annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Setter inglese problema riporto

Comprimi

Mantieni online il sito per tutto il 2019

Comprimi
Le donazioni inviate sino ad oggi hanno ricoperto il (55%) dei costi necessari.
X
Comprimi
Su questa pagina ci sono 1 persona/e che stanno leggendo il contenuto di questa discussione: (0) Utenti registrati - (1) Ospiti
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Setter inglese problema riporto

    Buongiorno a tutti, vi chiedo un consiglio ho un aiuto, ho comprato una setter inglese femmina di 5 anni perché purtroppo ho perso il mio grande compagno di caccia l’anno scorso..là setter ha 5 anni ottima cagna gira bene ferma bene ..dolce è ubbidiente con tre scontri di cui l’ultimo oggi con una strana la cagna prende la preda è la NASCONDE ..L’allevatore da dove l’ho comprata mi mi dice che la cagna ha sempre riportato in mano..come mai adesso con me esce questo problema? Come posso correggerla ? Grazie mille in anticipo

  • #2
    5 anni che correggi!!! riportava perche' usava il collare!!

    COMMENTA


    • #3
      Da quanto tempo hai il cane e dopo quanto tempo dopo averlo preso lo hai portato a caccia? Quelle che asserisce l'allevatore potrebbe essere vero, come non lo potrebbe essere. Quando si compra un cane adulto bisogna provarlo. In questo caso si doveva provare almeno su una starna, meglio se fagiano di allevamento. Vai dall'allevatore e gli chiedi di vedere come il cane gli consegna la selvaggina in mano. Il riporto il cane lo deve fare in un ambiente con buona vegetazione, e deve essere abbastanza lungo. Quindi riporto intorno ai 35/40 metri e la vegetazione non deve permettere al cane di vedere il padrone. Il riporto spontaneo il cane lo fa per condizione, se il rapporto fra cane e padrone è buono, il cane riporta, altrimenti non riporta. Presumo che il tuo setter non ha ricevuto un buon addestramento, addestramento insufficiente e forte dominanza portano il cane a nascondere la selvaggina. La forte dominanza in alcune razze non la si può misurare dalla "dolcezza o dall'aggressività" Si può tentare con l'addestramento e soprattutto migliorando il rapporto con il cane. Per fare questo non devi portare il cane a caccia fino a quando non hai la certezza che il cane non rifiuti il riporto dopo l'abbattimento. P.S. Se hai intenzione di ritornare dall'allevatore, devi evitare di portare il cane a caccia, i vizi fanno presto a diventare abitudini, in questo caso l'allevatore potrebbe aver ragione di dire che al cane l'abitudine a nascondere gliela hai fatta prendere tu. Devi dire che lo hai portato a caccia e dopo averlo visto nascondere non lo hai più portato.

      COMMENTA


      • paolett
        paolett commentata
        Modifica di un commento
        Buongiorno la ringrazio per la risposta..ho preso il cane ad aprile e l’ho uscito a fine agosto per farmela amica..ho un po’ rapporto con la cagna..mi ascolta è ben collegata...ma già dalla prima volta con la prima quaglia fece questa cosa di nasconderla io pensavo che forse è piccola e la prima volta poi riporterà..ma nnt poi lo ha rifatto e ieri lo ha rifatto con una strana ..ci sono dei modi per correggerla? Grazie mille

    • #4
      Hai detto che per affezzionartela l'hai portata a caccia .

      SOLO ???

      COMMENTA


      • #5
        No la porto a spasso a lavarla ecc...

        COMMENTA


        • #6
          secondo me a ragione Germano devi migliorare il rapporto tra te e il cane migliorarlo nn significa portandolo a caccia dovresti passare più tempo con lu anche giocarci qualche riporto corto e allo stretto sempre con un premio ben stuzzicoso spece pancetta wuster quelle robe lì ma soprattutto passarci del tempo insieme nn solo caccia lei deve fidarsi di te ciecamente anche se ormai a 5 anni la cagna e fatta ma puoi ancora risolvere il problema però come ti ripeto devi passare tanto tempo con lei lei deve conoscere le tue abitudini
          arsvenandi e Pieffe50 piace questo post.

          COMMENTA


          • #7
            Originariamente inviato da paolett Visualizza il messaggio
            Buongiorno la ringrazio per la risposta..ho preso il cane ad aprile e l’ho uscito a fine agosto per farmela amica..ho un po’ rapporto con la cagna..mi ascolta è ben collegata...
            Forse una parte del problema potrebbe dipende dal fatto che volevi fartela amica. Se non partiamo dal presupposto che non dobbiamo essere noi a farci amico il cane, non dobbiamo essere noi a guadagnarci la fiducia del cane, ma deve essere il cane a guadagnarsi la nostra fiducia, non avremo mai un buon rapporto con il cane. Trattarlo da umano sperando in una sua gratitudine è sbagliato, il cane non farà mai niente per gratitudine. Ho una cagna che va per i 14 anni, ormai è in pensione, il rapporto di lavoro fra me e il cane non c'è più, ho allentato i freni e il cane si è preso il dito, ieri si è preso anche la mano, mi ha invitato a giocare e a un mio rifiuto mi ha abbaiato, disapprovando il mio comportamento. Non fanno ragionamenti complessi, ma pensano valutano e decidono.

            COMMENTA


            • #8
              Originariamente inviato da paolett Visualizza il messaggio
              ci sono dei modi per correggerla? Grazie mille
              Si può tentare con l'addestramento, ma soprattutto CERCARE di creare un rapporto diverso, basato sulla dominanza-sottomissione, per ottenere la leadership non credo che ci sono altre strade. Ho detto "cercare" perché con un cane di 5 anni potrebbe essere difficile. Logicamente sono solo supposizioni, il cane potrebbe riportare spontaneamente senza nessun intervento, succede anche al contrario. Sabato scorso alle eliminatorie regionali per il campionato italiano Sant'Uberto, una kurzhaar di 9 anni che ha sempre riportato, sul primo riporto a lasciato la starna a 6/7 metri dal padrone, la seconda starna l'ha portata via e la lasciata a un 150 m. dal padrone, per fortuna senza sotterrarla. Alla base c'è sempre un addestramento inadeguato. Se vuoi tentare devi evitare di portare il cane a caccia, altrimenti ad ogni rifiuto perdi tutto il lavoro fatto in precedenza. In gioventù per una questione umanitaria ho preso una Kurzhaar che conoscevo da cucciola, l'ho presa perché il padrone aveva avuto problemi di salute e il cane lo aveva affidato a uno onzo che lo teneva in bosco in un recito sotto una tettoia senza cuccia. Il cane aveva il problema di andare a nascondere, con molto impegno ho ottenuto dal cane un ottimo riporto, però nei riporti lunghi quando il cane era fuori controllo visivo e non riusciva a recuperare il dubbio che potesse aver nascosta la selvaggina mi è sempre rimasto. Intanto segui i consigli di Luca, se decidi di fermare la cagna per tentare di addestrarla faccelo sapere, altrimenti perdiamo tempo. Almeno per quello che mi riguarda.

              COMMENTA


              • #9
                scusate non ho letto tutto ma ...il mio compare di caccia ha un ottimo setter. Il cane ormai ha 6/7 anni, ottimo soggetto che inventa gli animali, fermatore e riportatore..…. Fin da quando era piccolo il cane riusciva a riconoscere quando ai fagiani o alle beccacce sparavo io e sistematicamente quando accadeva andava a nascondere l'animale addirittura sotterrandolo…. Ultimamente ha smesso di farlo ma era il suo modo per dirmi "è mio o al limite del mio padrone…." Credo che il problema sia solo che la cagna ancora non ti riconosce suo capobranco e di conseguenza caccia per se…. Portala a caccia ma dedicale anche tanto tempo fuori dalla caccia, quando le dai da mangiare, quando la porti a spasso in mezzo alla gente… La possibilità di risolvere il problema è direttamente proporzionale a quanto sarai in grado di crearci un legame.
                un saluto
                <<Alf>>

                COMMENTA


                • #10
                  Quando si parla di quello che frulla nella testa del cane ognuno può dire quello che gli pare senza paura di sbagliare.

                  COMMENTA


                  • #11
                    Oggi ho provato con una pallina in spazio aperto ma non la pensa proprio...ho avuto dei consigli sul fatto di farla andare in ferma su quaglia legarla con una corda di 15 mt e dopo aver sparato la quaglia incitarla a portarla ma se non dovesse venire tirandola dolcemente è premiandola a quaglia recuperata..voi che dite?

                    COMMENTA


                    • #12
                      secondo me quella soluzione lì va anche bene con la corda però bruci un Po le tappe io sarei in te inizierei un Po a giocarci sempre facendoli capire che il padrone sei tu però poi inizierei con riporti corti e allo stretto se porta sempre col premio ( pancetta ) ma non con la pallina serve un selvatico una quaglia perché ormai la cagna e fatta la pallina nn lì intriga più poi più avanti col tempo potresti passare a quella soluzione lì sempre secondo me però prova un riporto con selvatico dietro uno scivolo di casa e allo che porti le macchine in garage dove lei nn a spazio da portarla da nessuna parte ho viene da te e te la porta ho seno la lascia giù perché nasconderla nn può e abbastanza 10 12 metri anche meno

                      COMMENTA


                      • #13
                        In effetti la prova bisognava farla prima di acquistarla, ma ormai è fatta. Come dice Nicola , ogni opinione in merito ha la sua ragione, perciò mi aggiungo al coro: tenterei il riporto “indotto” che qualcuno chiama “forzato” ma a me non piace chiamarlo così ; se sai come si fa bene, altrimenti chiedi che te lo spiego/ spieghiamo.
                        Sopra ogni cosa combatti l'ignoranza.

                        martino de michele

                        " La Caccia è affascinante ed emozionante ANCHE quando la selvaggina scarseggia....e tu, nonostante tutto, ti diverti lo stesso perchè sei a Caccia."
                        Un Cacciatore.

                        COMMENTA


                        • paolett
                          paolett commentata
                          Modifica di un commento
                          Grazie se potreste spiegarmelo come fare ve ne sarei grato...

                        • arsvenandi
                          arsvenandi commentata
                          Modifica di un commento
                          Faresti confusione adesso che Nicola(germano56) ti ha suggerito un altro metodo, prova prima quello poi eventualmente si farà l’altro.

                      • #14
                        Per vedere se funziona bisogna provare, la lunghina è uno strumento che ha aiutato a risolvere diversi problemi. Se hai voglia di provare con la pallina lo devi fare in spazi stretti. Se non vuole abboccare la pallina, prova con una ciabatta, o con qualche altra cosa. Il lavoro con la lunghina lo devi fare insieme allo sparatore, che deve abbattere la quaglia fra i 20 e i 25 metri senza rovinarla. Se in cane non è abituato a marcare da fermo ci metterà più tempo ad arrivare sulla quaglia, il tempo che ti serve per recuperare la lunghina. Io e sottolineo io, a questo cane lo prenderei per il c.lo facendogli credere di essermi sottomesso. La lunghina la devi usare prima per la chiamata. Chiama il cane, se non dovesse venire lo recuperi dolcemente con la lunghina, quando lo hai recuperato, lo premi con il bocconcino e gli fai grandi feste e qualche carezza, lo porti a spasso per qualche minuto e ogni tanto lo fermi e gli dai il bocconcino, dopo lo rimetti in libertà e ripeti tutto nuovamente, bastano due tre volte al giorno. La chiamata è la base di tutto, se fatta bene il cane si presenta alla chiamata con qualsiasi cosa ha in bocca. Questo esercizio ti serve per la chiamata e per abituare il cane a seguirti, è propedeutico per il riporto con la lunghina. Dopo l'abbattimento devi recuperare il cane con molta dolcezza, lo devi accarezzare, ma non gli devi togliere la selvaggina dalla bocca, lo accarezzi e te lo porti dietro con la selvaggina in bocca, dopo una quindicina di metri ti fermi e gli proponi lo scambio, se non accetta continua a portartelo a spasso, te lo metto per iscritto, prima o poi accetterà lo scambio. Quando questo avviene, dopo che ha mangiato il bocconcino gli restituisci la selvaggina, se accetta di abboccarla nuovamente ripeti ancora per una due volte, l'ultima volta premio e lo rimetti in libertà. Con questo esercizio hai detto al cane che la selvaggina è sua e nessuno gliela toglie, a te non interessa la selvaggina, a te interessa solo premiarlo. Per questo tipo di esercizio è meglio la starna. Come ho già detto con i cani si può andare d'accordo e vive bene anche da sottomessi. Ci vuole tempo per ottenere dei buoni risultati.

                        COMMENTA


                        • #15
                          Originariamente inviato da Luca ossoli Visualizza il messaggio
                          secondo me quella soluzione lì va anche bene con la corda però bruci un Po le tappe
                          Infatti va bene proprio perché bruciando le tappe gli fa risparmiare tempo. Non sempre è possibile ottenere la sottomissione dal cane. Preciso che alla lunghina sono contrario, ma lo sono più per quelli che dicono di essere professionisti dell'addestramento.

                          COMMENTA

                          Pubblicita STANDARD

                          Comprimi

                          Ultimi post

                          Comprimi

                          Unconfigured Ad Widget

                          Comprimi
                          Sto operando...
                          X