annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

L'arte della caccia al tordo con lo zirlo manuale

Comprimi

Mantieni online il sito per tutto il 2019

Comprimi
Le donazioni inviate sino ad oggi hanno ricoperto il (50%) dei costi necessari.
X
Comprimi
Su questa pagina ci sono 1 persona/e che stanno leggendo il contenuto di questa discussione: (0) Utenti registrati - (1) Ospiti
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • L'arte della caccia al tordo con lo zirlo manuale

    Buonasera a tutti,
    ho deciso di aprire questa nuova discussione per condividere la passione per la caccia al tordo, un'arte che chiede a chi la pratica i massimi accorgimenti per non cadere nel famoso cappotto..:-).
    Spinto da questa malattia, mi sono sempre confrontato con coloro che ritengo i massimi conoscitori di quest'arte......ovvero i tordaioli che iniziano questa caccia da novembre in poi, quelli che cacciano nei sorbi, negli spinai ed in altri ambienti dove il trodo va a pasturare.
    Se in ottobre bene o male durante la migrazione si riesce a fare carniere, questo diventa assai più difficile nell'inoltrarsi della stagione diciamo da novembre in poi, quando il tordo ha trovato un suo microhabitat in cui trascorre il periodo dell'inverno.
    E' qui che entra in ballo l'esperienza e l'osservazione perchè come detto è molto più facile fare un bel cappotto che fare carniere, dovremmo studiare i dormitori magari nn mitragliati dagli sparatori del sabato pomeriggio, perchè è da li che si comincia, in quanto come mi diceva un vecchio amico..:" Osserva bene Matteo dove vanno a dormire i tordi e guarda davanti a loro nella direzione opposta dove la mattina batte il sole la mattina, li troverai sicuramente la loro pastura."
    Cosi scritto sembra facile eh???...:-) ritornerò su questo argomento più avanti soprattutto sull'habitat, il posizionamento, le pasture e le piante attrattive.

    Adesso come qualcuno avrà avuto modo di vedere vi volgio parlare dello strumento necessario e indispensabile per iniziare a praticare quasta caccia: LO ZIRLO

    Sapete tutti cos'è, diciamo è lo strumento che imita il verso tipico del tordo, che nella femmina ha una sola noto e nel maschio due...:-)

    Ce ne sono di tantii tipi, tra cui i più commercialmente famosi sono quelli pugliesi a vite di acciaio o legno, che tengono un po' tutte le armerie on line più famose. Funzionano??? io credevo di si....credevo........nn me ne vogliate amici pugliesi..:-)

    Dico cosi' perchè come qualcuno di voi ha avuto modo di leggere nei precedenti post ho avuto la fortuna di conoscere quest'estate un signore di 83 anni, ex cacciatore purtroppo, il quale ha sempre praticato questa caccia ed essendo artigiano del legno, uno dei pochi che ancora costruisce in maniera totalmente artigianale gli zirli in legno di noce nazionale, stagionato e scelto.

    Gli zirli che costruisce sono opere d'arte, semplici, maneggievoli (si adopera con una sola mano per lo zirlo e con due per il canto. Come detto credevo che quelli a vite tipo pugliese funzionassero ma ripsetto a questi siamo su mondi totalmente diversi, questo perchè dietro ad uno zirlo costruito c'è dietro uno studio approfondito sul tipo di legno da scegliere, la stagionatura ed anchele varie parti di una tavola di legno massello, venatura, radica.ett...

    Lo scorso fine settimana e lunedi qualcosina è passato ed insomma ho visto i risultati veramente soddisfacenti, è vero che fgli animali di passo sono più creduloni, ma ho avuto la fortuna anche di incarnierare degli animali accalati che di solito con gli altri zirli nemmeno mi considerano...:-)

    Questa è la foto dello zirlo, in Toscana ho avuto modo di vederli simili solamente un'altra volta nel Grossetano vicino Torniella, un'altra zona dove praticano la caccia al tordo invernale da appostamento.

    Sono voluto partire da qui che è la base di quest'arte, poi spero di condividere con voi questa passione e confrontarci con i vari pensieri

    Grazie per l'attenzione

    tordo79
    File allegati

  • #2
    Ciao a tutti!
    Come dicevo nel precedente messaggio, nella fine di ottobre inizi di novembre, il tordo in Toscana trova il suo microhabitat ideale e dè qui che inizia la nostra avventura.
    Se durante il passo ottobrino per avere dei buoni risultati bisogna avere dei soggetti zirlatori e sia dei tordi di canto, nel novembre e dicembre per ottenere dei risultati bisogna optare per gli zirli.
    Come deve'essere il suondo di un buon zirlo?? Dove bisogna posizionarsi con un appostamento temporaneo per avere successo in questa caccia??
    Calma arriveremo a trattare tutti gli argomenti...:-)

    Il suono che deve avere lo zirlo manuale dev'essere non troppo metallico e meglio un po piu' rotondo che stridulo, questo perchè nel suono più rotondo si trovano delle frequenze basse che si sentono di più a distanza...es: avete presente quando sentire dei rumoti di musica provenienti dalle feste in estate...fateci caso di solito quello che sentite sono i bassi.
    Ecco l'importanza di avere uno zirlo che funziona e l'importanza della scelta del legno, vite e tecnica di utilizzo.
    Normalmente in teoria si zirla con piccoli intervalli alternando con doppie zippate e singole, si fa delle brevi pause e si riparte, si ascolta il bosco per sentire se ci sono dei soggetti che ci rispondono, quando poi si riesce ad intravedere dei soggetti che vengono a posizionarsi su dei rami o degli arbusti vicini ma nn ancora a tiro, si interrompe le zippate si da un giro a stringere al ns zirlo e si riparte con cadenza meno frequente con un verso più strinto e più chiuso facendo delle pause più lunghe.
    Di solito se siamo posizionati bene, in base al mimetismo e con un pizzico di fortuna il tordo viene a tiro ed a quel punto potremmo sparargli su di un ramo o al volo se vediamo che ripartendo ed avvicinandosi a noi ci ha scorto..:-)
    Cosa importantissima dopo lo sparo...bisogna continuare a zippare riaprendo un pochino lo zirlo aprendo il suono...proprio per ricreare il solito clima prima dello sparo.
    Questa è la linea base dlela preparazione allo sparo, la prossima volta parleremo del posizionamento nel bosco ed i luoghi di pastura.
    Spero che sia stato di vs gradimento..adesso al lavoro!!
    tordo79

    COMMENTA


    • #3
      Ma quali cacce si possono fare la tordo con lo zirlo manuale??

      Beh diciamo che la caccia al trodo con lo zirlo è una caccia da appostamento ma diciamo"itinerante" in quanto per poter fare un buon carniere dobbiamo spostarci durante il giorno.

      Se escludiamo il momento dello spollo mattutino quando il tordo fa dei piccoli voletti di spostamento con il far del giorno dobbiamo individuare le pasture dove i nostri tordi vanno a mangiare, io tordo è un uccello di bosco ma particolare, non lo si trova nei boschi ad alto fusto, predilege la maccha mediterranea fatta di lecci e cespugli, scope. nel bosco lo si trova spesso nelle parti basse oppure dove c'è una pineta e poi vi spiego il perchè'. Ama i luoghi umidi soprattutto nei mesi invernali dove trova vermi di cui è ghiotto.

      Le migliori pasture dopo il passo ottobrino secondo me sono da ricercare nelle ulivete abbandonate quelle per intenderci incolte, nei corbezzolai (prima metà novembre), nei vigneti anch'essi abbandonati e nelle pinete anche se li i tordi trovano anche riparo come dormitori ed è quindi molto più difficile fare carniere.
      Di solito il tordo ama le pasture soleggiate di buon mattino perchè è vero che ama gli ambienti umidi ma specialmente nel tardo ottobre e novembre trovare pasture a solatio fanno la differenza.
      Capito??? :-)

      tordo79

      COMMENTA


      • #4
        Ottimo discorso almeno per me. Io lo uso sempre da metà ottobre a fine stagione, per noi pugliesi e dotazione di caccia obbligatoria, ne possediamo non uno ma due.

        COMMENTA


        • #5
          Originariamente inviato da gianfrancosette Visualizza il messaggio
          Ottimo discorso almeno per me. Io lo uso sempre da metà ottobre a fine stagione, per noi pugliesi e dotazione di caccia obbligatoria, ne possediamo non uno ma due.
          Buonasera Gianfranco,
          ti ringrazioe della partecipazione, sarebbe bello per poter far crescere questa piccola discussione, postare le foto dei tuoi zirli, io lo farò sicuramente i prossimi giorni.
          Lo so per voi in Puglia gli zirli specialmente quelli costruiti da quei pochi artigiani rimasti sono sacri!!!
          Un cordiale saluto
          tordo79

          COMMENTA


          • #6
            I miei sono i soliti acquistati in armeria in puglia. Se ci riesco li posto.io personalmente ne compro 2 l'anno sono molto disordinato.ahahahahah

            COMMENTA


            • #7
              35 anni di onorata carriera , sempre con me.
              Mai dimenticato a casa!!
              Viene prima lui.. a seguire.. fucile.. cartucce e cane! Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   14718846_10209029709293381_2045741776688671366_n.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 56.1 KB 
ID: 1696098
              Tutti si sbattono così tanto per essere alternativi e originali.
              Al giorno d'oggi, per distinguersi dalla massa, basta così poco.
              L'educazione, per esempio.
              Giuseppe
              Maurè ti vogliamo bene!!

              COMMENTA


              • #8
                Originariamente inviato da cecchino Visualizza il messaggio
                35 anni di onorata carriera , sempre con me.
                Mai dimenticato a casa!!
                Viene prima lui.. a seguire.. fucile.. cartucce e cane! [ATTACH=CONFIG]68932[/ATTACH]
                Ciao Cecchino, bellissimo il tuo pugliese, se non erro erano ancora di quelli costruiti artigianalmente!!
                Sono incasinato appena ho tempo posto il mio...ancora oggi mi da tantissime soddisfazioni e tutte le volte che zippo e mi fa venire un tordo, mi ricorda il mio amico artigiano che mi ha insegnato l'abc per costruire zirli che fanno la differenza.
                Proprio stamani ho goduto come un matto!!......dall'altro lato di un vallino naturale avevo una batteria di musica a gogo...canto, schiamazzo alternato e zirlo..nn ti dico
                Dall'altro lato c'ero io......insomma te la faccio breve s'è visto una 10ina di animali di passo, io alle 9:00 sono andato via causa lavoro e ne ho raccattati 4, loro con quella musica li hanno impauriti fatti scendere come missili e buttatti 50 mt sotto di loro e nn si sono più mossi....:-)
                In bocca al tordo!
                tordo79

                COMMENTA


                • #9
                  Originariamente inviato da tordo79 Visualizza il messaggio
                  Ciao Cecchino, bellissimo il tuo pugliese, se non erro erano ancora di quelli costruiti artigianalmente!!
                  Sono incasinato appena ho tempo posto il mio...ancora oggi mi da tantissime soddisfazioni e tutte le volte che zippo e mi fa venire un tordo, mi ricorda il mio amico artigiano che mi ha insegnato l'abc per costruire zirli che fanno la differenza.
                  Proprio stamani ho goduto come un matto!!......dall'altro lato di un vallino naturale avevo una batteria di musica a gogo...canto, schiamazzo alternato e zirlo..nn ti dico
                  Dall'altro lato c'ero io......insomma te la faccio breve s'è visto una 10ina di animali di passo, io alle 9:00 sono andato via causa lavoro e ne ho raccattati 4, loro con quella musica li hanno impauriti fatti scendere come missili e buttatti 50 mt sotto di loro e nn si sono più mossi....:-)
                  In bocca al tordo!
                  tordo79
                  L'hifi andrebbe farglielo ingoiare a chi lo usa.....spero vivamente che la proposta di legge avanzata in settembre sull'inasprimento delle pene e introduzione di reato per furto venatorio venga veramente approvata....tra le tante cu sarebbe anche non solo il divieto di utilizzo ma anche divieto di detenzione e vendita di apparati elettroacustici.....detto questo.....quei musicisti si erano piazzati indubbiamente male....lo schiamazzo nel tordo e verso di risveglio e territorialita' nei primissimi minuti dell'alba e verso di allarme durante tutto il giorno...volerlo cacciare con quel verso in presenza di tante buttate e' impossibile....ci vuole molto pulito,spazi.aperti e una,max due buttate a tiro....se viene giu' di sicuro userà la tua pianta per venire a coprirsi..io uso farlo con un richiamo a bocca.
                  Interessante il tuo discorso su I toni della zippata,piu' morbido per il lungo e acuto per il breve...anche se poi il tordo percepisce uno spettro di frequenze enormemente piu' vasto,specialmente nella fascia delle alte-altissime frequenze....una cosa e' certa pero,' lo zip e' il verso standard della specie bottaccio, verso creduto da nord a sud indipendentemente della provenienza dei contingenti.
                  Con le primavere,e questa e' la mia malattia come per te lo e' lo zirlo,le cose sono un po' diverse....
                  Se posso,dato che sono un malato del collezionismo di richiami per I turdidi..come posso fare per avere uno zirlo in quel modo?
                  Per il resto condivido pienamente tutto cio' che hai descritto nelle tue righe sulla caccia al tordo...
                  Avremo modo di parlare di molte altre cose.

                  COMMENTA


                  • #10
                    Originariamente inviato da sfiamma Visualizza il messaggio
                    L'hifi andrebbe farglielo ingoiare a chi lo usa.....spero vivamente che la proposta di legge avanzata in settembre sull'inasprimento delle pene e introduzione di reato per furto venatorio venga veramente approvata....tra le tante cu sarebbe anche non solo il divieto di utilizzo ma anche divieto di detenzione e vendita di apparati elettroacustici.....detto questo.....quei musicisti si erano piazzati indubbiamente male....lo schiamazzo nel tordo e verso di risveglio e territorialita' nei primissimi minuti dell'alba e verso di allarme durante tutto il giorno...volerlo cacciare con quel verso in presenza di tante buttate e' impossibile....ci vuole molto pulito,spazi.aperti e una,max due buttate a tiro....se viene giu' di sicuro userà la tua pianta per venire a coprirsi..io uso farlo con un richiamo a bocca.
                    Interessante il tuo discorso su I toni della zippata,piu' morbido per il lungo e acuto per il breve...anche se poi il tordo percepisce uno spettro di frequenze enormemente piu' vasto,specialmente nella fascia delle alte-altissime frequenze....una cosa e' certa pero,' lo zip e' il verso standard della specie bottaccio, verso creduto da nord a sud indipendentemente della provenienza dei contingenti.
                    Con le primavere,e questa e' la mia malattia come per te lo e' lo zirlo,le cose sono un po' diverse....
                    Se posso,dato che sono un malato del collezionismo di richiami per I turdidi..come posso fare per avere uno zirlo in quel modo?
                    Per il resto condivido pienamente tutto cio' che hai descritto nelle tue righe sulla caccia al tordo...
                    Avremo modo di parlare di molte altre cose.
                    Buongiorno sfiamma,
                    ti ringrazio di aver preso parte a questo argomento, quello che ho scritto è frutto sia di una 20ina d'anni di esperienze nella caccia al tordo e sia soprattutto di aver potuto condividere gli ultimi 5 anni questa passione, con un'artista di questa caccia, con più di 60 anni di onorata carriera venatoria a rincorrere tordi per l'Italia.
                    Grazie veramente e spero che con la tua esperienza e partecipazione questo argomento possa diventare una discussione importante come quella del chioccolo.
                    tordo79

                    - - - Aggiornato - - -

                    Buongiorno sfiamma ho provato ad inviarto mp ma hai la casella piena
                    Cordiali saluti
                    tordo79

                    COMMENTA


                    • #11
                      Originariamente inviato da tordo79 Visualizza il messaggio
                      Buongiorno sfiamma,
                      ti ringrazio di aver preso parte a questo argomento, quello che ho scritto è frutto sia di una 20ina d'anni di esperienze nella caccia al tordo e sia soprattutto di aver potuto condividere gli ultimi 5 anni questa passione, con un'artista di questa caccia, con più di 60 anni di onorata carriera venatoria a rincorrere tordi per l'Italia.
                      Grazie veramente e spero che con la tua esperienza e partecipazione questo argomento possa diventare una discussione importante come quella del chioccolo.
                      tordo79

                      - - - Aggiornato - - -

                      Buongiorno sfiamma ho provato ad inviarto mp ma hai la casella piena
                      Cordiali saluti
                      tordo79
                      Ora li cancello tra un po' riprova

                      COMMENTA


                      • #12
                        Ciao ho provato ma niente, ti lascio la mia mail mariottini.restauri@gmail.com
                        Un cordiale saluto

                        COMMENTA


                        • #13
                          Prova adesso..

                          COMMENTA


                          • #14
                            Buongiorno, approfitto della pausa pranzo per scrivere due parole riguardo il posizionamento e le pasture ideali per insidiare il tordo dal mese di novembre in poi.
                            Allora i posti che io predilogo sono 3: le olivete abbandonate, gli scamporati nel bosco e le i margini delle pinete.

                            Olivete abbandonate

                            Sono il posto che secondo me il tordo predilige nel mese di novembre e dicembre, in special modo posizionate a solatio rispetto ai dormitori, io di solito mi posiziono in entrata ovvero nascosto nella prima filata e guardo il bosto da dove arrivano, mi piace sparare al volo, attenzione però che avendo tante volte il sole in faccia sarebbe opportuno mettere qualcosa in viso perchè è la parte che i nostri amici tordi vedono meglio e prima. Chiaramente sempre zirlo in mano zippando delle doppie e singole alternate.
                            Io di solito sparando al volo quando vedo che hanno preso la mia direzione smeptto e do' solamente una zippata di conferma ad un 40ina di metri, poi mi concentro sul tiro perchè vi garantisco che sono missili!!
                            Cartucce f2 32gr dispersante, cerco di nn fare sparatorie max due colpi meglio 1..:-) appena sparando importantissimo riprendete a zippare!!

                            Scamporati nel bosco

                            Cosa sono?? sono quelle aperture nei boschi, che di solito ci sono dei campetti lavorati con ulivi o incolti, il problema di questi posti che da novembre se sono zone vocate per la caccia al cinghiale, alle 9:30 max di solito bisogna venir via e lasciare spazio alle squadre. Dove ci mettiamo.....la regola del sole!! sarebbe mettersi con alle spalle il bosco che verrà illuminato dal sole, in questo caso le opzioni di tiro sono 2 o al volo ed allora bisogna stare leggermente fuori oppure se spara a fermo bisogna scegliere una pianta di buttata e chiaramente coperti dentro il bosco...semplice vero??? ah come si zippa?? allora se vogliamo sparare al volo zippate rotonde sono le migliori se si spara a fermo allora consiglio qualora si senta dei tordi accalati nelle vicinanze zippate più strinte.

                            Le pinete

                            Ma che dici?? Ehhhh questa è veramente una chicca.......che nn dovrei dire...:-) Allora le pinete se uno ha pazienza e costanza riservano veramente delle belle sorprese, di solito qui si spara a fermo e bisogna mettersi nella zona più folta e nascosta con un ottimo mimetismo cane ubbdiente ed al guinzaglio. meglio ancora farsi una piantina e segnare con un lapis dove più o meno cadono, perchè se ci si inizia a muovere s'impauriscono e partono, a fine caccia si prende il cane e si raccogliono.
                            Si scelgono quelle più in ombra, perchè di solito sono degli ottimi dormitori, dove nei mesi più freddi il tordo rimane, perchè trova nel sottobosco che si forma lombrichi e chiocciole di cui è ghiotto.
                            In questi luoghi il tordo si sente protetto e mano che di mitragliate continue nn si sposta. Io quando vado in questi luoghi vado con il 20 e mi inpongo di nn sparare più di una colpo.
                            Le zippate saranno sempre abbastanza strinte

                            Che dirvi?...ora vado a mangiare e poi si riparte!!!

                            In bocca al tordo

                            tordo79

                            COMMENTA


                            • #15
                              L'arte della caccia al tordo con lo zirlo manuale

                              .
                              Buona sera a tutti,zippetto fatto datto da me,in legno di castagno ultra stagionato con vite ad occhiello e laccetto per essere appeso al polso per rilascio veloce a l'atto dello sparo, molto efficace


                              Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

                              COMMENTA

                              Pubblicita STANDARD

                              Comprimi

                              Ultimi post

                              Comprimi

                              Unconfigured Ad Widget

                              Comprimi
                              Sto operando...
                              X