annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Cuccioli di cinghiale per bracconaggio blitz dei vigili nel campo nomadi

Comprimi

Mantieni online il sito per tutto il 2019

Comprimi
Le donazioni inviate sino ad oggi hanno ricoperto il (44%) dei costi necessari.
X
Comprimi
Su questa pagina ci sono 1 persona/e che stanno leggendo il contenuto di questa discussione: (0) Utenti registrati - (1) Ospiti
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Cuccioli di cinghiale per bracconaggio blitz dei vigili nel campo nomadi


    Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   cinghilai.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 28.4 KB 
ID: 1703558

    ROMA - Questa mattina gli uomini dell’ U.O. Sicurezza Pubblica Emergenziale, diretta dal Vice Comandante del Corpo dott. Antonio di Maggio, impegnati nel quotidiano controllo dei campi nomadi e delle aree limitrofe, hanno rinvenuto a Castel Romano una gabbia “esca” con all’interno due cuccioli di cinghiale di nemmeno due mesi.

    La presenza degli animali, sofferenti a causa della lunga permanenza sotto il sole, ha immediatamente insospettito gli agenti che, oltre a predisporre adeguato soccorso veterinario per i piccoli animali hanno proceduto alle prime indagini.

    Dagli accertamenti esperiti anche con l’ausilio di guardie zoofile richieste sul posto e’ emerso un fenomeno di diffuso bracconaggio esercitato per il tramite di “lacci” per gli animali di piccole dimensioni e di gabbie trappola, per gli animali adulti.

    Gli stessi cuccioli catturati al laccio e tratti in salvo dalla Polizia Locale avrebbero dovuto, con i loro lamenti e richiami, condurre in trappola gli adulti del branco. Circa una decina invece le gabbie di circa due metri per due (trovate dagli agenti vuote), dove gli animali selvatici cacciati verrebbero custoditi in attesa di collocazione sul mercato alimentare clandestino.

    Le indagini anche al fine di disinnescare quanti piu’ congegni di cattura possibile proseguiranno nei prossimi giorni data anche la difficolta’ di controllare una area tanto vasta da arrivare a lambire la tenuta di caccia Presidenziale, anche al fine di escludere vi si possano estendere le medesime attivita’ illecite. I cuccioli, cui gli agenti hanno dato il nome di “Romolo” e “Remo”, sono stati affidati ad adeguata struttura al fine di ricevere le cure necessarie al loro reinserimento in natura.


    CHI AMA LA CACCIA VIVE LA NATURA sigpic

  • #2
    Meglio un cinghiale in meno e qualche portafogli in più !!
    sigpic

    ..... cci vostra, quanto ve vojo bene !!!


    COMMENTA

    Pubblicita STANDARD

    Comprimi

    Ultimi post

    Comprimi

    Unconfigured Ad Widget

    Comprimi
    Sto operando...
    X