annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Radio migratoria centro 2018/2019

Comprimi

Mantieni online il sito per tutto il 2019

Comprimi
Le donazioni inviate sino ad oggi hanno ricoperto il (50%) dei costi necessari.
Questa è una discussione evidenziata.
X
X
Comprimi
Su questa pagina ci sono 1 persona/e che stanno leggendo il contenuto di questa discussione: (0) Utenti registrati - (1) Ospiti
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • A.le
    ha risposto
    Originariamente inviato da francesco70 Visualizza il messaggio
    .............................. ne vidi passare migliaia dalla città , tutti nella stessa direzione..
    Tutti sul capanno mio !!!!!

    Lascia un commento:


  • francesco70
    ha risposto
    Sicuramente sarà la caccia del futuro, si stanno ambientando dalle alpi alle piramidi.. l'anno scorso ero a palma di maiorca in crociera e un pomeriggio ne vidi passare migliaia dalla città , tutti nella stessa direzione..

    Lascia un commento:


  • Gianni1°
    ha risposto
    I palombacci stanno dappertutto, qua ai Castelli Romani è annata boom ormai li vedo anche nei giardini e passare sopra casa, stanno ancora a riprodursi li sento rugolare e li vedo fare gli aquiloni, dove cè stoppia di grano e mais sembra la Scozia. Ottimo la caccia del futuro.

    Lascia un commento:


  • A.le
    ha risposto
    Anche dentro....

    Lascia un commento:


  • Riccardo_75
    ha risposto
    Ci sono diversi palombacci intorno a Roma.

    Lascia un commento:


  • sassello65
    ha risposto
    Buona Pasqua a tutti.

    Lascia un commento:


  • Riccardo_75
    ha risposto
    Sentite le prime quaglie di stagione, zona campoverde Aprilia

    Lascia un commento:


  • Cimbellatore
    ha risposto
    a livorno le larsen son "sospese" da anni, il problema penso sia lo stesso.... le davano anche ai privati che avevan fatto il corso (farsa) per poterle usare
    ed è successo anche qui che quello che l'aveva messa, andandola a controllare, s'è visto circondato dalle gav del bubbueffe o similari che pensavano, gli incapaci, che stesse a bracconà!
    e di gazzacce ne catturavano parecchie!

    Lascia un commento:


  • gufo2007
    ha commentato in 's risposta
    L'ho scritto anche qualche settimana fa: nella provincia di Viterbo è stata fatta la cattura a mezzo gabbie Larsen pochi anni fa, ma è durata poco: le pressioni ambientaliste hanno fatto sì che di lì a poco venne dichiarato che poteva bastare, perché erano state catturate a sufficienza. Con pochissimo tempo hanno recuperato i contingenti perduti ed anzi hanno moltiplicato esponenzialmente la loro presenza ed ora siamo letteralmente invasi. Ma per le autorità preposte va bene così ...

  • sfiamma
    ha risposto
    vi diro' di piu'....da me spesso c'e' gente che si diverte ad andare in giro a fare il paladino dell'ambiente...arrivano alla trappola e liberano il richiamo credendo che la trappola sia per chissa' quali animali e che il malcapitato fosse li per errore...richiami ovviamente inanellati e regolarmente registrati...e per riavere un richiamo e' difficile quanto volare...in pratica la cattura in quella zona e' andata a farsi benedire per tutta la stagione..

    Lascia un commento:


  • sfiamma
    ha risposto
    in Toscana dal 15 Marzo e' possibile effettuare il controllo dei corvidi mediante trappolaggio nelle zone adibite a produzione di selvaggina,quindi zrc e zrv....il problema e' che a seguito delle autirizzazioni vengono prodotte le deleghe per il personale di vigilanza delle suddette zone,proprio per autorizzarle alle catture...queste spesso rimangono in giacenza negli uffici regionali perche' le guardie provinciali o almeno quelle che una volta lo erano (non ci si capisce piu' nulla dopo che hanno soppresso le provincie) non hanno tempo di recapitarle agli interessati...e fino a che le deleghe non sono in mano al personale di vigilanza la responsabilita' non verra' mai accollata...poiche',come gia' successo dalle mie parti...se il d e m e n t e animalista credente alle favole di turno,a spasso per le campagne,si ritrova difronte ad una Larsen la prima cosa che fa' chiama I cc forestali,I quali chiamano la guardia volontaria la quale,se non in possesso del foglietto,si becca un verbalone con tanto di penale...le aa.vv. poco hanno colpa,anzi...da sempre stanno forzando la mano verso La Regione affinche' snellisca le procedure....i censimenti sono stati prodotti molte volte,siccome pero' risulta specie cacciabile durante la stagione venatoria , possibilita' ulteriori di eliminarle ne abbiamo poche...la soluzione sarebbe autorizzare la caccia in periodo primaverile su tutto il territorio a caccia programmata con lo sparo ai nidi compreso...volete provare a richiedere ad Ispra questa concessione?

    Lascia un commento:


  • A.le
    ha risposto
    Originariamente inviato da ozannagh Visualizza il messaggio

    Stai parlando del Lazio vero?
    Mi risulta che in molte Regioni sia in atto il controllo delle specie dannose...corvidi inclusi...applicando l'art. 19 della 157/92.
    Andrè....del Lazio.... SICURO !!!! Ma credo anche in altre realtà...
    Credo...eh !!??

    Lascia un commento:


  • ozannagh
    ha risposto
    Originariamente inviato da A.le Visualizza il messaggio
    Quello che mi fa più incazzare in questa discussione è che tutti noi abbiamo segnalato la totale assenza dei piccoli uccelletti poiché massacrati da cornacchie e gazze....e a nessuna delle Aavv è mai venuto in mente di proporre una caxxo di legge per regolare la consistenza di queste bestie.
    Mai. Mai una volta che abbia sentito una proposta per regolamentare i contingenti di questi animali che non farebbero nulla di male se fossero in contingenti tali da essere sopportati da madre natura...ma siccome si sono decuplicati...
    Stai parlando del Lazio vero?
    Mi risulta che in molte Regioni sia in atto il controllo delle specie dannose...corvidi inclusi...applicando l'art. 19 della 157/92.

    Lascia un commento:


  • A.le
    ha risposto
    Quello che mi fa più incazzare in questa discussione è che tutti noi abbiamo segnalato la totale assenza dei piccoli uccelletti poiché massacrati da cornacchie e gazze....e a nessuna delle Aavv è mai venuto in mente di proporre una caxxo di legge per regolare la consistenza di queste bestie.
    Mai. Mai una volta che abbia sentito una proposta per regolamentare i contingenti di questi animali che non farebbero nulla di male se fossero in contingenti tali da essere sopportati da madre natura...ma siccome si sono decuplicati...

    Lascia un commento:


  • gufo2007
    ha risposto
    Dalle mie parti è un mese buono che non si vede un tordo, mentre nelle zone umide si assiste ORA, ai primi d'aprile, alla presenza di diverse specie di trampolieri di ripasso.
    Balestrucci e rondini in buon numero, così come diverse specie di migratoria minuta (qui da noi NON esistono più gli uccelletti stanzializzati, essendo stati sterminati dai corvidi).
    Spariti dagli specchi d'acqua gli svernanti moriglioni, morette e folaghe.
    Ancora poche le marzaiole.
    Un saluto a tutti.

    Lascia un commento:

Pubblicita STANDARD

Comprimi

Ultimi post

Comprimi

Unconfigured Ad Widget

Comprimi
Sto operando...
X