annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Meteo stagione 2020/2021

Comprimi

Sostieni Mygra per la stagione venatoria 2020/21 - Offrici un caffè

Comprimi
Ciao, Ospite! Subito per te l'attivazione automatica dell' Account Premium per tutto l'anno! A partire dal N/A Ora: N/A
Questa è una discussione evidenziata.
X
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Meteo stagione 2020/2021

    Domani inizia la pre apertura di caccia e con essa la nuova stagione di caccia!!!
    Vediamo che tempo sarà per questo periodo
    Ibal a tutti
    jagher1 piace questo post.
    Fiero ed Orgoglioso di essere Cacciatore ed avere MYGRA come forum di Caccia
    Mauro, Angelo e Sasa53... non vi dimenticherò!!!!
    Credo che l'amore per la caccia sia innato e che scateni un'attrazione fatale che non è facile a definirsi con le parole....
    Ciò che abbiamo fatto solo per noi stessi muore con noi. Ciò che abbiamo fatto per gli altri e per il mondo resta ed è immortale.
    (Harvey B. Mackay)



  • #2
    Tempo per domani!!

    File allegati
    oreip piace questo post.
    Fiero ed Orgoglioso di essere Cacciatore ed avere MYGRA come forum di Caccia
    Mauro, Angelo e Sasa53... non vi dimenticherò!!!!
    Credo che l'amore per la caccia sia innato e che scateni un'attrazione fatale che non è facile a definirsi con le parole....
    Ciò che abbiamo fatto solo per noi stessi muore con noi. Ciò che abbiamo fatto per gli altri e per il mondo resta ed è immortale.
    (Harvey B. Mackay)


    COMMENTA


    • #3
      Foto e articoli tratti dal sito https://www.ilmeteo.it/notizie/meteo...namento-203257 Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   image_69082.jpg 
Visite: 747 
Dimensione: 135.8 KB 
ID: 1940893

      Nel mese di settembre è spesso capitato, anche nel passato recente, di passare in maniera molto rapida da un estremo all'altro, meteorologicamente parlando. Ed è proprio quello che ci aspettiamo anche quest'anno: dopo una primissima parte ancora dal sapore estivo, già entro la metà del mese un ciclone potrebbe decreterà la fine della bella stagione provocando nuovi forti temporali e pure un brusco calo delle temperature.

      Scopriamo subito cosa aspettarci nelle prossime settimane tracciando poi anche una tendenza completa sulla base degli ultimi aggiornamenti ufficiali dei principali centri di calcolo.

      Nei primissimi giorni del mese, come accennato, (tra il 2 e il 6) avremo una temporanea rimonta dell'anticiclone azzorriano che garantirà una maggiore stabilità atmosferica con tanto sole e con temperature fin verso i 30°C durante le ore centrali della giornata: insomma, si configurerà quella che in gergo viene chiamata la classica estate settembrina.

      Successivamente il tempo è destinato a cambiare. Secondo gli ultimi aggiornamenti del centro americano GFS, verso l'inizio della seconda decade, e comunque entro la metà del mese, un ciclone in discesa dal Nord Atlantico, sospinto da correnti instabili e fresche, potrebbe impattare sul nostro Paese dando il via ad una fase di maltempo anche piuttosto intensa.
      Da valutare in questo caso diversi fattori. Sotto osservazione saranno in particolare le temperature dei nostri mari che dovrebbero risultare ancora piuttosto elevate e che potrebbero dunque fornire l'energia necessaria per lo sviluppo di imponenti celle temporalesche in grado di provocare veri e propri nubifragi.
      Quali le zone del nostro Paese più a rischio? Occhi puntati soprattutto al Nordovest e alle regioni tirreniche, le aree maggiormente colpite in questo tipo di configurazioni.
      Se tutto ciò dovesse essere confermato, anche i valori termici subirebbero un brusco calo portandosi fin sotto le medie attese in questo periodo.

      Che possa essere la fine definitiva della bella stagione? Vedremo nei prossimi aggiornamenti se verrà confermata la tendenza attuale, non resta che seguire passo passo questa interessante evoluzione meteorologica.
      File allegati
      oreip piace questo post.
      Fiero ed Orgoglioso di essere Cacciatore ed avere MYGRA come forum di Caccia
      Mauro, Angelo e Sasa53... non vi dimenticherò!!!!
      Credo che l'amore per la caccia sia innato e che scateni un'attrazione fatale che non è facile a definirsi con le parole....
      Ciò che abbiamo fatto solo per noi stessi muore con noi. Ciò che abbiamo fatto per gli altri e per il mondo resta ed è immortale.
      (Harvey B. Mackay)


      COMMENTA


      • #4
        Archiviata ormai la fase più stabile e bollente dell'estate, ora l'atmosfera comincia a dare segnali di forte nervosismo. Ci attende infatti una settimana abbastanza tormentata,caratterizzata fin da subito da piogge e nubifragi, per poi proseguire con un miglioramento, ma anche con la minaccia, all'orizzonte, di un insidioso vortice ciclonico.
        Essendoci molta carne al fuoco, vediamo subito di capire nel dettaglio cosa ci propongono le previsioni complete.

        Dopo un lunedì assai temporalesco su molte aree del Nord e più soleggiato al Centro-Sud, quella di martedì 8 sarà una giornata più tranquilla, grazie allo spostamento del vortice temporalesco verso le Isole Baleari. Non mancherà tuttavia qualche isolato temporale sui comparti nord-orientali della Sicilia e su quelli centro-occidentali della Sardegna.

        Mercoledì 9 avremo invece tanto sole su gran parte del Paese, salvo per nubi sparse sui rilievi del Nordovest dove si manterrà comunque piuttosto basso il rischio di pioggia.

        Da giovedì 10 invece, il vortice di bassa pressione tornerà a muovere il suo baricentro dalle Baleariverso levante riproponendo una fase di maltempo su Sardegna, Nordovest e su alcuni tratti dell'Appennino settentrionale. Forti piogge e nubifragi potranno colpire soprattutto le aree centro-settentrionali della Sardegna e i rilievi meridionali del Piemonte. Nubi sparse sul resto del Nord e del Centro, più sole al Sud.

        Arriviamo così alla vigilia del weekend. venerdì 11 il maltempo insisterà sulla Sardegna e si accentuerà su tutto il Nordovest dove sono attese forti precipitazioni, anche temporalesche. Altre precipitazioni interesseranno inoltre la Toscana, l'Umbria e i settori orientali del Lazio. Deboli piogge sono attese, infine, sulla Sicilia settentrionale.

        Buone notizie invece per il prossimo fine settimana quando la pressione tenderà ad aumentare ed il meteo migliorerà su molte regioni, ad eccezione di qualche rovescio temporalesco possibile sulla Sicilia e sulla Sardegna. Su queste zone il sole tornerà a splendere peraltro domenica 13, quando su tutto il Paese è atteso un ritorno dell'alta pressione e della stabilità atmosferica.
        File allegati
        kim-lea piace questo post.
        Fiero ed Orgoglioso di essere Cacciatore ed avere MYGRA come forum di Caccia
        Mauro, Angelo e Sasa53... non vi dimenticherò!!!!
        Credo che l'amore per la caccia sia innato e che scateni un'attrazione fatale che non è facile a definirsi con le parole....
        Ciò che abbiamo fatto solo per noi stessi muore con noi. Ciò che abbiamo fatto per gli altri e per il mondo resta ed è immortale.
        (Harvey B. Mackay)


        COMMENTA


        • #5
          Originariamente inviato da Franuliv Visualizza il messaggio
          Archiviata ormai la fase più stabile e bollente dell'estate, ora l'atmosfera comincia a dare segnali di forte nervosismo. Ci attende infatti una settimana abbastanza tormentata,caratterizzata fin da subito da piogge e nubifragi, per poi proseguire con un miglioramento, ma anche con la minaccia, all'orizzonte, di un insidioso vortice ciclonico.
          Essendoci molta carne al fuoco, vediamo subito di capire nel dettaglio cosa ci propongono le previsioni complete.

          Dopo un lunedì assai temporalesco su molte aree del Nord e più soleggiato al Centro-Sud, quella di martedì 8 sarà una giornata più tranquilla, grazie allo spostamento del vortice temporalesco verso le Isole Baleari. Non mancherà tuttavia qualche isolato temporale sui comparti nord-orientali della Sicilia e su quelli centro-occidentali della Sardegna.

          Mercoledì 9 avremo invece tanto sole su gran parte del Paese, salvo per nubi sparse sui rilievi del Nordovest dove si manterrà comunque piuttosto basso il rischio di pioggia.

          Da giovedì 10 invece, il vortice di bassa pressione tornerà a muovere il suo baricentro dalle Baleariverso levante riproponendo una fase di maltempo su Sardegna, Nordovest e su alcuni tratti dell'Appennino settentrionale. Forti piogge e nubifragi potranno colpire soprattutto le aree centro-settentrionali della Sardegna e i rilievi meridionali del Piemonte. Nubi sparse sul resto del Nord e del Centro, più sole al Sud.

          Arriviamo così alla vigilia del weekend. venerdì 11 il maltempo insisterà sulla Sardegna e si accentuerà su tutto il Nordovest dove sono attese forti precipitazioni, anche temporalesche. Altre precipitazioni interesseranno inoltre la Toscana, l'Umbria e i settori orientali del Lazio. Deboli piogge sono attese, infine, sulla Sicilia settentrionale.

          Buone notizie invece per il prossimo fine settimana quando la pressione tenderà ad aumentare ed il meteo migliorerà su molte regioni, ad eccezione di qualche rovescio temporalesco possibile sulla Sicilia e sulla Sardegna. Su queste zone il sole tornerà a splendere peraltro domenica 13, quando su tutto il Paese è atteso un ritorno dell'alta pressione e della stabilità atmosferica.
          Grazie grazie grazie, mi mancava questo appuntamento con il meteo. Franuliv, ti prego di non perdere questa bella abitudine, tienici sempre informati, te ne sarò grato.
          Con tanto Affetto e simpatia
          piero
          Franuliv piace questo post.
          NON SI DISCUTE PER AVERE RAGIONE MA PER CAPIRE
          " Jorge Luis Borges "

          COMMENTA


          • #6
            Non un buon avvio della stagione dei tordi, col maltempo previsto da domani, il vento del we e un'altra fase perturbata per i primi giorni di Ottobre.
            No bueno.
            Franuliv piace questo post.

            COMMENTA


            • #7
              MeteoLive NEWSLEGGI TUTTE LE NEWS ›

              Autunno alla conquista dell'Italia: sfuriata del MALTEMPO sino al week-end!

              Una saccatura si muove verso l'Italia e porterà a più riprese i suoi impulsi instabili a determinare precipitazioni sul territorio. Tra venerdì e sabato aria sensibilmente più fredda e netto calo delle temperature con arrivo della prima neve di stagione sulle Alpi.


              Prima pagina - Oggi, ore 08.00

              SITUAZIONE: una vasta saccatura si protende dal nord Europa verso l'Italia e determina condizioni di marcata instabilità al nord-est, sul Tirreno, la Sardegna e la Puglia. Qui i fenomeni previsti sino alle 18 di oggi sulla nostra Penisola secondo il nostro modello:



              EVOLUZIONE: nel corso di giovedì una perturbazione raggiungerà il settentrione e l'alto e medio Tirreno determinando forti precipitazioni anche a sfondo temporalesco, specie sulle coste. Ecco il quadro riassuntivo dei fenomeni secondo il modello europeo:



              ARIA FREDDA: l'ingresso dell'aria fredda post frontale attiverà una depressione al suolo sulla Valpadana nella mattinata di venerdì, foriera di forte maltempo, neve sulle Alpi sin sotto i 1700m, forti venti su tutto il Paese, maltempo anche sul Tirreno. Qui i fenomeni previsti venerdì mattina, si noti in verde l'arrivo della neve sulle Alpi, in temporaneo sottovento e dunque senza fenomeni la Romagna e le coste adriatiche:



              FINE SETTIMANA: sabato rotazione del vento da Maestrale, depressione in discesa lungo l'Adriatico con maltempo su nord-est, regioni adriatiche e meridione, miglioramento su nord-ovest, Sardegna, alto e poi medio Tirreno, ventoso ovunque, freddo su nord-est e zone interne appenniniche del centro e del nord, fresco anche al sud. Domenica ancora fenomeni residui in allontanamento verso sud-est, sempre ventilato e fresco ovunque.

              PROSSIMA SETTIMANA: dapprima bel tempo con temperature in parziale e moderato rialzo ma da giovedì 1° ottobre possibile nuova fase di maltempo a partire dal nord-ovest.

              OGGI: instabile su nord Sardegna, tutto il versante tirrenico e il Levante ligure, il nord-est e la Puglia con rovesci o temporali sparsi, variabile o irregolarmente nuvoloso altrove con fenomeni più sporadici o addirittura assenti, salvo locali piovaschi o rovesci. Temperature senza grandi variazioni.
              Franuliv e oreip piace questo post.

              COMMENTA


              • oreip
                oreip commentata
                Modifica di un commento
                Grazie Turdus, apprezzo tanto il tuo intervento, spero che ci farai spessissimo di queste belle sorprese.
                pier

            • #8
              MeteoLive NEWSLEGGI TUTTE LE NEWS ›

              Meteo: migliora al sud, in arrivo forte MALTEMPO al nord dal pomeriggio


              In primo piano - Oggi, ore 10.34



              Splende il Sole su gran parte del sud e del lato adriatico questa mattina, grazie ad un momentaneo miglioramento dovuto ad un momentaneo rinforzo dell'anticiclone. Si tratta di una piccola pausa in attesa di un peggioramento, il quale spazzerà via ogni parvenza d'estate dalla nostra penisola.

              Sulle regioni tirreniche centro-settentrionali e il nord, invece, troviamo tante nubi a tratti anche minacciose, con le prime piogge, segno che le correnti atlantiche non hanno alcuna intenzione di mollare la presa.

              Nelle prossime ore le regioni centro-settentrionali vivranno una nuova ondata di maltempo causata da un fronte instabile proveniente dall'Atlantico e che darà luogo a fenomeni localmente molto forti come nubifragi e grandinate.

              LE ZONE COLPITE | Su Liguria orientale (spezzino) e Toscana settentrionale è probabile la formazione di un forte temporale stazionario, in grado di generare piogge abbondanti e durature già dalla tarda mattinata per poi esaurirsi in serata.

              Tra pomeriggio e sera si svilupperanno molti rovesci e temporali anche sulle zone interne di Lazio, Umbria, Marche e gran parte del nord, dal Piemonte fino al Triveneto. Possibilità di fenomeni intensi soprattutto sulle aree a nord del Po e a ridosso dei rilievi (piogge molto intense).




              Autore : Redazione MeteoLive.it
              Franuliv e oreip piace questo post.

              COMMENTA


              • #9
                MeteoLive NEWSLEGGI TUTTE LE NEWS ›

                Pazzo week-end: che crollo termico, che vento! Ancora NEVE su alcune zone di montagna

                Si prospetta un fine settimana spiccatamente autunnale sull'Italia.


                Week-end - Oggi, ore 09.41



                Scenari alpini come questo saranno facilmente riscontrabili tra venerdì e il fine settimana; l'autunno entrerà in scena mostrando il suo volto più crudo, quello del maltempo severo, che lo farà assomigliare quasi all'inverno per alcune ore su diverse regioni del nord, segnatamente sulle aree di montagna.

                La giornata di sabato peraltro vedrà le nevicate attestarsi sui crinali alpini di confine e interessare i versanti esteri, ma dell'instabilità sarà ancora attiva su alto e medio Adriatico, sul medio-basso Tirreno e il meridione in genere, mentre il Maestrale seguiterà a colpire la Sardegna con forza.

                La neve accumulata sulle Alpi oltre i 1800m andrà dai 20 ai 40cm, si potrà arrivare anche oltre il mezzo metro dai 2000m in su ma una spruzzata potrebbe arrivare sin sotto i 1200-1300m, oltralpe anche a quote collinari.




                Le temperature caleranno soprattutto nella notte tra sabato e domenica, quando al risveglio su gran parte del nord e sulle zone interne appenniniche del centro e del sud potranno raggiungersi valori prossimi ai 5-6°C e mediamente si viaggerà sugli 8°C, zero gradi previsti ad Aosta, cosi come a Brunico.



                C'è incertezza sul meteo domenicale perché i due principali modelli si dividono: l'americano opta per la formazione di una nuova depressione sul Mar Ligure in rapido movimento verso il Tirreno centrale con maltempo soprattutto al centro, in movimento verso il sud e alcuni momenti piovosi anche su Liguria, bassa Lombardia, basso Veneto ed Emilia-Romagna, come indica la mappa qui sotto.



                Il modello europeo vede invece il minimo molto più basso con interessamento di Lazio, Campania e di tutto il meridione ed esclusione delle rimanenti zone del Paese. Mappa qui sotto.




                Chi avrà ragione? Lo scopriremo certamente nei prossimi aggiornamenti, quando gioco forza i due modelli dovranno convergere verso un'unica soluzione.

                Comunque sarà un fine settimana decisamente frizzante!


                COMMENTA


                • #10
                  MeteoLive NEWSLEGGI TUTTE LE NEWS ›

                  Meteo a 15 giorni: ottobre partirà con altri episodi di MALTEMPO autunnale!

                  Solo un intervallo soleggiato dopo la fase di maltempo in arrivo; da giovedì 1° ottobre l'autunno potrebbe però mostrare nuovamente il suo volto perturbato.


                  Fantameteo 15gg - 23 Settembre 2020, ore 15.58

                  Una breve tregua soleggiata (ma solo relativamente più mite) a fine settembre, poi un altro ingresso depressionario dalla Francia in concomitanza con l'esordio di ottobre, per vivere insieme un secondo e forse addirittura più prolungato episodio perturbato, con tanta pioggia in arrivo per gran parte d'Italia.

                  E' un segnale per la stagione? Forse per il mese di ottobre, per il resto dell'autunno si vedrà, per l'inverno assolutamente no. Molti autunni sono partiti "in quarta" per poi virare verso stagioni invernali del tutto incolori.

                  Ecco comunque cosa disegnano non solo le medie degli scenari del modello americano, ma anche degli altri principali modelli, come ad esempio quello europeo, per l'inizio di ottobre.

                  E' una sequenza che non lascia alcun dubbio sulla piega che vuole prendere l'autunno, almeno in questa prima fase: niente freddo certamente, ma tanta umidità e giornate spesso piovose su molte zone del nord e del Tirreno; insomma per ora niente "ottobrate romane". La prima mappa è relativa a giovedì 1° ottobre, mezza Italia è sotto la pioggia:



                  La seconda mappa è relativa a sabato 3 ottobre, la situazione non cambia di molto, l'Italia si trova inserita in un canale depressionario che taglia fuori completamente l'alta pressione:



                  E passiamo a lunedì 5 ottobre: ancora una situazione che depone per la persistenza del canale depressionario!



                  Vediamo come la pensano altri modelli per lo stesso giorno, addirittura un vortice più vicino al centro Europa!



                  Cosa ne deduciamo? Che la tendenza della prima decade di ottobre sembra votata alla compensazione della lunga fase asciutta estiva con tante precipitazioni. Al momento dunque la possibilità che si concretizzi una simile evoluzione è di oltre il 55-60%.

                  IN SINTESI dal primo al 10 ottobre:
                  -frequenti fasi instabili sulla Penisola, a partire dal nord e dalle regioni centrali tirreniche, in parziale estensione anche al resto del Paese, momenti perturbati si alterneranno a fasi asciutte e con occasioni finestre di tempo migliore. Clima mite ma molto umido.



                  Autore : Alessio Grosso

                  COMMENTA


                  • #11
                    Grazie Turdus, non dimenticare di mandare un poco d'acqua al sud (Sicilia).
                    Con Affetto
                    piero
                    NON SI DISCUTE PER AVERE RAGIONE MA PER CAPIRE
                    " Jorge Luis Borges "

                    COMMENTA


                    • #12
                      Dovrebbe arrivare anche li

                      COMMENTA


                      • #13
                        Il MALTEMPO si ridimensiona ma da giovedì altre SORPRESE...

                        Sbalzi termici e tanta variabilità: ci aspetta un'altra settimana dinamica.


                        Prima pagina - Oggi, ore 07.54

                        SITUAZIONE: il vortice ciclonico, caratterizzato da aria fredda, che ha tenuto in scacco la Penisola negli ultimi giorni, tende a perdere forza, ma riuscirà ancora per oggi a determinare annuvolamenti irregolari e residue precipitazioni su estremo nord-est, medio-basso Tirreno, Sardegna e zone interne del centro e del sud, come mostra questa mappa delle precipitazioni previste per la mattinata odierna:



                        In serata le precipitazioni si localizzeranno sul basso Tirreno, mentre dalla Francia avanzerà un modesto corpo nuvoloso, che però avrà scarse conseguenze sul nostro territorio, salvo sporadiche nevicate nella zona del Monte Bianco. Le temperature aumenteranno di qualche grado nei valori massimi, specie al nord-ovest. Ecco la mappa con i fenomeni previsti per la prossima notte:



                        EVOLUZIONE: martedì la rimonta parziale dell'alta pressione impedirà al nuovo fronte in arrivo da ovest di determinare fenomeni rilevanti, limitandosi a qualche debole fenomeno sui settori alpini di confine orientali. Le temperature aumenteranno anche di qualche grado. Piogge residue potranno verificarsi al mattino sul basso Tirreno. Mercoledì tempo sostanzialmente buono, ma sempre con qualche passaggio nuvoloso al nord, in trasferimento verso il centro. Ulteriore rialzo delle temperature, specie al centro e al sud.

                        NUOVA FASE PERTURBATA: una nuova figura depressionaria ci raggiungerà da ovest a partire da giovedì, interessando principalmente il nostro settentrione e il centro, ma attivando anche un richiamo di correnti calde sulle nostre regioni meridionali. Al nord tra giovedì sera e venerdì mattina è previsto un primo passaggio piovoso, qui la mappa relativa alla distribuzione dei fenomeni nel pomeriggio di giovedì. Da notare anche il rischio di locali temporali su est Sicilia:



                        FRONTE ATTIVO: sabato una nuova perturbazione colpirà con maggiore intensità il settentrione e diverse aree del centro, Sardegna compresa, determinando precipitazioni diffuse e un generale rinforzo del vento, qui la mappa che illustra la sinottica e la distribuzione dei fenomeni:





                        -------------------------------------------------------------------


                        Autore : Alessio Grosso

                        COMMENTA


                        • #14
                          L'intenso PEGGIORAMENTO di sabato 3 ottobre: tutte le MAPPE!

                          Vasta depressione a tutte le quote e minimo pressorio al suolo a ridosso del Piemonte.


                          In primo piano - Oggi, ore 09.55

                          Sembra davvero notevole, anche se in fondo piuttosto rapido nella sua evoluzione, il peggioramento previsto nella notte tra venerdì 2 e sabato 3 ottobre e nelle 12 ore successive sull'Italia: tanta pioggia, tanti temporali sulle coste liguri e dell'alto e medio Tirreno, sul finire anche la neve sulle Alpi sin sotto i 2000m, quando sfonderà l'aria fresca dai valichi alpini nord occidentali.

                          I modelli sono tutti concordi con questa evoluzione perturbata e ce lo segnalano anche stamane, nell'ordine, dapprima il modello americano, poi anche quello europeo, a cui si riferiscono le mappe qui sotto:





                          Ecco invece il quadro precipitativo atteso tra le 06 le 12 di sabato 3 ottobre: c'è una sorta di ombra pluviometrica solo nell'occhio del ciclone, tutto intorno si dovrebbe scatenare la furia del maltempo con piogge a sfondo temporalesco diffuse ed abbondanti, notate anche neve sulle Alpi a quote progressivamente più basse, in coincidenza con l'ingresso dell'aria fredda (limite in calo sotto i 2000m) sul finire dell'episodio. Nel pomeriggio i fenomeni si concentreranno ancora su nord-est e parte del centro:



                          Per finire ecco il quadro termico previsto a 1500m, con la rimonta d'aria calda prevista al sud con punte sino a 24°C, che ne sottendono anche oltre 30 al suolo, mentre per contrasto ecco l'aria fresca o molto fresca (2-3°C alla stessa quota) approssimarsi alle Alpi occidentali, in mezzo c'è la mitezza (piovosa) del nord e del centro Italia:




                          Autore : Alessio Grosso

                          COMMENTA


                          • #15
                            Meteo a 7 giorni: nuovo peggioramento sul finire della settimana

                            Una nuova depressione si affaccerà da ovest portando anche venti di tempesta sulla Francia e maltempo su mezza Italia a partire da giovedi.


                            La sfera di cristallo - Oggi, ore 14.39

                            SINTESI GRAFICA sino a LUNEDI 5 ottobre:



                            COMMENTO
                            La depressione che ha tenuto in scacco più di mezza Italia si allontana verso levante e si colma
                            . Da martedì un modesto ma efficace promontorio anticiclonico garantirà tempo generalmente discreto sino a giovedì, pur in un contesto di lieve variabilità.

                            Le temperature, dopo il clamoroso tonfo di questi giorni, torneranno gradualmente nell'ambito della media, e al sud è in vista un richiamo di aria particolarmente calda dal nord Africa con valori presto di nuovo sopra la media.

                            Tutto questo perché sulla Francia giungerà un ciclone molto profondo (973hPa) posizionato per la notte tra venerdì 2 e sabato 3 al centro dell'Esagono, con riflessi importanti anche sull'Italia, ove si attiveranno venti di Libeccio anche sostenuti, si scaverà un minimo pressorio al suolo a ridosso del Piemonte e risalirà appunto questa massa d'aria calda da Algeria e Tunisia diretta verso il meridione.

                            Al nord e al centro invece imperverserà il maltempo, anche intenso tra la nottata e la mattinata di sabato con piogge a sfondo temporalesco su Liguria, Toscana, Umbria, Lazio, Lombardia, Triveneto ed Emilia-Romagna, per poi localizzarsi sulle Venezie. L'ingresso dell'aria fresca determinerà nevicate sin sotto i 2000m sul finire dell'episodio, a partire da ovest Alpi.

                            Domenica generale variabilità con precipitazioni sparse alternate a schiarite, testimonianza di una depressione ancora vivace ed attiva, pronta a spingere un altro fronte a ridosso dell'Italia settentrionale e centrale nella giornata di lunedì 5 ottobre, accompagnata da ulteriori precipitazioni.

                            Nel contempo al sud la massa d'aria calda si allontanerà verso lo Jonio, non escluso il coinvolgimento nelle precipitazioni anche della Campania. Per gli scenari futuri consultate la rubrica del "fantameteo".

                            SINTESI PREVISIONALE sino a lunedì 5 OTTOBRE:
                            martedì 29 settembre
                            : al nord passaggi nuvolosi medio alti ma senza conseguenze, al centro solo qualche velatura, al sud nuvolaglia sul basso Tirreno con brevi piogge residue non escluse su nord Sicilia e Calabria tirrenica ma con tendenza a miglioramento. Temperature ancora fresche.

                            mercoledì 30 settembre: bel tempo sull'insieme del Paese salvo qualche modesto passaggio nuvoloso passeggero al nord, specie su centro-est Alpi e nord Appennino, temperature in rialzo.

                            giovedì 1° ottobre: nuvolaglia con locali piogge o rovesci su Liguria, alta Lombardia, alto Piemonte, ovest Alpi in genere, nubi anche sul resto del settore alpino ma con fenomeni solo sporadici, nubi anche in Toscana con locali piogge in Versilia, bello altrove, più caldo al sud.

                            venerdì 2 ottobre: piogge e rovesci tra la notte e l'alba in rapido transito al nord e su Toscana, Umbria e Marche, poi pausa, dalla sera peggioramento più serio su nord-ovest, regioni centrali tirreniche e Sardegna con piogge e temporali. Altrove asciutto e cielo velato ma abbastanza soleggiato, caldo al sud con punte anche over 30°C.

                            sabato 3 ottobre: maltempo al nord e al centro, temporali possibili anche in Campania, migliora al nord-ovest, ancora caldo all'estremo sud. Neve sulle Alpi sin verso i 1800m.

                            domenica 4 ottobre: variabilità al nord e al centro con qualche piovasco passeggero, alternato a schiarite, in serata peggiora a partire da ovest, bel tempo al sud, ma caldo confinato sulle aree joniche.

                            lunedì 5 ottobre: peggiora al nord e al centro con piogge e rovesci, fenomeni in estensione anche alla Campania, asciutto sul resto del sud, temperature in calo.



                            Autore : Alessio Grosso

                            COMMENTA

                            Pubblicita STANDARD

                            Comprimi

                            Ultimi post

                            Comprimi

                            Unconfigured Ad Widget

                            Comprimi
                            Sto operando...
                            X