annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Paura cinghiali

Comprimi

Mantieni online il sito per tutto il 2019

Comprimi
Le donazioni inviate sino ad oggi hanno ricoperto il (55%) dei costi necessari.
X
Comprimi
Su questa pagina ci sono 1 persona/e che stanno leggendo il contenuto di questa discussione: (0) Utenti registrati - (1) Ospiti
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Paura cinghiali

    Salve a tutti, sono un cacciatore Campano è voglio sottoporvi ciò che mi è successo domenica 29/10/2017. Ero con il mio setter di 2 anni in montagna in cerca di beccacce, quando il cane va in germani su una collina intricatissima di rovi e spine a circa 80 metri da me. La ferma dura circa 10 minuti ed io insieme al mio compagno di caccia non riusciamo a raggiungere il mio cane per la città vegetazione; dopo 10 minuti circa il cane comincia ad abbaiare e a quel punto capisco che si tratta di un cinghiale che, dopo l'abbiamo del cane, decide di caricarlo provocandogli 2 ferite ai genitali è al cranio molto profonde.il cane è stato operato e miracolosamente è in via di guarigione (Anche se è tutto riuscito dentro e fuori). Purtroppo da quell'avvenimento è come se tenersi per la salute del mio cane è non riesco ad immaginare la nostra prossima uscita in montagna (quando sarà completamente guarito), è come se mi fosse venuta la fobia dei cinghiali e sono molto indeciso su come comportarmi. Accetto consigli su come superare questo momento di impasse che mi divide tra la grande passione della regina è la paura (In particolare per il mio testardo e caparbio cane) che un altro bestione possa mettere in pericolo la vita del mio amato setter. Grazie a chi vorrà esprimere il proprio pensiero.
    Saluti Antonello.

  • #2
    Re: Paura cinghiali

    Ciao, ho avuto un esperienza simile.
    Ero quasi in cima alla montagna, ero fermo ad aspettare i colombi, avevo trovato un posto che mi sembrava buono perché ce li avevo visti passare, e mi ero appostato in mezzo al bosco fitto, tra ginestre e bassa vegetazione.
    Porto via con me sempre il mio Cocker, che (per fortuna è sordo, poi vi spiegherò) è vecchio ma riporta che è una bellezza.
    Vado spesso da solo, soprattutto quando sono in esplorazione di nuovi posti da provare, arrivo quasi in cima, siamo a circa a 600 slm, quando mi fermo perché non riesco proprio più ad avanzare, piazzo il mio seggiolino tra la fitta vegetazione e aspetto, mi gusto le prime luci dell'alba e da solo appunto, attendo per lo spollo e il passo.
    Verso le 8,30 sento dalla cima il grugnito di un cinghiale, -vabbè-, mi dico ( sarà stato a circa 150\200 metri ).
    Continuo l'attesa con il mio ausiliare che sta sempre buono con me in silenzio.
    Dopo circa 15 minuti, avverto poco più avanti un movimento di Frasche importante, che mi desta un po' di stupore, sarà stato a circa 30 m, ma mi dico -sara' il cane che è andato a fare un giro-, abbasso gli occhi e il cane era vicino a me.
    Resto nel silenzio più assoluto, il mio ausiliare era buono buono lì con me, quando dopo altri 10 minuti mi sento il trottare del cinghiale dietro di me, questa volta era col naso verso di me ed il vento tirava verso lui.
    Il cuore mi va a mille ma piano piano imbraccio il fucile, pronto per sparare, nella direzione del selvatico.
    Be' l'ho sentito grugnire e soffiare, sarà arrivato a 5 metri da me, ma non sono riuscito a vederlo e di conseguenza a tirare il grilletto; probabilmente in un ambiente aperto non avrei esitato ma in quel fitto, non vi dico che me la sono fatta addosso ma quasi.
    A un certo punto ho sentito che si è girato e se n'è andato, sicuramente ha annusato la mia presenza e per fortuna che il mio cane sente oramai solo lo sparo del fucile e poco altro, ed in quel momento era sdraiato e buono e non se ne è accorto, altrimenti non saprei come sarebbe andata a finire.
    Sono episodi che possono capitare, che fanno parte della caccia e la sua avventura, l'importante che si raccontano e che non si fa mai male nessuno.
    Per me è stata la prima volta incontrare un cinghiale così da vicino ( anche se non l'ho visto ).
    Ti posso dire che sono dispiaciuto per il tuo cane, ma non demordere, continua ad andare e a portarlo a caccia, è la sua natura, magari porta via con te sempre due cartucce a palla, come faccio ora anche io.
    ENJOY HUNTER
    Quando ti è andata male,
    Pensa che sarebbe potuta andare anche peggio.

    COMMENTA


    • #3
      Re: Paura cinghiali

      Grazie 1000 minimale per il tuo contributo, sicuramente porterò con me cartucce a palla per difesa, anche se mi chiedo se avrò mai il tempo di cambiarle qualora si verificasse un nuovo sfortunato incontro. Ma soprattutto conoscendo il mio cane, penso che non faccia tesoro della brutta esperienza e siccome ama spingersi nel bosco anche con vegetazione fitta, ho paura che possa ricapitare la stessa cosa. Paradossalmente la paura è più legata al mio ausiliare,Anche perché,essendo nel fitto, io il cinghiale non l'ho neppure visto, ahimè ho solo constatato i danni che ha causato al mio setter.

      COMMENTA


      • #4
        Re: Paura cinghiali

        Ma la caccia è così caro mio.
        A caccia come nella vita!
        In un giorno ti può capitare quello che magari in venti anni non ti è mai accaduto.
        Evidentemente hai un gran cane, fai che viva questa sua grande passione.
        Poi non è detta che ti può ricapitare di trovare un cinghiale.
        Fatti dire dagli amici del forum che fanno la caccia alla bestia nera, quanti cani rischiano la vita ad ogni battuta.
        Tu mi dirai - ma io faccio un'altra caccia!-, quando però ti inoltri in un bosco, puoi non trovare niente o avere qualche bella o brutta sorpresa, devi metterlo in conto.
        ENJOY HUNTER
        Quando ti è andata male,
        Pensa che sarebbe potuta andare anche peggio.

        COMMENTA


        • #5
          Re: Paura cinghiali

          Grazie ancora, è proprio come dici tu. La parte più razionale mi suggerisce ciò che mi confermi anche tu, quella più emozionale mi fa temere per il mio cucciolone poiché numericamente i cinghiali aumentano a dismisura, senza controllo nonostante gli amici cinghiali.

          COMMENTA


          • #6
            Re: Paura cinghiali

            Originariamente inviato da Mikylales Visualizza il messaggio
            Ciao, ho avuto un esperienza simile.
            Ero quasi in cima alla montagna, ero fermo ad aspettare i colombi, avevo trovato un posto che mi sembrava buono perché ce li avevo visti passare, e mi ero appostato in mezzo al bosco fitto, tra ginestre e bassa vegetazione.
            Porto via con me sempre il mio Cocker, che (per fortuna è sordo, poi vi spiegherò) è vecchio ma riporta che è una bellezza.
            Vado spesso da solo, soprattutto quando sono in esplorazione di nuovi posti da provare, arrivo quasi in cima, siamo a circa a 600 slm, quando mi fermo perché non riesco proprio più ad avanzare, piazzo il mio seggiolino tra la fitta vegetazione e aspetto, mi gusto le prime luci dell'alba e da solo appunto, attendo per lo spollo e il passo.
            Verso le 8,30 sento dalla cima il grugnito di un cinghiale, -vabbè-, mi dico ( sarà stato a circa 150\200 metri ).
            Continuo l'attesa con il mio ausiliare che sta sempre buono con me in silenzio.
            Dopo circa 15 minuti, avverto poco più avanti un movimento di Frasche importante, che mi desta un po' di stupore, sarà stato a circa 30 m, ma mi dico -sara' il cane che è andato a fare un giro-, abbasso gli occhi e il cane era vicino a me.
            Resto nel silenzio più assoluto, il mio ausiliare era buono buono lì con me, quando dopo altri 10 minuti mi sento il trottare del cinghiale dietro di me, questa volta era col naso verso di me ed il vento tirava verso lui.
            Il cuore mi va a mille ma piano piano imbraccio il fucile, pronto per sparare, nella direzione del selvatico.
            Be' l'ho sentito grugnire e soffiare, sarà arrivato a 5 metri da me, ma non sono riuscito a vederlo e di conseguenza a tirare il grilletto; probabilmente in un ambiente aperto non avrei esitato ma in quel fitto, non vi dico che me la sono fatta addosso ma quasi.
            A un certo punto ho sentito che si è girato e se n'è andato, sicuramente ha annusato la mia presenza e per fortuna che il mio cane sente oramai solo lo sparo del fucile e poco altro, ed in quel momento era sdraiato e buono e non se ne è accorto, altrimenti non saprei come sarebbe andata a finire.
            Sono episodi che possono capitare, che fanno parte della caccia e la sua avventura, l'importante che si raccontano e che non si fa mai male nessuno.
            Per me è stata la prima volta incontrare un cinghiale così da vicino ( anche se non l'ho visto ).
            Ti posso dire che sono dispiaciuto per il tuo cane, ma non demordere, continua ad andare e a portarlo a caccia, è la sua natura, magari porta via con te sempre due cartucce a palla, come faccio ora anche io.


            --------------------------------------------------------------------------
            Ti sei piazzato (senza saperlo) proprio dove lui doveva andare a dormire. Sicuramente ha avvertito la tua presenza ed è andato via. In genere succede così, ma se incalzato dai cani, specialmente se nello stretto di spine ed arbusti vari, li carica e se il cinghiale è di mole grossa oppure un grosso maschio, gli fa male, può anche ucciderli, non è la prima volta.

            Per l'amico che ha avuto il cane ferito, non ti preoccupare tanto. Se il cane è intelligente, ha capito la lezione e non si farà più fregare. Contrariamente, (spero di no), non vorrà più andare a caccia per via del trauma, (è successo a me con una setterina). Consiglio vivamente di portare appresso (e a portata di mano) delle cartucce a palla (meglio a pallettoni) e se vi capita (come è successo a te) di capire che si tratta di cinghiale.....gridate, gridate con tutto il fiato che avete in gola e scaricate il fucile per aria e ricaricate subito con cartucce appropriate, ma mi raccomando appena il cane abbaia incominciate a gridare forte.
            Ciao Mauretto, sarai sempre nei miei pensieri.
            Sta il cacciator fischiando
            sull'uscio a rimirar..........

            COMMENTA


            • #7
              Re: Paura cinghiali

              Il racconto di Mikylales è molto bello, come lo sono tutti i racconti di caccia. Però bisogna spiegare a chi non ha molta esperienza che l'assoluto silenzio è per chi ha intenzione di fare il tiro sul cinghiale, altrimenti è meglio farsi sentire il più possibile. Con molta probabilità il cinghiale ha avvertito la presenza del pericolo e ha voluto capire da cosa era minacciato, quando lo ha capito ha battuto in ritirata. Succede anche di notte, quando si è appostati sulle altane, che il cinghiale averte la presenza del pericolo e vuole scoprire da cosa è minacciato, con finte cariche e grugniti che mettono paura anche a chi dopo l'orario consentito deve scendere dall'altana. Gli incidenti fra cani e cinghiali ci sono sempre stati e credo che sempre ci saranno, specialmente quando i cani non sono stati abituati fin da piccoli a "rispettare" i cinghiali. Io spero che la lezione subita dal tuo cane gli sia servita a fargli aguzzare l'ingegno, la prossima volta il suo atteggiamento sarà diverso, questo anche se il cane dovesse mantenere la sua aggressività. Due cartucce adatte allo scopo non è un grosso sacrificio portarsele dietro, ma se hai la possibilità di raggiungere il cane in ferma, la cosa migliore è quella di legare e di portarti via il cane. In teoria fai capire al cane che la lotta o la fuga la decidi tu, e sul cinghiale è meglio fuggire che combattere. Questo dovrebbe valere anche per gli altri pericoli, a me è riuscito di portarmi il cane dietro mentre stava rompendo le scatole a una vipera chiamando il cane scappando dalla parte opposta. Se avessi aiutato il cane il messaggio sarebbe stato "è giusto combattere". Logicamente in merito ognuno ha le proprie opinioni.

              COMMENTA


              • #8
                Re: Paura cinghiali

                ....naturalmente quoto Germano....aggiungo per esperienza personale col cane da ferma e ...riferita dai cinghialari, che dopo il primo incontro scontro col suide il cane ha due opposti comportamenti....o ci si accanisce e incattivisce ancora di più, e in questo caso rischia veramente di brutto di lasciarci la ghirba nei futuri incontri....
                oppure se lo spavento gli è bastato rifiuta l'incontro addirittura mettendosi al riparo accanto al padrone ...o ,se è cane veramente intelligente.....impara a trattarlo con estrema cautela e mooolto a distanza di sicurezza......un po come dovrebbe fare con qualunque selvatico molto leggero e sospettoso.
                Comunque l'unica cosa da NON fare è sparare all'ungulato davanti al cane.....sarebbe il modo migliore per farglielo piacere.

                COMMENTA


                • #9
                  Re: Paura cinghiali

                  Grazie ancora a tutti x le vostre risposte. Il cane ferito è piuttosto testardo, a seguito dell'abbaio io è il mio compagno di caccia abbiamo sparato in aria, purtroppo non è servito a far fuggire il cinghiale che ha pensato bene di caricare il cane. Il mio vero timore sta proprio nel fatto che conosco il mio setter e penso che possa continuare a insidiare i cinghiali senza fare tesoro della brutta esperienza. Francamente non saprei come correggerlo in tale eventualitÃ, come insegnargli a rispettare i Cinghiali? Relativamente al rumore durante la caccia il mio setter era fornito come sempre di beeper, ma pare che questo non abbia disturbato minimamente il cinghiale.....

                  COMMENTA


                  • #10
                    Re: Paura cinghiali

                    Vedi prima come si comporta il cane appena ristabilito e poi si vedrà il da farsi. Altro consiglio : appena sta bene, se ne hai la possibilità, portalo in qualche recinto di cinghiali, (quello che usano per addestramento) e vedi il suo comportamento.
                    Ciao Mauretto, sarai sempre nei miei pensieri.
                    Sta il cacciator fischiando
                    sull'uscio a rimirar..........

                    COMMENTA


                    • #11
                      Re: Paura cinghiali

                      Grazie a tutti x i consigli che mi state dando. Proverò a seguirli, nel frattempo qualche amico cinghialaio mi ha consigliato anche un corpetto antizanna x il cane, secondo voi può essere utile? E se si quale comprare?. Nel frattempo il cucciolone migliora, anche se un Po temo il giorno che potrò riportarlo in montagna, penso di essere afflitto dalla sindrome da "caduta da cavallo".......

                      COMMENTA


                      • #12
                        Re: Paura cinghiali

                        A parte la spesa che andresti a sostenere, (non li regalano), il corpetto è molto scomodo per il cane. Lo accalora tantissimo e lo stanca altrettanto. In genere il corpetto si mette ai cani audaci, che non vedono pericolo e che attaccano il cinghiale, ma solo per il tempo necessario e mai con temperature alte.
                        Ciao Mauretto, sarai sempre nei miei pensieri.
                        Sta il cacciator fischiando
                        sull'uscio a rimirar..........

                        COMMENTA


                        • #13
                          Re: Paura cinghiali

                          In effetti costano i corpetti e tanto, ma se servono.....io lo userei in montagna e d'inverno...

                          COMMENTA

                          Pubblicita STANDARD

                          Comprimi

                          Ultimi post

                          Comprimi

                          Unconfigured Ad Widget

                          Comprimi
                          Sto operando...
                          X