annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Cane springer sul passaggio

Comprimi

Mantieni online il sito per tutto il 2019

Comprimi
Le donazioni inviate sino ad oggi hanno ricoperto il (53%) dei costi necessari.
X
Comprimi
Su questa pagina ci sono 1 persona/e che stanno leggendo il contenuto di questa discussione: (0) Utenti registrati - (1) Ospiti
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Cane springer sul passaggio

    Ragazzi ho preso un cucciolo di springer.
    Consigli per insegnargli a stare fermo quando vado al passaggio o per anatre all'aspetto?
    Ho già chiesto a chi me lo ha venduto ma volevo sentire più campane.

    Inviato dal mio LLD-L31 utilizzando Tapatalk


  • #2
    Raccontaci di più. Età, sesso, da quanto è con te. Che vuol dire fermo al passaggio? Hao già iniziato con il seduto?

    Inviato dal mio MHA-L29 utilizzando Tapatalk

    "Ci fu un'epoca in cui, se si incontravano altri esseri, non si sapeva con certezza se erano animali o dèi o signori di una specie o demoni o antenati. O semplicemente uomini. Un giorno, che durò molte migliaia di anni, Homo fece qualcosa che nessun altro ancora aveva tentato. Cominciò a imitare quegli stessi animali che lo perseguitavano: i predatori. E diventò cacciatore" Roberto Calasso

    COMMENTA


    • #3
      Allora compie 3 mesi il 29 settembre.... Io lo prendo il 6 ottobre e fa già il seduti(appena arriva posto la foto)
      Intendo che stia fermo quando sono per colombi e tordi oppure all'aspetto alle anatre.

      Inviato dal mio LLD-L31 utilizzando Tapatalk

      COMMENTA


      • #4
        P. S. Maschio

        Inviato dal mio LLD-L31 utilizzando Tapatalk

        COMMENTA


        • #5
          Prima di tutto insegnagli il "sit," "seduto." col guinzaglio ed il collare che "pizzica," mentre gli ordini di sedersi tira su il guinzaglio e premigli il groppone co la mano. Quando il sit diviene automatico e seconda natura per il cucciolo, cioe' quando non disobbedira' piu', passa allo "giu'" (down) e "stay" ("fermo.") Parti da "seduto," poi aggiungi "giu'." Mentre e' seduto spingi giu' le sue spalle, e col piede spingi in avanti le sue zampe anteriori fino a quando va giu' co le zampe anteriorri stese davanti a lui. Sii paziente, e prima di introdurre un comando nuovo ripassa quelli vecchi, in questo caso il "siedi." Aspetta fino a quando finalmente il "giu'" e' eseguito costantemente e immediatamente. Adesso viene lo "stay." Ti serve un collaboratore ed il guinzaglio. Anche se questo fara' inorridire qualcuno, qui i cani si addestrano col choke collar, un collare a cappio con delle punte smussate che quando viene tirato dal padrone, o quando il cane tira, si stringe a cappio, e le punte si girano verso l'interno non ferendo assolutamente il cane, ma dandogli una sensazione spiacevole. Dunque, col cane seduto ma col guinzaglio, tenuto dal collaboratore ancora lasco, allontanati dal cane all'indietro. Il cane cerchera' di rompere il "seduto " e di seguirti. A questo punto il collaboratore dara' uno strattone (non violento, ma fermo) al guinzaglio, mentre tu volti il palmo della mano verso di lui col braccio steso all'altezza della tua vita dicendo con voce ferma: "fermo!" seguito poi da "siediti!" Questo dovara' essere ripetuto fin quando non sara' nemmeno necessario il guinzaglio ne' il comando a voce, ma solo il segnale con la mano. Poi subentra il fischietto. Insieme al segnale con la mano un fischio prolungato. Dopo un po' il cane capira' che il fischio lungo significa "fermo!" Bisogna anche insegnare il vieni. Prima con "come!" o "qua!" Questo si effettua anche con un collaboratore. Il cane e' seduto, o giu', ed il collaborattore e' in piedi dietro al cane, col guinzaglio lungo tenuto ben lasco. Tu ti allontani, e poi gli dai il comando di venire da te. Il collaboratore gli da' corda. Appena il cane arriva da te mano su per il ferma, e poi il siediti, o giu'. Io pero' usavo anche un altro comando che avevo gia' insegnato, "heel!" (mettiti a sinistra a fianco della mia gamba sinistra guardando nella stessa direzione nella quale guardavo io.) . Poi, comincia ad associare il vieni con tre squilli rapidi di fischietto.
          Purtroppo ci sono tanti dettagli che per forza di cose non posso dirti qui. Compra un buon libro di addestramento di cani da riporto. Ce ne sono tanti. "Water Dog," di Wolters, e' uno dei migliori. E adessoancora inorridimento di qualcuno... Quando la mia Scout divenne una cucciolona, cominciai ad addestrarla con il collare elettrico. Lei era obbediente ma focosa, e a volte il fire in the belly, il fuoco dell'entusiasmo nella pancia, le faceva dimenticare qualche comando. Quando la portavo al fiume per insegnarle i riporti multipli, era essenziale che rimanesse al mio fianco e guardasse dove finiva ogni riportello (fino a quattro o anche cinque) che lanciavo con lo sparariportelli sulla riva opposta, dietro di me, a destra, a sinistra, e uno in acqua, per farlo allontanare con la corrente. Se "rompeva" il ferma prima dell'ordine "fetch" (riporta), accompagnato dal segnale del braccio per indicarle quale volevo che riportasse per primo, le mandavo una schicchera elettrica. Poi aspettavo che si ricomponesse, e le indicavo quale riportello doveva portarmi per primo. Il suo istinto naturae era quello di andare subito a prendere quello che scendeva giu' con la corrente. Ma se deviava dal riporto comandatole, altra schicchera. Niente di doloroso, soltanto una puntura di zanzara. Ma gia' le avevo anche insegnato a seguire da lontano le direzioni. Braccio dritto sopra la mia testa col cappello in mano per rendere la mano piu' visibile per dirle di andare piu' lontano, in linea diretta da me. Braccio a sinistra gira a sinistra, a destra gira a destra. Braccio in basso che indica verso dietro di me, torna piu' vicino. E naturalmente se stava andando nella direzione sbagliata, lungo fischio per farla fermare e guardare verso di me per ricevere direzioni, e tre colpi di fischietto per farla tornare per permettermi di farla sedere accanto a me e puntare nella direzione giusta.
          Addestramento ogni giorno. Se notavo che stava stancandosi o annoiandosi smettevo con un esercizio vecchio che sapevo avrebbe fatto bene. Coccole tante quando faceva le cose bene, chicche ogni tanto. Punizioni quando pur sapendo che cosa doveva fare non lo faceva. In tanti anni di caccia mi perdette un'anatra da cucciolona, e un'altra da adulta, che pero' ritrovo' il giorno dopo, ancora viva. Civuole tanta pazienza e tanto lavoro per addestrare un cane in modo che ti dia soddisfazione sempre e non ti faccia incazzare mai. Perdere un capo morto o ferito e' sempre troppo spiacevole. Non si puo' prendere un cane, dedicargli mezz'ora alla settimana, e pretendere che non faccia volare via i selvatici perche' non vuole rimanere fermo, o che lasci in pace un'anatra bell'e morta e segua invece i comandi del padrone per recuperarne immediatamente una ferita prima che vada perduta. Tanto tempo e pazienza, ma poi tante soddisfazioni. Ancora una volta, compra libri di addestramento e studiali. Nessuno nasce imparato, ne' i cacciatori ne' i loro cani. E le lezioni sbagliate o la mancanza di lezioni rovinano i cani e tolgono il divertimento alla caccia.
          CHI SE FA PECORA OBBEDISCE AR PECORARO!

          COMMENTA


          • #6
            Ma a tre mesi che vorresti? Che un cucciolo di springer anche maschio stia fermo? Fra qualche mese arriverà il freddo e la pioggia ed è meglio che non esce con te se ne riparla verso gennaio quando avra 6 mesi, ma portalo solo nelle belle giornate, starà fermo solo quando inizierà a guardare il cielo perché ha capito che se spari lui raccoglie, anche il mio che ha 15 mesi non sta fermo un attimo, ma basta che sto col fucile per cambiare atteggiamento, sta fermo e guarda per aria in attesa che venga giu qualche colombo, a sette mesi gia li riportava.
            O a Napoli in carrozza o alla macchia a far carbone.

            COMMENTA


            • #7
              Non hai capito Gianni, io chiedevo qualche informazione per insegnargli più avanti non pretendo che a 3 mesi stia fermo e nemmeno pretendo di portalo.

              Inviato dal mio LLD-L31 utilizzando Tapatalk

              COMMENTA


              • #8
                Originariamente inviato da rodienri77 Visualizza il messaggio
                Non hai capito Gianni, io chiedevo qualche informazione per insegnargli più avanti non pretendo che a 3 mesi stia fermo e nemmeno pretendo di portalo.

                Inviato dal mio LLD-L31 utilizzando Tapatalk
                Io ho capito che lo Springer in prevalenza lo utilizzerai per il recupero e il riporto. Per questo lavoro io avrei preso un retriever, fanno parte sempre del gruppo 8 ma sono specialisti nei riporti. Lo springer è un polivalente, è sprecato solo per il riporto. Appena il cucciolo ha terminato le vaccinazioni, se l'acqua è ancora calda, e le giornate sono ancora tiepide, approfitta per portare il cucciolo vicino l'acqua, e invoglialo ad entrare, senza forzare mai la mano. Per lo sparo è la stessa cosa, sempre con i dovuti modi gli farai sentire anche lo sparo. C'è una discussione che parla dello sparo. Per me queste due cose hanno priorità sulle altre.
                Cimbellatore piace questo post.

                COMMENTA


                • #9
                  Originariamente inviato da Gianni1° Visualizza il messaggio
                  anche il mio che ha 15 mesi non sta fermo un attimo, ma basta che sto col fucile per cambiare atteggiamento, sta fermo e guarda per aria in attesa che venga giu qualche colombo, a sette mesi gia li riportava
                  Il cane fa quello che gli chiediamo di fare. Io ho chiesto al mio cane di non distrarsi quando è in caccia vagante, e lui non si distrae perché sa che se vuole abboccare lo potrà fare solo sulla selvaggina che ha "lavorato". Quando lo porto ad anatre, non gli permetto di cercare o starmi davanti, nel tragitto dall'auto all'appostamento deve stare dietro nei passaggi stretti e al ginocchio quando lo stradello diventa più largo. Quando arriviamo all'appostamento lo sa che deve scrutare il cielo, scruta il cielo anche in caccia vagante, ma solo se gli ordino di stare al piede fermo. Non sto dicendo che è giusto così, sto dicendo che ci sono diversi modi per utilizzare lo springer. Io lo utilizzo come cane da cerca, come cane da seguita, come retriever e in alcune occasione anche come cane da ferma, anche se non ferma a comando si ferma. Oggi in allenamento mi ha segnalato tre lepri, non li ho viste perché la vegetazione è ancora troppo fitta, però adesso so dove andare a cercare la lepre quando aprirà la caccia, da queste parti la caccia alla lepre apre la prima settimana di novembre.

                  COMMENTA


                  • #10
                    Grazie a tutti, io lo utilizzerei sia alla stanziale che alla migratoria.
                    Ne ho già uno di 11 anni al quali ho insegnato seduto
                    Resta
                    Dietro per andare sulle anatre nel fiume.
                    L'unica cosa che non gli ho insegnato è stare fermo alla sbaraggia perché andavo in posti dove non disturbava muovendosi.
                    Ora con questo dato che inizio da zero volevo aggiungere che mi stia fermo anche alla sbaraggia così in qualsiasi posto vado non mi disturba gli animali che entrano. Tutto qua.

                    Inviato dal mio LLD-L31 utilizzando Tapatalk

                    COMMENTA

                    Pubblicita STANDARD

                    Comprimi

                    Ultimi post

                    Comprimi

                    Unconfigured Ad Widget

                    Comprimi
                    Sto operando...
                    X