giovedi.

            Queste sono le temperature a 1500 metri previste sulla nostra verticale nella prima mattinata di domenica 17 gennaio:



            Come vedete, il freddo più intenso resterà relegato più ad est senza entrare sulla nostra Penisola. Da noi il massimo del freddo si avrà comunque sul nord-est, con isoterme alla medesima quota comprese tra -5 e -7°. Farà freddo anche lungo il versante adriatico e su alcune zone dell'Italia meridionale dove si arriverà (sempre a 1500 metri) tra i -4° e i -5°.

            Come andranno invece le cose al suolo? Questi sono i valori termici attesi per sabato mattina attorno alle ore 7:



            Da segnalare il freddo molto intenso nelle vallate interne dell'Appennino centrale e meridionale, con punte di -8/-10° nelle zone di fondovalle (ovviamente a cielo sereno ed in calma di vento).

            Valori negativi in Valpadana e nell'immediato entroterra delle regioni centro-meridionali con qualche punta vicino allo zero anche lungo la fascia costiera. Sottozero le temperature anche nelle aree interne delle due Isole Maggiori.

            La terza mappa, infine, mostra le temperature al suolo previste per le ore 7 di domenica 17 gennaio:



            Ancora freddo in Valpadana, ma soprattutto nelle aree interne dell'Italia centrale con punte di -5/-7° nei fondovalle. Qualche punta attorno allo zero sarà probabile anche lungo le coste.

            Il tutto verrà accompagnato da forti venti settentrionali che accentueranno non poco la sensazione di freddo sul nostro corpo.

            Autore : Paolo Bonino
            oreip piace questo post.

            COMMENTA


            • Zoom Testo
              #111
              Questa perturbazione artica o freddo intenso se colpisce pure i Balcani sarebbe meglio xché se ci sono animali li sposta almeno una volta quando i Balcani e la Grecia arrivava il freddo e neve incominciava la Puglia e poi noi, gli ultimi 15 giorni di fuoco

              Inviato dal mio SM-A750FN utilizzando Tapatalk

              oreip piace questo post.

              COMMENTA


            • Zoom Testo
              #112
              Meteo a 7 giorni: verso un fine settimana FREDDO, poi perturbazione in arrivo?

              Confermato il raffraddamento del fine settimana che proseguirà fino a lunedi prossimo. A seguire probabile arrivo di un fronte atlantico con neve a bassa quota al nord.


              La sfera di cristallo - 13 Gennaio 2021, ore 16.00

              Ancora 24 ore di relativa mitezza, poi una nuova incursione fredda farà visita alla nostra Penisola a partire da venerdi 15 gennaio.

              L'abbassamento termico sarà brusco e repentino anche se non accompagnato da precipitazioni nevose importanti. Qualche spruzzata di neve non sarà però esclusa nell'arco del week-end sulle regioni del medio-basso Adriatico e su parte del meridione peninsulare, localmente fino a livello del mare. Precipitazioni sparse interesseranno invece il restante meridione e le Isole con quota neve variabile tra i 600 e gli 800 metri.

              Il momento più freddo del prossimo week-end sembra ubicato tra la notte e la prima mattinata di domenica 17 gennaio. Ecco i valori previsti a 1500 metri per il lasso di tempo in parola:



              Il gelo vero e proprio slitterà ad est interessando in maniera dura l'Europa orientale. Noi subiremo un'evoluzione marginale, ma che comunque porterà temperature alla medesima quota comprese tra -4 e -6°. Ad accentuare la sensazione di freddo avremo forti correnti settentrionali che inizieranno a soffiare a partire dalla giornata di venerdi 15 gennaio.

              Il freddo ci terrà compagnia anche lunedi 18 gennaio, mentre martedi 19 un blando cuneo di alta pressione precederà un sistema frontale che dovrebbe agire sull'Italia tra mercoledi 20 e giovedi 21 gennaio. Lo vediamo raffigurato nella sua fase di approccio, in questa analisi valida per le ore centrali di mercoledi 20 gennaio:



              La perturbazione verrà preceduta da correnti umide meridionali che scorrendo sopra il cuscino freddo presente sulle pianure del nord potrebbe determinare una nevicata "da addolcimento" tra il Piemonte e la Lombardia; questa ipotesi la verificheremo nei prossimi giorni alla luce dei nuovi elaborati.

              RIASSUMENDO:

              Giovedi 14 gennaio clima mite ovunque, ventoso al meridione e sulla Sardegna dove avremo anche qualche fenomeno locale.

              Venerdi 15 gennaio: piogge su Sardegna, Sicilia e Calabria con neve sopra i 700-800 metri, bello altrove, ma progressivamente più freddo.

              Tra sabato 16 e lunedi 18 gennaio: aria fredda sull'Italia: piogge sulle Isole, basso Tirreno, Sicilia, con neve sopra i 600-800 metri. Spruzzate di neve fin sulle coste tra Abruzzo, Molise e Puglia, tempo asciutto, ma freddo, al nord.

              Martedi 19 gennaio: temporanea tregua con bel tempo quasi ovunque e clima mite.

              Mercoledi 20 gennaio: peggiora al nord con neve forse fino in pianura al nord-ovest, bello altrove, aumento termico al centro e al sud, freddo al nord.

              Autore : Paolo Bonino
              walker960walker, oreip e kim-lea piace questo post.

              COMMENTA


              • Zoom Testo
                #113
                https://www.meteolive.it/news/Prima-...evicate/88833/
                oreip piace questo post.

                COMMENTA


                • Zoom Testo
                  #114
                  https://www.meteolive.it/news/Prima-...le-alpi/88867/
                  oreip e walker960walker piace questo post.

                  COMMENTA


                  • Zoom Testo
                    #115
                    https://www.meteolive.it/news/Prima-...riatico/88922/
                    oreip piace questo post.

                    COMMENTA


                    • Zoom Testo
                      #116
                      METEO: Gli Usa nel GELO, su gran parte d'Italia parentesi primaverile

                      Fino a sabato temperature in vistoso aumento al centro e al sud, al nord ancora variabilità con nubi irregolari, qualche nebbia sulle pianure e locali piogge su Liguria e Lombardia tra mercoledì e venerdì. Domenica peggiora al nord-ovest e Sardegna con piogge e nevicate sulle Alpi oltre i 1400m, maltempo in estensione al resto d'Italia nel corso della giornata. Lite dei modelli sull'evoluzione per la prossima settimana.


                      Prima pagina - Oggi, ore 08.25

                      Negli USA l'inverno non tradisce letteralmente mai. Negli ultimi giorni da est a ovest di freddo e neve ne hanno visto davvero tanto e ancora non è finita, New York intanto si è nuovamente imbiancata, come dimostra la foto qui sotto:




                      L'Italia potrebbe vivere uno scenario del genere prima della fine del mese? Le possibilità in effetti ci sono ancora, stando soprattutto all'emissione di stamane del modello europeo, che vede la persistenza di un lago d'aria gelida sul nord Europa, in estensione la prossima settimana al centro del Continente e al Regno Unito, ma il coinvolgimento dell'Italia è ancora tutto da dimostrare, considerato il fatto che gli altri modelli disegnano invece scenari votati alla mitezza, pur a tratti perturbata. Qui una mappa del modello europeo a 1500m prevista per lunedì 8 febbraio, dove si nota il freddo covare sin sul centro del Continente, è attendibile? Approfondimenti nei prossimi articoli di MeteoLive...:



                      SITUAZIONE: al momento l'Italia è interessata da un flusso di correnti mediamente nord-occidentali che determinano condizioni di modesta variabilità. La nottata serena ha favorito la formazione di nebbie sul catino padano occidentale. Al sud persiste l'azione della perturbazione transitata ieri ma nelle prossime ore su queste zone il tempo andrà migliorando. Un nuovo fronte avanzerà verso le Alpi da nord-ovest ma produrrà solo velature e addensamenti irregolari nella seconda parte della giornata al nord.

                      EVOLUZIONE: da mercoledì a sabato generale mitezza al centro e al sud con temperature anche oltre i 20°C su Sardegna, Sicilia, Puglia, Campania, addirittura Lazio nelle ore pomeridiane. Al nord mercoledì e venerdì nuvolaglia su Liguria e Lombardia con qualche piovasco, per il resto almeno in parte soleggiato, asciutto e relativamente mite.

                      DOMENICA: peggioramento in arrivo da ovest per l'avanzata di una figura depressionaria con piogge a partire da nord-ovest e Sardegna, in estensione a gran parte del Paese entro fine giornata con limite della neve sulle Alpi attorno ai 1500m, ma calo termico moderato al centro e al sud, dove potranno anche manifestarsi alcuni temporali. Ecco la sequenza dei fenomeni di domenica, la prima mappa indica le piogge al mattino, la seconda nel pomeriggio-sera:





                      PROSSIMA SETTIMANA: l'inverno sarà ad un bivio decisivo, sicuramente da ovest giungeranno altre depressioni foriere di precipitazioni, se dovessero catturare aria fredda dal nord e dal centro del Continente lo scenario cambierebbe non di poco, ma al momento solo il modello europeo prevede questa evoluzione. Seguite comunque tutti gli aggiornamenti!

                      Da notare OGGI:
                      -le nebbie su ovest Valpadana, anche fitte nel Torinese, in dissolvimento con il passare delle ore
                      -ultime piogge all'estremo sud in attenuazione
                      -modesti passaggi nuvolosi al nord in giornata
                      -rialzo termico deciso al centro e al sud
                      kim-lea e oreip piace questo post.

                      COMMENTA


                      • Zoom Testo
                        #117
                        Nord Europa nel GELO, mitezza altrove

                        Diamo uno sguardo alle temperature della scorsa notte in Europa


                        Temperature - Oggi, ore 11.30




                        Il grande gelo resta per il momento arroccato sul nord Europa, mentre la parte centro-meridionale del Continente è alle prese con una mitezza quasi primaverile.

                        Ecco le temperature della scorsa notte registrate in Europa...e non solo:



                        E' evidente l'alito molto mite delle correnti occidentali (freccia rossa) che interessa praticamente tutta l'Europa centro-meridionale.

                        Si notano valori minimi a due cifre su diverse aree della Francia, sulla Penisola Iberica e in area mediterranea. Anche alcuni settori della Germania occidentale si avvicinano ai 10°, valori davvero elevati per il periodo.

                        A nord della linea gialla invece cambia tutto. Qui regna l'inverno crudo e gelido con valori anche inferiori a -25°, indicativamente dal Baltico verso nord.

                        Nei prossimi giorni il freddo tenterà di conquistare anche l'Europa centrale; ci potrebbe riuscire all'inizio della settimana prossima. Il Bacino del Mediterraneo seguiterà invece ad avere temperature miti.
                        oreip piace questo post.

                        COMMENTA


                        • Zoom Testo
                          #118
                          Meteo a 7 giorni: MITEZZA ESTREMA sull'Italia in attesa della PIOGGIA su molte regioni

                          Confermata la fase molto mite e relativamente stabile in Italia fino a sabato 6 febbraio. A seguire perturbazioni atlantiche in serie e piogge su molte regioni.


                          La sfera di cristallo - Oggi, ore 15.40

                          Stiamo vivendo un inizio di febbraio con temperature davvero gentili. L'affossamento di una depressione in sede iberica invierà sull'Italia correnti molto miti di matrice meridionale che faranno salire i termometri verso valori davvero insoliti per il periodo.

                          La giornata più mite (anzi, in alcuni casi anche abbastanza calda) sarà sabato 6 febbraio. Vi proponiamo le temperature previste al suolo nelle ore centrali della giornata in parola:



                          Sulla Sardegna farà addirittura UN PO' CALDO, con punte di 25° nel sud dell'Isola. Valori attorno a 20-22° si registreranno in Sicilia, sulla Calabria, la Puglia, la Campania fino a raggiungere il Lazio.

                          Temperature relativamente più basse, ma sempre superiori alla media, si registreranno al nord e compresi tra glidella pianura piemontese e gli 11° del nord-est.

                          Ad interrompere questo anticipo di primavera ci penserà una perturbazione atlantica, che nella giornata di domenica 7 febbraio bagnerà gran parte d'Italia con piogge talora intense. Ecco la previsione grafica per la giornata festiva:



                          Le piogge interesseranno soprattutto il nord, le regioni centrali tirreniche e la Sardegna settentrionale. La neve cadrà solo sulle Alpi a quote superiori a 1500-1600 metri.

                          A seguire, si aprirà un corridoio di correnti abbastanza temperate di matrice atlantica con il transito di diverse perturbazioni. Il corpo nuvoloso successivo potrebbe interessare l'Italia tra martedi 9 e mercoledi 10 febbraio:



                          Il freddo intenso resterà confinato sull'Europa centro-settentrionale senza interessarci, ma se volete delucidazioni sul tempo a lungo termine leggete la rubrica Fantameteo.

                          RIASSUMENDO: fino a sabato 6 febbraio clima molto mite e nel complesso asciutto sull'Italia con lunghi momenti soleggiati al centro-sud e qualche debole pioggia al nord-ovest. Temperature superiori a 20° al sud e sulle Isole.

                          Domenica 7 febbraio: maltempo al nord, sul Tirreno e la Sardegna settentrionale con piogge anche intense. Neve sulle Alpi sopra i 1500-1600 metri. Clima variabile e asciutto al sud e lungo il versante adriatico.

                          Tra lunedi 8 e martedi 9 febbraio: estrema variabilità in un contesto ventoso e rovesci sparsi specie nelle aree interne, neve sulle Alpi. Clima nel complesso temperato.

                          Mercoledi 10 febbraio: nuova perturbazione in azione al nord e al centro con piogge in pianura e neve sulle Alpi, in estensione poi al resto d'Italia nella giornata successiva.

                          Autore : Paolo Bonino
                          oreip e kim-lea piace questo post.

                          COMMENTA


                          • Zoom Testo
                            #119
                            Meteo 7 giorni: la riscossa della PIOGGIA sull'Italia

                            Correnti atlantiche piuttosto spinte interesseranno l'Italia nei prossimi giorni portando molta pioggia e un clima nel complesso non freddo.


                            La sfera di cristallo - Oggi, ore 15.40

                            Saranno due le perturbazioni che ci interesseranno nei prossimi sette giorni. La prima arriverà domenica 7 febbraio, dopo un interminabile richiamo di aria mite dal nord Africa; la seconda è attesa sull'Italia nella giornata di mercoledi 10 febbraio e concluderà la sua marcia sulle regioni meridionali giovedi 11.

                            La corrente portante sarà occidentale, di conseguenza non aspettiamoci cali termici sensibili, anzi, il clima sarà spesso mite.

                            La prima mappa mostra la previsione grafica attesa per domenica 7 febbraio:




                            L'ombrello servirà su molte regioni, segnatamente al centro e al nord. La neve cadrà solo sulle Alpi oltre i 1400-1600 metri. Si salveranno da questo abbraccio piovoso le estreme regioni meridionali, la Sardegna orientale e il versante adriatico.

                            Passato questo sistema perturbato, si apriranno due giorni variabili /instabili sulla nostra Penisola dettati da correnti occidentali fresche, ma non fredde. Avremo in sostanza rovesci concentrati essenzialmente sul Tirreno e parte delle regioni del nord, con la neve che sulle Alpi potrebbe scendere fino a 1200-1300 metri.

                            Un nuovo intenso peggioramento potrebbe sopraggiungere nella giornata di mercoledi 10 febbraio. Lo vediamo schematizzato nella mappa sinottica prevista per le ore centrali della giornata in parola:



                            Questo secondo fronte sarà accompagnato da temperature più basse sulle regioni settentrionali; tutto ciò potrebbe favorire nevicate a quote collinari specie sul nord-ovest (400-600 metri); clima invece mite sul resto d'Italia con rischio di piogge intense soprattutto sul Tirreno ed i settori interni.

                            Giovedi 11 febbraio la retroguardia di questa perturbazione agirà ancora sul medio-basso Adriatico e al meridione dove si attiveranno alcuni rovesci. Altrove avremo invece un miglioramento, in un contesto termico abbastanza fresco e ventilato.

                            Arriveremo così a venerdi 12 febbraio quando l'atmosfera potrebbe prendersi una pausa sul Mediterraneo e l'Europa meridionale con la costruzione di una zona di alta pressione comandata da aria molto mite:



                            Il cielo non sarà del tutto sereno, ma il clima risulterà gradevole e senza ulteriori precipitazioni.

                            RIASSUMENDO

                            Sabato 6 febbraio tempo molto mite e abbastanza stabile al centro-sud; nubi invece al nord con piogge al nord-ovest in serata.

                            Domenica 7 febbraio: rovesci al nord, lungo il Tirreno, le zone interne e la Sardegna occidentale. Neve solo oltre i 1400-1600 metri. Altrove nubi sparse senza piogge. Temperature in calo ad iniziare dal nord.

                            Lunedi 8 e martedi 9 febbraio: spiccata variabilità con rovesci anche di tipo temporalesco alternati a lunghe pause assolate. Fenomeni più intensi lungo il Tirreno, neve sulle Alpi sopra i 1200-1300 metri, più fresco ovunque.

                            Mercoledi 10 febbraio; maltempo al nord e al centro con piogge anche intense. Neve al nord-ovest sopra i 400-600 metri, 800-1000 metri sul restante arco alpino. Ventoso ovunque e più freddo al nord.

                            Giovedi 11 febbraio: rovesci sul medio Adriatico e al meridione, per il resto situazione in miglioramento in un contesto termico fresco e ventoso.

                            Venerdi 12 febbraio: variabilità con belle schiarite e clima mite ovunque.
                            oreip e kim-lea piace questo post.

                            COMMENTA


                            • Zoom Testo
                              #120
                              E arrivata la primavera qua, sole che brucia verzellini cardellini che cantano ha scoppiare tortore bianche che già si uniscono e colombacci che volteggiano in parata, che meteo strano
                              oreip piace questo post.

                              COMMENTA

                              Accedi o Registrati

                              Comprimi

                              Pubblicita STANDARD

                              Comprimi

                              Ultimi post

                              Comprimi

                              Sto operando...
                              X