annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

SETTERINO DI 8 mesi

Comprimi

Mantieni online il sito per tutto il 2019

Comprimi
Le donazioni inviate sino ad oggi hanno ricoperto il (42%) dei costi necessari.
X
Comprimi
Su questa pagina ci sono 1 persona/e che stanno leggendo il contenuto di questa discussione: (0) Utenti registrati - (1) Ospiti
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • #16
    Chi non è d'accordo su quello che è stato scritto in questa discussione, lo dica apertamente, senza rifugiarsi dietro la psicologia. Incomincio io a dire cosa per me è stato detto di sbagliato in questa discussione: I cani tedeschi non hanno nessuna testa dura, sia il Drahthaar che il Kurzhaar vivono per il padrone. Una persona che non è in questo Forum, qualche tempo fa mi disse che quello che facevo fare ai miei springer non sarei riuscito a farlo con un Kurzhaar, niente di più sbagliato, i soggetti che ho avuto erano più dolci ed appiccicosi degli springer che ho. Attualmente sono in stretto contatto con un Kurzharina buonissima e dolcissima, che sta facendo quello che non voleva e non ha fatto 18 mesi, ma non per la testa dura, la testa dura per mancanza di esperienza era quella del padrone. Per me le correzioni non sono né piccole né grandi sono correzioni, ed è sempre meglio evitarle, il cane le subisce senza capirle. Sulle quaglie di allevamento è meglio non portarlo che portarlo e dopo correggerlo. Le misure giuste il cane le deve prendere sulla vera selvaggina. Il cane non si rovina mai da solo, per rovinarsi ha bisogno del suo padrone. La quaglia di allevamento è utile ai cacciatori esperti e agli addestratori, persone che sanno come mettersi fra cane e quaglia di allevamento, per quelli poco esperti è più conveniente portare il cane sulla selvaggina selvatica e non intromettersi mai fra cane e selvaggina. Io in questa discussione non leggo opinioni e consigli che scoraggiano schizzo2, anzi trovo tutte le risposte utili e pertinenti. Non trovo scritto che le qualità naturali del cane sono irrimediabilmente compromesse perché ha avuto qualche abbocco rincorrendo la quaglia di voliera.
    Originariamente inviato da Gio DK Visualizza il messaggio
    Ti dico la verità, a volte ero davvero in ansia e credevo di non sistemarlo più..E invece ora il cane è il migliore che ho mai avuto..
    Bontà del cane, eri in ansia perché non sapevi che "pesci prendere" adesso invece lo sai.
    Originariamente inviato da Gio DK Visualizza il messaggio
    Se il cane è buono ( passione e genealogia di cacciatore) non sarà certo una ciabatta non riportata a 8 mesi che lo rovinerà...lavoraCi con pazienza ogni giorno finché è giovane e correggerai ogni imperfezione..
    La ciabatta non lo rovinerà ma neanche lo migliorerà, nessuno può dire se con la selvaggina si comporterà come si comporta con la ciabatta. Gli spieghi come deve lavorare con pazienza ogni giorno visto che sta chiedendo consigli? Come fa a correggere le imperfezioni se all'atto pratico non ha nessuna esperienza di addestramento?
    Originariamente inviato da Gio DK Visualizza il messaggio
    Oh qualcuno che ha capito finalmente...Grazie darkmax.....
    Prima del vostro intervento nessuno aveva capito niente.

    COMMENTA


    • #17
      Originariamente inviato da germano56 Visualizza il messaggio
      Chi non è d'accordo su quello che è stato scritto in questa discussione, lo dica apertamente, senza rifugiarsi dietro la psicologia. Incomincio io a dire cosa per me è stato detto di sbagliato in questa discussione: I cani tedeschi non hanno nessuna testa dura, sia il Drahthaar che il Kurzhaar vivono per il padrone. Una persona che non è in questo Forum, qualche tempo fa mi disse che quello che facevo fare ai miei springer non sarei riuscito a farlo con un Kurzhaar, niente di più sbagliato, i soggetti che ho avuto erano più dolci ed appiccicosi degli springer che ho. Attualmente sono in stretto contatto con un Kurzharina buonissima e dolcissima, che sta facendo quello che non voleva e non ha fatto 18 mesi, ma non per la testa dura, la testa dura per mancanza di esperienza era quella del padrone. Per me le correzioni non sono né piccole né grandi sono correzioni, ed è sempre meglio evitarle, il cane le subisce senza capirle. Sulle quaglie di allevamento è meglio non portarlo che portarlo e dopo correggerlo. Le misure giuste il cane le deve prendere sulla vera selvaggina. Il cane non si rovina mai da solo, per rovinarsi ha bisogno del suo padrone. La quaglia di allevamento è utile ai cacciatori esperti e agli addestratori, persone che sanno come mettersi fra cane e quaglia di allevamento, per quelli poco esperti è più conveniente portare il cane sulla selvaggina selvatica e non intromettersi mai fra cane e selvaggina. Io in questa discussione non leggo opinioni e consigli che scoraggiano schizzo2, anzi trovo tutte le risposte utili e pertinenti. Non trovo scritto che le qualità naturali del cane sono irrimediabilmente compromesse perché ha avuto qualche abbocco rincorrendo la quaglia di voliera.
      Bontà del cane, eri in ansia perché non sapevi che "pesci prendere" adesso invece lo sai.
      La ciabatta non lo rovinerà ma neanche lo migliorerà, nessuno può dire se con la selvaggina si comporterà come si comporta con la ciabatta. Gli spieghi come deve lavorare con pazienza ogni giorno visto che sta chiedendo consigli? Come fa a correggere le imperfezioni se all'atto pratico non ha nessuna esperienza di addestramento?
      Prima del vostro intervento nessuno aveva capito niente.
      ---------------------------------------------------------------------------
      Nicola, le esperienze sui cani, sono oggettive. Lo sai che in una cucciolata tutti i cuccioli non sono gli stessi. può essere che a te sia capitato il soggetto giusto e a me quello sbagliato. Non si può fare di tutta l'erba un fascio. Ad esempio, a me capitò una cucciola di Breton magnifica, nel senso che apprendeva con un niente, perchè stava sempre attenta alle mie mosse ed eseguiva perfettamente. L'ultima mia Kurzhaar, non mi fece mai incazzare, notavo che le qualità le aveva di suo, senza insegnargli niente. Invece un maschio precedente, (figlio dello stesso padre), mi fece tribolare per tre anni e non venne fuori come avrei voluto.
      Dicono che i Kocker siano testardi e mordaci, nella mia questi difetti non li ho riscontrati, anzi ho riscontrato il contrario. Ho scritto da qualche parte di recente, che un Kurzhaar, forte a caccia, ma forte d'avvero, ha mandato decine di persone all'ospedale, manco fosse un Pitt Bull!
      Quindi, di cosa stiamo parlando!? Te lo dico io, ogni soggetto è un caso a se, a prescindere dalla razza. Del resto come succede in un branco di lupi.
      Per il resto che hai scritto, non mi interessa pronunciarmi.

      Ciao Mauretto, sarai sempre nei miei pensieri.
      Sta il cacciator fischiando
      sull'uscio a rimirar..........

      COMMENTA


      • #18
        Per fortuna è arrivato chi ha la sapienza in tasca..che afferma che i drahthaar non sono più "testardi" di altri cani..( addestrare un labrador e un drahthaar è uguale forse...) ..poi se parliamo di dolcezza per valutare un cane siamo a cavallo...( a proposito una volta avevo un kurzhaar che mi faceva anche i succhiotti)..Ho letto e scritto abbastanza in questa discussione...In bocca al lupo a schizzo2 e al suo setterino..passo è chiudo

        COMMENTA


        • walker960walker
          walker960walker commentata
          Modifica di un commento
          Ti arrendi facilmente! Quando il gioco si fa duro..........

      • #19
        Ma non riesco proprio a capire perché passate e chiudete, non vi interessa replicare, per cosa? Opinioni diverse dalla vostra? E manco tanto diverse. Ma ringraziamo il cielo che c è ancora qualcuno che si appassiona al benessere del cane. Fisico e psichico. Se poi chiedete consigli ne avrete e può darsi che quello che vi si dice non è esattamente quello che vorreste sentirvi dire.
        A Cimbellatore, pec74 e 3 altri utenti piace questo post.
        "Ci fu un'epoca in cui, se si incontravano altri esseri, non si sapeva con certezza se erano animali o dèi o signori di una specie o demoni o antenati. O semplicemente uomini. Un giorno, che durò molte migliaia di anni, Homo fece qualcosa che nessun altro ancora aveva tentato. Cominciò a imitare quegli stessi animali che lo perseguitavano: i predatori. E diventò cacciatore" Roberto Calasso

        COMMENTA


        • #20
          L’interesse di chi risponde ad una domanda deve essere principalmente quello di fornire una risposta adeguata non di affermare le proprie convinzioni, queste si possono esprimere come “opinioni personali” e non come “verità” assolute o come spunto per polemizzare con l’altro sfiorando l’offesa.
          Lo scopo del Forum è di crescere con il confronto e le informazioni, non siamo qui per misurarci in bravura con gli altri ma per mettere a disposizione di tutti le nostre esperienze e le nostre conoscenze.
          Sopra ogni cosa combatti l'ignoranza.

          martino de michele

          " La Caccia è affascinante ed emozionante ANCHE quando la selvaggina scarseggia....e tu, nonostante tutto, ti diverti lo stesso perchè sei a Caccia."
          Un Cacciatore.

          COMMENTA


          • #21
            @walker
            Quando uno non ha tempo, secondo me, non si deve prendere un cane, grande o piccolo che sia. Per lasciarlo tutto il giorno nel box e portargli da mangiare la sera ? Anche no ....
            Invece per quanto riguarda le capacita, secondo me, si impara proprio dagli sbagli e chiedendo.
            Cuccioli tutta la vita .... ti fanno sentire pure giovane

            COMMENTA


            • #22
              Originariamente inviato da darkmax Visualizza il messaggio
              @walker
              Quando uno non ha tempo, secondo me, non si deve prendere un cane, grande o piccolo che sia. Per lasciarlo tutto il giorno nel box e portargli da mangiare la sera ? Anche no ....
              Invece per quanto riguarda le capacita, secondo me, si impara proprio dagli sbagli e chiedendo.
              Cuccioli tutta la vita .... ti fanno sentire pure giovane
              --------------------------------------------------------
              Parli con me? Comunque ti rispondo lo stesso. Non mi dire che il tempo e la pazienza che dedichi ad un cucciolo lo dedichi ad un cane adulto e già fatto!
              Certo poi che se uno ha tempo da dedicargli è un altro discorso. I miei cani, escono di sicuro una volta al giorno per un oretta scarsa, a volte anche di più. Quando devo fare dei lavori, nei quali non danno fastidio, sono sempre intorno a me anche per mezza giornata. A volte (poche) vado solo per pulire e dare cibo e comunque quel quarto d'ora scorrazzano. Ma con un cucciolo non puoi fare così. Almeno io la vedo così.
              Ciao Mauretto, sarai sempre nei miei pensieri.
              Sta il cacciator fischiando
              sull'uscio a rimirar..........

              COMMENTA


              • il migratorista
                il migratorista commentata
                Modifica di un commento
                Non esageriamo, altrimenti un cucciolo potrebbe averlo solo chi può permettersi di non andare a lavorare.

              • walker960walker
                walker960walker commentata
                Modifica di un commento
                Non dico questo, ci sono dei lavori che ti lasciano tanto tempo libero. Ma chi parte la mattina e rientra la sera!!!

            • #23
              Originariamente inviato da germano56 Visualizza il messaggio
              Chi non è d'accordo su quello che è stato scritto in questa discussione, lo dica apertamente, senza rifugiarsi dietro la psicologia. Incomincio io a dire cosa per me è stato detto di sbagliato in questa discussione: I cani tedeschi non hanno nessuna testa dura, sia il Drahthaar che il Kurzhaar vivono per il padrone. Una persona che non è in questo Forum, qualche tempo fa mi disse che quello che facevo fare ai miei springer non sarei riuscito a farlo con un Kurzhaar, niente di più sbagliato, i soggetti che ho avuto erano più dolci ed appiccicosi degli springer che ho. Attualmente sono in stretto contatto con un Kurzharina buonissima e dolcissima, che sta facendo quello che non voleva e non ha fatto 18 mesi, ma non per la testa dura, la testa dura per mancanza di esperienza era quella del padrone. Per me le correzioni non sono né piccole né grandi sono correzioni, ed è sempre meglio evitarle, il cane le subisce senza capirle. Sulle quaglie di allevamento è meglio non portarlo che portarlo e dopo correggerlo. Le misure giuste il cane le deve prendere sulla vera selvaggina. Il cane non si rovina mai da solo, per rovinarsi ha bisogno del suo padrone. La quaglia di allevamento è utile ai cacciatori esperti e agli addestratori, persone che sanno come mettersi fra cane e quaglia di allevamento, per quelli poco esperti è più conveniente portare il cane sulla selvaggina selvatica e non intromettersi mai fra cane e selvaggina. Io in questa discussione non leggo opinioni e consigli che scoraggiano schizzo2, anzi trovo tutte le risposte utili e pertinenti. Non trovo scritto che le qualità naturali del cane sono irrimediabilmente compromesse perché ha avuto qualche abbocco rincorrendo la quaglia di voliera.
              Bontà del cane, eri in ansia perché non sapevi che "pesci prendere" adesso invece lo sai.
              La ciabatta non lo rovinerà ma neanche lo migliorerà, nessuno può dire se con la selvaggina si comporterà come si comporta con la ciabatta. Gli spieghi come deve lavorare con pazienza ogni giorno visto che sta chiedendo consigli? Come fa a correggere le imperfezioni se all'atto pratico non ha nessuna esperienza di addestramento?
              Prima del vostro intervento nessuno aveva capito niente.
              Germano, sai quanto io sia contrario alle quaglie e su questo ti condivido in pieno. Per quanto riguarda le razze tedesche non è che siano di testa dura, se non nelle percentuali che più o meno si riscontrano anche nelle altre; è che sono state selezionate per compiti venatori diversi dalla nostra tradizione ed hanno attitudini e temperamenti che solo l'addestratore esperto riesce ad ottenere servigi secondo le aspettative di una buona cinofilia. Le correzioni, e anche su questo dissento, non vanno evitate in quanto impossibile che il cane abbia un comportamento sempre ad hoc: vanno solo adeguate al carattere del cane.
              setterman1

              COMMENTA


              • #24
                Originariamente inviato da walker960walker Visualizza il messaggio
                Nicola, le esperienze sui cani, sono oggettive. Lo sai che in una cucciolata tutti i cuccioli non sono gli stessi. può essere che a te sia capitato il soggetto giusto e a me quello sbagliato. Non si può fare di tutta l'erba un fascio.
                Io ho risposto a chi asseriva che i cani tedeschi hanno la testa dura. Ho dedotto che il riferimento riguardava la razza Drahthaar e kurzhaar. Che all'interno delle razza ci sono cani dominanti, fortemente dominanti o sottomessi sono d'accordo. Con l'esperienza l'amante dei cani riesce a collezionare moltissime chiavi, e per ogni cane cerca di trovare in mezzo al mazzo di chiavi la chiave giusta per aprire ed entrare nella testa del cane. Quando qualcuno dice: "il cane non vuole abboccare" si può rispondere senza paura di sbagliare: "se non abboccasse morirebbe di fame" Questo per dire che non serve aprire la bocca al cane forzatamente per fargli abboccare qualcosa contro la sua volontà. E' solo un esempio per far capire che non ci sono razze con la testa dura, ci sono razze che non sono adatte a tutti. La testa del cane diventa dura per quelli che non hanno affinità con la razza.

                COMMENTA


                • #25
                  Originariamente inviato da setterman1 Visualizza il messaggio
                  Germano, sai quanto io sia contrario alle quaglie e su questo ti condivido in pieno.
                  La quaglia di voliera viene utilizzata da tutti gli addestratori professionisti, va saputa usare. Per il cane da caccia che deve fare solo caccia è meglio non fargliela vedere, questo per evitare correzioni inutili. Il cane da caccia sa già fare tutto, se ha bisogno di essere corretto è perché siamo stati noi a sbagliare. Io ho sempre detto e continuo a dire che un cane poco addestrato al cane super addestrato gli fa il il cu.o come un secchio. "Socializzare tanto ed addestrare poco" qualsiasi tipo di addestramento, chi più chi meno inibiscono i cani, i cani di razze tedesche non fanno eccezioni. Questo se si vogliono incentivare le doti del cane da ferma, se invece si vuole altro, bisogna addestrare, perché il cane non è predisposto naturalmente a fare quello che gli viene richiesto.

                  COMMENTA


                  • #26
                    Ma! Su codesto concetto che l'errore del cane è stato indotto da un errore del conduttore è vero in parte; ho avuto cani che non volevano eseguire il terra nonostante avessero capito benissimo tale comando al fischietto ed a voce e se non avessi applicato tecniche di condizionamento psicologico me li avrebbero schiacciati qualche camion o auto o sarebbero stati fatti a brandelli dai cignali e questo sarebbe stata mia colpa? Dei bracchi tedeschi che mi cercavano caprioli e cignali anche quando non era avvenuta ancora l'espansione che conosciamo (abito in campagna in zone remote dove questi irsuti signori del bosco ci sono sempre stati insieme ai "cornuti" campioni del salto in alto e lungo) e che con pazienza, metodo, e con l' aiuto da chi ci capiva più di me, riuscii a renderli, anche se non del tutto, indifferenti a quegli odori? Era colpa mia anche questa? E' tutto relativo, amico mio.
                    setterman1

                    COMMENTA


                    • #27
                      Sicuramente la selvaggina naturale è il miglior modo per fare un cane, il problema è trovarla in posti dove è consentito addestrare, detto questo io non sono così convinto che siccome non riuscirà ad abboccare allora fermerà...
                      "Ciao Carlo ora potrai cacciare come e quando vuoi! Un giorno ci rivedremo...nel frattempo dammi un occhio..."

                      ...lo Spaniel,è il più antico dei nostri cani da schioppo, e, senza dubbio genericamente il più utile al cacciatore sportivo, essendo in grado di sostituirsi, in caso di necessità, agli altri membri della famiglia, siano essi Setter, Pointer o Retrievers..mentre nessuno di essi si trovano in grado di restituire la cortesia....

                      COMMENTA


                      • Mikylales
                        Mikylales commentata
                        Modifica di un commento
                        È nel suo DNA, prima o poi la fermata dovrebbe venire fuori...

                      • walker960walker
                        walker960walker commentata
                        Modifica di un commento
                        E sei convinto sbagliato! Se ha la ferma nel sangue, fermerà, ma dopo aver sfrullato parecchio.

                    • #28
                      Amici
                      il sottoscritto vi ringrazia tantissimo per le dritte,ma non litigate causa mia e di quel diavoletto.

                      COMMENTA


                      • setterman1
                        setterman1 commentata
                        Modifica di un commento
                        Nessuno litiga.
                        setterman1

                      • walker960walker
                        walker960walker commentata
                        Modifica di un commento
                        Ma quale litigare... è un piacere!

                    • #29
                      Originariamente inviato da il migratorista Visualizza il messaggio
                      Sicuramente la selvaggina naturale è il miglior modo per fare un cane, il problema è trovarla in posti dove è consentito addestrare, detto questo io non sono così convinto che siccome non riuscirà ad abboccare allora fermerà...
                      Per addestrare i cani occorre anche rischiare. Naturalmente per un beccacciaio come io sono, nel senso che con il cane perseguo solo la beccaccia o meglio: con i miei cani, è più facile perché vado frequentando i boschi ove conosco le "tappe" che questi selvatici raggiungono nella loro risalita pre nuziale e dove difficlmente, di questi tempi, trovo anima viva. Per la ferma un cane di tale razza grossi problemi non ne ha: ci vorrà santa pazienza anche perché la mantenga ma con il tempo e il metodo….
                      setterman1

                      COMMENTA


                      • #30
                        Originariamente inviato da setterman1 Visualizza il messaggio
                        Ma! Su codesto concetto che l'errore del cane è stato indotto da un errore del conduttore è vero in parte; ho avuto cani che non volevano eseguire il terra nonostante avessero capito benissimo tale comando al fischietto ed a voce e se non avessi applicato tecniche di condizionamento psicologico me li avrebbero schiacciati qualche camion o auto o sarebbero stati fatti a brandelli dai cignali e questo sarebbe stata mia colpa?
                        Setterman, non parlavo di esercizi di obbedienza, parlavo di doti naturali geneticamente trasmesse. Se il cane le ha chi gliele potrebbe far perdere è chi porta il cane a fare delle brutte esperienze che con la caccia vera non hanno niente da spartire. Chi abbatte la selvaggina quando il cane avverte e carica, commette un errore e condiziona il cane in modo sbagliato. Non ho detto che è sbagliato cercare di recuperare un cane incentivato a commettere l'errore, o detto che è molto meglio non fare errori per non correggere il cane, perché il cane esegue la correzione ma non la capisce. Il cane fa molta fatica ad eseguire tutto quello che contrasta con il suo istinto, quindi il terra anche se lo sa fare non lo vuole fare perché lo ritiene sbagliato. Il cane non potrà mai capire perché gli si vieta di rincorrere e di catturare la quaglia di voliera quando è nelle sue possibilità catturarla. I cani che vanno a caccia nella stragrande maggioranza non sono corretti al frullo e neanche fanno il terra a distanza, eppure di stragi imputabili al "terra" non ho mai sentito parlare. Ho sentito parlare di cani investiti perché cacciavano troppo vicino alle strade. Caccio in una zona piena di caprioli, quando capita, l'accenno di inseguimento si risolve in pochi metri. La cagna giovane non è corretta al frullo, però quando scova ed alza un fagiano si limita ad osservarlo, se non c'è abbattimento non spreca energia per niente. I cani che inseguono sempre, sono quelli che il padrone gli ha fatto credere che prima o poi gli spunteranno le ali. Comunque io non vado vicino alle strade, anche se ho i cani che rispettano gli ordini, tutto quello che fa parte dell'addestramento indotto non può dare nessuna certezza, il cane prima o dopo potrebbe trasgredire. Nella testa del cane si fissa solo quello che fa parte del suo interesse, tutto il resto con il tempo lo dimenticherà e per farglielo ricordare ha bisogno della correzione.

                        COMMENTA

                        Pubblicita STANDARD

                        Comprimi

                        Ultimi post

                        Comprimi

                        Unconfigured Ad Widget

                        Comprimi
                        Sto operando...
                        X