annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Radio migratoria centro 2018/2019

Comprimi
Questa è una discussione evidenziata.
X
X
Comprimi
Su questa pagina ci sono 1 persona/e che stanno leggendo il contenuto di questa discussione: (0) Utenti registrati - (1) Ospiti
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • fabio d.t.
    ha iniziato la discussione Radio migratoria centro 2018/2019

    Radio migratoria centro 2018/2019

    Mentre molti staranno passando una notte insonne nell'attesa della prima alba di una nuova stagione, ci penso io, immune alla preapertura ad aprire le danze che ci accompagneranno con i nostri racconti per 5 mesi entusiasmanti, perché con o senza selvaggina ogni alba, ogni tramonto, ogni attesa, rimarranno nella nostra memoria e speriamo anche in queste pagine. Ibal a tutti

  • onyx
    ha risposto
    Solo in questo Paese ci facciamo tutti sti problemi ed anche tra noi stessi, preapertura, primo ottobre, 10 giorni a Febbraio, se me li dai prima te li tolgo dopo, pulcini a settimbre ecc ecc , proprio oggi pomeriggio ho parlato con una comitiva che domenica parte per la scozia a colombacci…….e mi rendo sempre più" conto che in questo Paese ormai siamo agli sgoccioli.

    Lascia un commento:


  • Cimbellatore
    ha risposto
    Originariamente inviato da petretti Visualizza il messaggio
    Ora vediamo quello che deciderà il TAR sul fatto di chiudere a metà gennaio se fai preapertura... una volta saputo questo vediamo quella che sarà la soluzione migliore!!!
    Io credo che rimarrà tutto uguale agli anni passati... pre il 1 settembre e chiusura il 30 gennaio. Comunque sia 1 giorno perso o prima o dopo (perchè questa legge del menga dice questo) credo che da un lato o dall'altro cambi veramente poco...
    Se veramente se fai pre devi chiudere a metà gennaio allora ovviamente non vale la pena che per un giorno ne perdi 15...

    Saluti
    del Menga??!!
    Se l'aveva fatta il Menga, quello "nostro", sarebbe stata di sicuro un'ottima legge!!!

    Lascia un commento:


  • Cimbellatore
    ha risposto
    Originariamente inviato da petretti Visualizza il messaggio
    Ora vediamo quello che deciderà il TAR sul fatto di chiudere a metà gennaio se fai preapertura... una volta saputo questo vediamo quella che sarà la soluzione migliore!!!
    Io credo che rimarrà tutto uguale agli anni passati... pre il 1 settembre e chiusura il 30 gennaio. Comunque sia 1 giorno perso o prima o dopo (perchè questa legge del menga dice questo) credo che da un lato o dall'altro cambi veramente poco...
    Se veramente se fai pre devi chiudere a metà gennaio allora ovviamente non vale la pena che per un giorno ne perdi 15...

    Saluti
    non sono daccordo, a gennaio tafani e zanzare dormono

    Lascia un commento:


  • Cimbellatore
    ha risposto
    Originariamente inviato da petretti Visualizza il messaggio
    Ora vediamo quello che deciderà il TAR sul fatto di chiudere a metà gennaio se fai preapertura... una volta saputo questo vediamo quella che sarà la soluzione migliore!!!
    Io credo che rimarrà tutto uguale agli anni passati... pre il 1 settembre e chiusura il 30 gennaio. Comunque sia 1 giorno perso o prima o dopo (perchè questa legge del menga dice questo) credo che da un lato o dall'altro cambi veramente poco...
    Se veramente se fai pre devi chiudere a metà gennaio allora ovviamente non vale la pena che per un giorno ne perdi 15...

    Saluti
    diranno che è stato sbagliato, tante scuse, e intanto ce lo siamo presi inderchiù

    Lascia un commento:


  • Carlos8
    ha risposto
    Tecnicamente è possibile cacciarlo sia in preapertura che a Febbraio.
    Nelle Marche è un pò che facciamo così.
    Si apre il primo Settembre per le prime tre giornate, poi si chiude fino al 1 di Ottobre e poi 10 gg a Febbraio.
    Questo non toglie che preferirei non aprisse. Come a Febbraio in quei giorni tutti vanno a colombacci con la sola differenza che quelli di Febbraio sanno come difendersi, quelli spennacchiati dei primi di settembre no. E sappiamo tutti che molti ancora covano.

    Lascia un commento:


  • petretti
    ha risposto
    Ora vediamo quello che deciderà il TAR sul fatto di chiudere a metà gennaio se fai preapertura... una volta saputo questo vediamo quella che sarà la soluzione migliore!!!
    Io credo che rimarrà tutto uguale agli anni passati... pre il 1 settembre e chiusura il 30 gennaio. Comunque sia 1 giorno perso o prima o dopo (perchè questa legge del menga dice questo) credo che da un lato o dall'altro cambi veramente poco...
    Se veramente se fai pre devi chiudere a metà gennaio allora ovviamente non vale la pena che per un giorno ne perdi 15...

    Saluti

    Lascia un commento:


  • Cimbellatore
    ha risposto
    Originariamente inviato da mauanto61 Visualizza il messaggio
    Ciao a tutti.
    Eliminare dalla preapertura una specie comune come il colombaccio che è l' unico selvatico presente ovunque e in quantità, significa condannare i cacciatori ad insidiare quelle quattro tortore presenti nelle poche zone che le ospitano con comportamenti al limite del buonsenso.
    Chi ha fatto l'apertura nel Lazio quest'anno e si è trovato in terza fila intorno a un campo di girasoli potrà confermare (o smentire) quello che scrivo e magari raccontarci quali sacrifici si sono imposti coloro che hanno preso le poste migliori, e anche quanti hanno rinunciato ad andarci perché in quelle condizioni non valeva la pena.
    Se poi ci lamentiamo che è indecente vedere un gruppo nutrito di cacciatori intorno ad un campo di girasoli figuriamoci vederne tre file....

    La penuria di selvaggina e la limitatezza delle speci cacciabili non favoriscono certo la dispersione delle doppiette e non ci vuole molto ad immaginare che togliendo il colombaccio questo sarà lo scenario in molte regioni, nella mia sicuramente.

    L'epilogo sarà che il cacciatore che non può permettersi di prendere le ferie per accaparrarsi la posta buona, alla lunga smetterà di andare a caccia stufo di fare sacrifici e di litigare per una postazione in terza fila dove il più delle volte gli unici "colpi" che spara sono l'invettiva verso il collega del capanno davanti reo di avergli deviato l'unico selvatico che si avvicinava a circa tre tiri di distanza.

    Se qualcuno pensa che questa possa essere una conquista...
    Credo che prima di operare delle scelte sia sempre opportuno valutare bene le conseguenze.

    Se poi si sta iniziando a pensare che tanto vale aprire la caccia la terza di settembre, o magari il primo ottobre ok ci saremo giocati definitivamente gli estatini e un mese di caccia: ho la sensazione che qualcuno provi un gran gusto a martellarsi le parti intime.

    Qualcuno afferma che i colombacci in preapertura siano farlocchi e, dopo due settimane, all'apertura generale si possano cacciare, non ho capito se nel frattempo si sono smaliziati, in ogni caso è una opinione che rispetto anche se non la condivido.
    Anche i fagianotti, gli starnotti, i leprotti... e in generale tutti i giovani all'inizio sono ingenui, così ci ha programmati il buon Dio: l'esperienza e la scaltrezza si acquisiscono nel tempo, e se uno per insidiarli intende aspettare che i selvatici siano adulti e smaliziati ha tutto il mio rispetto e la mia comprensione.

    Quanto a superare la quota ognuno si comporta secondo la propria coscienza, cacciatori che la superano ci sono all'apertura come durante tutta la stagione. Se fosse vero che in molti la superano (in Umbria posso assicurare che non è così) sarebbe un ottimo segnale della sovrabbondanza della specie.

    caro amico Cimbellatore hai perfettamente ragione, i nostri avversari faranno sempre di tutto per impugnare il calendario venatorio, e ti capisco quando dici che baratteresti volentieri la preapertura per la seconda quindicina di gennaio, a questa condizione lo farei anche io,

    Il problema è che non siamo noi cacciatori che abbiamo "guadagnato" la seconda quindicina di gennaio sono "loro" che ci hanno tolto la preapertura.

    Infatti fino a due stagioni fa in Toscana si poteva cacciare il colombaccio dalla preapertura alla fine di gennaio nel pieno rispetto della 157.
    Ora, se cediamo a questo ricatto e ci facciamo convincere a rinunciare al colombaccio in preapertura per non correre il rischio di perderlo la seconda decade di gennaio - la preapertura al colombo non si fará più.

    Stante questa condizione sacrificare la preapertura è il minore dei mali? Forse si.
    Quello che non posso sopportare è che ci avranno fregato ancora.
    E perdonami, questa cosa mi brucia terribilmente.

    un saluto


    Maurizio








    Non era così, magari lo fosse stato!
    Nell'assurdità della legge e delle deroghe, alcune province, come pisa, lo toglievano a fine stagione (2 gg di preapertura = colombo chiuso due giorni prima) altre, come livorno, lo toglievano ad inizio stagione (2 gg di preapertura = colombo aperto due giorni dopo la generale). Quando grosseto in preapertura non apriva al colombo, naturalmente lo cacciavi dall'apertura generale al 31 gennaio.
    Grazie a questa assurdità quelli come me avevano il vantaggio di fare preapertura in pisa 14 e chiusura il 31/1 a livorno o a grosseto. Ma onestamente quant'era assurdo tirare ai colombi mentre quelli al di là del fosso che fa da confine potevano solo guardarlo?!
    Io, ipocritamente, lo ammetto, la preap l'ho sempre fatta, e a volte anche con gran soddisfazione. Ma ribadisco la mia convinzione che un giorno d'estate a caccia non vale un giorno di inverno.
    Ps: due anni fa ci fu quella grave siccità estiva. In toscana, per quel motivo, la preapertura fu concessa dall'alba alle 14 (o 13?). Mezza giornata per vedersi togliere un giorno intero a gennaio..... Il 31/1 si fece il rientro ai tordi coi colombi che facevano a chi ti passava più vicino

    Lascia un commento:


  • supernitro
    ha risposto
    Oggi pomeriggio fatto un giretto veloce in campagna, atc5, posto che conosco molto bene e che frequento da inizio passo a Gennaio. Ho girato un po’ la zona più “ederosa” e c’era la stessa quantità di tordi che c’era a Gennaio (non granchè...).

    Lascia un commento:


  • mauanto61
    ha risposto

    Ciao a tutti.
    Eliminare dalla preapertura una specie comune come il colombaccio che è l' unico selvatico presente ovunque e in quantità, significa condannare i cacciatori ad insidiare quelle quattro tortore presenti nelle poche zone che le ospitano con comportamenti al limite del buonsenso.
    Chi ha fatto l'apertura nel Lazio quest'anno e si è trovato in terza fila intorno a un campo di girasoli potrà confermare (o smentire) quello che scrivo e magari raccontarci quali sacrifici si sono imposti coloro che hanno preso le poste migliori, e anche quanti hanno rinunciato ad andarci perché in quelle condizioni non valeva la pena.
    Se poi ci lamentiamo che è indecente vedere un gruppo nutrito di cacciatori intorno ad un campo di girasoli figuriamoci vederne tre file....

    La penuria di selvaggina e la limitatezza delle speci cacciabili non favoriscono certo la dispersione delle doppiette e non ci vuole molto ad immaginare che togliendo il colombaccio questo sarà lo scenario in molte regioni, nella mia sicuramente.

    L'epilogo sarà che il cacciatore che non può permettersi di prendere le ferie per accaparrarsi la posta buona, alla lunga smetterà di andare a caccia stufo di fare sacrifici e di litigare per una postazione in terza fila dove il più delle volte gli unici "colpi" che spara sono l'invettiva verso il collega del capanno davanti reo di avergli deviato l'unico selvatico che si avvicinava a circa tre tiri di distanza.

    Se qualcuno pensa che questa possa essere una conquista...
    Credo che prima di operare delle scelte sia sempre opportuno valutare bene le conseguenze.

    Se poi si sta iniziando a pensare che tanto vale aprire la caccia la terza di settembre, o magari il primo ottobre ok ci saremo giocati definitivamente gli estatini e un mese di caccia: ho la sensazione che qualcuno provi un gran gusto a martellarsi le parti intime.

    Qualcuno afferma che i colombacci in preapertura siano farlocchi e, dopo due settimane, all'apertura generale si possano cacciare, non ho capito se nel frattempo si sono smaliziati, in ogni caso è una opinione che rispetto anche se non la condivido.
    Anche i fagianotti, gli starnotti, i leprotti... e in generale tutti i giovani all'inizio sono ingenui, così ci ha programmati il buon Dio: l'esperienza e la scaltrezza si acquisiscono nel tempo, e se uno per insidiarli intende aspettare che i selvatici siano adulti e smaliziati ha tutto il mio rispetto e la mia comprensione.

    Quanto a superare la quota ognuno si comporta secondo la propria coscienza, cacciatori che la superano ci sono all'apertura come durante tutta la stagione. Se fosse vero che in molti la superano (in Umbria posso assicurare che non è così) sarebbe un ottimo segnale della sovrabbondanza della specie.

    caro amico Cimbellatore hai perfettamente ragione, i nostri avversari faranno sempre di tutto per impugnare il calendario venatorio, e ti capisco quando dici che baratteresti volentieri la preapertura per la seconda quindicina di gennaio, a questa condizione lo farei anche io,

    Il problema è che non siamo noi cacciatori che abbiamo "guadagnato" la seconda quindicina di gennaio sono "loro" che ci hanno tolto la preapertura.

    Infatti fino a due stagioni fa in Toscana si poteva cacciare il colombaccio dalla preapertura alla fine di gennaio nel pieno rispetto della 157.
    Ora, se cediamo a questo ricatto e ci facciamo convincere a rinunciare al colombaccio in preapertura per non correre il rischio di perderlo la seconda decade di gennaio - la preapertura al colombo non si fará più.

    Stante questa condizione sacrificare la preapertura è il minore dei mali? Forse si.
    Quello che non posso sopportare è che ci avranno fregato ancora.
    E perdonami, questa cosa mi brucia terribilmente.

    un saluto


    Maurizio









    Lascia un commento:


  • Gianni1°
    ha commentato in 's risposta
    Non sono d'accordo che il colombaccio estivo abbia bisogno di specializzazione, anzi è così farlocco che lo ammazzano tutti facendo incetta e nessuno si limita ai 5 pezzi della deroga, no non va bene accanirsi su una specie solo per il fatto che è in espansione, secondo me va tutelato da subito semmai dovesse essere nocivo come lo è in Irlanda e Scozia aprirei al 1° settembre, la preapertura al colombaccio è da eliminare, solo alla generale, quando si apre a tutto.

  • Cimbellatore
    ha risposto
    Originariamente inviato da mauanto61 Visualizza il messaggio
    Ciao Luca, non disconosco che i primi di settembre ci siano alcuni piccoli di colombo che ancora non hanno lasciato il nido. Tuttavia nessuno conosce i numeri reali di quanti ne muoiano per aver perduto un genitore o entrambi.

    Siamo partiti da quello che qualcuno paventava come una strage e siamo arrivati a constatare che le covate di settembre sono frutto di una decisa minoranza di ritardatari, se poi si potesse dimostrare che anche uno solo dei genitori è in grado di portare a buon termine la covata credo che il problema non sussista visto che la possibilità che entrambi i genitori vengano uccisi sono veramente minime.

    il fatto che ci siano ancora alcune covate a settembre non implica che la maggioranza non vada a buon fine.
    Poi se qualcuno ritiene che sia etico non sparargli, tutto il mio rispetto.

    Tuttavia covate in ritardo ci sono anche per altri animali: le lepri per esempio che notoriamente a settembre a volte allattano, o i fagiani a volte più piccoli di una sterna o le femmine di cinghiale già pregne a dicembre....
    che facciamo apriamo la caccia a novembre e la chiudiamo i primi di dicembre perché può morire una lepre che allatta o perché alcuni sparano ad un fagiano grande come una starna?

    purtroppo anomalie nelle covate ci saranno sempre e un minimo di elasticitá è sempre d'obbligo... se vogliamo continuare ad andare a caccia.

    I colombacci la terza domenica di settembre sono già molto scaltri perché hanno già sentito le fucilate e soprattutto non frequentano più i girasoli, praticamente tagliati ovunque, poi con tutto il rumore di chi va alla stanziale non se ne avvicina uno nemmeno a pagarlo.
    va a finire che i famosi colombacci che si dovrebbero insidiare all'apertura generale li spareranno quasi tutti più avanti quelli con le cacce o gli "specialisti" mentre i migratoristi "generici" come me dovranno accontentarsi dei racconti degli altri.

    Scusate a me non sta bene.

    I primi di settembre il colombaccio è più facilmente insidiabile anche da chi non è organizzato con racchette, volantini, stampi e zimbelli vari, ciò non toglie che sia un selvatico scaltro è tutt'altro che facile, ma soprattutto, è oramai l'unica vera speranza per la preapertura: il sogno estivo di tutti noi.

    Gli specialisti di questa caccia hanno tutto l'anno per insidiare il selvatico. Se ritengono inopportuno sparare ai "giovani implumi" possono tranquillamente iniziare a cacciarli quando sono "ben impennati", hanno quattro mesi pieni di caccia davanti a loro, non saranno certo dieci giorni a febbraio a rovinare la loro stagione venatoria, mentre è certo che il mancato prelievo renderà mediocre la preapertura praticamente a tutti.

    Che poi barattare la preapertura serva per guadagnare la prima decade di febbraio è tutto da dimostrare: la Toscana insegna che non è una equazione valida.

    Rimango dell'idea che non si debba concedere niente in termini di specie e di periodi di caccia: già tentano in ogni modo di toglierci ciò che ci spetta per legge, figuriamoci se glielo concediamo noi...
    Tutto quello concesso sarà perso per sempre.


    un saluto


    Maurizio
    No no, ma chi l'ha detto??!!
    Io rinuncerei alla preapertura per RIAVERE l'ultimo giorno di gennaio (per il febbraio bisognerebbe iniziare il 1/10)
    In più, lo ripeto fino alla noia, la preapertura è un appiglio per i nostri nemici per ricorsi che, con l'aiuto di giudici e politici "animalisti", vengono sempre accolti.
    Forse non lo ripeterò mai a sufficienza: CON LA SCUSA DELLA PREAPERTURA HANNO CHIUSO COLOMBACCIO GERMANO ALZAVOLA e corvacci vari IL 16 GENNAIO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! Non mi dovrebbe bastare per non volerla più e farmi i miei giorni dalla 3°domenica di settembre al 31 gennaio???!!!
    Poi se si vuol fare paragoni con il resto d'europa..... ma la 157 abbiamo, e sappiamo grazie a chi.

    Lascia un commento:


  • Gianni1°
    ha commentato in 's risposta
    Quello che non capisco è perché non considerare una vittoria il posticipo (6-7gg) di febbraio al colombaccio e magari stracciarsi le vesti per un giorno di preapertura facendo a ca22otti con altri per un posto da presidiare 20 gg in mezzo al girasole, veramente ridicolo.

  • Tex67
    ha commentato in 's risposta
    Ciao Maurizio, ti assicuro che io quest'anno dalla terza domenica di settembre ho cacciato quasi esclusivamente colombacci, visto che il resto della migratoria è stata pressoché assente, ma senza attrezzatura e mi sono divertito lo stesso.
    Io la caccia la vedo come un momento di libertà, se capita di sparare e abbattere un selvatico ben venga, non mi è mai interessato fare la quota giornaliera, o anche più come purtroppo succede quando all'apertura generale si vedono squadre di 20 30 persone, circondare un campo coltivato, tenere gli altri cacciatori lontani e far man bassa di tutto, per poi vantarsi al bar di aver abbattuto x animali. Questo modo di cacciare, ci fa accettare ancor meno dal cittadino, che già non ci vede di buon occhio.
    Ovviamente è una mia opinione, non è vangelo, ma ho un età che mi permette di fare certe considerazioni con obbiettività.
    Buona giornata

    Luca

  • olivieri roberto
    ha risposto
    Originariamente inviato da mauanto61 Visualizza il messaggio
    Ciao Luca, non disconosco che i primi di settembre ci siano alcuni piccoli di colombo che ancora non hanno lasciato il nido. Tuttavia nessuno conosce i numeri reali di quanti ne muoiano per aver perduto un genitore o entrambi.

    Siamo partiti da quello che qualcuno paventava come una strage e siamo arrivati a constatare che le covate di settembre sono frutto di una decisa minoranza di ritardatari, se poi si potesse dimostrare che anche uno solo dei genitori è in grado di portare a buon termine la covata credo che il problema non sussista visto che la possibilità che entrambi i genitori vengano uccisi sono veramente minime.

    il fatto che ci siano ancora alcune covate a settembre non implica che la maggioranza non vada a buon fine.
    Poi se qualcuno ritiene che sia etico non sparargli, tutto il mio rispetto.

    Tuttavia covate in ritardo ci sono anche per altri animali: le lepri per esempio che notoriamente a settembre a volte allattano, o i fagiani a volte più piccoli di una sterna o le femmine di cinghiale già pregne a dicembre....
    che facciamo apriamo la caccia a novembre e la chiudiamo i primi di dicembre perché può morire una lepre che allatta o perché alcuni sparano ad un fagiano grande come una starna?

    purtroppo anomalie nelle covate ci saranno sempre e un minimo di elasticitá è sempre d'obbligo... se vogliamo continuare ad andare a caccia.

    I colombacci la terza domenica di settembre sono già molto scaltri perché hanno già sentito le fucilate e soprattutto non frequentano più i girasoli, praticamente tagliati ovunque, poi con tutto il rumore di chi va alla stanziale non se ne avvicina uno nemmeno a pagarlo.
    va a finire che i famosi colombacci che si dovrebbero insidiare all'apertura generale li spareranno quasi tutti più avanti quelli con le cacce o gli "specialisti" mentre i migratoristi "generici" come me dovranno accontentarsi dei racconti degli altri.

    Scusate a me non sta bene.

    I primi di settembre il colombaccio è più facilmente insidiabile anche da chi non è organizzato con racchette, volantini, stampi e zimbelli vari, ciò non toglie che sia un selvatico scaltro è tutt'altro che facile, ma soprattutto, è oramai l'unica vera speranza per la preapertura: il sogno estivo di tutti noi.

    Gli specialisti di questa caccia hanno tutto l'anno per insidiare il selvatico. Se ritengono inopportuno sparare ai "giovani implumi" possono tranquillamente iniziare a cacciarli quando sono "ben impennati", hanno quattro mesi pieni di caccia davanti a loro, non saranno certo dieci giorni a febbraio a rovinare la loro stagione venatoria, mentre è certo che il mancato prelievo renderà mediocre la preapertura praticamente a tutti.

    Che poi barattare la preapertura serva per guadagnare la prima decade di febbraio è tutto da dimostrare: la Toscana insegna che non è una equazione valida.

    Rimango dell'idea che non si debba concedere niente in termini di specie e di periodi di caccia: già tentano in ogni modo di toglierci ciò che ci spetta per legge, figuriamoci se glielo concediamo noi...
    Tutto quello concesso sarà perso per sempre.


    un saluto


    Maurizio
    Santo subito....

    Lascia un commento:

Video in Rilievo

Comprimi

Pubblicita STANDARD

Comprimi

Trending

Comprimi

Unconfigured Ad Widget

Comprimi

Tag nuvola

Comprimi

Ultimi post

Comprimi

Sto operando...
X