annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Pubblicita 600x70

Comprimi

!

Comprimi
Ciao, Ospite! Oggi è il N/A Sono le ore N/A

Meteo stagione 2020/2021

Comprimi
Questa è una discussione evidenziata.
X
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Zoom Testo
    #166
    MEDIO TERMINE: modelli UNITI verso un PEGGIORAMENTO da ovest

    Questa mattina abbiamo la quasi completa collimazione in merito al peggioramento atteso sull'Italia durante la settimana prossima.

    In primo piano - Oggi, ore 11.15

    Capita raramente di avere una quasi completa collimazione dei modelli in merito ad un cambiamento del tempo contemplato ad una settimana di distanza; solitamente c'è sempre un elaborato che "stona" o fa il "bastian contrario", creando notevoli difficoltà al previsore di turno.

    Questa volta (caso molto strano) tutti i modelli sono uniti e proseguono senza sbandamenti verso una fase di maltempo che potrebbe impegnare l'Italia nella prima parte della prossima settimana, ad iniziare dai settori di ponente.
    Gli elaborati sono stabili sia nelle loro corse ufficiali che nelle rispettive medie. A titolo di esempio, vi mostriamo la media degli scenari americana ed europea per la giornata di martedi 11 maggio.
    Iniziamo con la media di tutti gli scenari imbastita questa mattina dal modello americano per le ore centrali di martedi 11 maggio:


    Si nota una saccatura, ovvero una figura aperta di bassa pressione, affondare come una lama nel burro sul Mediterraneo occidentale, proponendo un gomito di correnti meridionali sul nostro Paese.
    Questa situazione, se dovesse essere confermata, sarebbe foriera di cattivo tempo al nord e al centro, specie sul lato tirrenico, ma in probabile estensione al resto d'Italia nei giorni seguenti.
    La media degli scenari del modello europeo per la medesima giornata (martedi 11 maggio) risulta quasi sovrapponibile a quella del collega di oltre oceano:



    Come vedete, le differenze che si possono apprezzare osservando attentamete i due elaborati, sono minime. In sostanza, anche la media europea è concorde in merito ad un forte peggioramento da ovest sull'Italia all'inizio della settimana prossima.

    Infine, per completezza di informazione e non disponendo della media degli scenari del modello canadese, vi proponiamo la sua tesi ufficiale, valida sempre per martedi 11 maggio:



    Anche la corsa ufficiale del modello canadese conferma, seppure con un asse maggiormente occidentale; in altre parole, secondo questo elaborato, il peggioramento potrebbe sopraggiungere con circa 6-8 ore di ritardo, ma non vi sarebbe scampo lo stesso al cambiamento.

    Autore : Paolo Bonino
    oreip e erchiappetta piace questo post.

    COMMENTA


    • Zoom Testo
      #167
      Grazie Maurizio!!
      Fiero ed Orgoglioso di essere Cacciatore ed avere MYGRA come forum di Caccia
      Mauro, Angelo e Sasa53... non vi dimenticherò!!!!
      Credo che l'amore per la caccia sia innato e che scateni un'attrazione fatale che non è facile a definirsi con le parole....
      Ciò che abbiamo fatto solo per noi stessi muore con noi. Ciò che abbiamo fatto per gli altri e per il mondo resta ed è immortale.
      (Harvey B. Mackay)


      COMMENTA


      • Zoom Testo
        #168
        MALTEMPO su mezza Italia, specie al nord

        Piogge e temporali ad intermittenza sul settentrione, rovesci anche al centro, caldo temporaneo al sud. Mercoledì residui fenomeni su nord-est e zone interne del centro, specie marchigiane. In seguito...

        Prima pagina - Oggi, ore 08.02

        SITUAZIONE: una perturbazione sta interessando il nostro settentrione e le regioni centrali determinando precipitazioni a tratti diffuse. La formazione di una modesta depressione al suolo sulla Valpadana, rallenterà il transito del fronte, rinnovando la fenomenologia e favorendo la formazione di temporali pomeridiani e serali. Qui la sommatoria dei fenomeni previsti sino alle 20 di oggi:





        NOTTE su mercoledì: i fenomeni proseguiranno nella notte su mercoledì sul nord-est e la Lombardia, mentre dei piovaschi investiranno le coste dell'alto e medio Tirreno, così come evidenzia la mappa seguente:



        EVOLUZIONE: mercoledì i fenomeni si localizzeranno sul nord-est e le zone interne del centro, segnatamente quelle marchigiane, ampie schiarite altrove ma venti freschi da ovest che abbasseranno le temperature anche al sud; il basso Tirreno verrà raggiunto da nuvolaglia irregolare con locali piovaschi non esclusi. Ecco la mappa relativa alla giornata:



        GIOVEDI tempo simile con nuvolaglia sui versanti tirrenici e al nord, specie sul Triveneto, dove più alto risulterà il rischio di rovesci, clima mite e gradevole, fin fresco al nord.

        VENERDI accentuazione dell'instabilità al nord con fenomeni prevalentemente temporaleschi durante le ore pomeridiane, qualche spunto temporalesco non escluso anche al centro, specie sulla Toscana, come mostra la nostra mappa riassuntiva dei fenomeni previsti:



        FINE SETTIMANA: sabato una corposa perturbazione transiterà sull'Italia impegnando soprattutto il centro e il sud, mentre al nord i fenomeni risulteranno passeggeri. Attesi molti temporali, specie tra Lazio e Campania, qui la mappa riassuntiva delle precipitazioni previste:



        DOMENICA generale miglioramento.

        OGGI da notare:
        -i rovesci anche intensi al nord, i temporali pomeridiani in Valpadana e sulle zone interne del centro
        -il caldo temporaneo al sud con qualche punta di 30°C

        GUARDA il movimento della perturbazione!



        Autore : Alessio Grosso
        oreip e walker960walker piace questo post.

        COMMENTA


        • Zoom Testo
          #169
          Meteo: settimana dinamica con temporali in agguato e temperature fresche

          Sarà lenta la transizione verso l'estate. L'anticiclone non riesce ad arginare la baldanza delle correnti fresche ed instabili di origine atlantica. Stamane temporali sull'estremo nord-est, poi migliora, ma da martedì altri temporali in arrivo al nord, in trasferimento al centro e al sud tra mercoledì e giovedì.

          Prima pagina - Oggi, ore 07.56

          SITUAZIONE: la coda di una perturbazione sta interessando l'estremo nord-est con un carico di rovesci temporaleschi importanti, come mostra anche la previsione del modello ad area limitata per la prima parte della mattinata:





          Tempo migliore sul resto del Paese, grazie alla rotazione delle correnti dai quadranti nord occidentali ma con passaggi nuvolosi a media quota sulle regioni centrali. Nel pomeriggio qualche locale spunto temporalesco lungo la dorsale appenninica. Temperature gradevoli, in aumento sul nord-ovest e sulle regioni centrali, ancora un po' caldo al sud.

          EVOLUZIONE: martedì un altro impulso temporalesco colpirà il settentrione tra il pomeriggio e la serata determinando rovesci anche intensi tra Lombardia e soprattutto Triveneto, come mostra la mappa seguente:



          MERCOLEDI i temporali scivoleranno lungo l'Adriatico ma i fenomeni tenderanno a localizzarsi segnatamente tra coste venete e giuliane, Romagna e Marche, senza riuscire a coinvolgere zone più a sud, e spegnendosi entro la mattinata, come evidenzia la mappa seguente:



          GIOVEDI invece correnti più fresche da nord favoriranno instabilità più marcata su gran parte del centro e del sud e localmente anche sul nord-est, mentre il nord-ovest rimarrà sottovento e in cielo sereno, noi coinvolte le Isole Maggiori, temperature in generale calo salvo al nord-ovest, qui le precipitazioni attese tra le 15 e le 18:



          VENERDI generale miglioramento con temperature fresche al mattino, in aumento nei valori massimi.

          FINE SETTIMANA: nuovi disturbi interverranno gradualmente al nord, sabato con nuvolaglia e qualche sporadico fenomeno, più probabile nelle Alpi, domenica con il passaggio, segnatamente nel pomeriggio-sera, di un impulso temporalesco in movimento da ovest verso est con calo termico e rischio di locali grandinate.

          Autore : Alessio Grosso
          oreip piace questo post.

          COMMENTA


          • Zoom Testo
            #170
            ....e Daje.... stavolta lo dico io...

            Fine settimana a rischio PIOGGIA al nord, STABILE al sud e sulle Isole

            Sarà un fine settimana quasi estivo al sud e su parte del centro, a rischio pioggia per il nord.

            Week-end - Oggi, ore 09.55

            Italia divisa in due nel prossimo fine settimana. Su gran parte del centro e al meridione il tempo sarà buono, mentre il nord e la Toscana rischieranno di essere avvolti da molta nuvolosità con la possibilità di qualche pioggia o rovescio.

            La prima mappa incentrata per la mezzanotte su domenica 23 maggio, mostra la coda di una perturbazione che tenderà ad adagiarsi sul nostro settentrione.


            Notate inoltre come il centro e il meridione saranno protetti da un lembo dell'anticiclone africano che campeggerà alle basse latitudini.

            Dal punto di vista dei fenomeni, queste sono le precipitazioni secondo il modello americano, valide per le ore centrali di sabato 22 maggio:



            Le aree maggiormente interessate dai fenomeni sembrano essere la fascia alpina, prealpina, l'alta Pianura Padana e la Liguria. Su queste zone interverranno rovesci anche a carattere temporalesco. Altrove il rischio di pioggia dovrebbe essere più basso. In giornata qualche rovescio potrebbe interessare anche la Toscana, specie il settore settentrionale della regione, mentre sul resto del centro e al meridione avremo gran sole e cielo sereno.

            La giornata di domenica 23 maggio è al momento ancora incerta dal punto di vista meteo. In questa sede ci limitiamo a mostrarvi la probabilità di pioggia imbastita questa mattina dal modello americano per la giornata in parola:



            La probabilità più ELEVATA che possa piovere spetta alla fascia alpina, prealpina e all'alta pianura centro-orientale. Sul resto del nord e sull'alta Toscana la probabilità che possa piovere viene giudicata MEDIA, mentre sul resto d'Italia BASSA o NULLA.

            Autore : Paolo Bonino
            walker960walker e oreip piace questo post.

            COMMENTA


            • Zoom Testo
              #171
              Mentre l'Europa resta al freddo, sulla Russia è già estate!

              Un'ondata di caldo fuori stagione interessa la Rusisa occidentale, dove sono stati abbattuti alcuni record di caldo. L'Europa resta al freddo.

              In primo piano - Oggi, ore 11.15


              Mentre l'Europa centrale sta vivendo un periodo caratterizzato da anomalie negative della temperatura, sul resto del pianeta la primavera 2021 è risultata una delle più calde dell'ultimo decennio. Anomalie termiche positive assai pronunciate sono state misurate sulla Russia occidentale, con valori di temperatura praticamente estivi anche nel cuore delle steppe siberiane. Nei prossimi giorni, con il progredire della stagione, la massa di aria calda riuscirà a spingersi ancora più a nord, arrivando perfino a sfiorare le calotte glaciali dell'artico, con valori termici sulla soglia dei 30 gradi.
              Un regime depressionario interessa ormai da molti giorni il continente europeo. Venti nord-occidentali freddi ed instabili si portano verso l'Europa centrale, facendo sentire la loro influenza anche sul nostro Paese, per questo motivo le temperature ancora adesso risultano generalmente inferiori alle medie del periodo. La Russia occidentale ricade lungo il lato ascendente della saccatura, sperimentando un crescente rialzo della temperatura a causa della persistente ventilazione meridionale.
              Il clima caldo e secco sta favorendo già adesso la propagazione di incendi che divorano ettari di bosco. Si tratta di un problema che negli ultimi anni si è presentato con notevole frequenza, specialmente nelle estati 2019/2020 andarono in fumo diverse migliaia di ettari di vegetazione, con i cosiddetti "incendi zombie" che riescono a sopravvivere sotto terra grazie alla combustione della torba, per poi riemergere in superficie durante il periodo estivo.
              Qui di seguito vi scriviamo alcuni record assoluti di caldo per il mese di maggio che sono stati misurati in alcune località della Russia occidentale:

              +34°C Ulyanovsk, +33.5 Poretskoe, +32°C Elat'ma, +31.9°C Lukoyanov, +31.7°C Ryaza. Record assoluto mensile per Elabuga con +33.3°C. Anche Mosca è stata sfiorata dal caldo intenso, misurando una temperatura di +30.6°C, solo 4 decimi inferiore al suo record decadale.


              Autore : William Demasi
              walker960walker e oreip piace questo post.

              COMMENTA


              • Zoom Testo
                #172
                CONFERME: fine settimana disturbato da una PERTURBAZIONE al nord

                La coda di una perturbazione disturberà il tempo sulle regioni settentrionali e in parte sulla Toscana.

                Week-end - Oggi, ore 09.40

                In bella mostra la coda perturbata che disturberà il prossimo fine settimana al settentrione. La mappa è incentrata per il primo pomeriggio di sabato 22 maggio:



                Mentre il centro, ma soprattutto il sud e le Isole saranno protette da un lembo dell'alta pressione africana, il settentrione resterà palesemente sotto il tiro delle correnti fresche atlantiche.
                Il sistema frontale sarà diretto essenzialmente verso l'Europa centrale, ma lambirà con la sua coda il nord con fenomeni soprattutto sulle Alpi e le alte pianure.
                La prima mappa mostra la sommatoria dei fenomeni attesi in Italia nell'arco di tutta la giornata di sabato 22 maggio:



                Rovesci e qualche temporale interesseranno Alpi, Prealpi, zone di pianura settentrionali e il Triveneto. In questi settori avremo i fenomeni più forti. Piovaschi sparsi saranno comunque possibili sul restante settentrione e l'alta Toscana, la senza dare accumuli importanti.
                Sul resto d'Italia bel tempo e temperature in aumento specie al sud e sulla Sicilia.
                Questa invece è la sommatoria delle precipitazioni attese per domenica 23 maggio:



                Ancora rischio di piovaschi sparsi tra il nord-est, la Liguria e la Toscana, anche se la situazione dovrebbe migliorare durante il giorno. Su tutte le altre regioni nessun cambiamento, solo un parziale aumento delle nubi nelle aree interne del centro, ma senza fenomeno annessi.

                Autore : Paolo Bonino
                oreip e walker960walker piace questo post.

                COMMENTA


                • Zoom Testo
                  #173
                  MALTEMPO: Martedi 25 maggio molti TEMPORALI al nord!

                  Un nuovo carico di temporali è previsto al nord nella giornata di martedi 25 maggio.

                  In primo piano - Oggi, ore 10.10

                  Non si ferma il fiume perturbato atlantico che da giorni sta determinando maltempo sull'Europa centrale e marginalmente sul nord Italia. L'inizio della settimana prossima proporrà una nuova perturbazione che interesserà l'alta Italia segnatamente nella giornata di martedi 25 maggio.


                  Rispetto alla perturbazione del week-end, questa sembra entrare meglio, coadiuvata da un minimo barico in prossimità del Mar Ligure. Di conseguenza i fenomeni al nord potrebbero essere maggiormente diffusi e non limitati ai settori alpini e prealpini.

                  La seconda mappa mostra la sommatoria delle precipitazioni attese sull'Italia nell'arco della giornata di martedi 25 maggio:



                  Una strisciata di rovesci e temporali anche intensi veleggerà da ovest verso est sull'Italia settentrionale, ad eccezione forse dell'Emilia Romagna.
                  Qualche piovasco di poco conto potrebbe interessare la Toscana e l'Umbria, ma con accumuli nel complesso scarsi. Sul restante centro, il sud e le Isole il tempo resterà invece buono ed accompagnato da temperature elevate specie al meridione e sulla Sicilia; clima invece fresco al nord sotto eventuali temporali.

                  Autore : Paolo Bonino
                  oreip e walker960walker piace questo post.

                  COMMENTA


                  • Zoom Testo
                    #174
                    Qualcosa è cambiato, anticipato il peggioramento di inizio settimana.

                    METEO: al via una fase spesso instabile al nord, variabile al centro, caldo estivo al sud

                    Al nord sarà un susseguirsi di perturbazioni, alcune anche intense, il centro marginalmente coinvolto, il sud riceverà il soffio caldo africano e sperimenterà punte termiche anche superiori ai 30°C.

                    Prima pagina - Oggi, ore 07.52

                    SITUAZIONE: un sistema frontale si avvicina al nord Italia. Al momento sta determinando nuvolosità alta e stratiforme con la sua parte calda, mentre il fronte freddo atteso tra la notte e il mattino di sabato andrà a determinare piogge e rovesci lungo le Alpi, piovaschi in Valpadana e sulla Liguria, come vediamo nella mappa qui sotto:

                    Nel contempo aria progressivamente più calda affluirà al centro ma soprattutto al sud, dove si cominceranno a sfiorare i 30°C, come si vede nella mappa termica a 1500m prevista per sabato pomeriggio:

                    EVOLUZIONE: domenica al nord aria fresca in quota andrà ancora a determinare annuvolamenti cumuliformi associati a qualche spunto temporalesco, specie su Alpi e Triveneto, nel contempo al centro e al sud seguiterà ad affluire aria calda di matrice africana, qui la distribuzione dei fenomeni prevista per domenica:

                    GUASTO: un altro doppio passaggio perturbato interesserà il nord tra lunedì e martedì, dapprima con piogge, poi anche con temporali tra la notte su martedì e la successiva mattinata. La zona che potrebbe ricevere i maggiori apporti precipitativi sembra inizialmente quella del Piemonte orientale, poi toccherebbe al Triveneto, ma seguite gli aggiornamenti.

                    Qui sotto la dinamica prevista con le piogge attese per lunedì e quelle per la notte su martedì, quando qualche rovescio o temporale potrebbe raggiungere anche il centro:





                    CALDO: la spinta delle correnti sud occidentali porterà ancora aria calda sul meridione e l'effetto della ricaduta favonica del vento su Sicilia e Puglia potrebbe portare punte anche prossime ai 35°C su queste zone, se non addirittura superiori.

                    Da MERCOLEDI 26 miglioramenti al nord, meno caldo anche sul resto del Paese grazie alla rotazione dei venti da ovest. Seguite comunque tutti gli aggiornamenti!

                    Da notare oggi:
                    -l'estesa nuvolaglia stratiforme al nord, in parziale sconfinamento anche al centro
                    -le piogge in arrivo nella notte al settentrione
                    Autore : Alessio Grosso
                    oreip piace questo post.

                    COMMENTA


                    • Zoom Testo
                      #175
                      Meteo: tanto sole ma ancora instabilità al nord-est, calo termico al sud

                      Ripristino di condizioni soleggiate, ma ancora note di instabilità tra Veneto e Friuli Venezia Giulia, la rotazione dei venti ad ovest favorirà un certo calo termico al sud.

                      Prima pagina - Oggi, ore 07.52

                      SITUAZIONE: dopo il transito della perturbazione di lunedì, che ha interessato quasi esclusivamente il nord, il tempo torna tranquillo ma una moderata instabilità insisterà ancora nel pomeriggio al nord-est almeno sino a giovedì. La rotazione delle correnti dai quadranti occidentali ridimensionerà le temperature sul meridione, dopo i picchi notevoli di caldo registrati ieri, qui sotto il tempo previsto per oggi:




                      Ecco invece le temperature previste per il pomeriggio di mercoledì 26; si notano in effetti valori di 26-27°C al sud, del tutto normali comunque per il periodo, per il resto si viaggerà sui 23-24°C come punte massime:



                      EVOLUZIONE: giovedì lieve accentuazione dell'attività temporalesca sul Triveneto e passaggio di un modesto corpo nuvoloso afro-mediterraneo a ridosso della Sicilia con qualche piovasco possibile, come mostra la mappa qui sotto:



                      FINE SETTIMANA: tra sabato e domenica aria fresca in arrivo da nord-est determinerà condizioni di instabilità al nord, specie a ridosso delle montagne ed occasionalmente anche sull'Appennino centro-settentrionale, tempo migliore altrove ma ancora con temperature assolutamente gradevoli, qui la sintesi del tempo previsto con in blu le aree a maggior rischio di rovesci:



                      CANALE DEPRESSIONARIO: la corrente fresca da nord-est scaverà un canale depressionario almeno sino a mercoledì 2 giugno; esso determinerà condizioni di instabilità e un calo delle temperature che tenderanno a portarsi al di sotto delle medie del periodo. Seguite comunque tutti gli aggiornamenti!

                      Autore : Alessio Grosso


                      P.S. aggiungo io: che du cojoni
                      walker960walker e oreip piace questo post.

                      COMMENTA


                      • Zoom Testo
                        #176
                        Maggio da record: sulle Alpi Giulie fino a 5 metri di neve al suolo, non accadeva da 70 anni

                        In primo piano - Oggi, ore 06.09


                        Siamo ormai prossimi al mese di Giugno, ma lo scenario sulle Alpi è ancora prettamente invernale. Dopo un inverno in cui le nevicate non erano di certo mancate, la stagione primaverile sta regalando tanta altra neve alle nostre montagne, specialmente nelle ultime settimane.
                        In questo mese di Maggio, infatti, il clima fresco e spesso instabile dovuto al passaggio di perturbazioni nord-atlantiche sta determinando ulteriori nevicate in quota e sta contribuendo a mantenere un importante manto nevoso al suolo in molte zone alpine.
                        Gli accumuli nevosi sono addirittura eccezionali nell'area delle Alpi Giulie.
                        A documentarlo la Società meteorologica Alpino-Adriatica, che sul sito www.aametsoc.org ha pubblicato un approfondimento sul manto nevoso presente nella zona delle Alpi Giulie slovene, a pochi chilometri dal confine col Friuli Venezia Giulia.
                        Sotto le pareti del monte Triglav (2864 m) lo spessore neve al nivometro ha raggiunto i 510 cm il 24 maggio, la più alta misura mai osservata alla stessa data da almeno 67 anni, da quando cioè nel 1954 iniziarono le misure sistematiche. 30 km più ad ovest e 700 m più in basso, nei pressi del rifugio Gilberti, resistono ancora 3 metri e mezzo di neve al suolo, circa 2 metri in più del valore normale."
                        Molto spesso in passato, spiega la società meteorologica, "il mese di maggio è risultato un mese di forte fusione e riduzione dello spessore della neve che, grazie ai primi tepori primaverili, generalmente si riduce di circa 120 cm in 31 giorni, dai 310 cm medi di inizio mese ai 190 cm di fine mese (climatologia 1979-2020).
                        I due mesi primaverili di marzo ed aprile 2021, con quasi totale assenza di precipitazioni, hanno però fatto ridimensionare l`anomalia nevosa positiva, tanto che alla fine di aprile rimanevano 317 cm di neve alla Kredarica, rispetto ad una media normale di 312 cm. I quasi 2 metri di perdita di spessore dall`inizio di febbraio si devono a diversi fattori quali il naturale assestamento del manto nevoso, l`erosione prodotta dall`azione del vento e le due ondate di caldo anomalo, dalle caratteristiche quasi estive, a fine febbraio e fine marzo. La repentina ripresa delle precipitazioni a maggio, associata alle basse temperature soprattutto in quota, ha quest`anno un po` stravolto il normale andamento del quinto mese dell`anno 2021, trasformandolo in un mese di accumulo."
                        "Tale caratteristica si è evidenziata però solo ad alta quota, mentre più in basso, come il caso del Canin ai 1830 m della stazione meteorologica del Livinal Lunc, le temperature più elevate hanno generalmente inibito l`accumulo. Nel corso del mese di maggio al Livinal Lunc si perdono normalmente circa 160 cm di neve, ma le ricorrenti nevicate inframmezzate a eventi piovosi hanno contribuito quest`anno a mantenere di fatto quasi invariati gli spessori acquisiti. Dall`inizio di maggio e fino ad oggi (25 maggio) si sono infatti persi solamente una trentina di cm."

                        Autore : Redazione MeteoLive.it
                        oreip e walker960walker piace questo post.

                        COMMENTA


                        • Zoom Testo
                          #177
                          MODELLO EUROPEO: nuova FASE INSTABILE alle porte, poi AZZORRE in rispolvero?

                          La prossima settimana potrebbe essere contrassegnata da un clima instabile e non caldo. Nel week-end si potrebbe far vedere l'alta pressione delle Azzorre...

                          In primo piano - Oggi, ore 09.50

                          Non ci sono buone notizie a medio termine sul fronte della stabilità in Italia. Passato questo periodo relativamente soleggiato, la bilancia tornerà a pendere verso i rovesci ed i temporali che questa volta colpiranno anche il centro e il meridione.
                          Colpa dell'alta pressione delle Azzorre che in un primo tempo farà una nuova migrazione verso nord-est portando l'estate sul Regno Unito. Di rimando, l'Europa centrale e l'Italia si troveranno sotto il tiro di correnti fresche da nord-est con tempo instabile e più fresco a partire dalla giornata di sabato 29 maggio.
                          La prima mappa, valida per la notte tra domenica 30 e lunedi 31 maggio, risulta molto eloquente:


                          Il modello nostrano mostra molto bene lo slancio dell'alta pressione verso nord-est e l'aria fresca in procinto di entrare nel calderone mediterraneo con tutte le conseguenze del caso. La formazione di una depressione sul centro-nord potrebbe divenire realtà, determinando rovesci o temporali a macchia di leopardo un po' ovunque, in un contesto non caldo.

                          Se ci spostiamo a mercoledi 2 giugno, notiamo l'Italia tra le braccia di una blanda depressione:



                          In questo frangente, i temporali saranno maggiormente probabili al centro e al sud, mentre al nord e sul Tirreno si avrebbero condizioni migliori anche se instabili.
                          Notate comunque l'alta pressione delle Azzorre che cercherà di correggere il tiro, puntando il suo naso in direzione dell'Europa centro-occidentale. Potrebbe essere questo un segnale di miglioramento per la nostra Penisola ad iniziare dai settori di ponente e dalla Sardegna.

                          Sabato 5 giugno lo slancio anticiclonico verso est sarà ancora più palese:



                          La figura stabilizzante potrebbe dare una spallata alle condizioni di instabilità, deviandole verso l'Europa orientale, introducendo un tempo più stabile e caldo in Italia ad iniziare dai settori occidentali. Vedremo se le cose andranno realmente così...

                          Autore : Paolo Bonino
                          oreip e walker960walker piace questo post.

                          COMMENTA


                          • Zoom Testo
                            #178
                            Chi aveva già piantato l'orto al nord....credo che a giugno lo debba ripiantate!
                            Ciao Mauretto, sarai sempre nei miei pensieri.
                            Sta il cacciator fischiando
                            sull'uscio a rimirar..........

                            COMMENTA


                            • Zoom Testo
                              #179
                              Infiltrazioni di ARIA FRESCA sull'Italia: qualche TEMPORALE sui rilievi nel pomeriggio

                              Ancora per oggi, lunedi 31 maggio, si presenteranno infiltrazioni fresche dai quadranti nord-orientali con qualche temporale sui rilievi nei pomeriggio. Domani, martedi 1 giugno, situazione migliore.

                              Prima pagina - Oggi, ore 07.40


                              Diamo subito un'occhiata all'immagine satellitare in movimento che ritrae il tempo delle ultime ore sul nostro Continente:



                              Notiamo una vasta zona di cielo sereno ubicata in prossimità dell'Europa centro-settentrionale; qui agisce un vasto anticiclone con centro sulla Scandinavia. Più a sud e piu ad est si manifestano invece infiltrazioni di aria instabile che nel caso dell'Italia arrivano dai quadranti nord-orientali.
                              Ecco il motivo della nuvolosità che agisce questa mattina sul Bel Paese, che è stata causa nella notte di rovesci segnatamente sui settori settentrionali ed occidentali del Piemonte.
                              Cosa succederà nelle prossime ore in Italia? Ancora per oggi, lunedi 31 maggio, si rinnoveranno queste infiltrazioni fresche da nord-est che causeranno qualche temporale nel pomeriggio sui rilievi. Ecco la sommatoria delle precipitazioni attese in Italia fino alle 20 di questa sera:



                              Temporali nel pomeriggio su arco alpino centro-occidentale ed orientale, con rari sconfinamenti sulle pianure sottostanti. Qualche piovasco sempre nel pomeriggio, sarà possibile sull'Appennino Ligure, nelle aree interne della Sardegna, sul Lazio e le zone interne della Sicilia.
                              Su tutte le altre regioni il tempo sarà buono o discreto e con temperature su valori gradevoli.
                              Diamo uno sguardo anche alla giornata di domani, martedi 1 giugno



                              Il primo giorno dell'estate meteorologica sarà caratterizzato dal sole su gran parte d'Italia e con temperature in moderato aumento. Qualche piovasco o temporale nel pomeriggio sarà possibile sulle Alpi, l'Appennino settentrionale e le zone interne del Lazio, ma cose di poco conto; ventilazione da nord in graduale attenuazione su tutta l'Italia.

                              Autore : Paolo Bonino
                              oreip e walker960walker piace questo post.

                              COMMENTA


                              • Zoom Testo
                                #180
                                Festa del 2 GIUGNO con molto SOLE e qualche ROVESCIO locale

                                Alta pressione sul Mediterraneo occidentale, ma qualche disturbo non mancherà, indotto da un flusso moderatamente fresco dai quadranti orientali.

                                In primo piano - 30 Maggio 2021, ore 09.30

                                La Festa della Repubblica si annuncia abbastanza soleggiata sulla nostra Penisola. Il quadro sinottico previsto per le ore centrali della giornata festiva mostra una blanda zona anticiclonica presente sul Mediterraneo occidentale:




                                Ad insidiare questa isola di bel tempo avremo correnti moderatamente fresche in arrivo dai quadranti orientali che scorreranno sul bordo meridionale di un vasto anticiclone presente in sede scandinava.
                                Di conseguenza, il tempo sull'Italia risentirà di qualche disturbo, come mostra la sommatoria delle precipitazioni attese sul nostro Paese per l'intera giornata festiva



                                Oltre ai piovaschi di stagione sulle Alpi, segnaliamo la possibilità di qualche pioggia tra la Sardegna e la Sicilia, stante il passaggio di una debole perturbazione alle basse latitudini del Mediterraneo.
                                Su tutte le altre regioni avremo bel tempo e temperature nel complesso gradevoli. Qualche addensamento sarà probabile nel pomeriggio nelle aree interne del centro, ma con basso rischio di pioggia.

                                Autore : Paolo Bonino
                                oreip e walker960walker piace questo post.

                                COMMENTA

                                Accedi o Registrati

                                Comprimi

                                Pubblicita STANDARD

                                Comprimi

                                Ultimi post

                                Comprimi

                                Sto operando...
                                X