annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Il cane mangia la selvaggina

Comprimi

Mantieni online il sito per tutto il 2019

Comprimi
Le donazioni inviate sino ad oggi hanno ricoperto il (50%) dei costi necessari.
X
Comprimi
Su questa pagina ci sono 1 persona/e che stanno leggendo il contenuto di questa discussione: (0) Utenti registrati - (1) Ospiti
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • #31
    Originariamente inviato da andrea m1 Visualizza il messaggio
    Scusate la mia ignoranza ma perché se mangia la selvaggina dite che si tratta di un incrocio con un beagle o che sia nel suo dna?
    La razza non centra, il cane mangia la selvaggina perché ha le condizioni giuste per poterlo fare.
    andrea m1 piace questo post.

    COMMENTA


    • #32
      Originariamente inviato da Marco Morbidoni Visualizza il messaggio
      Comunque il cane mi viene sempre a cercare e accetta volentieri le coccole e carezze, e nel recinto quando abbaglia tanto, se lo sgrido e gli ordino di andare nella cuccia, ubbidisce..... Però quando lo libero è un cavallo impazzito i primi minuti non sente nessuno, deve girare annusare, sempre con il naso a terra e il codino in movimento...
      A me hanno sempre detto che le carezze rovinano i cani, io ci credo. La carezza va sempre ben ponderata, purtroppo molti accarezzano per vizio, basta che il cane gli viene a tiro di mano che parte la carezza. Perché ti viene sempre a cercare? Ho avuto tempo fa una discussione con un allevatore-addestratore, proprio per il fatto che secondo lui prima di incominciare ad addestrare è meglio far sfogare il cane. E' sicuramente meglio per lui, non è facile avere il controllo su di un cane che non pensa al padrone ma pensa a sfogarsi. Io invece sono dell'opinione che il cane può benissimo sfogarsi interagendo con il padrone. A me darebbe molto fastidio aspettare che il cane faccia i propri comodi prima di mettersi a disposizione del padrone. Questi cani sono gli stessi che quando vengono liberati sul terreno di gara o di caccia hanno il naso spento e vanno a sbattere sulla selvaggina facendola sfrullare.

      COMMENTA


      • #33
        Originariamente inviato da germano56 Visualizza il messaggio

        La razza non centra, il cane mangia la selvaggina perché ha le condizioni giuste per poterlo fare.
        ----------------------------------------------------------------
        Appunto, a queste condizioni non ci si deve arrivare, se in un modo o nell'altro ci s'arriva, bisogna subito correggere.
        Ciao Mauretto, sarai sempre nei miei pensieri.
        Sta il cacciator fischiando
        sull'uscio a rimirar..........

        COMMENTA


        • #34
          [QUOTE=germano56;n1828755]A me hanno sempre detto che le carezze rovinano i cani, io ci credo. La carezza va sempre ben ponderata, purtroppo molti accarezzano per vizio, basta che il cane gli viene a tiro di mano che parte la carezza. Perché ti viene sempre a cercare? Ho avuto tempo fa una discussione con un allevatore-addestratore, proprio per il fatto che secondo lui prima di incominciare ad addestrare è meglio far sfogare il cane. E' sicuramente meglio per lui, non è facile avere il controllo su di un cane che non pensa al padrone ma pensa a sfogarsi. Io invece sono dell'opinione che il cane può benissimo sfogarsi interagendo con il padrone. A me darebbe molto fastidio aspettare che il cane faccia i propri comodi prima di mettersi a disposizione del padrone. Questi cani sono gli stessi che quando vengono liberati sul terreno di gara o di caccia hanno il naso spento e vanno a sbattere sulla selvaggina facendola sf

          ------------------------------------------------------------------------
          Strano.....io i miei cani li ho sempre accarezzati, oltre ad essere un segno di socializzazione, e un segno di sicurezza che si trasmette al cane e alla chiamata verrà sempre. prova a dargli uno schiaffo e vedrai che alla chiamata non verrà, anzi si allontanerà con la coda in mezzo alle gambe.

          Ciao Mauretto, sarai sempre nei miei pensieri.
          Sta il cacciator fischiando
          sull'uscio a rimirar..........

          COMMENTA


          • #35
            Nicola, perché la carezza non potrebbe essere l’equivalente umano dello scambio di effusioni che avvengono nel branco ? Anche nel branco i sottoposti si avvicinano agli Alfa per ricevere conforto.
            walker960walker piace questo post.
            Sopra ogni cosa combatti l'ignoranza.

            martino de michele

            " La Caccia è affascinante ed emozionante ANCHE quando la selvaggina scarseggia....e tu, nonostante tutto, ti diverti lo stesso perchè sei a Caccia."
            Un Cacciatore.

            COMMENTA


            • #36
              [QUOTE=walker960walker;n1828939]
              Originariamente inviato da germano56 Visualizza il messaggio
              A me hanno sempre detto che le carezze rovinano i cani, io ci credo. La carezza va sempre ben ponderata, purtroppo molti accarezzano per vizio, basta che il cane gli viene a tiro di mano che parte la carezza. Perché ti viene sempre a cercare? Ho avuto tempo fa una discussione con un allevatore-addestratore, proprio per il fatto che secondo lui prima di incominciare ad addestrare è meglio far sfogare il cane. E' sicuramente meglio per lui, non è facile avere il controllo su di un cane che non pensa al padrone ma pensa a sfogarsi. Io invece sono dell'opinione che il cane può benissimo sfogarsi interagendo con il padrone. A me darebbe molto fastidio aspettare che il cane faccia i propri comodi prima di mettersi a disposizione del padrone. Questi cani sono gli stessi che quando vengono liberati sul terreno di gara o di caccia hanno il naso spento e vanno a sbattere sulla selvaggina facendola sf

              ------------------------------------------------------------------------
              Strano.....io i miei cani li ho sempre accarezzati, oltre ad essere un segno di socializzazione, e un segno di sicurezza che si trasmette al cane e alla chiamata verrà sempre. prova a dargli uno schiaffo e vedrai che alla chiamata non verrà, anzi si allontanerà con la coda in mezzo alle gambe.
              In tutte le scuole moderne di educazione cinofila pongono l'attenzione sull'utilità delle carezze come socializzazione positiva. Io non le ho mai fatte mancare ai miei cani coinvolgendo anche tutta la mia famiglia.
              setterman1
              walker960walker piace questo post.

              COMMENTA


              • #37
                Originariamente inviato da arsvenandi Visualizza il messaggio
                Nicola, perché la carezza non potrebbe essere l’equivalente umano dello scambio di effusioni che avvengono nel branco ? Anche nel branco i sottoposti si avvicinano agli Alfa per ricevere conforto.
                Martino, ho detto che la carezza prima di darla bisogna valutarla, non sappiamo cosa gli frulla nella testa del cane quando allunghiamo la mano per abitudine e lo accarezziamo, parlo della carezza come rinforzo positivo. Esempio: se un cane sta puntando un gatto dall'altra parte della strada e il padrone si avvicina per dirgli bravo con una carezza perché il cane non ha attraversato la strada e lo fa mentre il cane sta pensando di farlo in quel preciso momento ha rinforzato con la carezza il pensiero del cane, appena dopo la carezza il cane parte come un missile. Quindi niente carezza, la carezza rovina il cane. Posso fare anche altri esempi di carezze che non servono a niente. I cani non sono pupazzi, i cani non si rispettano con le carezze e non danno rispetto con le carezze. La carezza è un premio ma prima di darla bisogna ben soppesare i pro e i contro. Accarezzare un cane prima di premiarlo con il bocconcino (ci sono molti che lo fanno) non serve a niente, la carezza innervosisce il cane che ha visto nell'altra mano il bocconcino. Le effusioni le decide chi comanda, il leader manda dei segnali. è con questi segnali che invita il subalterno ad avvicinarsi. La stessa cosa fanno i cani dominanti, mandano dei segnali e chiedono la carezza, anche in questo caso la carezza rovina il cane. Come ho sempre detto, ognuno fa con il cane quello che ritiene più giusto, però se ci pensiamo bene la carezza fa più bene al padrone.

                COMMENTA


                • #38
                  [QUOTE=walker960walker;n1828939]
                  Originariamente inviato da germano56 Visualizza il messaggio
                  A me hanno sempre detto che le carezze rovinano i cani, io ci credo. La carezza va sempre ben ponderata, purtroppo molti accarezzano per vizio, basta che il cane gli viene a tiro di mano che parte la carezza. Perché ti viene sempre a cercare? Ho avuto tempo fa una discussione con un allevatore-addestratore, proprio per il fatto che secondo lui prima di incominciare ad addestrare è meglio far sfogare il cane. E' sicuramente meglio per lui, non è facile avere il controllo su di un cane che non pensa al padrone ma pensa a sfogarsi. Io invece sono dell'opinione che il cane può benissimo sfogarsi interagendo con il padrone. A me darebbe molto fastidio aspettare che il cane faccia i propri comodi prima di mettersi a disposizione del padrone. Questi cani sono gli stessi che quando vengono liberati sul terreno di gara o di caccia hanno il naso spento e vanno a sbattere sulla selvaggina facendola sf

                  ------------------------------------------------------------------------
                  Strano.....io i miei cani li ho sempre accarezzati, oltre ad essere un segno di socializzazione, e un segno di sicurezza che si trasmette al cane e alla chiamata verrà sempre. prova a dargli uno schiaffo e vedrai che alla chiamata non verrà, anzi si allontanerà con la coda in mezzo alle gambe.
                  I cani più viziati sono proprio quelli che vengono accarezzati troppo. Stiamo parlando di premi, lo schiaffo è una punizione. Io al cane quando lo chiamo preferisco dargli il bocconcino che come premio è molto più potente della carezza.

                  COMMENTA


                  • #39
                    Originariamente inviato da germano56 Visualizza il messaggio
                    Martino, ho detto che la carezza prima di darla bisogna valutarla, non sappiamo cosa gli frulla nella testa del cane quando allunghiamo la mano per abitudine e lo accarezziamo, parlo della carezza come rinforzo positivo. Esempio: se un cane sta puntando un gatto dall'altra parte della strada e il padrone si avvicina per dirgli bravo con una carezza perché il cane non ha attraversato la strada e lo fa mentre il cane sta pensando di farlo in quel preciso momento ha rinforzato con la carezza il pensiero del cane, appena dopo la carezza il cane parte come un missile. Quindi niente carezza, la carezza rovina il cane. Posso fare anche altri esempi di carezze che non servono a niente. I cani non sono pupazzi, i cani non si rispettano con le carezze e non danno rispetto con le carezze. La carezza è un premio ma prima di darla bisogna ben soppesare i pro e i contro. Accarezzare un cane prima di premiarlo con il bocconcino (ci sono molti che lo fanno) non serve a niente, la carezza innervosisce il cane che ha visto nell'altra mano il bocconcino. Le effusioni le decide chi comanda, il leader manda dei segnali. è con questi segnali che invita il subalterno ad avvicinarsi. La stessa cosa fanno i cani dominanti, mandano dei segnali e chiedono la carezza, anche in questo caso la carezza rovina il cane. Come ho sempre detto, ognuno fa con il cane quello che ritiene più giusto, però se ci pensiamo bene la carezza fa più bene al padrone.
                    ------------------------------------------------------------------------------------
                    Potrà anche pensare che ha fatto bene a puntare il gatto. Quella al momento è l'attenzione del cane, non credo sia la strada, anche perchè in quel momento la concentrazione è sul gatto, non in quello che c'è intorno.
                    Secondo me la carezza sostituisce la leccata della madre ai cuccioli e in avanti, la leccata che da il capo branco ai subalterni. Comunque è una manifestazione di una cosa di positivo.
                    Ciao Mauretto, sarai sempre nei miei pensieri.
                    Sta il cacciator fischiando
                    sull'uscio a rimirar..........

                    COMMENTA


                    • #40
                      [QUOTE=germano56;n1828963]
                      Originariamente inviato da walker960walker Visualizza il messaggio
                      I cani più viziati sono proprio quelli che vengono accarezzati troppo. Stiamo parlando di premi, lo schiaffo è una punizione. Io al cane quando lo chiamo preferisco dargli il bocconcino che come premio è molto più potente della carezza.
                      ------------------------------------------------------------------------
                      Secondo me il bocconcino è un premio, mentre la carezza è un contatto fisico per rassicurare il cane.
                      Anche perchè, i cani insicuri e nervosi, (specialmente i cuccioloni) quando sono frementi in ferma, li si accosta e si carezzano, rassicurandoli e spingendoli ad accostare e guidare. Una volta conclusa l'azione, si premia col bocconcino, ma solo fino a quando capisce che il suo premio è l'abboccata della selvaggina.
                      Ciao Mauretto, sarai sempre nei miei pensieri.
                      Sta il cacciator fischiando
                      sull'uscio a rimirar..........

                      COMMENTA


                      • #41
                        Originariamente inviato da walker960walker Visualizza il messaggio

                        ------------------------------------------------------------------------------------
                        Potrà anche pensare che ha fatto bene a puntare il gatto. Quella al momento è l'attenzione del cane, non credo sia la strada, anche perchè in quel momento la concentrazione è sul gatto, non in quello che c'è intorno.
                        Secondo me la carezza sostituisce la leccata della madre ai cuccioli e in avanti, la leccata che da il capo branco ai subalterni. Comunque è una manifestazione di una cosa di positivo.
                        Giovanni, l'esempio che ho portato è storia vissuta, se il padrone invece di accarezzare il cane lo avrebbe legato, il cane, non sarebbe morto. Ho forse detto che l'attenzione del cane era per la strada e non per il gatto? Il cane può pensare di tutto, proprio per questo in alcune situazioni è meglio evitare di accarezzare i cani. Sempre per esempio: le risse fra cani nascono anche per una carezza del padrone. Sono d'accordo che mani possono essere usate per premiare e anche per calmare, ma sono due cose completamente diverse. Non lo so se la leccata equivale alla nostra carezza, ho capito che la leccata che da il cane dominante non è stata decisa dal cane inferiore di rango. La mia opinione è che con i cani meno si accarezzano e meno si parla, meglio è. La carezza deve essere motivata, altrimenti è controproducente. Chi è di opinioni diverse ed è convinto di fare bene, non sbaglia se accarezza il cane, ognuno di noi ha un suo modo di rapportarsi con il cane.

                        COMMENTA


                        • #42
                          [QUOTE=walker960walker;n1828967]
                          Originariamente inviato da germano56 Visualizza il messaggio

                          ------------------------------------------------------------------------
                          Secondo me il bocconcino è un premio, mentre la carezza è un contatto fisico per rassicurare il cane.
                          Anche perchè, i cani insicuri e nervosi, (specialmente i cuccioloni) quando sono frementi in ferma, li si accosta e si carezzano, rassicurandoli e spingendoli ad accostare e guidare. Una volta conclusa l'azione, si premia col bocconcino, ma solo fino a quando capisce che il suo premio è l'abboccata della selvaggina.
                          Anche il suono della voce del padrone per il cane è un premio. Sono pronto a scommettere che il cane alla carezza preferisce il bocconcino e di essere calmato non gliene frega niente. La carezza difronte al bocconcino non ha più nessun valore. Se vuoi vivere da leader con il cane devi capire quali sono i suoi interessi, perché il cane fa tutto per interesse. Il cane quando caccia non ha bisogno di carezze, sa già quello che deve fare, non ha bisogno di essere spinto a ginocchiate o passandogli la mano contropelo. Il cane da caccia deve essere in grado di risolvere da solo, quando è a contatto con la selvaggina meno si interviene meglio è.

                          COMMENTA


                          • #43
                            Originariamente inviato da germano56 Visualizza il messaggio
                            Giovanni, l'esempio che ho portato è storia vissuta, se il padrone invece di accarezzare il cane lo avrebbe legato, il cane, non sarebbe morto. Ho forse detto che l'attenzione del cane era per la strada e non per il gatto? Il cane può pensare di tutto, proprio per questo in alcune situazioni è meglio evitare di accarezzare i cani. Sempre per esempio: le risse fra cani nascono anche per una carezza del padrone. Sono d'accordo che mani possono essere usate per premiare e anche per calmare, ma sono due cose completamente diverse. Non lo so se la leccata equivale alla nostra carezza, ho capito che la leccata che da il cane dominante non è stata decisa dal cane inferiore di rango. La mia opinione è che con i cani meno si accarezzano e meno si parla, meglio è. La carezza deve essere motivata, altrimenti è controproducente. Chi è di opinioni diverse ed è convinto di fare bene, non sbaglia se accarezza il cane, ognuno di noi ha un suo modo di rapportarsi con il cane.
                            ----------------------------------------------------------------------
                            Questo cane doveva essere in un centro cittadino, se parli di gatti e strade. Lì il cane doveva essere al guinzaglio, o lo si bloccava con un fischio o altro (ecco l'utilità del collare elettrico per addestramento che dicevo anni fa).
                            ​​​​​​​Appunto la carezza la decido io non lui, perchè sono io che comando.
                            Ciao Mauretto, sarai sempre nei miei pensieri.
                            Sta il cacciator fischiando
                            sull'uscio a rimirar..........

                            COMMENTA


                            • #44
                              Originariamente inviato da walker960walker Visualizza il messaggio

                              ----------------------------------------------------------------------
                              Questo cane doveva essere in un centro cittadino, se parli di gatti e strade. Lì il cane doveva essere al guinzaglio, o lo si bloccava con un fischio o altro (ecco l'utilità del collare elettrico per addestramento che dicevo anni fa).
                              ​​​​​​​Appunto la carezza la decido io non lui, perchè sono io che comando.
                              Non ha importanza dove stava il cane, il cane non aveva bisogno di essere fermato era già fermo, non aveva neanche bisogno di essere accarezzato, il motivo è già stato detto, prima della carezza aveva bisogno di essere legato, distratto e allontanato. Il premio o la carezza solo quando l'attenzione del cane era rivolta al padrone. I cani trasgrediscono anche quando sono addestrati con il collare elettrico. Non trasgrediscono più quando vengono cotti, a quel punto hai un cane che non trasgredisce inservibile. Ogni tipo di addestramento ha la sua durata.

                              COMMENTA


                              • #45
                                [QUOTE=germano56;n1828963]
                                Originariamente inviato da walker960walker Visualizza il messaggio
                                I cani più viziati sono proprio quelli che vengono accarezzati troppo. Stiamo parlando di premi, lo schiaffo è una punizione. Io al cane quando lo chiamo preferisco dargli il bocconcino che come premio è molto più potente della carezza.
                                Mi è stato insegnato che i premi debbono variare in conseguenza del grado di bontà della reazione al comando impartito. Verificare quale dei premi preferisca (giocattolo, carezza, bocconcino e le sue varietà tipologiche). Conta assai anche la sorpresa: si possono alternare con un "bravo" o un semplice carezzino sulla testa; non deve essere scontato nulla per lui. Deve essere una sorpresa in modo da invogliarlo a fare bene per sapere cosa gli tocca. E quando esegue in modo superlativo abbondare ad iniziare con quello preferito.
                                setterman1

                                COMMENTA

                                Pubblicita STANDARD

                                Comprimi

                                Ultimi post

                                Comprimi

                                Unconfigured Ad Widget

                                Comprimi
                                Sto operando...
                                X