annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Pubblicita 600x70

Comprimi

!

Comprimi
Ciao, Ospite! Oggi è il N/A Sono le ore N/A

Radio migratoria Tordi in Puglia 2019/20

Comprimi
Questa è una discussione evidenziata.
X
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Zoom Testo
    #811
    Originariamente inviato da corchillo79 Visualizza il messaggio
    Se permettete dico la mia:
    1- per favore toglietevi dalla testa questa storia del complotto: la xylella è un epidemia delle piante da quarantena. Purtroppo per svariate ragione non si riesce ad arginarla e si deve imparare a conviverci. In California lo fanno da un secolo e non mi sembra che noi possiamo insegnare nulla agli americani sia in termini di applicazione della legge che in termini di ricerca scientifica.
    2- ma quale deserto in Salento....ma di cosa stiamo parlando! In Italia nell'ultimo ventennio ci sono studi che provano l'avanzata delle aree forestate a scapito dei territori agricoli. Questo perchè l'economia agricola si và sempre più indebolendo ed i terreni lasciati abbandonati ritornano alle loro antiche origini. Per cui, sapendo un pò di Salento vi assicuro che, se non verranno promosse forme di agricoltura , i terreni saranno abbandonati e ritorneranno macchia mediterranea.
    3- mi spiace sapere che qualcuno pensi che in salento non ci sia null'altro oltre al tordo. L'unica cosa che non è presente è il cinghiale e di questo ne sono felice, la sua presenza indebolirebbe l'attaccamento che i cacciatori di questa terra hanno verso i tordi, beccacce, tortore, quaglie, allodole, cesene. Ho tolto gli anatidi perché la presenza delle aree protette ha eliminato questa forma di caccia che pur è parte della nostra tradizione venatoria.
    4- ritornando all'annata in corso, penso che l'alta pressione che ci ha attanagliati nel mese della migrazione ha spostato i flussi migratori verso altre rotte, per cui non addosserei la colpa a nessun decremento della specie turdidi o alla presenza della xylella.
    giusto, verissimo concordo con te.
    ALESSIOCIAMP piace questo post.
    ........in bocca al lupo Gaetano

    COMMENTA


    • Zoom Testo
      #812
      Originariamente inviato da corchillo79 Visualizza il messaggio
      Se permettete dico la mia:
      1- per favore toglietevi dalla testa questa storia del complotto: la xylella è un epidemia delle piante da quarantena. Purtroppo per svariate ragione non si riesce ad arginarla e si deve imparare a conviverci. In California lo fanno da un secolo e non mi sembra che noi possiamo insegnare nulla agli americani sia in termini di applicazione della legge che in termini di ricerca scientifica.
      2- ma quale deserto in Salento....ma di cosa stiamo parlando! In Italia nell'ultimo ventennio ci sono studi che provano l'avanzata delle aree forestate a scapito dei territori agricoli. Questo perchè l'economia agricola si và sempre più indebolendo ed i terreni lasciati abbandonati ritornano alle loro antiche origini. Per cui, sapendo un pò di Salento vi assicuro che, se non verranno promosse forme di agricoltura , i terreni saranno abbandonati e ritorneranno macchia mediterranea.
      3- mi spiace sapere che qualcuno pensi che in salento non ci sia null'altro oltre al tordo. L'unica cosa che non è presente è il cinghiale e di questo ne sono felice, la sua presenza indebolirebbe l'attaccamento che i cacciatori di questa terra hanno verso i tordi, beccacce, tortore, quaglie, allodole, cesene. Ho tolto gli anatidi perché la presenza delle aree protette ha eliminato questa forma di caccia che pur è parte della nostra tradizione venatoria.
      4- ritornando all'annata in corso, penso che l'alta pressione che ci ha attanagliati nel mese della migrazione ha spostato i flussi migratori verso altre rotte, per cui non addosserei la colpa a nessun decremento della specie turdidi o alla presenza della xylella.
      la questione xylella la lascio ai botanici e agronomi.

      sulla caccia...evidentemente vedi altre zone.
      Ci ho cacciato da infante con mio padre fino ai 30 e ora sono fuori sede "del tutto", ma tutta la mia schiatta di cacciatori continua a frequentare esclusivamente il basso ionio. Zona da Gallipoli fino al capo.
      E lì deserto lo è eccome e peggiora di anno in anno.
      Si popola un po' con le migrazioni, a seconda dei venti e dell'andamento. Nelle zone costiere più dell'entroterra.

      Ma selvaggina, ben poco. I tordi e le tortore sono estremamente ridotti, queste ultime quasi zero e quasi solo al ripasso primaverile.
      cesene? assenti nel basso salento da un decennio.
      beccaccini? anno scorso qualcuno con le piogge, quest'anno pochi.
      Acquatici passerebbero.. nei rari specchi di acqua superficiale: tutte oasi naturali.
      (beccacce sì. quelle riferiscono che ne stanno passando quest'anno nelle zone marittime. Almeno quelle.)
      Colombacci, inesistenti. Allodole? boh. sparite.
      Stanziale? solo maledette volpi. no lepre, no cinghiale, no fagiano, nulla di nulla.
      e tante, tante gazze. e tortore dal collare.

      Macchia e riforestazione? terreni abbandonati? Restano solo scheletri di ulivi millenari...e qualche sterpaglia sterile.
      Incendi continui. canneti che diventano parcheggi di lidi e discoteche.

      Ogni volta che sento i miei conoscenti e che scendo per le ferie, torno un po' più triste della volta prima.
      "In tutto il mondo l'onore è sceso di prezzo, perché al giorno d'oggi è una merce difficile da vendere"

      COMMENTA


      • Zoom Testo
        #813
        Originariamente inviato da corchillo79 Visualizza il messaggio
        Se permettete dico la mia:
        1- per favore toglietevi dalla testa questa storia del complotto: la xylella è un epidemia delle piante da quarantena. Purtroppo per svariate ragione non si riesce ad arginarla e si deve imparare a conviverci. In California lo fanno da un secolo e non mi sembra che noi possiamo insegnare nulla agli americani sia in termini di applicazione della legge che in termini di ricerca scientifica.
        2- ma quale deserto in Salento....ma di cosa stiamo parlando! In Italia nell'ultimo ventennio ci sono studi che provano l'avanzata delle aree forestate a scapito dei territori agricoli. Questo perchè l'economia agricola si và sempre più indebolendo ed i terreni lasciati abbandonati ritornano alle loro antiche origini. Per cui, sapendo un pò di Salento vi assicuro che, se non verranno promosse forme di agricoltura , i terreni saranno abbandonati e ritorneranno macchia mediterranea.
        3- mi spiace sapere che qualcuno pensi che in salento non ci sia null'altro oltre al tordo. L'unica cosa che non è presente è il cinghiale e di questo ne sono felice, la sua presenza indebolirebbe l'attaccamento che i cacciatori di questa terra hanno verso i tordi, beccacce, tortore, quaglie, allodole, cesene. Ho tolto gli anatidi perché la presenza delle aree protette ha eliminato questa forma di caccia che pur è parte della nostra tradizione venatoria.
        4- ritornando all'annata in corso, penso che l'alta pressione che ci ha attanagliati nel mese della migrazione ha spostato i flussi migratori verso altre rotte, per cui non addosserei la colpa a nessun decremento della specie turdidi o alla presenza della xylella.
        Sono per la libertà di pensiero per cui rispetto ciò che dici ma proprio perché ognuno è libero di pensare quello che vuole io sono sempre più convinto che ci sia qualcosa sotto. Altrimenti mi verrebbe da chiedere se dalle vostre parti avete le capacità di portare avanti gli ulivi dato che nel nord barese lì vi abbondano la benché minima traccia di xylella. E siccome penso che storica mente per la morfologia del vostro territorio voi siate degli esperti veri in materia di ulivi non penso che ci siamo conosciuti insegnare qualcosa in merito. Il mio pensiero sui complotti.

        Inviato dal mio SM-G950F utilizzando Tapatalk

        COMMENTA


        • riccardoturi
          riccardoturi commentata
          Modifica di un commento
          La verità se mi permettete è che anni e anni fa con i cacciatori che erano il doppio o il triplo di adesso e con la caccia che chiudeva a fine marzo e anche oltre, deserti come quelli che si vedono negli ultimi anni francamente non me li ricordo. Quindi? A mio molto modesto avviso le cause sono i cambiamenti climatici e lo sconvolgimento del territorio in tutti i sensi, xilella a parte.

      • Zoom Testo
        #814
        Originariamente inviato da Franky@ Visualizza il messaggio

        la questione xylella la lascio ai botanici e agronomi.

        sulla caccia...evidentemente vedi altre zone.
        Ci ho cacciato da infante con mio padre fino ai 30 e ora sono fuori sede "del tutto", ma tutta la mia schiatta di cacciatori continua a frequentare esclusivamente il basso ionio. Zona da Gallipoli fino al capo.
        E lì deserto, lo è, e peggiora di anno in anno. Si popola un po' con le migrazioni, a seconda dei venti e dell'andamento. Nelle zone costiere più dell'entroterra.

        Ma selvaggina, ben poco. I tordi e le tortore sono estremamente ridotti, queste ultime quasi zero e quasi solo al ripasso primaverile.
        cesene? assenti nel basso salento da un decennio.
        beccaccini? anno scorso qualcuno con le piogge, quest'anno pochi.
        Acquatici passerebbero.. nei rari specchi di acqua superficiale: tutte oasi naturali.
        beccacce sì. quelle riferiscono che ne stanno passando. zone marittime. Almeno quelle.
        Colombacci, inesistenti.
        Stanziale?solo maledette volpi.
        e tante, tante gazze. e tortore dal collare.

        Macchia e riforestazione? terreni abbandonati?
        Perché restano solo scheletri di ulivi millenari.
        Incendi continui. canneti che diventano parcheggi di lidi e discoteche.
        Ogni volta che sento i miei conoscenti e che scendo per le ferie, torno un po' più triste della volta prima.
        Tristemente vero...per chi non abita qui e facile parlare ma bisogna starci qui,toccare con mano e capire la situazione...dove manca l habitat purtroppo manca la selvaggina.

        COMMENTA


        • Zoom Testo
          #815
          Non credo al complotto, ma credo che la devastazione degli oliveti abbia dato il colpo di grazia alla caccia dei tordi in salento. Vero che la puglia ultimamente è scansata, ma ricordo anni fà, proprio su queste pagine, commenti negativi circa la presenza del bottaccio .. gargano, barese vuoti di tordi eppure io passavo le festività natalizie in salento e come per magia là c'erano i tordi. Mi invitavfano continuamente a fare le sfase domenicali, ma io rifiutavo perchè il mio mazzettino lo facevo a fermo, e questo sino a 3 anni fà, nonostante in alcune stagioni il passo era stato scarsissimo. Non collegare la rarefazione della presenza del tordo alla xylella nei territori interessati al disseccamento è sbagliato e se si aggiunge annate negative in generale per tutta la puglia come le ultime 2 .... la frittata è fatta.
          Domenica prossima e poi il fine settimana successivo caccerò di nuovo, per la ventunesima volta durante le festività natalizie, nei territori salentini a me tanto cari ..... credo che delle albe piene di tordi, del verde degli immensi oliveti mi rimarranno solo i ricordi.
          Per ridare splendore al territorio, bisogna che prima di tutto siano i pugliesi a rimboccarsi le maniche e non aspettare lo stato sciacallo che contribuisce con l'elemosina succhiando con burocrazia asfisiante il grosso della fetta dei denari che dovrebbero essere corrisposti a chi ha perso lavoro
          ALESSIOCIAMP, franciddone e tommy1973 piace questo post.
          sigpic

          ..... cci vostra, quanto ve vojo bene !!!


          COMMENTA


          • Zoom Testo
            #816
            Stamattina spollo prima del lavoro presi 2 tordi poi a pomeriggio giretto con un amico presi 2 tordi e 1 merlo...visti una 20ina...a sabato

            COMMENTA


            • Zoom Testo
              #817
              Originariamente inviato da Alessandro88 Visualizza il messaggio
              Stamattina spollo prima del lavoro presi 2 tordi poi a pomeriggio giretto con un amico presi 2 tordi e 1 merlo...visti una 20ina...a sabato
              siamo finiti a contare i tordi VISTI. Situazione terribile
              "In tutto il mondo l'onore è sceso di prezzo, perché al giorno d'oggi è una merce difficile da vendere"

              COMMENTA


              • Zoom Testo
                #818
                Originariamente inviato da Franky@ Visualizza il messaggio

                siamo finiti a contare i tordi VISTI. Situazione terribile
                Purtroppo e così..

                COMMENTA


                • Zoom Testo
                  #819
                  Buon giorno non scrivo da parecchi giorni,tutto sommato io ho continuato a trovare alcuni tordi,almeno nel mio angolino del Garganistan qualcosa e' rimasta,stanno scemando giorno dopo giorno, mi auguro che i venti da nord portando aria fredda nei prossimi giorni diano atto a spostamenti...intanto colgo l'occasione di Augurare con affetto serene festività a tutti e che sia un nuovo anno felice....HDT.........SUZI........
                  A albarossa, A.le e 4 altri utenti piace questo post.
                  sigpic
                  Alcuni dei cibi che mangiamo non sono semplicemente cibi. Sono storie. Storie complesse e affascinanti di donne e uomini che lavorano sfidando il Sole, la Terra e le legislazioni che non aiutano. Sono queste storie che danno un sapore ai cibi."...R.I.P..A.FACENNA....

                  COMMENTA


                  • riccà
                    riccà commentata
                    Modifica di un commento
                    grazie Mario........in bocca al cocker!!!!!!!!!!!!!

                • Zoom Testo
                  #820
                  Tordi a parte, i miei auguri per un sereno Natale a tutti i cacciatori e famiglie. Chissà che il 2020 non ci porti qualche pennuto in regalo.

                  Come sempre: w l'allodola e la beccaccia w quegli uomini e donne che vanno a caccia!

                  COMMENTA


                  • Zoom Testo
                    #821
                    Tantissimi auguri di buon Natale a tutti i cacciatori!!!Saluti
                    micidialefast piace questo post.

                    COMMENTA


                    • Zoom Testo
                      #822
                      Buon natale a tutti!
                      micidialefast piace questo post.

                      COMMENTA


                      • Zoom Testo
                        #823
                        Un sereno natale a tutti !!!!
                        micidialefast piace questo post.

                        COMMENTA


                        • Auguri
                          micidialefast piace questo post.

                          COMMENTA


                          • Zoom Testo
                            #825
                            Buon Natale a tutti!!
                            micidialefast piace questo post.
                            Sopra ogni cosa combatti l'ignoranza.

                            martino de michele

                            " La Caccia è affascinante ed emozionante ANCHE quando la selvaggina scarseggia....e tu, nonostante tutto, ti diverti lo stesso perchè sei a Caccia."
                            Un Cacciatore.

                            COMMENTA

                            Accedi o Registrati

                            Comprimi

                            Pubblicita STANDARD

                            Comprimi

                            Ultimi post

                            Comprimi

                            Sto operando...
                            X