annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Abbattere il selvatico in prova Sant'Uberto

Comprimi

Mantieni online il sito per tutto il 2019

Comprimi
Le donazioni inviate sino ad oggi hanno ricoperto il (44%) dei costi necessari.
X
Comprimi
Su questa pagina ci sono 1 persona/e che stanno leggendo il contenuto di questa discussione: (0) Utenti registrati - (1) Ospiti
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Abbattere il selvatico in prova Sant'Uberto

    Salve amici del forum, da quando la caccia e' chiusa mi sto dedicando con Kira alle gare Sant'Uberto. Vorrei un chiarimento riguardo l'abbattimento del selvatico ferito in gara. I giudici di una gara con regolamento Liberacaccia mi hanno informato che per quanto riguarda l'abbattimento della quaglia bisogna premere il collo della quaglia al fine di romperglielo tenendo la testa sotto l'ala. Per quanto riguarda fagiani e simili (starna, pernice) loro mi hanno detto che bisogna con le due mani stringere il collo del fagiano uccidendolo per asfissia. In un altra gara pero' altri giudici mi hanno detto diversamente: o battere il collo del fagiano sul calcio del fucile o dare *****tti a mano tesa sul collo per romperglielo. Altri ancora invece mi hanno consigliato di dare un pugno forte al petto dell'animale per farlo morire. Ora, per chi pratica questo tipo di gare, quale sarebbe il miglior modo per finire un selvatico ferito in gara evitando di rovinare l'animale o comunque di prendere un punteggio basso come correttezza o peggio essere squalificati? Grazie in anticipo per le risposte!
    La caccia è l'unico sport che racchiuda in sé il respiro degli orizzonti senza fine, la voce del mare, la poesia dei boschi, il sibilo dei venti, la potenza degli elementi della natura poiché essa stessa è un elemento della natura. (Nino Cantalamessa)

    Il cane è l'anima della caccia
    César François Adolphe d'Houdetot, Il cacciatore rustico, 1848


    MAURO, FAGLI VEDERE AGLI ANGELI COME SI VA A CACCIA!

    MARY, SARAI SEMPRE NEL MIO CUORE

  • #2
    Da buon ignorante non sapevo che fosse soggetto a punteggio anche il modo di sopprimere un animale ferito...
    Comunque per il fagiano ti posso dire che se lo tieni per il collo e appoggi il petto sulla tua coscia, ti basta un colpo deciso e secco sulla schiena dell'animale per finirlo all'istante. Non so se ti può essere d'aiuto....

    COMMENTA


    • #3
      "Finire" il prima possibile un selvatico ferito in modo da evitargli ulteriore sofferenza è un dovere del cacciatore, a prescindere dal punteggio. Sicuramente è grave demerito incarnierare un animale ferito, questo dovrebbe essere previsto in qualsiasi regolamento. Per i punteggi bisogna leggersi i vari regolamenti; nella gara S.Uberto il ferimento non è mai giudicato positivamente, il punteggio potrebbe essere detratto sull'abilità nel maneggio dell'arma e anche sulla sportività. Sulla sportività perché si pensa che il concorrente non ha volutamente tirato il secondo colpo per prendersi il punteggio pieno previsto per l'abbattimento di prima canna. Ma ci sono anche altre valutazioni che tolgono punteggio sull'abbattimento. Per mettere fine alle sofferenze di una quaglia non è difficile basta girargli il collo e mettere la testa sotto l'ala. Al fagiano si mette la testa sotto l'ala, lo si posiziona bene nella mano sinistra e a pugno chiuso si picchia forte con le falangi centrali delle dita sulla schiena, basta un colpo per spezzare la schiena al fagiano. Il tutto va fatto con molta discrezione dando le spalle alla giuria e al pubblico.

      COMMENTA

      Pubblicita STANDARD

      Comprimi

      Ultimi post

      Comprimi

      Unconfigured Ad Widget

      Comprimi
      Sto operando...
      X