annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

CACCIA ILLEGALE IN PROVINCIA DI Ancona

Comprimi

Mantieni online il sito per tutto il 2019

Comprimi
Le donazioni inviate sino ad oggi hanno ricoperto il (35%) dei costi necessari.
X
Comprimi
Su questa pagina ci sono 1 persona/e che stanno leggendo il contenuto di questa discussione: (0) Utenti registrati - (1) Ospiti
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • CACCIA ILLEGALE IN PROVINCIA DI Ancona

    Due le persone denunciate per illecita attività venatoria nei parchi naturali, con mezzi vietati ed in periodo di divieto generale, uccisione di specie animali ed introduzione di mezzi di cattura non autorizzati, alterazione, omessa custodia di armi e detenzione di munizioni a palla non denunciate all'autorità di pubblica sicurezza
    In seguito ad una serie di indagini, il personale dei Comandi Stazione Forestale di Sassoferrato, Genga, Fabriano, Arcevia e Jesi e del Nucleo Investigativo di Polizia Ambientale e Forestale di Ancona, con la collaborazione del personale di vigilanza dell'Ente Parco Regionale Gola della Rossa e di Frasassi, ha depositato presso la Procura, una denuncia per illecita attività venatoria nei parchi naturali con mezzi vietati ed in periodo di divieto generale, a carico di due cacciatori. Ai due uomini, un sessantacinquenne di Genga (AN) ed un cinquantacinquenne di Castelleone di Suasa (AN), sono stati, inoltre, contestati l'uccisione di specie animali ed introduzione di mezzi di cattura non autorizzati, alterazione, omessa custodia di armi e detenzione di munizioni a palla non denunciate all'autorità di pubblica sicurezza.
    Entrambi gli indagati erano tenuti d'occhio già dal mese di marzo, in seguito alla scoperta di alcune trappole (cinque lacci per la cattura di animali selvatici) poste all'interno del Parco Regionale della Gola della Rossa e di Frasassi.
    Dopo aver accertato che il loro posizionamento era dovuto proprio all'attività dei due uomini, i Forestali hanno eseguito la perquisizione ed il sequestro, su disposizione della Procura della Repubblica di Ancona.
    Durante la prima perquisizione sono stati sequestrati 12 lacci metallici di fattura identica a quelli reperiti in bosco, 2 carabine e 3 fucili (alcuni muniti di silenziatore), 5 ottiche da puntamento, di cui 4 adatte al tiro notturno, 122 munizioni a palla di vario calibro non denunciate all'autorità di pubblica sicurezza, 4 apparati ricetrasmittenti, 10 sacchi di carne di selvaggina congelata (probabilmente di cinghiale e/o capriolo), una trappola a gabbia di costruzione artigianale e vario materiale da caccia (torce, supporti, cavalletti, "forchette" per tendere i lacci e filo di ferro).
    A carico del secondo indagato, invece, sono emerse responsabilità per detenzione di armi, munizioni e materiale esplodente non denunciate alla competente Autorità. Pertanto, i Forestali hanno effettuato un'altra perquisizione a Castelleone di Suasa (AN) e ad Arcevia (AN), nel corso della quale sono stati rinvenuti 175 cartucce a palla e 165 a munizione spezzata, di vario calibro, una modica quantità di esplosivo non denunciata, un silenziatore artigianale adattabile ad un fucile, 8 armi lunghe (fucili semiautomatici, doppiette e carabine), 4 visori notturni e puntatori ad intensificazione di luminosità, una balestra completa di dardo e punta da caccia, trappole (2 tagliole, 4 lacci metallici ed una gabbia a scatto) idonee alla cattura fraudolenta della selvaggina, 3 radio rice-trasmittenti, un cavalletto con appoggio per arma da fuoco ed un congelatore contenente carne di selvaggina con evidenti lesioni di arma da fuoco.
    Infine, è stato trovato anche un fucile semiautomatico "Browning" con canna non denunciata all'autorità di pubblica sicurezza, che si trovava all'interno di una stanza aperta ed accessibile, senza alcuna forma di custodia. Tutto il materiale rinvenuto è stato sequestrato.
    Sono ancora in corso accertamenti, da parte della Forestale di Ancona, relativi alla pericolosità delle munizioni trovate e da cui potrebbe scaturire un'ulteriore ipotesi di reato più grave, ovvero la detenzione di armi da guerra.
    " VIVA MARIA "

  • #2
    Re: CACCIA ILLEGALE IN PROVINCIA DI Ancona

    Azz, per portare via tutta quella roba avranno utilizzato un tir....
    ...e maestosa apparve come emersa dalle viscere della terra...

    COMMENTA


    • #3
      Re: CACCIA ILLEGALE IN PROVINCIA DI Ancona

      Il mio plauso alle forze dell'ordine quando portano a termine questo genere di operazioni, questi elementi non devono essere giustificati per nessun motivo.... in galera e basta!!!!!! questo è quello che gli spetta. Questi non sono cacciatori ma "Banditi".

      COMMENTA


      • #4
        Re: CACCIA ILLEGALE IN PROVINCIA DI Ancona

        Originariamente inviato da SASA53 Visualizza il messaggio
        Il mio plauso alle forze dell'ordine quando portano a termine questo genere di operazioni, questi elementi non devono essere giustificati per nessun motivo.... in galera e basta!!!!!! questo è quello che gli spetta. Questi non sono cacciatori ma "Banditi".
        Concordo!!!
        Fiero ed Orgoglioso di essere Cacciatore ed avere MYGRA come forum di Caccia
        Mauro, Angelo e Sasa53... non vi dimenticherò!!!!
        Credo che l'amore per la caccia sia innato e che scateni un'attrazione fatale che non è facile a definirsi con le parole....
        Ciò che abbiamo fatto solo per noi stessi muore con noi. Ciò che abbiamo fatto per gli altri e per il mondo resta ed è immortale.
        (Harvey B. Mackay)


        COMMENTA


        • #5
          Re: CACCIA ILLEGALE IN PROVINCIA DI Ancona

          Spero che queste cose accadano sempre piu' spesso questa gente di m....a la deve piantare di far gettar fango sulla categoria di tutti i cacciatori onesti
          Un oca che guazza nel fango, un cane che abbaia a comando, la pioggia che cade e non cade, le nebbie striscianti che svelano e velano strade..........Autunno Francesco Guccini

          COMMENTA


          • #6
            Re: CACCIA ILLEGALE IN PROVINCIA DI Ancona

            oh ma che è successo?? tutti i giorni ne prendeno almeno uno... che si sono svegliati ora
            Non ha alcun senso proteggere gli insettivori se non si proteggono gli insetti.

            COMMENTA


            • #7
              Re: CACCIA ILLEGALE IN PROVINCIA DI Ancona

              Sono venuto a conoscenza dell'accaduto già da qualche giorno, d'altronde è successo non molto distante da casa mia.
              Finalmente hanno beccato qualche *****rdo che continua a rovinare la nostra categoria!!

              COMMENTA


              • #8
                Re: CACCIA ILLEGALE IN PROVINCIA DI Ancona

                due bracconieri in meno................inbocca al cocker!!!!!!!!!!!!!!!!

                COMMENTA


                • #9
                  Re: CACCIA ILLEGALE IN PROVINCIA DI Ancona

                  Originariamente inviato da titusmax Visualizza il messaggio
                  Due le persone denunciate per illecita attività venatoria nei parchi naturali, con mezzi vietati ed in periodo di divieto generale, uccisione di specie animali ed introduzione di mezzi di cattura non autorizzati, alterazione, omessa custodia di armi e detenzione di munizioni a palla non denunciate all'autorità di pubblica sicurezza
                  In seguito ad una serie di indagini, il personale dei Comandi Stazione Forestale di Sassoferrato, Genga, Fabriano, Arcevia e Jesi e del Nucleo Investigativo di Polizia Ambientale e Forestale di Ancona, con la collaborazione del personale di vigilanza dell'Ente Parco Regionale Gola della Rossa e di Frasassi, ha depositato presso la Procura, una denuncia per illecita attività venatoria nei parchi naturali con mezzi vietati ed in periodo di divieto generale, a carico di due cacciatori. Ai due uomini, un sessantacinquenne di Genga (AN) ed un cinquantacinquenne di Castelleone di Suasa (AN), sono stati, inoltre, contestati l'uccisione di specie animali ed introduzione di mezzi di cattura non autorizzati, alterazione, omessa custodia di armi e detenzione di munizioni a palla non denunciate all'autorità di pubblica sicurezza.
                  Entrambi gli indagati erano tenuti d'occhio già dal mese di marzo, in seguito alla scoperta di alcune trappole (cinque lacci per la cattura di animali selvatici) poste all'interno del Parco Regionale della Gola della Rossa e di Frasassi.
                  Dopo aver accertato che il loro posizionamento era dovuto proprio all'attività dei due uomini, i Forestali hanno eseguito la perquisizione ed il sequestro, su disposizione della Procura della Repubblica di Ancona.
                  Durante la prima perquisizione sono stati sequestrati 12 lacci metallici di fattura identica a quelli reperiti in bosco, 2 carabine e 3 fucili (alcuni muniti di silenziatore), 5 ottiche da puntamento, di cui 4 adatte al tiro notturno, 122 munizioni a palla di vario calibro non denunciate all'autorità di pubblica sicurezza, 4 apparati ricetrasmittenti, 10 sacchi di carne di selvaggina congelata (probabilmente di cinghiale e/o capriolo), una trappola a gabbia di costruzione artigianale e vario materiale da caccia (torce, supporti, cavalletti, "forchette" per tendere i lacci e filo di ferro).
                  A carico del secondo indagato, invece, sono emerse responsabilità per detenzione di armi, munizioni e materiale esplodente non denunciate alla competente Autorità. Pertanto, i Forestali hanno effettuato un'altra perquisizione a Castelleone di Suasa (AN) e ad Arcevia (AN), nel corso della quale sono stati rinvenuti 175 cartucce a palla e 165 a munizione spezzata, di vario calibro, una modica quantità di esplosivo non denunciata, un silenziatore artigianale adattabile ad un fucile, 8 armi lunghe (fucili semiautomatici, doppiette e carabine), 4 visori notturni e puntatori ad intensificazione di luminosità, una balestra completa di dardo e punta da caccia, trappole (2 tagliole, 4 lacci metallici ed una gabbia a scatto) idonee alla cattura fraudolenta della selvaggina, 3 radio rice-trasmittenti, un cavalletto con appoggio per arma da fuoco ed un congelatore contenente carne di selvaggina con evidenti lesioni di arma da fuoco.
                  Infine, è stato trovato anche un fucile semiautomatico "Browning" con canna non denunciata all'autorità di pubblica sicurezza, che si trovava all'interno di una stanza aperta ed accessibile, senza alcuna forma di custodia. Tutto il materiale rinvenuto è stato sequestrato.
                  Sono ancora in corso accertamenti, da parte della Forestale di Ancona, relativi alla pericolosità delle munizioni trovate e da cui potrebbe scaturire un'ulteriore ipotesi di reato più grave, ovvero la detenzione di armi da guerra.
                  Di quando e la notizia
                  NON PASSA LO STRANIERO......

                  COMMENTA


                  • #10
                    Re: CACCIA ILLEGALE IN PROVINCIA DI Ancona

                    Originariamente inviato da bottaccio90 Visualizza il messaggio
                    oh ma che è successo?? tutti i giorni ne prendeno almeno uno... che si sono svegliati ora
                    O si son svegliati ora oppure c'è tanta (troppa) gente che se ne frega della legge e della caccia quella vera(la NOSTRA) non ne ha rispetto....
                    Che vengano puniti in modo esemplare e poi prima di far cazz@@@@ ci penseranno ben bene....
                    Very Bergamasc d.o.c.
                    Solo e sempre pelo!!!!

                    COMMENTA


                    • #11
                      Re: CACCIA ILLEGALE IN PROVINCIA DI Ancona

                      Non ci sono parole ..... Maiuscolo senza se e ma.
                      Cordialmente dallo "yankee" - 58beppe

                      "Tale il carattere, tale il discorso" - "Chi si loda, presto trova chi lo deride" - "Studia prima la scienza e poi seguita la pratica nata da essa" - "Riprendi l'amico in segreto e lodalo in palese".

                      COMMENTA


                      • #12
                        Re: CACCIA ILLEGALE IN PROVINCIA DI Ancona

                        Hanno solamente fatto la fine che si meritavano!
                        Una Land Rover non è mai usata.......ha soltanto più esperienza

                        COMMENTA


                        • #13
                          Re: CACCIA ILLEGALE IN PROVINCIA DI Ancona

                          E ora rompetegli il c...oooooooooooooooooooooooooooo !
                          Un oca che guazza nel fango, un cane che abbaia a comando, la pioggia che cade e non cade, le nebbie striscianti che svelano e velano strade..........Autunno Francesco Guccini

                          COMMENTA


                          • #14
                            Re: CACCIA ILLEGALE IN PROVINCIA DI Ancona

                            Purtroppo penso che il fenomeno del bracconaggio sia molto esteso e per quanto le autorità si diano da fare solo pochi di questi delinquenti vengono fermati.

                            COMMENTA


                            • #15
                              Re: CACCIA ILLEGALE IN PROVINCIA DI Ancona

                              Anche io penso che bisogna tenere ben separati i bracconieri dai cacciatori veri che rispettano le regole, per cui quando sento queste notizie gioisco, spero che si becchino una punizione esemplare che sia da monito per tutti i fuorilegge che rovinano l'intera categoria dei cacciatori.
                              sigpicPESCACCIATORE PER SEMPRE

                              COMMENTA

                              Pubblicita STANDARD

                              Comprimi

                              Ultimi post

                              Comprimi

                              Unconfigured Ad Widget

                              Comprimi
                              Sto operando...
                              X