annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Pubblicita 600x70

Comprimi

!

Comprimi
Ciao, Ospite! Oggi è il N/A Sono le ore N/A

Colombaccio, il perchè della forte espansione

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Zoom Testo
    #1

    Colombaccio, il perchè della forte espansione

    Giorni fà, notando una coppia di Colombi intenti alla creazione di un nido alle spalle del mio ufficio in centro Roma e notando una sempre e più massiccia presenza del columbus urbanizzatus, mi chiedevo il perchè, in poco meno di un decennio, dell'esplosione demografica del magnifico uccello blu.
    Una volta a caccia preda occasionale del tordarolo " romano ", oggi invece sempre più presente nei carnieri dei " non specialisti ", sempre più presente come stanziale, là dove gli avvistamenti avvenivano esclusivamente durante la migrazione.
    Allora ho pensato ... sempre con gli occhi rivolti alla coppia dietro " bottega ", a quanti ne potrei vedere a settembre una volta finite le cure parentali dei nuovi nidiacei. Facevo un calcolo con i tordi ... 3 uova in media, 2 o 3 covate l'anno ed ecco che da una coppia si forma una famiglia di 8 uccelli. .... Cavolo, a settembre c'ho 8 colombi da ammirare. Invece no, sfoglio le pagine che i motori di ricerca mi concedono e scopro che il colombo depone 1 uovo massimo 2 per una covata a stagione, raramente 2 con tempi di circa 2 mesi, tra la deposizione delle uova o dell'uovo e l'involo dei nidiacei. facendo lo stesso rapporto dei Tordi, avrò una famiglia di 4 colombi.
    Proseguo la mia ricerca , per vedere se Gazze e cornacchie, in forte espansione anche loro, abbiano lo stesso ciclo numerico riproduttivo, invece leggo che una coppia di gazze depone in media 8 uova e le cornacchiacce 3 per 2 covate.
    Insomma, la pressione venatoria rivolta al colombo è senza dubbio importante e più interessata rapporto la monnezza alata, i nuovi soggetti nati da ogni coppia sono in numero esiguo, ma la loro presenza sul territorio stà diventando piacevolmente " invasiva ", senza che riesca a spiegarmene ragione, se questa messa in relazione ad un'esigua prolificazione riproduttiva.
    Possibile .. per esempio ... che suggetti migratori sostino sino a stanzializzarsi sul nostro territorio ?
    tommaso1987, Cimbellatore e barone rosso piace questo post.
    sigpic

    ..... cci vostra, quanto ve vojo bene !!!



  • Zoom Testo
    #2
    Si, fino a 15 anni fa il colombaccio era casuale per un tordarolo quando ne avevi preso una 15ina durante il passo eri un signore, oppure bazzicavi fuori qualche afv viterbese e qualcun altro lo prendevi anche in inverno, ma mai come ora, non cè giorno che non vedo colombacci, pensa uno che razzolava sulla strada l'ho anche sbattuto sul vetro della macchina come fosse un merlo, ma non sé fatto niente.
    Il segreto dell'evoluzione del colombaccio è l'alimentazione variegata, prima inziava col grano nelle stoppie, si passava al girasole, poi le faggiole, le ghiande di sughero, roverella, cerro e per ultima il leccio per finire con l'edera, ora li vedo mangiare olive, sambuco, spaccasassi, olmo, ciliegie e ogni tipo di bacca alta, l'aumento della superficie boscata di molte migliaia di ettari, la parchizzazione del territorio, l'aumento delle temperture con inverni inesistenti e poco piovosi hanno fatto figliare i colombi anche 4 volte l'anno, ne muoiono tanti ma ne nascono il doppio, non sono facili chi ne ammazza tanti è perché è attrezzato di volantini e racchette, quasi un lavoro, per la maggiorparte meglio i tordi più semplici.
    Cimbellatore piace questo post.
    O a Napoli in carrozza o alla macchia a far carbone.

    COMMENTA


    • Zoom Testo
      #3
      Originariamente inviato da Gianni1° Visualizza il messaggio
      (omissis) per la maggiorparte meglio i tordi più semplici.
      E piu' bboni da magna'
      olivieri roberto e jagher1 piace questo post.
      CHI SE FA PECORA OBBEDISCE AR PECORARO!

      COMMENTA


      • Gianni1°
        Gianni1° commentata
        Modifica di un commento
        i tordi so boni, ma coi colombacci ce se magna di più, basta farli nel modo giusto. Ci faccio il ragù, e con quello i cannelloni, le lasagne i suppli, lo spezzatino di petti coi piselli o le patate, gli hamburger, il brodo, con le lenticchie come te pare Giovà!

    • Zoom Testo
      #4
      Non la pratico questa caccia passo escluso ovviamente......però volevo confermare il surplus in senso assoluto,anche durante il passo se ne vedono il doppio rispetto a inizio anno duemila.
      ho assistito a giornate da impaurirsi sul serio nell ultimo anno.e in quello prima sui crinali
      Mattine incantate a cercare le beccacce delle fate(Piero pieroni

      COMMENTA


      • Zoom Testo
        #5
        CAPACITA di ADATTAMENTO.....forse anche maggior "furbizia".....
        La stessa cosa è successa al merlo.....ai tempi miei non nidificavano in città ora si .....il cugino tordo non ha questa capacità di adattamento.....
        Cimbellatore e kim-lea piace questo post.

        COMMENTA


        • Zoom Testo
          #6
          È un animale che si adatta a mangiare di tutto, da noi (nelle Marche )la passata stagione c'erano poche ghiande, le abbiamo viste mangiare molto nei seminati di grano di fava e piselli e fino a metà dicembre è stato difficile trovarle fuori delle riserve .Poi quando ha iniziato a maturare l'edera la situazione è migliorata.
          In Abruzzo vanno molto ad olive e anche uva, ho trovato nel gozzo bacche di biancospino e azzeruolo. Bisogna dire che negli ultimi anni sono aumentate moltissimo forse proprio per il loro spirito di adattamento.Saluti.
          Cimbellatore piace questo post.

          COMMENTA


          • Zoom Testo
            #7
            Secondo Voi, possono influire sulla consistenza degli stanziali i migranti ? Nel senso che alcuni soggetti possano fermarsi, trovare pasture ed habitat adatto e non proseguire nei viaggi pre e post nuziali ?
            Cimbellatore piace questo post.
            sigpic

            ..... cci vostra, quanto ve vojo bene !!!


            COMMENTA


            • Gianni1°
              Gianni1° commentata
              Modifica di un commento
              difficile dirlo, in genere quelli nati in una zona ci ritornano e ci si riproducono, lo fanno più o meno tutti gli uccelli, potrebbe anche darsi che un migratore si accoppia con uno stanziale, ma sono più propenso a pensare che sono accoppiamenti fra stanziali, ho fatto caso che quelli della mia zona non sono tanto grossi, mentre quelli che ammazzo di passo o a gennaio sono quasi tutti bestioni, bisognerebbe inanellarli per capirlo, ma non so se fanno inanellamenti di colombacci, mai nessuno che sento ne prende di inanellati.

          • Zoom Testo
            #8
            Penso proprio di si.
            L'aumento degli stanziali secondo me è la somma delle covate di quelli già stanzializzati (penso siano la maggioranza) e delle covate di alcuni che, arrivati con la migrazione, han trovato ambiente e clima idonei e pasture abbondanti.
            Ci aggiungiamo che nelle città ci sono meno freddo e meno pericoli, conditi da parchi cittadini con alberi secolari, e che sti piccionacci hanno imparato a mangià di tutto.... e l'invasione è servita.
            Ps: mi vengono in mente altre due "pasture" tra le tante nominate. Le more di gelso e, a periodi, l'erba. E che a volte assaltano le piante di corbezzolo è stato già detto?

            Inviato dal mio SM-G930F utilizzando Tapatalk


            fabio d.t. piace questo post.
            colombaccio a curata............erezione assicurata!

            COMMENTA


            • Gianni1°
              Gianni1° commentata
              Modifica di un commento
              Li ho visti all'opera sui grappoli di sambuco quasi sottosopra come fossero dei cardellini, sono rimasto basito.

            • Angelo biondo
              Angelo biondo commentata
              Modifica di un commento
              Visti anche sugli olivi come gli storni.
              Pero sulle olive mezze secche a inizio primavera.
              Quando son piene d olio non gli devan garbare invece

          • Zoom Testo
            #9
            A tutto quello che avete scritto io aggiungerei la minor predazione che nidi e nidiacei subiscono da parte dei corvidi....
            In questi ultimi anni di nidi di colombi ovunque non mi è mai capitato di vedere un attacco di gazze e cornacchie ad un nido di colombi mentre è all'ordine del giorno la razzia che queste bestiacce compiono ai danni di tutti i volatili dalla tortora in giù di dimensione...
            Ottobre è.....

            COMMENTA


            • Zoom Testo
              #10
              Ragazzi ...... non esiste lo " schiamazzo " per il colombo !!!!
              sigpic

              ..... cci vostra, quanto ve vojo bene !!!


              COMMENTA


              • Zoom Testo
                #11
                Originariamente inviato da fabio d.t. Visualizza il messaggio
                Ragazzi ...... non esiste lo " schiamazzo " per il colombo !!!!
                'azzo!!!
                E ti dirò, conosco chi ha provato con un pò di musica "uuuh uuuh uh, uuuh uuuh uh, uuuh uuuh uh, uh" ma PER FORTUNA, non funziona!!!! 😁😁😁

                Inviato dal mio SM-G930F utilizzando Tapatalk

                colombaccio a curata............erezione assicurata!

                COMMENTA


                • Zoom Testo
                  #12
                  Dicono che sia mezzo sordo.....il colombaccio dico ....ma ci vede molto bene invece ! Un saluto.

                  "e si cara bella gente,staro' li' a sogna' beatamente....perche' in fonno de 'sto poro monno,ormai,nun me ne po' proprio piu' frega'niente!

                  Anzi....mo' ve lo dico: con grande gioia rincontrero' n'Amico!"

                  CIAO MAURE' !!!

                  Tributo al piu' grande.......clicca sotto !!!
                  https://www.youtube.com/watch?v=bYTJ-MzxkkY

                  COMMENTA


                  • Zoom Testo
                    #13
                    Originariamente inviato da Cimbellatore;
                    Ps: mi vengono in mente altre due "pasture" tra le tante nominate. Le more di gelso e, a periodi, l'erba. [ATTACH=JSON
                    {"data-align":"none","data-size":"medium","data-attachmentid":1860949}[/ATTACH]Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   immagine 003.jpg 
Visite: 453 
Dimensione: 221.4 KB 
ID: 1860950
                    Inviato dal mio SM-G930F utilizzando Tapatalk

                    eccoli quà sui gelsi, foto dell'estate 2015 in pieno centro a Montepulciano
                    File allegati

                    COMMENTA


                    • Zoom Testo
                      #14
                      Che la palomba sia sorda è una diceria, quando vola specialmente in branco non sente niente (tanto è il rumore che fa con le ali ) ma una volta che si è posata spesso è tutte orecchie, se sei in due e fai la conta con il tono un po alto se ne vanno tutte .Bisogna bisbigliare e muoversi piano con i fucili , da gennaio in poi sono sempre in allarme prima di posarsi fanno diversi giri di controllo e solo quando sono sicure si buttano .Saluti .

                      COMMENTA


                      • Zoom Testo
                        #15
                        Io gli ho visti mangiare anche le ciliegie.

                        COMMENTA

                        Accedi o Registrati

                        Comprimi

                        Pubblicita STANDARD

                        Comprimi

                        Ultimi post

                        Comprimi

                        Sto operando...
                        X