annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

addestramento cucciolo

Comprimi

Mantieni online il sito per tutto il 2019

Comprimi
Le donazioni inviate sino ad oggi hanno ricoperto il (29%) dei costi necessari.
X
Comprimi
Su questa pagina ci sono 1 persona/e che stanno leggendo il contenuto di questa discussione: (0) Utenti registrati - (1) Ospiti
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • #16
    Re: addestramento cucciolo

    Achille, non solo per te il Kurzhaar è e rimarrà il cane da caccia, cani da caccia sono anche tutte le altre razze selezionate per la caccia, non credo che le altre razze sono da pesca. Scusa la battuta scherzosa e per nessun motivo polemica. Sono opinioni personali, per me la mia meticcetta presa in Sicilia è stata e sarà il cane più bravo per la caccia alla lepre. Ho cani bravi che per fortuna mi fanno cacciare la lepre, ma fin quando non troverò un cane superiore, quella cagnolina rimarrà il mio cane da lepre. Le razze sono state create per essere impiegate a caccia, per questo ogni razza andrebbe scelta in funzione del terreno e della selvaggina che caccerà in prevalenza. Il Kurzhaar è un cane polivalente in funzione alla caccia come lo è il Breton. Per la caccia alla lepre si trasforma in segugio sia il Breton che il Kurzhaar. Io per la lepre preferisco il Breton, lo vedo molto più naturale. Però il Breton non è considerato un polivalente. Questa polivalenza dei cani tedeschi mi lasciano perplesso, mi lascia molti dubbi, specialmente su di un tipo di polivalenza tanto decantata che non ha nulla a che vedere con la caccia.

    COMMENTA


    • #17
      Re: addestramento cucciolo

      Ma infatti ! Il mio commento e' ovviamente inspirato da quella che e' la mia esperienza personale legata a questa razza ! L'abbiam sempre detto : ogni scarrafone e' bello a' mamma sua ! Il mio e' anche un fattore estetico/immaginario : vedo in una bracchetta roana accucciata vicino a me in attesa d'una carezza l'immagine del mio modo d'esser Cacciatore...e lo so'..me sto' a fa' vecchio !?! Un saluto.

      "e si cara bella gente,staro' li' a sogna' beatamente....perche' in fonno de 'sto poro monno,ormai,nun me ne po' proprio piu' frega'niente!

      Anzi....mo' ve lo dico: con grande gioia rincontrero' n'Amico!"

      CIAO MAURE' !!!

      Tributo al piu' grande.......clicca sotto !!!
      https://www.youtube.com/watch?v=bYTJ-MzxkkY

      COMMENTA


      • #18
        Re: addestramento cucciolo

        Originariamente inviato da walker960walker Visualizza il messaggio
        Nicola, noi ci incontriamo e ci scontriamo sempre, penso perchè io ho avuto approcci diversi dai tuoi. Io non ho mai visto un setter o un pointer che mastica la selvaggina. Qui da me, trent'anni fa e più, quasi tutti gli utilizzatori di Kurzhaar, ci servivamo da Nobile (non so se conosci), Questi aveva una bella linea di sangue, però tutti e dico tutti i cani masticavano, non se ne salvava uno, e quindi lo abbiamo archiviato e ci siamo buttati su altro, io personalmente su Briante che ha dedicato e dedica la vita a questa razza. Briante, prima di avere Kurzhaar aveva pointer e discutendo con lui, mi diceva che le razze erano completamente diverse, basta pensare che uno è inglese e l'altro tedesco! Hanno forgiato razze per due tipologie di terreni, selvaggina, cacce e cacciatori diverse. Il capostipite di Briante, come tu sai è il fù ARK, che ha fatto tribolare e non poco Mimmo, Solo dopo tre anni di lavoro (specie all'estero), come d'incanto è uscito il campione che conosciamo. Anche in seguito i suoi figli erano cani ...se così si può dire "difficili". Questo con i pointer non gli succedeva. Come detto, provenivo da altre realtà, quando presi il primo cucciolo da lui, l'anno dopo tornai e presi una femmina (Il miglior Kurzhaar che io abbia avuto), la storia cambiò, niente masticamenti.
        Polivalente; Il kurzhaar è polivalente di suo, non glielo puoi insegnare è giusto quello che dici, è classificato cane da ferma, ma io ti dico che è "anche" un cane da ferma, anche perchè se cosi non fosse come si giustificherebbe la sua polivalenza?
        Irascibile; dico che è irascibile, perchè con gli estranei è sempre incazzato, deve prevalere, sia che si tratti di umani che di cani, non per niente, (come hai detto tu), in Germania lo usano anche per la guardia e questo io lo constatato con i miei che a casa erano cani da guardia e mordevano pure gli intrusi o sconosciuti se tentavano di avvicinarsi troppo, Quale inglese lo fa?
        Resistenza; parlo di resistenza fisica, di conseguenza, chi usa gli inglesi a beccacce, spesso il pomeriggio cambia cane (chi ne possiede due) perchè il primo è stanco, questo perchè gli inglesi sono più veloci dei bracchi, (non sempre), di conseguenza si stancano prima . Non dico che un setter o un pointer non possono cacciare una giornata intera, ma calano di tono a vista d'occhio, mentre (almeno con i miei) la sera quando dovevano salire in macchina, ancora andavano in giro a cercare, li dovevo chiamare per salirli in macchina.
        Dici che il bracco, non ha bisogno di un difficile dressaggio, allora ti dico che ha bisogno di un diverso dressaggio.
        Con qualsiasi setterista parli, mi dice che non si fanno il sangue amaro per dressare e addestrare i cuccioli, anzi dicono che è molto facile e non tutti adottano gli stessi metodi. Ma questo io già lo sapevo.
        Prima che il cane rientri dopo poco, dall'inseguimento del capriolo, c'è da dire che quel cane ha un occhio al conduttore e uno al capriolo, se vede che il conduttore ha poco interesse, molla e torna. Questo perchè è stato addestrato a seguire il conduttore, (non in senso che sta dietro). Se invece lo si incita, il kurzhaar attaccherà a morsi l'animale, sia capriolo o cinghiale, Hai mai visto fare questo agli inglesi?
        Credimi Nicola, è un cane diverso dagli inglesi è persino diverso (e non poco) dal su cugino a pelo duro il Drahthaar.
        Non ho detto che il Kurzhaar ha solo pregi, ho detto che è diverso.
        Tu dici e me ne meraviglio, che per fare il lavoro di un buon setter ci vogliono due Kurzhaar...ahahahaha Mi hai fatto ridere, allora ti posso dire che per fare il lavoro di un buon Kurzhaar.....ce ne vogliono di setter!!!Ma questo i setteristi non lo sanno, (specialmente quelli che hanno avuto solo setter). Il setter, come il pointer è uno scattista, quelli ben allenati, battono il Kurzhaar nelle prime 4/5 ore di caccia, poi....ciaoooo! Calano di tono, mentre, come ho già detto, il Kurzhaar caccia fino a sera e oltre se non lo fermi.
        Neanche setter e pointer che entrano nelle spine o che riportano dall'acqua fredda, non sono rari, specialmente pointer.
        L'ultimo mio Kurzhaar, durante una battuta, si tagliò i polpastrelli della zampa anteriore dx, me ne accorsi solo a casa quando vidi il portantino pieno di sangue, ci vollero 7 punti di sutura, ma lui manco zoppicava, come se nulla fosse, l'ho detto prima, hanno pochissime terminazioni nervose, (quelle che portano i sensi al cervello), non sentono dolore.
        Mi sono dilungato troppo, ma mi piace parlare con te.
        Non parlerei di approcci, parlerei di mentalità diverse in rapporto ai cani, vediamo il cane in modo diverso. Io la parola "mai" quando discuto di cani la utilizzo poco. Purtroppo setter e pointer che masticano la selvaggina ci sono, e ci sono anche quelli che la mangiano. Tu dici che è genetica, io dico che è un problema sociale. Se hai cambiato linea e il problema lo hai risolto non dipendeva dalla razza, deduco che ci sono kurzhaar che masticano come ci sono altri che non masticano. A me interessa l'allevatore che seleziona sulle doti istintive geneticamente trasmesse, cani avidi, con un grande olfatto, insensibili al dolore e alla fatica (vedi springer) scherzo, ma non troppo, che fermano bene, sanno accostare e guidare, tutto il resto si può risolvere fra cane e padrone. Per fortuna tutti i cani nascono con il vizio di masticare e mangiare, altrimenti morirebbero di fame. Giovanni a me le cose facili non sono mai piaciute, possono nascondere brutte sorprese. Per esempio il cane dal facile riporto potrebbe nascondere una carenza nella cerca, una azione non troppo avida, una cerca non proprio ampia. Preoccupiamoci prima di questo e dopo del riporto o del cane che mastica. Le razze inglesi sono diverse da quelle tedesche, e questo lo sanno tutti. Se non sbaglio il dott. Guberti definiva il Pointer "il puro folle" e questa definizione la dice lunga sul carattere del vero Pointer. Personalmente non consiglierei mai a un cacciatore alle prime armi di accompagnarsi a un Pointer, sicuramente fra i due è meglio un Kurzhaar. Lo ripeto, chi lascia le razze inglesi al 90% lo fa perché non riesce a controllarle. Quando ho parlo di lavoro non mi riferivo all'efficienza del cane, ma al terreno e al tempo che ha il setter di perlustrarlo. Giovanni io non so quali setter hai visto, ma per coprire il terreno che copre un setter in una giornata di caccia un Kurzhaar potrebbe non bastare. Ieri ho parlato con una persona che ha preso una cucciolone di Kurzhaar il quale mi ha detto che il cane è ubbidiente, ma non vuole fare il "terra" gli ho spiegato come fare, ma non gli ho detto il motivo del perché non lo vuole fare, uno potrebbe essere che il cane non ha capito cosa deve fare e il secondo potrebbe essere che lo ha capito e non è disposto ad assumere quella posizione di rinuncia e sottomissione neanche con il bocconcino, ma questo comportamento non riguarda la razza.

        - - - Aggiornato - - -

        Originariamente inviato da erchiappetta Visualizza il messaggio
        Ma infatti ! Il mio commento e' ovviamente inspirato da quella che e' la mia esperienza personale legata a questa razza ! L'abbiam sempre detto : ogni scarrafone e' bello a' mamma sua ! Il mio e' anche un fattore estetico/immaginario : vedo in una bracchetta roana accucciata vicino a me in attesa d'una carezza l'immagine del mio modo d'esser Cacciatore...e lo so'..me sto' a fa' vecchio !?! Un saluto.
        E' giusto, spesso l'affinità con la razza (cosa importantissima) viene trascurata, non tutte le razze vanno bene per tutti. Ciao

        COMMENTA


        • #19
          Re: addestramento cucciolo

          [QUOTE=germano56;1158294]Non parlerei di approcci, parlerei di mentalità diverse in rapporto ai cani, vediamo il cane in modo diverso. Io la parola "mai" quando discuto di cani la utilizzo poco. Purtroppo setter e pointer che masticano la selvaggina ci sono, e ci sono anche quelli che la mangiano. Tu dici che è genetica, io dico che è un problema sociale. Se hai cambiato linea e il problema lo hai risolto non dipendeva dalla razza, deduco che ci sono kurzhaar che masticano come ci sono altri che non masticano. A me interessa l'allevatore che seleziona sulle doti istintive geneticamente trasmesse, cani avidi, con un grande olfatto, insensibili al dolore e alla fatica (vedi springer) scherzo, ma non troppo, che fermano bene, sanno accostare e guidare, tutto il resto si può risolvere fra cane e padrone. Per fortuna tutti i cani nascono con il vizio di masticare e mangiare, altrimenti morirebbero di fame. Giovanni a me le cose facili non sono mai piaciute, possono nascondere brutte sorprese. Per esempio il cane dal facile riporto potrebbe nascondere una carenza nella cerca, una azione non troppo avida, una cerca non proprio ampia. Preoccupiamoci prima di questo e dopo del riporto o del cane che mastica. Le razze inglesi sono diverse da quelle tedesche, e questo lo sanno tutti. Se non sbaglio il dott. Guberti definiva il Pointer "il puro folle" e questa definizione la dice lunga sul carattere del vero Pointer. Personalmente non consiglierei mai a un cacciatore alle prime armi di accompagnarsi a un Pointer, sicuramente fra i due è meglio un Kurzhaar. Lo ripeto, chi lascia le razze inglesi al 90% lo fa perché non riesce a controllarle. Quando ho parlo di lavoro non mi riferivo all'efficienza del cane, ma al terreno e al tempo che ha il setter di perlustrarlo. Giovanni io non so quali setter hai visto, ma per coprire il terreno che copre un setter in una giornata di caccia un Kurzhaar potrebbe non bastare. Ieri ho parlato con una persona che ha preso una cucciolone di Kurzhaar il quale mi ha detto che il cane è ubbidiente, ma non vuole fare il "terra" gli ho spiegato come fare, ma non gli ho detto il motivo del perché non lo vuole fare, uno potrebbe essere che il cane non ha capito cosa deve fare e il secondo potrebbe essere che lo ha capito e non è disposto ad assumere quella posizione di rinuncia e sottomissione neanche con il bocconcino, ma questo comportamento non riguarda la razza

          ----------------------------------------------------------------------------------------
          Può darsi che vediamo il cane in modo diverso. Nella mia attività cinofila, ho fatto tanti sbagli, dai quali ho imparato molto.
          Finalmente hai ammesso che il Kurzhaar è diverso dagli inglesi e quindi secondo me ci sarà un modo diverso di approccio e qui quando dicevo che necessita quanto meno di un dressaggio "diverso". Tanto che col passare degli anni, per quanto mi riguarda, se dovrei prendere un cucciolo adesso, prenderei un bracco italiano. Non perchè il Kurzhaar non mi piace più, anzi! Ma non me la sento più di ricominciare con gli incazzamenti e l'ipertensione. Poi potrebbe anche capitare che mi arrivi il cucciolo "facile".
          Nicola, di setter ne ho visti a centinaia, dai bravi, bravissimi, e brocchi. I campioni della grande cerca, fanno quelle prove da brivido, che però durano pochi minuti, non credo resisterebbero una giornata con quel ritmo. Lo fanno in gara, a caccia dopo 3/4 ore saranno sfiniti, specialmente a quaglie con temperature alte. Se va bene e dico bene, alle 10,00 puoi chiudere e ti devi portare dietro 10 litri d'acqua.
          Io cacciavo finchè ce la facevo io, non certo il cane, ma comunque quando me ne andavo non c'era più nessuno... compreso gli springeristi ... scherzo anch'io...ma non troppo!
          Quando parlo di "masticare" non mi riferisco all'azione di nutrirsi, ma al maciullamento della selvaggina. Di setter e pointer che masticano la selvaggina ne ho visti veramente pochi, forse uno o due. Pensa che la mia pointer, si mangiava la prima quaglia dell'annata! Ma solo quella però! Le altre me li riportava anche se vive o grondanti di sangue.
          Non ho detto che tutti i Kurzhaar masticano, ho detto che tutti quelli proveniente da quell'allevamento lo facevano, secondo me era una tara trasmessa dai genitori, da quella linea di sangue. Ho visto altri Kurzhaar masticare che non provenivano da quella linea. Qualcuno dice "Irruenza" ma io non la penso così, anche perchè ne ho visti che praticamente pendevano dalle labra del cacciatore, gli ho visto fare di tutto, persino andargli a prendere le sigarette in macchina. Ma aimè all'abocco si trasformavano, prima di consegnare la selvaggina la masticavano e loro (i proprietari) dicevano; hai visto che irruenza? Ma quando mai! Quello di masticare per me è un "TIC" che alcuni soggetti hanno e che gli viene trasmesso.
          Tu mi dici, che per coprire il terreno che un setter copre in una giornata, ci vogliono più di un kurzhaar. Certo, rapportato alla velocità sono d'accordo, ma ce la fa a fare una giornata intera? (Qui si parla di caccia, non di gare, nelle gare corrono anche i Kurzhaar), Poniti questa domanda. Secondo me no e sai il perchè? Perchè la morfologia dei due cani è diversa; il setter corre, il Bracco trotta e a tratti brevi, corre. Chi va sano e più lontano? Come dice il proverbio.
          Nicola, tu sai che io parlo esclusivamente per esperienza personale e ti posso dire che mi è successo più volte (specialmente a quaglie), passare dove erano passati setter e trovare la quaglia. Questo non perchè i setter erano scarsi, solo perchè erano troppo veloci, mentre il mio era più meticoloso e calmo. Ad ottobre poi non ne parliamo! Incontravo setteristi amici che erano di ritorno e mi dicevano; "non ce niente" intanto io mi portavo a casa le mie due quaglie, trovate dove erano passati loro. La mia Kurzhaar non era più brava, era più calme e riflessiva, anche perchè sapeva il fatto suo in materia di quaglie.
          Ti dico un altra cosa; il fatto che il setter è il primo nelle iscrizioni e il Kurzhaar al terzo posto (forse,... non ricordo), secondo me il motivo sta nel fatto che la maggior parte dei fermisti non vuole districarsi nell'addestramento del bracco, lo ritengono testardo e difficile e quindi optano per il setter, molto più malleabile e di facile addestramento ed è anche un bel cane.
          Sono convinto altresì, che non cambieremo modo di pensarla anche se discutessimo all'infinito.
          Ciao Mauretto, sarai sempre nei miei pensieri.
          Sta il cacciator fischiando
          sull'uscio a rimirar..........

          COMMENTA


          • #20
            Re: addestramento cucciolo

            [QUOTE=walker960walker;1158378]
            Originariamente inviato da germano56 Visualizza il messaggio
            Non parlerei di approcci, parlerei di mentalità diverse in rapporto ai cani, vediamo il cane in modo diverso. Io la parola "mai" quando discuto di cani la utilizzo poco. Purtroppo setter e pointer che masticano la selvaggina ci sono, e ci sono anche quelli che la mangiano. Tu dici che è genetica, io dico che è un problema sociale. Se hai cambiato linea e il problema lo hai risolto non dipendeva dalla razza, deduco che ci sono kurzhaar che masticano come ci sono altri che non masticano. A me interessa l'allevatore che seleziona sulle doti istintive geneticamente trasmesse, cani avidi, con un grande olfatto, insensibili al dolore e alla fatica (vedi springer) scherzo, ma non troppo, che fermano bene, sanno accostare e guidare, tutto il resto si può risolvere fra cane e padrone. Per fortuna tutti i cani nascono con il vizio di masticare e mangiare, altrimenti morirebbero di fame. Giovanni a me le cose facili non sono mai piaciute, possono nascondere brutte sorprese. Per esempio il cane dal facile riporto potrebbe nascondere una carenza nella cerca, una azione non troppo avida, una cerca non proprio ampia. Preoccupiamoci prima di questo e dopo del riporto o del cane che mastica. Le razze inglesi sono diverse da quelle tedesche, e questo lo sanno tutti. Se non sbaglio il dott. Guberti definiva il Pointer "il puro folle" e questa definizione la dice lunga sul carattere del vero Pointer. Personalmente non consiglierei mai a un cacciatore alle prime armi di accompagnarsi a un Pointer, sicuramente fra i due è meglio un Kurzhaar. Lo ripeto, chi lascia le razze inglesi al 90% lo fa perché non riesce a controllarle. Quando ho parlo di lavoro non mi riferivo all'efficienza del cane, ma al terreno e al tempo che ha il setter di perlustrarlo. Giovanni io non so quali setter hai visto, ma per coprire il terreno che copre un setter in una giornata di caccia un Kurzhaar potrebbe non bastare. Ieri ho parlato con una persona che ha preso una cucciolone di Kurzhaar il quale mi ha detto che il cane è ubbidiente, ma non vuole fare il "terra" gli ho spiegato come fare, ma non gli ho detto il motivo del perché non lo vuole fare, uno potrebbe essere che il cane non ha capito cosa deve fare e il secondo potrebbe essere che lo ha capito e non è disposto ad assumere quella posizione di rinuncia e sottomissione neanche con il bocconcino, ma questo comportamento non riguarda la razza

            ----------------------------------------------------------------------------------------
            Può darsi che vediamo il cane in modo diverso. Nella mia attività cinofila, ho fatto tanti sbagli, dai quali ho imparato molto.
            Finalmente hai ammesso che il Kurzhaar è diverso dagli inglesi e quindi secondo me ci sarà un modo diverso di approccio e qui quando dicevo che necessita quanto meno di un dressaggio "diverso". Tanto che col passare degli anni, per quanto mi riguarda, se dovrei prendere un cucciolo adesso, prenderei un bracco italiano. Non perchè il Kurzhaar non mi piace più, anzi! Ma non me la sento più di ricominciare con gli incazzamenti e l'ipertensione. Poi potrebbe anche capitare che mi arrivi il cucciolo "facile".
            Nicola, di setter ne ho visti a centinaia, dai bravi, bravissimi, e brocchi. I campioni della grande cerca, fanno quelle prove da brivido, che però durano pochi minuti, non credo resisterebbero una giornata con quel ritmo. Lo fanno in gara, a caccia dopo 3/4 ore saranno sfiniti, specialmente a quaglie con temperature alte. Se va bene e dico bene, alle 10,00 puoi chiudere e ti devi portare dietro 10 litri d'acqua.
            Io cacciavo finchè ce la facevo io, non certo il cane, ma comunque quando me ne andavo non c'era più nessuno... compreso gli springeristi ... scherzo anch'io...ma non troppo!
            Quando parlo di "masticare" non mi riferisco all'azione di nutrirsi, ma al maciullamento della selvaggina. Di setter e pointer che masticano la selvaggina ne ho visti veramente pochi, forse uno o due. Pensa che la mia pointer, si mangiava la prima quaglia dell'annata! Ma solo quella però! Le altre me li riportava anche se vive o grondanti di sangue.
            Non ho detto che tutti i Kurzhaar masticano, ho detto che tutti quelli proveniente da quell'allevamento lo facevano, secondo me era una tara trasmessa dai genitori, da quella linea di sangue. Ho visto altri Kurzhaar masticare che non provenivano da quella linea. Qualcuno dice "Irruenza" ma io non la penso così, anche perchè ne ho visti che praticamente pendevano dalle labra del cacciatore, gli ho visto fare di tutto, persino andargli a prendere le sigarette in macchina. Ma aimè all'abocco si trasformavano, prima di consegnare la selvaggina la masticavano e loro (i proprietari) dicevano; hai visto che irruenza? Ma quando mai! Quello di masticare per me è un "TIC" che alcuni soggetti hanno e che gli viene trasmesso.
            Tu mi dici, che per coprire il terreno che un setter copre in una giornata, ci vogliono più di un kurzhaar. Certo, rapportato alla velocità sono d'accordo, ma ce la fa a fare una giornata intera? (Qui si parla di caccia, non di gare, nelle gare corrono anche i Kurzhaar), Poniti questa domanda. Secondo me no e sai il perchè? Perchè la morfologia dei due cani è diversa; il setter corre, il Bracco trotta e a tratti brevi, corre. Chi va sano e più lontano? Come dice il proverbio.
            Nicola, tu sai che io parlo esclusivamente per esperienza personale e ti posso dire che mi è successo più volte (specialmente a quaglie), passare dove erano passati setter e trovare la quaglia. Questo non perchè i setter erano scarsi, solo perchè erano troppo veloci, mentre il mio era più meticoloso e calmo. Ad ottobre poi non ne parliamo! Incontravo setteristi amici che erano di ritorno e mi dicevano; "non ce niente" intanto io mi portavo a casa le mie due quaglie, trovate dove erano passati loro. La mia Kurzhaar non era più brava, era più calme e riflessiva, anche perchè sapeva il fatto suo in materia di quaglie.
            Ti dico un altra cosa; il fatto che il setter è il primo nelle iscrizioni e il Kurzhaar al terzo posto (forse,... non ricordo), secondo me il motivo sta nel fatto che la maggior parte dei fermisti non vuole districarsi nell'addestramento del bracco, lo ritengono testardo e difficile e quindi optano per il setter, molto più malleabile e di facile addestramento ed è anche un bel cane.
            Sono convinto altresì, che non cambieremo modo di pensarla anche se discutessimo all'infinito.
            Solo riguardo alla "durata .....
            I setter che fanno le prove sono allenati per quello, scendono dal furgone e corrono 10 minuti, orologio alla mano.
            Devono dare tutto in quei 10 minuti.
            Un cane si sa regolare dopo un po' di uscite. I cani, ad esempio, che cacciamo regolarmente in montagna hanno un ritmo molto più soft.
            A me piace vedere i cani "andare" e faccio più o meno 3 uscite a settimana di 4 ore, I miei setter sono regolati su quello, Se mi fermo di più calano vistosamente.
            Cani di amici vanno più lenti ma stanno fuori anche tutto il giorno.

            - - - Aggiornato - - -

            Per quANto riguarda il caldo, tutti i setter che ho avuto lo hanno sofferto e' vero.

            COMMENTA


            • #21
              Re: addestramento cucciolo

              Titolo : addestramento cucciolo; svolgimento : il dk è diverso dai Setters e Pointers.
              Sopra ogni cosa combatti l'ignoranza.

              martino de michele

              " La Caccia è affascinante ed emozionante ANCHE quando la selvaggina scarseggia....e tu, nonostante tutto, ti diverti lo stesso perchè sei a Caccia."
              Un Cacciatore.

              COMMENTA


              • #22
                Re: addestramento cucciolo

                Originariamente inviato da arsvenandi Visualizza il messaggio
                Titolo : addestramento cucciolo; svolgimento : il dk è diverso dai Setters e Pointers.

                -----------------------------------------------------------------------------
                . Comunque... addestramento cucciolo di Kurzhaar, che è diverso dagli altri.......
                Ciao Mauretto, sarai sempre nei miei pensieri.
                Sta il cacciator fischiando
                sull'uscio a rimirar..........

                COMMENTA


                • #23
                  Re: addestramento cucciolo

                  Giovanni, penso che tutti sono d'accordo che il cucciolo di kurzhaar è diverso dai cuccioli di altre razze, in ogni caso la razza appartiene al gruppo "cani da ferma" e dovrebbe essere addestrato come vengono addestrati i cani da ferma. Mi spiego: alla base di ogni razza c'è il singolo soggetto, l'addestratore non addestra la razza, addestra il cane appartenente alla razza, sempre tenendo in grande considerazione le attitudini di razza e tutte quelle che sono le doti naturali. Non è assolutamente vero che la razza kurzhaar è difficile da addestrare, potrebbe essere che il Kurzhaar e il Drahthaar non sono razze adatte a tutti, specialmente quelli provenienti da linee tedesche, ma questo con l'addestrabilità del cane non ha nulla a che vedere, ha a che vedere con chi addestra il cane. Avrebbe bisogno di un addestramento diverso se il cane venisse utilizzato come lo utilizzano in Germania. Pavlov insegna e ci dice che al suono della campanella aumenta la salivazione il Kurzhaar allo stesso modo del setter, sono cani con stili diversi, ma entrambe le razze avevano gli stessi progenitori. Ho avuto la fortuna di avere una Kurzhaar diretta discendente di Tin Tin e di Ulis du Mas de la Combe, cane ubbidientissimo e collegatissimo, pendeva nel vero senso della parola dalle mie labbra, morbosamente attaccatissima a qualsiasi bambino. L'ho presa da adulta da un conoscente che non la poteva più tenere. La cagna l'avevo già vista da cucciolona e mi aveva impressionato per quello che sapeva fare, anche per questo mi sono deciso a prenderla. Dopo qualche anno ho saputo da persone affidabili che la cagna è stata ceduta perché nascondeva la selvaggina, con me non aveva mai nascosto niente, si è sempre dimostrata un'ottima recuperatrice e riportatrice. Molto probabilmente il vecchi proprietario prima di darla via avrà tentato di correggere questo difetto senza riuscirci. Quello che la cagna faceva con il vecchio proprietario con me non l'ha più fatto, ha deciso spontaneamente di non andare più a nascondere. Il Kurzhaar è un cane addestrabilissimo, però con il cane bisogna sapersi relazionare, altrimenti tutto diventa più difficile. Cani intelligentissimi sono stati bollati come ottusi ed inaddestrabili solo perché non volevano accettare quel tipo di addestramento.

                  COMMENTA


                  • #24
                    Re: addestramento cucciolo

                    Originariamente inviato da germano56 Visualizza il messaggio
                    Giovanni, penso che tutti sono d'accordo che il cucciolo di kurzhaar è diverso dai cuccioli di altre razze, in ogni caso la razza appartiene al gruppo "cani da ferma" e dovrebbe essere addestrato come vengono addestrati i cani da ferma.
                    Originariamente inviato da germano56 Visualizza il messaggio
                    Mi spiego: alla base di ogni razza c'è il singolo soggetto, l'addestratore non addestra la razza, addestra il cane appartenente alla razza, sempre tenendo in grande considerazione le attitudini di razza e tutte quelle che sono le doti naturali. Non è assolutamente vero che la razza kurzhaar è difficile da addestrare, potrebbe essere che il Kurzhaar e il Drahthaar non sono razze adatte a tutti, specialmente quelli provenienti da linee tedesche, ma questo con l'addestrabilità del cane non ha nulla a che vedere, ha a che vedere con chi addestra il cane. Avrebbe bisogno di un addestramento diverso se il cane venisse utilizzato come lo utilizzano in Germania. Pavlov insegna e ci dice che al suono della campanella aumenta la salivazione il Kurzhaar allo stesso modo del setter, sono cani con stili diversi, ma entrambe le razze avevano gli stessi progenitori. Ho avuto la fortuna di avere una Kurzhaar diretta discendente di Tin Tin e di Ulis du Mas de la Combe, cane ubbidientissimo e collegatissimo, pendeva nel vero senso della parola dalle mie labbra, morbosamente attaccatissima a qualsiasi bambino. L'ho presa da adulta da un conoscente che non la poteva più tenere. La cagna l'avevo già vista da cucciolona e mi aveva impressionato per quello che sapeva fare, anche per questo mi sono deciso a prenderla. Dopo qualche anno ho saputo da persone affidabili che la cagna è stata ceduta perché nascondeva la selvaggina, con me non aveva mai nascosto niente, si è sempre dimostrata un'ottima recuperatrice e riportatrice. Molto probabilmente il vecchi proprietario prima di darla via avrà tentato di correggere questo difetto senza riuscirci. Quello che la cagna faceva con il vecchio proprietario con me non l'ha più fatto, ha deciso spontaneamente di non andare più a nascondere. Il Kurzhaar è un cane addestrabilissimo, però con il cane bisogna sapersi relazionare, altrimenti tutto diventa più difficile. Cani intelligentissimi sono stati bollati come ottusi ed inaddestrabili solo perché non volevano accettare quel tipo di addestramento.

                    -----------------------------------------------------------------------------
                    ....... DOVREBBE.
                    Ciao Mauretto, sarai sempre nei miei pensieri.
                    Sta il cacciator fischiando
                    sull'uscio a rimirar..........

                    COMMENTA


                    • #25
                      Re: addestramento cucciolo

                      Originariamente inviato da arsvenandi Visualizza il messaggio
                      Titolo : addestramento cucciolo; svolgimento : il dk è diverso dai Setters e Pointers.
                      oh Moderatore!!!!!
                      lo dovresti sapere che stai a moderà la stanza più difficile di tutte!!!!
                      quando si parla di cani si parte dal setter che muove la coda e si va a finì alla differenza sotto il capanno tra il labrador e lo springer!!!!
                      colombaccio a curata............erezione assicurata!

                      COMMENTA


                      • #26
                        Re: addestramento cucciolo

                        Originariamente inviato da Cimbellatore Visualizza il messaggio
                        oh Moderatore!!!!!
                        lo dovresti sapere che stai a moderà la stanza più difficile di tutte!!!!
                        quando si parla di cani si parte dal setter che muove la coda e si va a finì alla differenza sotto il capanno tra il labrador e lo springer!!!!
                        Dopo quello che ha scritto giovannit. nella discussione "Pointer scorretto" sul labrador da ferma, si poteva andare a finire di parlare dei barboncini da ferma che stanno incominciando a selezionare in America.

                        COMMENTA


                        • #27
                          Re: addestramento cucciolo

                          Parliamo di addestramento del cucciolo di Kurzhaar. I sono dell'opinione che il cacciatore deve addestrare in relazione alle sue reali possibilità, senza esagerare e senza mai rovinare quello che di buono ha creato nel relazionarsi con il cane. Prima di tutto bisogna imparare ad autocontrollarsi, senza di questo non è possibile avere cani equilibrati, sembra facile ma non lo è, ci vuole molta forza di volontà per non incazzarsi mai e sottolineo mai con il cane. L'altro giorno ho visto un signore che si è incazzato in modo eccessivo e ha dato con un colpetto simbolico di guinzaglio sulla testa del cane, questo perché gli ha dato un strappo e gli ha fatto cadere il guinzaglio per terra. Tante piccole punizioni non aiutano l'equilibrio del cane, che il più delle volte subisce senza capire il motivo. Parliamo di addestramento al resta del Kurzhaar, prima però bisogna dire che qualsiasi addestramento funziona bene cioè il cane apprende velocemente e meglio se il padrone è lui stesso coinvolto nell'addestramento, padrone e cane non devono essere due cose separate dove uno ordina e l'altro esegue. Il collegamento non è solo quello che il cane manifesta nella cerca. Quindi quando parliamo di addestramento al resta bisogna parlare anche di collegamento, in base a questo l'addestramento risulterà facile o difficile. Per adesso non entro nello specifico, dico solo che ho visto cose oscene fatte da persone esperte. Il collegamento non si può ottenere con l'addestramento, quindi mettere il cane sul resta e incominciare a girarlo intorno serve a controllare il cane, ma non a rafforzare la leadership, visto che il cerchiare è un atteggiamento di dominanza, se il cane non è stato socializzato non si sottomette solo perché gli giriamo intorno. Se il cane vive per il padrone indifferentemente dalla razza rispetterà l'ordine "resta" senza sacrificio, di conseguenza senza trasgredire. Se invece non è collegato vorrà dire che non ha come unico punto di riferimento il padrone, non ha nella testa l'obiettivo fisso di ricongiungersi al padrone. Se gli manca questo, giustamente il cane si sentirà autorizzato ad andare in giro a fare quello che vuole. Questo cane per essere addestrato ha bisogno di un addestramento costrittivo, ma questo tipo di addestramento non è dovuto né all'intelligenza del cane né alla razza, si è reso necessario perché non c'è un buona relazione fra cane e padrone, non c'è collegamento. Anche il cane collegato può trasgredire, ma trasgredisce per andare a ricongiungersi con il padrone, i due tipi di trasgressione sono molto diverse, si potrebbe dire che un cane trasgredisce per difetto e uno per eccesso. Si potrebbero fare anche altre ipotesi del perché il cane abbandona la postazione. Assodato questo ognuno può decidere cosa è meglio fare. Io ritengo sia meglio legare il cane, che costringerlo con metodi e strumenti persuasivi, meglio non forzare, anche perché le forzature non durano mai in eterno.

                          COMMENTA


                          • #28
                            Re: addestramento cucciolo

                            Originariamente inviato da Cimbellatore Visualizza il messaggio
                            oh Moderatore!!!!!
                            lo dovresti sapere che stai a moderà la stanza più difficile di tutte!!!!
                            quando si parla di cani si parte dal setter che muove la coda e si va a finì alla differenza sotto il capanno tra il labrador e lo springer!!!!
                            Faccio del mio meglio affinché chi pone una domanda riceva una risposta attinente , altrimenti si mischiano in continuazione fave e piselli.
                            Sopra ogni cosa combatti l'ignoranza.

                            martino de michele

                            " La Caccia è affascinante ed emozionante ANCHE quando la selvaggina scarseggia....e tu, nonostante tutto, ti diverti lo stesso perchè sei a Caccia."
                            Un Cacciatore.

                            COMMENTA

                            Pubblicita STANDARD

                            Comprimi

                            Ultimi post

                            Comprimi

                            Unconfigured Ad Widget

                            Comprimi
                            Sto operando...
                            X