annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Cartuccie in acciaio

Comprimi

Sostieni Mygra per la stagione venatoria 2020/21 - Offrici un caffè

Comprimi
Ciao, Ospite! Subito per te l'attivazione automatica dell' Account Premium per tutto l'anno! A partire dal N/A Ora: N/A
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • #31
    Originariamente inviato da buba Visualizza il messaggio
    Ciao a tutti. In Italia le cartucce no toxic causa norme cip, non possono superare i 440 metri al secondo, questo vale x le aziende. Con la ricarica domestica si superano i 460 m/s e si può arrivare vicini ai 490 con 30 gr di acciaio che sono più che sufficienti per abbattere una papera

    Ciao Buba

    Inviato dal mio HRY-LX1 utilizzando Tapatalk
    Ciao buba,
    Piacere risentirti.
    Ciao,
    Albe

    COMMENTA


    • #32
      Originariamente inviato da buba Visualizza il messaggio
      Ciao a tutti. In Italia le cartucce no toxic causa norme cip, non possono superare i 440 metri al secondo, questo vale x le aziende. Con la ricarica domestica si superano i 460 m/s e si può arrivare vicini ai 490 con 30 gr di acciaio che sono più che sufficienti per abbattere una papera

      Ciao Buba

      Inviato dal mio HRY-LX1 utilizzando Tapatalk
      Verissimo.
      All'HIT di Vicenza parlai con uno del settore che mi spiegò come le cartucce d'acciaio prodotte per gli USA siano migliori delle nostre in quanto non devono sottostare a tali restrizioni

      Ps: bentornato Buba!
      Inviato dal mio SM-G930F utilizzando Tapatalk



      buba piace questo post.
      colombaccio a curata............erezione assicurata!

      COMMENTA


      • #33
        Io mi sono convertito alle cartucce al tungsteno per tante ragioni, oltre a quella piu' lapalissiana che non abbattono (o almeno quelle di prima generazione non abbattevano) pulitamente. Della "schifezzosita'" (parola fresca di giornata, appena coniata da me) dei pallini d'acciaio di qualsiasi generazione, anche quelle di domani e dopodomani, me ne sono reso conto quando cercai di finire un'anatra ferita a ragionevolissima distanza dal capanno, circa 30 yarde. Tirava un forte vento dal nordest, ed il mio capanno era situato sulla riva est della laguna costiera, guardando verso l'ovest. Il vento, che veniva dalla mia destra (per inciso, il miglior vento che potessi avere, perche' creava enormi cavalloni nella baia a nordest da me, e le anatre, non amando essere sballottate, venivano in laguna, dove pero' anche li' le onde non scherzavano. Ma davanti al capanno l'acqua era bassa, ed essendo il capanno all'angolo fra la riva del nordest e quella dell'est, lo specchio davanti al capanno era calmo poiche' era riparato e le onde non avevano avuto abbastanza spazio per formarsi, e le anatre venivano a buttarcisi a volte anche se non avevo stampi in acqua). Orbene, l'anatra ferita stava nuotando parallela alla mia riva, da detra a sinistra. Punto il fucile al becco dell'uccello e premo il grilletto. E vedo chiaramente la rosata colpire l'acqua a tre piedi davanti all'uccello. Il vento aveva spostato l'intera rosata di quasi un metro in trenta yarde! Questo, ve lo posso giurare non l'avevo mai visto accadere con i pallini di piombo. E naturalmente non lo vidi piu' accadere con quelli al tungsteno. Avete mai fatto delle padelle clamorose con i pallini di ferro su uccelli apparentemente facili ai quali avevate sparato con un vento forte che soffiava in maniera secante rispetto allba traettoria? Non ve le siete spiegate? Questo aneddoto che vi ho narrato adesso di sicuro ve lo avra' spiegato. Il vento e' capacissimo di spostare i leggeri pallini di ferro. E anche di tanto. Forse alcuni di voi non vanno a caccia di anatre quando il tempo e' bruttissimo. Io invece godevo quando la mattina alle due mi alzavo e sentivo la casa scuotere sotto le raffiche di vento e di pioggia. Quelli, dove abitavo io, erano giorni da carniere colmo. Se uscivo di casa e vedevo un cielo stellato e non sentivo il vento fischiare, lasciavo perdere capanno e stampi e andavo in palude a beccaccini. Ma se siete paludari veri, e non da salotto, e andate ad anatre quando fa "buriana," sono sicuro che non volete lasciare niente al caso quando un'occasione si presenta. Ed il caso, vestito da vento, vi puo' far padellare se usate lo schifezzosissimo "acciaio." Avete investito migliaia di Euro in fucile, licenza, assicurazione, vestiti, stivali, stampi, richiami, cane da riporto, auto, benzina, forse anche barca e fuoribordo, e volete risparmiare 10 o 15 Euro ogni uscita sulle cartucce? Boh! Fate pure se volete, ma non vi lamentate quando poi le anatre passano o si buttano a 45 metri dal capanno, e la vostra contraerea non e' sufficiemte ad abbatterle pulitamente o magari non le tocca nemmeno per via del vento. Se aspettate a sparare il ferraccio soltanto per tiri "normali," qualche anatra la porterete a casa, ma non quante ne avreste potuto abbattere (e recuperare) con il tungsteno. I conti in tasca non li voglo fare a nessuno, ma tendo a credere che se andate a caccia non siate "puveriell' 'e chiesa o che come fonte di reddito principale vendiate accendini e Kleenex agli incroci semaforizzati...
        luigi76 piace questo post.
        CHI SE FA PECORA OBBEDISCE AR PECORARO!

        COMMENTA


        • #34
          Grazie cimbellatote, non sono mai scappato però effettivamente era molto che non scrivevo, ma seguivo ugualmente i post che attiravano la mia attenzione..... La famiglia si allarga ed il tempo è sempre meno.
          Penso che un cacciatore con famiglia e con possibilità economiche moderate come sono io, non può che prendere la strada dell'acciaio. 800/1000 cartucce di tungsteno hanno un prezzo ben diverso di altrettante in acciaio, poi se spari 50 cartucce alla stagione è un altro discorso

          Ciao buba

          Inviato dal mio HRY-LX1 utilizzando Tapatalk

          Cimbellatore piace questo post.

          COMMENTA


          • #35
            non faccio i conti in tasca a nessuno e le papere le sparo "ad cazzum" a modo mio dai fossi e canali, perciò non ho grandi velleità.
            ​​​​​Ma è evidente che tutte le cartucce di ferro che ho sparato non fungono. tutto qui.

            e provate su altra selvaggina meno coriacea, risultati altrettanto deludenti. colombi ammaccati, fagiani indenni, beccaccini sani
            "Le primavere e i paesaggi hanno un grave difetto: sono gratuiti. L’amore per la natura non fornisce lavoro a nessuna fabbrica."
            (Aldous Huxley)

            COMMENTA


            • #36
              Originariamente inviato da Franky@ Visualizza il messaggio
              non faccio i conti in tasca a nessuno e le papere le sparo "ad cazzum" a modo mio dai fossi e canali, perciò non ho grandi velleità.
              ​​​​​Ma è evidente che tutte le cartucce di ferro che ho sparato non fungono. tutto qui.

              e provate su altra selvaggina meno coriacea, risultati altrettanto deludenti. colombi ammaccati, fagiani indenni, beccaccini sani
              Concordo, infatti sostendo che per avere risultati soddisfacenti, le cartucce devono essere home made e pepate... Hihihiji

              Buba

              Inviato dal mio HRY-LX1 utilizzando Tapatalk

              Cimbellatore piace questo post.

              COMMENTA


              • Franky@
                Franky@ commentata
                Modifica di un commento
                attenzione col pepe homemade, che si possono raggiungere troppi "gradi Scoville". E non si finisce solo col bruciore al palato

            Pubblicita STANDARD

            Comprimi

            Ultimi post

            Comprimi

            Unconfigured Ad Widget

            Comprimi
            Sto operando...
            X