annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Livorno – Liberato il capriolo incidentato e denunciato il bracconiere smemorato

Comprimi

Mantieni online il sito per tutto il 2019

Comprimi
Le donazioni inviate sino ad oggi hanno ricoperto il (44%) dei costi necessari.
X
Comprimi
Su questa pagina ci sono 1 persona/e che stanno leggendo il contenuto di questa discussione: (0) Utenti registrati - (1) Ospiti
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Livorno – Liberato il capriolo incidentato e denunciato il bracconiere smemorato

    La Polizia Provinciale ha denunciato un bracconiere, sorpreso nei giorni scorsi da una pattuglia di Gav (Guardie Ambientali Volontarie) mentre andava in giro con un fucile calibro 28, nonostante la stagione di caccia fosse ormai chiusa da diversi mesi.Le guardie ambientali volontarie stavano percorrendo via delle Sorgenti, in servizio antibracconaggio, quando nella zona di Castell’Anselmo si sono trovate di fronte a questo inaspettato incontro. L’arma dell’uomo è risultata carica e ad alla richiesta di documenti l’individuo ha candidamente ammesso di non avere nè porto d’armi e di non sapere nemmeno se il fucile fosse stato denunciato “perchè era tanto che ce l’aveva in casa“.
    A questo punto alle Gav non è rimasto che chiedere l’intervento della Polizia Provinciale che ha sequestrato il fucile denunciando l’uomo per una lunga serie di reati.
    Nello stesso giorno un’altra pattuglia della Polizia Provinciale ha deferito alla magistratura un livornese, sorpreso mentre sparava al bersaglio con una carabina in una strada di uso pubblico alla Valle Benedetta.
    Ma non mancano le buone notizie. Sabato scorso le guardie provinciali hanno liberato un esemplare maschio di capriolo all’interno del Parco delle Colline Livornesi. L’animale era stato raccolto ferito, probabilmente dopo l’impatto con un veicolo, da un medico che transitava sulla strada provinciale delle Sorgenti e che lo aveva poi trasportato presso l’Ospedale veterinario di Collesalvetti. Dopo le opportune cure il direttore sanitario, dr. Igor Croce, ha dato l’ok alla liberazione del capriolo che è stato prelevato dagli agenti della Polizia Provinciale e, con le dovute cautele per evitare pericoloso stress, lo ha rimesso in libertà nel Parco.
    CHI AMA LA CACCIA VIVE LA NATURA sigpic

  • #2
    tutto e' bene quel che finisce bene...smemorato e rin********ti a parte ahahahahah
    Un oca che guazza nel fango, un cane che abbaia a comando, la pioggia che cade e non cade, le nebbie striscianti che svelano e velano strade..........Autunno Francesco Guccini

    COMMENTA


    • #3
      Capriolo fortunato, se era un cristiano era rimasto a marcire bordo strada !!
      sigpic

      ..... cci vostra, quanto ve vojo bene !!!


      COMMENTA


      • #4
        Originariamente inviato da fabio d.t. Visualizza il messaggio
        Capriolo fortunato, se era un cristiano era rimasto a marcire bordo strada !!
        .........quoto, non era meglio se per evitargli lo stress lo invitavano a cena??? vista la situazione ungulati in toscana, ci sono stufati e tagliatelle che tolgan lo stress meglio di qualsiasi cura..........

        dedicato a noi......che il consiglio di un anziano cacciatore, è una SAGGEZZA…e non.. -"roba d’ altri tempi"

        COMMENTA


        • #5
          Ah si oltre a tutti i tordi ora ammazzate anche caprioli e cinghiali? Siete proprio dei pozzi senza fondo eh? ahahahahah
          Un oca che guazza nel fango, un cane che abbaia a comando, la pioggia che cade e non cade, le nebbie striscianti che svelano e velano strade..........Autunno Francesco Guccini

          COMMENTA


          • #6
            Originariamente inviato da LORENZOPT Visualizza il messaggio
            .........quoto, non era meglio se per evitargli lo stress lo invitavano a cena??? vista la situazione ungulati in toscana, ci sono stufati e tagliatelle che tolgan lo stress meglio di qualsiasi cura..........
            E perché i salami e le salsicce come sono????
            Vivi come se dovessi morire domani, pensa come se non dovessi morire mai...
            Saluti
            Giacomo

            COMMENTA


            • #7
              Certo che stà Via Delle Sorgenti eh....Forse il tizio senza PDA era ancora in cerca del capriolo che era stato investito dal medico...magari voleva solo finirlo per non farlo soffrire...poverino, una bestiola cosi' buona non lo merita.
              Ad uno Springer puoi far fare di tutto, se sei in grado di tradurre dai suoi occhi, ciò che ti stà.............Insegnando. S. M.

              Ciao
              Salvatore

              COMMENTA

              Pubblicita STANDARD

              Comprimi

              Ultimi post

              Comprimi

              Unconfigured Ad Widget

              Comprimi
              Sto operando...
              X