annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Radio migratoria nord 2018/2019

Comprimi

Mantieni online il sito per tutto il 2019

Comprimi
Le donazioni inviate sino ad oggi hanno ricoperto il (29%) dei costi necessari.
Questa è una discussione evidenziata.
X
X
Comprimi
Su questa pagina ci sono 2 persona/e che stanno leggendo il contenuto di questa discussione: (0) Utenti registrati - (2) Ospiti
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Valle Brembana 6tb 4me 1ts presi quasi tutti dopo le otto e mezza. Il grosso dei tordi è ormai andato, per i sasselli se passano bisogna attendere ancora 10/15 giorni qui nella mia zona il periodo è quello; ho poca fiducia che ci si a un buon passo vista la scarsità dei bottacci, il loro numero sarà proporzionato quasi sicuramente non credete? Ciao a tutti

    COMMENTA


    • ATC BO2 pianura, nebbia dalle 7:30 alle 10:30, prima fatti tre merli e un tordo ,dopo il nulla...

      COMMENTA


      • Alture di Genova, passo inesistente. Visto un tordo' di prima mattina, poi niente...desolazione...

        COMMENTA


        • Confermo desolazione...mai visto un ottobre così...provincia BS

          COMMENTA


          • Anche nella mia zona desolazione totale

            COMMENTA


            • Quando iniziano a passare i tordi in Liguria?

              COMMENTA


              • ...oggi pioggia...domani pioggia...anche se vista la stagione quest'anno...sarebbe cambiato poco...?

                COMMENTA


                • Zona ravenna, nonostante il cattivo passo oggi 4 tb e 3 merli in 2

                  COMMENTA


                  • Stamattina nonostante la pioggia appena svegliato ho deciso di restarmene a casa...
                    alcuni amici hanno rischiato e con la pioggia cessata hanno fatto da 4 ai 8 capi

                    COMMENTA


                    • Molto bene direi
                      File allegati

                      COMMENTA


                      • DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE N. 137 DEL 28 OTTOBRE 2018
                        Stagione venatoria 2018/2019. Limitazione temporanea dell'esercizio venatorio nell’intero territorio regionale in ragione delle eccezionali avversità atmosferiche previste nel periodo 28 ottobre - 4 novembre 2018. Art. 17 L. R. n. 50/1993.

                        Note per la trasparenza
                        In considerazione delle eccezionali avversità meteorologiche previste sul territorio regionale nel periodo 29 ottobre 2018 - 4 novembre 2018 e a fini di incolumità dei cittadini veneti e di tutela della fauna selvatica viene decretato, per il medesimo arco temporale, il divieto assoluto di esercizio venatorio nell’intero territorio regionale.

                        Il Presidente

                        VISTA la Legge n. 157/1992 “Norme per la protezione della fauna selvatica omeoterma e per il prelievo venatorio”;

                        VISTA la L.R. n. 50/1993 “Norme per la protezione della fauna selvatica e per il prelievo venatorio” di recepimento della Legge n. 157/1992 ed in modo particolare l’art.17 comma 1;

                        VISTO il quadro meteorologico previsto per i prossimi giorni e la gravità dello stesso in riferimento al previsto regime di precipitazioni, ventosità e condizioni del mare, delle lagune, dei laghi e dei fiumi;

                        VISTO che con Decreto del Presidente della Giunta Regionale n. 135 del 27 ottobre 2018 è stata costituita l’Unità di Crisi al fine di porre in atto quanto necessario per affrontare la grave situazione meteo prevista sul territorio regionale per i prossimi giorni;

                        RICHIAMATI gli esiti cui è pervenuta l’Unità di Crisi regionale in ordine alla necessità di porre in essere ogni intervento ritenuto necessario per limitare i rischi alla popolazione derivanti dall’accesso e la presenza in aree soggette a pericoli di varia natura connessi e derivanti dal predetto quadro meteo;

                        RICHIAMATA anche la necessità di porre in essere azioni utili alla tutela delle componenti faunistiche presenti nel territorio regionale, in considerazione delle difficoltà derivanti dal medesimo quadro meteorologico;

                        RITENUTO sussistano le condizioni per decretare il divieto temporaneo all’esercizio dell’attività venatoria per il periodo 29 ottobre 2018 – 4 novembre 2018 nell’intero territorio regionale;

                        SU CONFORME PROPOSTA della Direzione Agroambiente, Caccia e Pesca, che ha attestato l’avvenuta regolare istruttoria della pratica, anche in ordine alla compatibilità con la vigente legislazione statale e regionale;

                        decreta

                        1. di dare atto che le premesse costituiscono parte integrante e sostanziale del presente provvedimento;

                        2. di stabilire, per le motivazioni esposte in premessa e nel corso della stagione venatoria 2018/2019, il divieto temporaneo all’esercizio venatorio nell’intero territorio regionale, nel periodo 29 ottobre 2018 – 4 novembre 2018;

                        3. di incaricare la Direzione Agroambiente, Caccia e Pesca dell’esecuzione del presente atto;

                        4. di informare che avverso il presente provvedimento può essere proposto ricorso giurisdizionale avanti il Tribunale Amministrativo Regionale entro 60 giorni dall’avvenuta conoscenza ovvero, alternativamente, ricorso straordinario al Capo dello Stato entro 120 giorni;

                        5. di dare atto che il presente provvedimento non comporta spesa a carico del bilancio regionale;

                        6. di pubblicare il presente Decreto sul Bollettino Ufficiale della Regione Veneto.

                        Luca Zaia

                        COMMENTA


                        • Penso che tutti si augurino che non succeda niente di quanto paventato ma se dovesse succedere anche in minima parte chi penserebbe ad andare a caccia...e poi casomai chiudila dopo.ricordo nell'85 la chiusero mi pare per un mese ma dopo che arrivò il gelo non per le previsioni del colonnello bernacca o baroni.mah a me pare che si esageri

                          COMMENTA


                          • Le associazioni dovrebbero denunciare i siti meteo
                            che ormai sono solo improntati allo estremizzare tutto.poi se viene un alluvione sul serio allora le regione in essere prendera i provvedimenti di emergenza necessari
                            Mattine incantate a cercare le beccacce delle fate(Piero pieroni

                            COMMENTA


                            • Mah per me è una gran caga@a se diluvia non ci vado da me caccia ma se non piove come sembra mercoledì perché non potrei andare?
                              Non so in altre parti ma qui da me ho visto piovere molto di più
                              ​​​​​
                              Le bale xe mejo farle che dirle
                              Orgoglioso d'essere vicentino

                              COMMENTA


                              • D'accordo con Manuel...qui nel vicentino siamo stati abituati a ben altro (vedi alluvione a Caldogno 2010) in cui la caccia era stata sospesa solo lungo gli argini dei fiumi...non capisco perche' mercoledi' non possa andare a capanno , visto che il primo fiume ce l'ho a 6km di distanza!! poi non mi e' chiaro perche' sullo stampato "agenzia veneto notizie" e' scritto "vietata la caccia sui fiumi e sui laghi" che puo' aver senso....ma sul bollettino il divieto riguarda tutta la regione...se qualcuno mi puo' spiegare lo ringrazio ....capisco per la stanziale...ma x la migratoria non ha senso

                                COMMENTA

                                Pubblicita STANDARD

                                Comprimi

                                Ultimi post

                                Comprimi

                                Unconfigured Ad Widget

                                Comprimi
                                Sto operando...
                                X