annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Airone predatore

Comprimi

Mantieni online il sito per tutto il 2019

Comprimi
Le donazioni inviate sino ad oggi hanno ricoperto il (29%) dei costi necessari.
X
Comprimi
Su questa pagina ci sono 1 persona/e che stanno leggendo il contenuto di questa discussione: (0) Utenti registrati - (1) Ospiti
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Airone predatore

    Ho sempre ammirato gli aironi per la loro eleganza.
    pensavo si nutrissero di pesci, insetti, rane e , invece,........
    riesce a ingoiare un'anatra o un coniglio sano...
    roba da non credere...

    https://www.google.com/url?sa=t&sour...esu3OZruepBuXl

    oreip piace questo post.

  • #2
    Non a caso ogni tanto qualcuno gli fa fare degli atterraggi d'emergenza ...
    oreip e MENGA piace questo post.

    COMMENTA


    • #3
      Originariamente inviato da hunter_ Visualizza il messaggio
      Ho sempre ammirato gli aironi per la loro eleganza.
      pensavo si nutrissero di pesci, insetti, rane e , invece,........
      riesce a ingoiare un'anatra o un coniglio sano...
      roba da non credere...

      https://www.google.com/url?sa=t&sour...esu3OZruepBuXl

      ---------------------------------------------------------------------------------
      SANO.....Legesi INTERO....
      Ciao Mauretto, sarai sempre nei miei pensieri.
      Sta il cacciator fischiando
      sull'uscio a rimirar..........

      COMMENTA


      • #4
        idem i gabbiani...qui tra cornacchie, gazze, aironi, gabbiani, volpi e compagnia bella per una nidiata è un miracolo sopravvivere.
        oreip piace questo post.
        "Ciao Carlo ora potrai cacciare come e quando vuoi! Un giorno ci rivedremo...nel frattempo dammi un occhio..."

        ...lo Spaniel,è il più antico dei nostri cani da schioppo, e, senza dubbio genericamente il più utile al cacciatore sportivo, essendo in grado di sostituirsi, in caso di necessità, agli altri membri della famiglia, siano essi Setter, Pointer o Retrievers..mentre nessuno di essi si trovano in grado di restituire la cortesia....

        COMMENTA


        • #5
          Lo dico da.sempre: ci verranno a pregare in ginocchio per andare a sparargli. A quel punto.... NO, chiamate lac e wwf a fare il lavoro sporco!
          oreip e SPARTANO piace questo post.
          colombaccio a curata............erezione assicurata!

          COMMENTA


          • #6
            Puro issi tenno da magna'!( Parlare "Burino" che significa--per i cittadini raffinati che non hanno capito--Anch'essi debbono mangiare.

            E aggiungo: meglio un airone che mangia un coniglio o un piccione, che un immigrato che butta via il cibo che voi contribuenti italiani hanno pagato col sudore della fronte e che questo ex-mangiatore di formiconi, cavallette, lucertole e bruchi non considera abbastanza raffinato...
            Gunny, A.le e Gianni1° piace questo post.
            CHI SE FA PECORA OBBEDISCE AR PECORARO!

            COMMENTA


            • #7
              Originariamente inviato da giovannit. Visualizza il messaggio
              Puro issi tenno da magna'!( Parlare "Burino" che significa--per i cittadini raffinati che non hanno capito--Anch'essi debbono mangiare.

              E aggiungo: meglio un airone che mangia un coniglio o un piccione, che un immigrato che butta via il cibo che voi contribuenti italiani hanno pagato col sudore della fronte e che questo ex-mangiatore di formiconi, cavallette, lucertole e bruchi non considera abbastanza raffinato...
              quindi gli aironi italiani "tenno da magna" mentre tutti i nocivi americani no? quelli si possono ammazzare giorno e notte tutto l'anno? non tenno da magna?
              "Ciao Carlo ora potrai cacciare come e quando vuoi! Un giorno ci rivedremo...nel frattempo dammi un occhio..."

              ...lo Spaniel,è il più antico dei nostri cani da schioppo, e, senza dubbio genericamente il più utile al cacciatore sportivo, essendo in grado di sostituirsi, in caso di necessità, agli altri membri della famiglia, siano essi Setter, Pointer o Retrievers..mentre nessuno di essi si trovano in grado di restituire la cortesia....

              COMMENTA


              • #8
                Puro issi tenno da magna'!

                e sono d'accordo, ma ognuno dovrebbe mangiare secondo la normale catena alimentare e secondo il proprio ambiente.
                Gia ci sono i rapaci, le gazze, i corvidi, le volpi, i cinghiali, ...... la mixomatori, la MEV, gli incendi, le gelate, .......
                per riuscire a far riprodurre i coniglii non basta piu la proverbiale facilita di proliferazione, ..... ci vuole un miracolo!!!



                oreip piace questo post.

                COMMENTA


                • #9
                  I nocivi veri americani nuocciono spesso e sempre. Un airone che integra la sua dieta di pesci, topi, insetti e ranocchie con uno sporadicissimo coniglio o piccione di danni ne fa quasi niente, come invece li fanno i cinghiomaiali, gli storni, i torraioli ed i passeri europei. E tutti i sopramenzionati nocivi sono alloctoni per giunta. Il termine "nocivo" e' molto relativo. Una specie puo' essere nociva oggi, e benefica domani. In una zona o regione dove c'e' una popolazione eccessiva di, diciamo, anatre, ben vengano alcuni coyotes, volpi e procioni che, riducendo il numero di uova, nidiacei, ed adulti, scongiurano future epidemie di colera aviario o botulismo, che spesso sterminano migliaia e migliaia di anatre che affollano un lago o una palude. Naturalmente, quando i predatori "nocivi" sono in soprannumero, non solo la loro riduzione e' accettabile, ma del tutto necessaria. L'airone per se non e' una specie "nociva" e le sue predazioni sono marginali. Vogliamo considerare nocivo un serpente che ruba un uovo ogni morte di papa, considerando che la maggior parte del tempo si occupa a papparsi topi e ratti che rubano, sporcano, e causano malattie? Se fosse accettabile eliminare indiscriminatamente animali che mettono in pericolo o distruggono intere specie, quegli animali che hanno eliminato il cavallo selvatico nano americano, l'orso delle caverne, i mammoth, il dodo, il piccione migratore, il bisonte americano (quasi del tutto sparito se non per pochi esemplari che stanno adesso formando grandi mandrie in molte zone del West), il bovino selvatico Europeo descritto dai Romani, il bisonte europeo, la lepre italiana (soppiantata dalle ungheresi), il grizzly della California, le antilopi dell'Europad dell'est, l'okapi, il lupo della Tasmania,e decine di altre specie la cui persecuzione e sparizione fu dettata da motivi alimentari o di difesa delle coltivazioni, o di distruzione dell'habitat, o dall'uso di pelli e pellicce, o soltanto dal divertimento dell'uccidere--bisognerebbe eliminare la specie piu' nociva che esista. Indovina un po' qual'e'?
                  CHI SE FA PECORA OBBEDISCE AR PECORARO!

                  COMMENTA


                  • #10
                    Il fatto è che in Italia non abbiamo problemi di sovrappopolazione in cui la selvaggina può ammalarsi, in moltissime zone la stanziale dura poche settimane, poi ci sono solo fagiani pollo... Ogni animale fa danno aironi Gabbiani cornacchie e gazze ecc... Inoltre di questi animali ce ne sono sempre di più e in quantità esagerate che da migratori son diventati stanziali
                    Seagate piace questo post.
                    "Ciao Carlo ora potrai cacciare come e quando vuoi! Un giorno ci rivedremo...nel frattempo dammi un occhio..."

                    ...lo Spaniel,è il più antico dei nostri cani da schioppo, e, senza dubbio genericamente il più utile al cacciatore sportivo, essendo in grado di sostituirsi, in caso di necessità, agli altri membri della famiglia, siano essi Setter, Pointer o Retrievers..mentre nessuno di essi si trovano in grado di restituire la cortesia....

                    COMMENTA


                    • #11
                      Originariamente inviato da il migratorista Visualizza il messaggio
                      Il fatto è che in Italia non abbiamo problemi di sovrappopolazione in cui la selvaggina può ammalarsi, in moltissime zone la stanziale dura poche settimane, poi ci sono solo fagiani pollo... Ogni animale fa danno aironi Gabbiani cornacchie e gazze ecc... Inoltre di questi animali ce ne sono sempre di più e in quantità esagerate che da migratori son diventati stanziali
                      Purtroppo da voi i miliardi di Euro provenienti da licenze, gabelle, accise, guadagni di industrie che producono e vendono armi, munizioni accessori, ecc., e tutto il giro di soldi collegato alla caccia (carburanti, alberghi, agroturistiche, ecc) non vengono impiegati per un'oculato management delle risorse naturali (non solo la selvaggina, ma anche il suo habitat), ma vanno a finire in mano ai politici per le loro gite, mazzette, auto blu, salari, pensioni, guardie del corpo, pranzi e cene prelibate a prezzi ridicolmente bassi alla mensa di Montecitorio, e tutte le altre "magnate" reali e metaforiche di cui quella mandria di porci (forse i loro antenati non annegarono quando Gesu' mando' dentro di loro i demoni, ma attraversarono il lago, si moltiplicarono, e oggi i loro discendenti vi dettano legge) e' quotidianamente responsabile. Poi voi, a parte gli ignoranti buonisti che lincerebbero un poveraccio che finisce un gabbiano rotto d'ala invece di portarlo a qualche organizzazione animalzista dove--ignoranti come sono, lo imbeccano col granoturco invece di pesce e poi dicono che e' morto a causa del riscaldamento globale--ci sono pure ricercatori im&ecilli con tanto di laurea in scienze naturali (forse una laurea sessantottina) che inducono le autorita' a bloccare la caccia a specie alloctone e/o nocive non affatto in pericolo (vedi cornacchie, nutrie, torraioli). In parole povere, ve sete aripuliti! Ma di certo non sono gli aironi che vi sterminano i conigli, perche' da voi, a differenza di noi, i vostri conigli selvatici non frequentano le stesse aree frequentate dagli aironi. Il taglio dei fieni o del grano senza l'uso di dispositivi che permettono di risparmiare i nidi (facendo scappare o involare mammiferi e uccelli nidificanti o piccoli di certe specie), gli antiparassitari e i veleni agriculturali che ancora vengono usati, il disboscamento e l'edilizia, nonche' l'inquinamento atmosferico abusivo che spesso gli amici di camorra e 'ndrangheta che infestano la Capitale e gli uffici governativi fanno finta di non vedere, e perche' no? anche la caccia indiscriminata (la diminuzione delle starne dopo la popolarizzazione dell'automatico a cinque colpi non fu una coincidenza)--tutti questi fattori sono infinitamente piu' colpevoli di un povero airone che forse si mangia un coniglio e tre anatroccoli all'anno. Hai pensato a quanti anatroccoli vanno a finire in bocca ai lucci, ai boccaloni, ai siluri? Questi ultimi acchiappano persino i piccioni che vanno a bere. Poi non parliamo dei gatti domestici che i loro padroni radical chic fanno uscire di casa "perche' e' crudele tenerli prigionieri dentro un appartamento o un villino tutto il giorno e la notte." Da noi quei gatti sono responsabili per 40 milioni di uccelli uccisi e non sempre mangiati ogni anno.
                      Poi, se vogliamo, quanti aironi vedete ogni giorno? Quante cornacchie? Quante gazze? Quanti gabbiani? Perche' non cominciate dai nocivi predatori che vi infestano le campagne in numeri enormi, invece di qualche povero airone? Poi, come ho detto prima, non sarebbe meglio agire sull'habitat e renderlo piu' pulito, piu' ricco, piu' vario per moltiplicare il numero di selvatici "buoni" (non solo da mangiare)? Come hai detto tu, ormai non c'e' piu' niente a parte i polli colorati. Se ci fosse di piu' e se i nocivi veri (non quelli sporadici) venissero perseguitati a modo, invece di proteggerli, le cose sarebbero molto migliori, non solo per i cacciatori, ma per chiunque ami la natura.
                      Crio180781 piace questo post.
                      CHI SE FA PECORA OBBEDISCE AR PECORARO!

                      COMMENTA


                      • #12
                        Sicuramente aironi e simili non sono i principali nocivi... X numero ti dico che nei campi in un uscita di 2/3 ore ne puoi vedere dai 30 ai 60, in stagione non di passo... Ma sicuramente ci sono nocivi ben più dannosi... Tra cui l agricoltura intensiva... Poi i soldi che spariscono non aiutano, inoltre il territorio molto antropizzato... I fattori sono tanti... I gatti li trovi a km dalle case a caccia di selvatici...poi si domandano perché non tornano....per forza si perdono!
                        "Ciao Carlo ora potrai cacciare come e quando vuoi! Un giorno ci rivedremo...nel frattempo dammi un occhio..."

                        ...lo Spaniel,è il più antico dei nostri cani da schioppo, e, senza dubbio genericamente il più utile al cacciatore sportivo, essendo in grado di sostituirsi, in caso di necessità, agli altri membri della famiglia, siano essi Setter, Pointer o Retrievers..mentre nessuno di essi si trovano in grado di restituire la cortesia....

                        COMMENTA


                        • #13
                          Poi a volte i nocivi diventano benefici. Nell'Utah, stato dei Mormoni, i coloni di tanto tempo fa stavano per perdere il raccolto di grano per un'invasione di locuste. Dicono che Dio mando' loro stormi dopo stormi di gabbiani che divorarono le locuste e salvarono il raccolto. Vabbe', forse esagerarono sia sul numero di locuste che di gabbiani. Da notare che Utah e Montana sono molto lontani dal mare, dove i gabbiani sono numerosissimi. Perche' tiro in ballo il Montana? Perche' quando c'ero io vidi uno spettacolo simile.Non erano locuste migratrici, ma normali cavallette, nate in numero enorme a causa delle condizioni atmosferiche di quell'anno, favorevolissime alle loro uova. Erano dappertutto, specialmente sulle spighe di grano. E nugoli di gabbiani, arrivati da chissa' dove e chissa' perche' (chi gli aveva detto dell'abbondanza di cavallette nel Montana, uno stato cosi' lontano dall'habitat dei gabbiani?) erano uno spettacolo da vedere, mentre volavano bassi sfiorando le spighe e afferrando senza fermarsi le cavallette abbarbicate alle spighe, e persino acchiappando quelle che volavano, come fanno le rondini. Mi fermai a guardare affascinato da quest'ennesima dimostrazione dei misteri della Natura.
                          CHI SE FA PECORA OBBEDISCE AR PECORARO!

                          COMMENTA


                          • #14
                            Beh , è ovvio che non può essere l'Airone la causa di estinzione del coniglio. Ci sono cause ben piu gravi e che incidono pesantemente, ivi compreso l'inquinamento creato dall'uomo.
                            E di certo il post non voleva dire che bisogna sterminare gli aironi ...... ma solo che a volte la natura ci riserva sorprese e ci fa vedere cose che non ti aspetti.
                            Dai rapaci te l'aspetti, ma non avrei mai immaginato che un airone potesse catturare un agile coniglio e sicuramente , da ora, vedro gli aironi mi stanno meno simpatici.

                            COMMENTA


                            • #15
                              Originariamente inviato da hunter_ Visualizza il messaggio
                              Beh , è ovvio che non può essere l'Airone la causa di estinzione del coniglio. Ci sono cause ben piu gravi e che incidono pesantemente, ivi compreso l'inquinamento creato dall'uomo.
                              E di certo il post non voleva dire che bisogna sterminare gli aironi ...... ma solo che a volte la natura ci riserva sorprese e ci fa vedere cose che non ti aspetti.
                              Dai rapaci te l'aspetti, ma non avrei mai immaginato che un airone potesse catturare un agile coniglio e sicuramente , da ora, vedro gli aironi mi stanno meno simpatici.
                              E le cicogne? Sono sicuro che se avessero a tiro un gattino o un cagnolino se lo papperebbero, e cosi' farebbero anche i pellicani. Carucci i procioni, eh? vedessi che cosa hanno fatto ai due pollastri prediletti di mia moglie... E falchi e aquile? Belle le aquile reali, eh? Ma le hai viste nei documentari sulla Spagna mentre afferravano i giovani e anche i non troppo giovani di non so che capra o pecora di montagna--forse mufloni?--per il muso, li tiravano via da una parete rocciosa e li facevano cadere per un centinaio di metri sulle rocce aguzze sottostanti.
                              Si' ci sono animali che stanno antipatici anche a me, in primis le cornacchie, che io trucido appena ne ho l'occasione. Ma l'animale che veramente temo e odio e' l'alligatore ed i suoi cugini caimano e coccodrillo. Il pensiero di essere afferrato da una morsa dentuta e trascinato sott'acqua ad annegare mi fa venire la pelle d'oca. Se dipendesse da me li vorrei vedere estinti--tutti trasformati in scarpe, portafogli e borsette. E la loro carne impanata e fritta, ad uso Louisiana, Alabama, Georgia, Florida. Io l'ho mangiato diverse volte. Sapore come quello dei cosci di rane-toro. Come un pollo con un vago sentore di pesce, ma veramente appena discernibile. Sapeste quanti cani da caccia sono finiti miseramente fra quelle mascelle! Meglio mangiarseli che esserne mangiati!
                              CHI SE FA PECORA OBBEDISCE AR PECORARO!

                              COMMENTA


                              • walker960walker
                                walker960walker commentata
                                Modifica di un commento
                                Dovresti parlare con crocodile dandy.....ihihihihih

                            Pubblicita STANDARD

                            Comprimi

                            Ultimi post

                            Comprimi

                            Unconfigured Ad Widget

                            Comprimi
                            Sto operando...
                            X