annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Pubblicita 600x70

Comprimi

!

Comprimi
Ciao, Ospite! Oggi è il N/A Sono le ore N/A

Ma questa Greta?... Sara' mica lei a portare sfiga?

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • giovannit.
    ha risposto
    Per chi comprende l'inglese, un articolo molto chiaro:
    Meteorologist Debunks AOC’s Climate Change Hysteria

    For the past 50 years, socialists have been trying to use the environment as their tool to impose their agenda and policies on the Americans people and rest of the world. If there aren’t any real environmental crisis, they vowed to create some.

    If you notice that over the past half century, it’s Democrats that have mainly taken up the cause of environmental issues, not all real or logical. I hope you realize that when it comes to politicians who identify as Democrats, that they are essentially socialists under the disguise of being a Democrat.

    Since our public education system has been more concerned about brainwashing millions of kids to believe in socialism, we see that rise among the millennials. In fact, socialism, once a very strong taboo and political career killer in America has now become more acceptable and growing in popularity.

    Case in point is Sen. Bernie Sanders, Rep. Alexandria Ocasio-Cortez and Rep. Rashida Tlaib. Sanders has proclaimed his socialism for several years. Ocasio-Cortez and Tlaib are the first members of the Democratic Socialists of America to be elected to Congress and there are more in the ranks ready to follow their example.

    Ocasio-Cortez, readily known as AOC, is pushing her Green New Deal, which has little to do with the environment and everything to do with her socialist agenda. To push her Green New Deal, AOC is trying to tell everyone that the world as we know it, will end in just 12-years if we don’t take drastic action to preserve the environment. (Reminds me of some radical Christians in the past several decades who have also predicted the end of the world, but none of those ever happened and it’s seriously doubtful that everything will come crashing down in 12-years as AOC is proclaiming.)

    As tornado warnings were issued for Washington DC last week, AOC took to Instagram to use the warning as propaganda to push her radical socialist Green New Deal, according to a report on Daily Wire:

    “The climate crisis is real y’all,” Ocasio said on Instagram. “Guess we’re at casual tornadoes in growing regions of the country?”

    Ryan Maue, who has a Ph.D. in meteorology, quickly fact-checked Ocasio-Cortez, writing on Twitter: “I thought this was fake but it’s from [Ocasio-Cortez’s] Instagram story. No idea what she means with “casual tornadoes” and how this line of severe thunderstorms is proof of any ‘climate crisis.’ It’s just the weather in D.C.”

    “The Congresswoman [Ocasio-Cortez] does not know the difference between weather and climate,” Maue added. “Let’s try an easy analogy: Weather is what outfit you wear heading out the door. Climate is your closet wardrobe.”

    Watching the weather on a national news program, the meteorologist stated that the number of tornadoes is not increasing to any significant degree over the past 50-years. He pointed out that years past have had huge numbers of tornadoes and that some more recent years have seen fewer tornadoes. He concluded that the current outbreak of tornadoes has nothing to do with climate change as far as he can see from the data.

    Other climate experts also challenged AOC’s 12-year doom prediction, as reported on Axios:

    What we’re hearing: 12 years isn’t a deadline, and climate change isn’t a cliff we fall off — it’s a slope we slide down,” said Kate Marvel, a climate scientist at NASA. “We don’t have 12 years to prevent climate change — we have no time. It’s already here. And even under a business-as-usual scenario, the world isn’t going to end in exactly twelve years.”

    The rhetoric used by Ocasio-Cortez and many others in favor of bold action suggests that either scientists or the media, or both, got the IPCC report wrong.

    Andrea Dutton, a paleoclimate researcher at the University of Florida, said the 12-year deadline became attractive for media headlines in spite a lack of support from the IPCC report itself:

    “For some reason the media latched onto the 12 years (2030), presumably because they thought that it helped to get across the message of how quickly we are approaching this and hence how urgently we need action. Unfortunately, this has led to a complete mischaracterization of what the report said.”

    Reality check: “All the time-limited frames are bull****,” Gavin Schmidt, who leads NASA’s Goddard Institute for Space Studies in New York, told Axios in an email. “Nothing special happens when the ‘carbon budget’ runs out or we pass whatever temperature target you care about, instead the costs of emissions steadily rise,” he said. The IPCC report, for example, found the impacts worsen considerably beyond 1.5°C of warming.
    • “The thing to push back against is the implicit framing that there is some magic global mean temperature or total emissions that separate ‘fine’ from ‘catastrophic’. There just isn’t,” Schmidt said.

    Yes, the climate is changing, but then it’s been changing for many centuries. There are historical records and indicators of periods of hotter years globally and cooler years globally. Some climate experts say that climate change is cyclic has been cyclic for centuries.

    If you want to see some of the facts and fallacies of AOC’s Green New Deal, go here.

    The bottom line is that AOC has NO clue what she is talking about. Her deadline of 12-years has NO basis in fact. It is nothing more than a political ploy to push her socialist agenda. By using climate change and the environment, socialists can control every aspect of business which in turn controls the economy and the government. Don’t fall into AOC’s trap.

    Lascia un commento:


  • albano
    ha commentato in 's risposta
    Sei il N 1 parole Sante......io sono purtroppo....forse ...credente.....ma realista e in tutto ciò mi trovi pienamente d accordo senza se e senza ma, come si dice..........

  • giovannit.
    ha risposto
    Secondo Malthus,Ehrlich, e ultimamente Gore, gia' saremmo quasi tutti morti ed il pianeta ridotto a una landa lunare... Mo' ce se mette puro Greta. Se il popolino leggesse piu' libri seri e non articoli di giornale sensazionali e di parte e ascoltasse di meno gentucola come Gore, Maurizio Costanzo, Obama, Alexandria Ocasio Cortez, e i vari conduttori e le varie conduttrici televisivi di spettacoli per gente di basso Q.I., e se il popolino di cui sopra fosse meno credulone, le "miracolate" come Greta non ci affliggerebbero con i loro tormentoni. Volete sapere la verita'? Per scovarla bisogna seguire gli effluvi del denaro e della potenza. Chi si approfitta del popolino terrorizzato da uno spauracchio sono sempre i governi, che sfruttano la paura per passare nuove leggi, nuove regole, nuove tasse per stringere ancora piu' forte le redini del potere e fare metastasi e fagocitare tutto, riducendo i cittadini prima a sudditi, poi ad api operaie. E con tali governi agiscono per lo stesso scopo i burattinai globalisti, come George Soros, che a suon di soldi manovrano tanti governi e ne indirizzano la politica per trasformare l'intero mondo in un alveare di cui loro e i loro discendenti saranno le api regine. Leggete la storia. Dietro ogni dittatura c'e' uno spauracchio che ha convinto i "cittovini," le pecore umane, a farsi tosare e chiudere in un recinto. Certo, lo spauracchio e' fondato su qualche problema reale, ma questo problema viene esagerato, strombazzato ogni minuto. E i cittovini belano di paura e la paura spesso ne scatena gli istinti piu' bassi, come la persecuzione degli ebrei, che Hitler aveva additato come la causa dell'impoverimento della Germania, o come il "dagli all'untore" della peste di Milano di Manzoniana memoria, o come i massacri dei Curdi. Ci vuole poco a trascinare i cittovini, e basta che un certo numero di essi cominci a correre e a buttarsi nel lago, e tutti gli altri seguono e affogano insieme.
    Scommetto che quasi tutti voi hanno letto o sentito che la NASA ha concluso, dopo uno studio di ricerche sull'ecologia del pianeta, che "97,1% degli scienziati hanno concluso che i cambiamenti climatici sono causati dall'attivita' umana. Ho un articolo serio, nelle mie mani, che ovviamente non mi va di tradurre per voi, e che impiegherei tre ore soltanto a copiare (no so come scannerizzare) che prova come la conclusione della NASA sia basata su un gioco delle tre carte. La NASA ha basato la sua dichiarazione sulle ricerche di un certo John Cook, che ha esaminato 11944 documenti scientifici e ha concluso che 97,1 di quei documenti suggeriscono che i cambiamenti climatici sono in parte causati da attivita' umane. Pero', a parte il fatto che il gruppo di Cook ha esaminato tali studi in maniera superficiale (50 per notte--come leggere soltanto i titoli di un giornale invece degli articoli), soltanto 4014 di quegli studi affermavano con certezza che i cambiamenti climatici erano causati dall'uomo.
    Un altro esempio? Nel 2009 un questionario fu inviato come parte di una tesi da una candidata al Master's (e dal suo supervisore, Peter Doran, che che e' considerato un'autorita' in materia sul sito della NASA) a 10257 scienziati specializzati in clima ed altri aspetti del pianeta Terra. La domanda era: "Ritiene che le attivita' umane siano un elemento significativo dei cambiamenti climatici?" Soltanto un terzo degli scienziati risposero, e di questo terzo la laureanda e il suo supervisore accademico scelsero 79 risposte--75 delle quali dichiaravano che le attivita' umane sono da accusare per i cambiamenti climatici. 75 di 79 di 10257. Ecco il 97% citato dalla NASA! La NASA funziona con i soldi del governo. Gli scienziati ricevono grants (fondi vincolati) per le ricerche dal governo. Quelli che vanno controcorente non ricevono niente. La scienza e' sempre stata al servizio della politica o, meno recentemente, della religione. Galileo ando' contro gli "scienziati/teologi" vaticani e a momenti gli costp' la vita. Durante il nazifascismo cicciarono dozzine di scienziati che prostituirono la scienza alla politica e "dimostrarono" che gli ebrei e i negri erano geneticamente inferiori agli ariani. Oggi la politica/religione (infatti il riscaldamento globale ormai e' un dogma come quello che voleva che il sole girasse intorno alla terra) non ammette che persino si possa dubitare che i cambiamenti climatici siano esclusivamente causati dall'uomo. Interi milioni di storia della terra, quando cambiamenti climatici massicci avvennero prima ancora dell'avvento dell'uomo, vengono ignorati. La politica trionfa sulla scienza. Si gioca con le statistiche con la complicita' dei media. Ti figuri se un giornale, invece di avere un titolo a caratteri di scatola come "NEW YORK SARA' SOMMERSA DAL MARE IN 12 ANNI" dicesse: "Data la scarsa attivita' solare si annuncia un decennio di temperature piu' basse. " Venderebbe, la copia di giornale coll titolo umile ma corretto invece di quello roboante e catastrofico? E i cittovini tremano, e accettano senza resistenza le limitazioni alla loro liberta', le tasse su carburanti che invece di essere usate per fare qualcosa contro i cambiamenti climatici vengono intascate dai governi per reddiri di cittadinanza, assistenza agli immigrati illegali, auromobili blu e stipendi principeschi e pensioni a vita per i parlamentari, ecc. ecc. Siamo davvero diventati un popolo mondiale di... Gretini!

    Lascia un commento:


  • Turdus
    ha risposto
    Beh Giovanni, condivido in parte la tua disamina perchè è ineluttabile che le attività umane e il proliferare della tecnologia e del benessere di una grossa fetta dei popoli della Terra, abbiano minato gli equilibri che governano le sorti del pianeta, qui non si tratta solo delle scoregge degli animali, l'escalation di inquinanti che dalla rivoluzione industriale abbiamo riversato nel suolo, sottosuolo, aria ed acqua sono purtroppo reali e non si può far finta che non esistano o siano una caccola di scricciolo in un mare di merda.

    Lascia un commento:


  • giovannit.
    ha risposto
    Ma, cara Greta, mi spieghi perche' milioni di anni prima dell'arrivo di homo sapiens e dei suoi aggeggi puzzolenti ci furono periodi come il Giurassico durante il quale le calotte polari erano completamente sciolte, e il mare arrivava dalla costa est del continente nordamericano (dove oggi ci sono citta' come Boston e New York) fino alle pendici delle Montagne Rocciose, quasi alla fine del continente dal lato ovest? Glaciazioni e sglaciazioni sono avvenute da che mondo e' mondo.
    Adesso ci dicono che la flatulenza delle vacche e' una delle cause del riscaldamento globale. Davvero? Fino a qualche secolo fa il pianeta era immerso in animali scorreggianti a miliardi, a cominciare dai bisonti in America e in Europa, e tante altre specie in Africa ed Asia, rinoceronti, elefanti, antilopi, gazzelle, ecc. Eppure anche allora i periodi di glaciazione e sglaciazione avvenivano senza l'aiuto dell'uomo e del suo bestiame. E ancora avvengono. Le attivita' umane sono ben poca cosa. Una sola eruzione vulcanica ti manda nell'atmosfera piu' inquinamento con conseguente "effetto serra" di cinquant'anni di fabbriche ed automobili. Un periodo di attivita' solare intensa fa alzare la temperatura della terra piu' di tutte le stufe, i bruciatori, i roghi funebri i barbecues, le automobili, le candele delle chiese, i focaracci delle prostitute a Tor di Quinto, e le fabbriche di tutto il mondo. L'uomo? L'uomo e' presuntuoso. Crede di poter dettar legge alla natura, si vede come uno dei fattori piu' importanti nell'ecologia del pianeta. Mi fa venire in mente la storiella del passero allupato, che non trovando una compagna della sua specie per sfogarsi, cercando cercando trova un'elefantessa in calore e comincia a... ramazzarla. Mentre e' li' che impazza, un grosso ramo cade sulla capocciona dell'elefantessa, che grida, "Aiaaaa!" E il passero, solerte, "Che, t'ho fatto male?" Noi siamo il passero, l'elefantessa e' la terra, ed il grosso ramo e' un coacervo di fattori (attivita' solare, vulcani, ecc.) sui quali non abbiamo nessun controllo e dei quali non abbiamo neanche nessuna colpa, Greta. Ma e' bello essere famosi, e' bello avere milioni di creduloni che pendono dalle tue labbra. Meno bello e' che tu, moderna Cassandra, con le tue previsioni di catastrofi e sventure fai il gioco di gruppi di potere e governi che si approfittano della credulita' della gente per imporre piu' tasse, e togliere piu' liberta' ai cittadini del mondo. E naturalmente fai il gioco di individui che si approfittano delle nuove regole per fabbricare e vendere aggeggi che si conformano a tali nuove regole. Cara Greta, se tu fossi un po' meno sciocchina e non ti avessero lavato il cervello come ormai si fa nelle scuole a tutti i bimbi, sapresti che e' da secoli che ci sono falsi profeti che hanno chi prima, chi dopo, predicato carestie totale e morte di inedia di miliardi di umani, raffreddamento globale, ecc. proprio come oggi tu predichi la fine del mondo dovuta alle attivita' umane. Ma come tutte le catastrofi predette da "scienziati" veri e sedicenti non si sono avverate, neanche quella tua si avverera', stanne sicura. Va a giocare con le bambole, e comincia a pensare ai ragazzi, che ne hai quasi l'eta'.

    Lascia un commento:


  • Carlos8
    ha risposto
    Si, soprattutto per le cornacchie che dovranno trovare qualcos'altro da mangiare. Sotto casa mia c'erano due covate di fagiani ben guarnite (Zona parco). Due giorni fa hanno tagliato l'erba e una ventina di cornacchie stazionanano tutto il giorno sulle piante. Una fagiana ne ha ancora due, l'altra gira da sola insieme ai maschi.

    Lascia un commento:


  • grillaia
    ha risposto
    Covate fagiani molto scarse.. monitorate con telecamere un paio di fagiane intorno casa la prima con 13 uova nati solo 3 pullus ,dopo la prima settimana rimasto solo 1 pullus, altra covata nati ieri solo 2 pullus su 10 uova...la vedo molto bigia!

    Lascia un commento:


  • francesco70
    ha risposto
    Originariamente inviato da Angelo biondo Visualizza il messaggio
    Non c è nessun rischio covate raga,perche nonostante il grande ripasso di quest anno,di tordi a covare non ce n e rimasti quasi punti.....
    speriamo dai balcani in la sia stato piu caldo!
    la mia domanda invece è,fino agli anni settanta non restava un tordo a covare....poi sono iniziati a rimanere,un crescendo fino verso il 90/95
    poi di nuovo in calo fino a quasi lo zero di quest anno
    che questi animali ci capiscano piu di greta?
    Dipenderà dalle zone che forse mutano negli anni, io 5 o 6 anni fà alla apertura il 19 di settembre nei miei monti feci 18 tiri di cui 8 tordi e 10 merli, mi sembra che fosse un pò presto per il passo da noi, quelli erano animali nati li, dopo quell'anno però sono andato sempre dai 4 ai 10 tiri nel complesso..sempre di apertura parlo..

    Lascia un commento:


  • Angelo biondo
    ha risposto
    Non c è nessun rischio covate raga,perche nonostante il grande ripasso di quest anno,di tordi a covare non ce n e rimasti quasi punti.....
    speriamo dai balcani in la sia stato piu caldo!
    la mia domanda invece è,fino agli anni settanta non restava un tordo a covare....poi sono iniziati a rimanere,un crescendo fino verso il 90/95
    poi di nuovo in calo fino a quasi lo zero di quest anno
    che questi animali ci capiscano piu di greta?

    Lascia un commento:


  • erchiappetta
    ha risposto
    Originariamente inviato da sfiamma Visualizza il messaggio
    il popolo becero ed ignorante da sempre ha fatto le fortune dei furbi.
    Ecco caro Paolo : hai afferrato il concetto ! Mettici poi,come hai scritto, che le multinazionali sull'altare del dio denaro non guardano in faccia nessuno....vedi le ultime vicende sul glifosato :

    https://www.cambialaterra.it/2019/05...o-non-fa-male/

    Io presto servizio presso una grande compagnia petrolifera......e le porcate che fanno tentano poi di "lavarle" con qualche iniziativa di riciclo pubblicizzata ai 4 venti ma nulla in confronto al disastro ambientale che quotidianamente procurano!

    La "povera" Greta potrebbe esser realmente una paladina dei giovani sensibili ai mutamenti climatici o un feticcio d'oscure manovre multinazionalistiche.......il risultato non cambia : ci stiamo ammazzando da soli sull'altare della globalizzazione....degna fine ,la nostra, per una razza animale credo tra le piu' ottuse e stupide che popolano la terra.

    Un saluto.

    Lascia un commento:


  • sfiamma
    ha risposto
    caro Maurizio, ahime' concordo su' tutto... e il fatto che tu abbia sorriso mi ripaga sul fatto che la mia fosse una sorta di scommessa... osare una risata su' di un problema cosi' grande e complesso.... il colpo di coda di un inverno pazzo sara' probabilmente sempre piu' frequente se davvero non si riesce a mettere un freno alla nostra maledetta voglia di auto estinzione. Un problema che passa inevitabilmente anche sotto gli occhi di irrecuperabili romantici quali possiamo essere definiti noi cacciatori... e' proprio di questi giorni il rapporto Face sul declino di alcune specie di avifauna dovute principalmente all'uso indiscriminato di pesticidi ed altre schifezze in un'agricoltura sempre piu' intensiva...La cosa che mi risulta più irritante ed imbarazzante è il fatto che ancora una volta si usi il metodo dei proclami con uno skyline fatto, come sempre, dal dio denaro... e che si metta in atto facendosi scudo con il corpo di una bambina... girano voci che chi abbia armato la gola di Greta siano multinazionali che dal famoso cambio di strategia a difesa del nostro mondo, che rimane cmq auspicabile quanto prima, abbiano tutto da guadagnarci.. e si cerca il cambiamento nel modo piu' sbagliato possibile... riempiendo le piazze con persone che molto spesso non si sa' neanche di cosa si parla.... si rischia che la figura di Greta a breve da icona diventi zimbello.. ma d'altra parte il mondo e' abituato solo ai proclami, basti guardare solo la politica... l'unica strada percorribile per vincere le battaglie, tutte, rimane la scienza e la conoscenza... il popolo becero ed ignorante da sempre ha fatto le fortune dei furbi.

    Lascia un commento:


  • Turdus
    ha risposto
    Ho sorriso leggendo il tuo post, purtroppo se fosse così semplice.... Greta dice o gli fanno dire cose sacrosante, ma ahimè resteranno inascoltate o ce ne si ricorderà quando sarà troppo tardi. Per le nidiate, non è il primo ne sarà l'ultimo anno che questi colpi di coda della stagione mettono in pericolo le prime covate, al tempo non si comanda.

    Lascia un commento:


  • sfiamma
    ha iniziato la discussione Ma questa Greta?... Sara' mica lei a portare sfiga?

    Ma questa Greta?... Sara' mica lei a portare sfiga?

    Apro questa discussione perche' questo, speriamo ultimo, colpo di coda dell'inverno m'e' rimasto un po' sul "gozzo"!... No dico io!... ma lo sa' la trecciata giovanotta che in questo periodo i nostri tordi Nazionali hanno i nidi?... a furia di sfracassarci Los scojones con il riscaldamento globale ha condizionato pure il Padre eterno che, forse confuso, ha pensato bene di provare a raffrescarlo proprio ora..... eeeeee Greta Greta!.... Un me la rifo' miha co' te!... me la rifo' co' chi ti manda a giro!

Accedi o Registrati

Comprimi

Pubblicita STANDARD

Comprimi

Ultimi post

Comprimi

Sto operando...
X