annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Piani abbattimento Toscana capriolo 2017-2018

Comprimi

Progressi profilo utente

Comprimi

Devi completare alcuni passaggi nel tuo profilo - Avanzamento: 0%
  • Fai il Login o Registrati!

  • Carica il tuo Avatar

  • Scrivi almeno un messaggio

  • Firma personale

  • Aggiorna il tuo stato

  • Inserisci la tua data di nascita

Informazioni facoltative completate 0 su 5
  • Ambiti territoriali a cui sei iscritto
  • Cani posseduti
  • Tipologia di caccia preferita
  • Il tuo fucile preferito
  • Cellulare
Questa è una discussione evidenziata.
X
X
Comprimi
Su questa pagina ci sono 1 persona/e che stanno leggendo il contenuto di questa discussione: (0) Utenti registrati - (1) Ospiti
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • kokko
    ha iniziato la discussione Piani abbattimento Toscana capriolo 2017-2018

    Piani abbattimento Toscana capriolo 2017-2018

    Appena stata pubblicata la delibera:

    http://www.regione.toscana.it/bancad...017-Allegato-1

  • Icaro
    ha risposto
    Re: Piani abbattimento Toscana capriolo 2017-2018

    Torraiolo ci sono tante realtà è molte diverse dalla tua.

    Inviato dal mio SM-G800H utilizzando Tapatalk

    Lascia un commento:


  • Torraiolo
    ha risposto
    Re: Piani abbattimento Toscana capriolo 2017-2018

    Ragazzi i piani di abbattimento fortemente pompati, hanno la stessa valenza di una richiesta di debito di un milione di euro da parte di Equitalia ai danni di un operaio...Quindi e' una cosa che al massimo puo' far ridere, ma di certo non puo' far paura.
    Stesso discorso per i maschi fino al 15 di aprile, che paura fa una cosa del genere se il piano ha raggiunto una percentuale ragionevole gia' in estate? L'estensione della caccia fino al 15 aprile e' subordinata a un raggiungimento insoddisfacente del piano di abbattimento. Ora veniamo alle femmine, quest'anno ne ho viste una marea senza piccoli, quindi se se ne tira qualcuna dal 15 agosto al 30 settembre, dove e' il danno?
    Alla mia squadra di 9 selecontrollori, sono toccati 11 maschi adulti e 6 giovani. Con 2 mezze uscite ne ho fatti 2 e non vi dico quanti caprioli in totale ho visto, quindi dov'e' la preoccupazione?
    State tranquilli che i piani elevati sono stati redatti la dove la consistenza del cervide e' parecchio elevata ed in ogni caso, nessuno fa il selecontrollore di mestiere, quindi l'avere 1000 capi assegnati non vuol dire abbattere 1000 capi, ma vuol dire solamente realizzare una bassa percentuale di realizzazione del piano assegnato.
    In 10 anni di caccia di selezione, indipendentemente dal piano assegnatomi, i caprioli presi a fine stagione sono sempre stati piu' o meno gli stessi, ma questo me lo puo' confermare chi questa caccia la fa gia' da un po'.

    Lascia un commento:


  • SPRINGER TOSCANO
    ha risposto
    Re: Piani abbattimento Toscana capriolo 2017-2018

    Originariamente inviato da Jago Visualizza il messaggio
    Certi cacciatori li odiano perché come al solito si chiude il recinto quando i buoi son o scappati e così andrà a finire anche per il lupo..... Io i capretti li detesto ma da qui a volerli eradicare c'è ne passa. E comunque dopo aver conosciuto la mi socera ti assicuro che anche le vipere possono risultare animaletti amichevoli
    E' una specie di difficile gestione! Problematica quanto mai!!

    Chissa se un giorno ci faranno fare qualche intervento in art. 37....

    Lascia un commento:


  • Icaro
    ha risposto
    Re: Piani abbattimento Toscana capriolo 2017-2018

    La mia ha tentato di avvelenarmi più di una volta...

    Inviato dal mio SM-G800H utilizzando Tapatalk

    Lascia un commento:


  • Jago
    ha risposto
    Re: Piani abbattimento Toscana capriolo 2017-2018

    Originariamente inviato da SPRINGER TOSCANO Visualizza il messaggio
    Io ho un' azienda agricola all' interno di una zrc......conosco bene le problematiche!!

    Reputo il problema principale il cinghiale il quale fa praticamente danni a tutte le culture (favino, grano, avena, vigneti ecc) mentre il capriolo può danneggiare solo determinate culture e in determinati periodi (frutteti, vigneti, parzialmente anche gli olivi, ecc) ma sono anche di più facile protezione.
    Detto questo ci sono zone in cui la densità del capriolo è veramente troppo alta quindi, giusto cercare di diminuirla, ma secondo me non credo vada fatto tutto e subitissimo....due tre anni di piani di abbattimento più consistenti e sopratutto controllo anche in zone protette credo avrebbero risolto il problema senza dover ricorrere a sparare caprioli (femmine o maschi che siano) oltre il 15/03.
    Al cinghiale si può sparare sempre e a tutto.....ma non è che siamo proprio obbligato a farlo!! Io vado in selezione ma.....a una femmina allattante non tiro......potra capitare l' errore (ma per ora non mi è mai capitato) ma....cerco sempre di avere la ragionevole certezza di quello che ho nella croce!! Poi ripeto...l errore ci può stare per carità!!
    Jago....posso capire il tuo pensiero (la mia caccia principe è la beccaccia col cane da ferma) ma ti assicuro che vi sono cacciatori che i caprioli li odiano alla follia!! E non sono pochi purtroppo....
    Certi cacciatori li odiano perché come al solito si chiude il recinto quando i buoi son o scappati e così andrà a finire anche per il lupo..... Io i capretti li detesto ma da qui a volerli eradicare c'è ne passa. E comunque dopo aver conosciuto la mi socera ti assicuro che anche le vipere possono risultare animaletti amichevoli

    Lascia un commento:


  • SPRINGER TOSCANO
    ha risposto
    Re: Piani abbattimento Toscana capriolo 2017-2018

    Io ho un' azienda agricola all' interno di una zrc......conosco bene le problematiche!!

    Reputo il problema principale il cinghiale il quale fa praticamente danni a tutte le culture (favino, grano, avena, vigneti ecc) mentre il capriolo può danneggiare solo determinate culture e in determinati periodi (frutteti, vigneti, parzialmente anche gli olivi, ecc) ma sono anche di più facile protezione.
    Detto questo ci sono zone in cui la densità del capriolo è veramente troppo alta quindi, giusto cercare di diminuirla, ma secondo me non credo vada fatto tutto e subitissimo....due tre anni di piani di abbattimento più consistenti e sopratutto controllo anche in zone protette credo avrebbero risolto il problema senza dover ricorrere a sparare caprioli (femmine o maschi che siano) oltre il 15/03.
    Al cinghiale si può sparare sempre e a tutto.....ma non è che siamo proprio obbligato a farlo!! Io vado in selezione ma.....a una femmina allattante non tiro......potra capitare l' errore (ma per ora non mi è mai capitato) ma....cerco sempre di avere la ragionevole certezza di quello che ho nella croce!! Poi ripeto...l errore ci può stare per carità!!
    Jago....posso capire il tuo pensiero (la mia caccia principe è la beccaccia col cane da ferma) ma ti assicuro che vi sono cacciatori che i caprioli li odiano alla follia!! E non sono pochi purtroppo....

    Lascia un commento:


  • Icaro
    ha risposto
    Re: Piani abbattimento Toscana capriolo 2017-2018

    Sai che scena il cane è gatto invertiti[emoji23] [emoji23]

    E si questo paese va allo sfascio non vi siamo su fronti ben più seri.

    Lascia un commento:


  • Jago
    ha risposto
    Re: Piani abbattimento Toscana capriolo 2017-2018

    E poi se tu hai i cane che da dietro alle capre e unne colpa delle capre! Fatti insegnare dall'elettrico Ti aspetto per fare due padelle a ottobre sentiamoci

    Inviato dal mio SM-G800H utilizzando Tapatalk[/QUOTE]

    Matte....sul cane ci sono grandi novità!! ora non rincorre più le capre ma si fa rincorrere dai gatti del vicino......la prima volta non ci volevo credere!!! si è giocato anche l'ultimo pizzico di dignità canina che gli restava e la mi moglie che mi diceva "guarda belliniiii!!!! " ...............bellini una sega maremma impestata !!! vabbè....
    Per il resto concordo con te sull'assurdità di certe scelte.....ma basta vedere come trattano argomenti ben più seri e che riguardano anche i nostri figli e il loro futuro per capire che NON ci siamo per nulla! Bah...
    Mi raccomando fai il bravo e goditi la pezzettina!

    Lascia un commento:


  • Icaro
    ha risposto
    Re: Piani abbattimento Toscana capriolo 2017-2018

    Alfredo non ti ci mettere anche te! Che quest'anno ho saltato l'apertura al capriolo e fino a lunedì non comincio di sicuro....ma ne vale la pena e come se ne vale!

    Per il tuo discorso inerente le capre ti dico che la penso come te,perché anche io ho un piccolo orto che ogni tanto mi depredano e capisco anche i danni che gli animali creano agli agricoltori che con la terra ci devono campare le famiglie. Quello che mi fa imbestialire e che come al solito i legislatori non capiscono una mazza e in una area di pertinenza come la mia dove ci seranno si e no 3 agricoltori di professione, che campano con l'olio, e quindi ti puoi immaginare i danni che creano i caprioli su piante che minimo hanno 100 anni, si sia deciso di mettere l'area come non vocata con l'intento di levarsi di torno tutti gli animali presenti!

    Ora io capisco un area a vigne del chianti ma un area di collina a ulivi come la mia mi dici che logica ha che non ci siano caprioli. Son tutti degli eremiti idioti che dovrebbero trovarsi un vero mestiere altro che.

    E poi se tu hai i cane che da dietro alle capre e unne colpa delle capre! Fatti insegnare dall'elettrico[emoji23] [emoji23] [emoji23] [emoji23]

    Ti aspetto per fare due padelle a ottobre sentiamoci

    Inviato dal mio SM-G800H utilizzando Tapatalk

    Lascia un commento:


  • Jago
    ha risposto
    Re: Piani abbattimento Toscana capriolo 2017-2018

    Matteeee falla poco lunga, tanto il tempo di andare a caccia quest'anno 'un tu ce l'hai!!!!

    bischerate a parte.....Io sono uno di quelli che il piccolo cervide lo considerano una capra selvatica. Faccio caccia con cane da penna quindi...IN TEORIA... per me meno ce ne sono e meglio è.....
    Vorrei però che diventasse una ragionata costruttiva.... Per la logica dell'"orticello" io dovrei propendere per l'eradicazione e invece prima di tutto mi ritengo uno a cui piace la natura e quindi ritengo necessaria e bella la presenza del capriolo. Come ritengo fondamentale per tutta la categoria che uno come Matteo (Icaro) che fa anche cacce diverse dalla mia possa trovare sempre soddisfazione e piacere in tutte le uscite e nello svolgimento della sua passione.
    Dimentichiamoci per un attimo però di essere cacciatori....e mettiamoci nei panni (anche i miei) di uno che ha 5/6/10 ettari di campi da curare con relative piante da frutto o che può avere o meno un'azienda agricola... Da coltivatore per sussitenza quale sono dato che io non devo guadagnare con i campi ma solo produrre ciò che mi serve per dar roba sana ai bambini, i caprioli sono un bel problema perché mi impongono costi di "protezione" per le piante (recinzioni ecc) che ti portano a dire: "ma chi me lo fa fare?" Per le aziende agricole il discorso cambia ed è molto più ampio..... Detto questo IO mi lamento perché secondo me quando in fazzoletti di terra si cominciano a trovare anche 8/11 caprioli imbrancati diventa insostenibile soprattutto per l'ambiente (esempio: boschi di castagno stanno diventando leccete per ovvi motivi.... ecc) e qualcosa dobbiamo fare per FORZA per farli diminuire. Ora, per quanto possa essere incazzato con i caprioli (non menziono i cinghiali perché dai cinghiali riesco a difendermi molto meglio...l'ambiente un po' meno) mi fa molto più incazzare e ritengo aberrante che si possa rischiare di sparare a una femmina gravida o a una scrofa gravida....Non ha senso... Durante l'anno c'è tutto il tempo di fare contenimento a queste due specie ma aimè sull'"orticello " non sembra nei fatti che la pensiamo tutti allo stesso modo. E soprattutto sull'ultima frase non mi riferisco a chi ha scritto precedentemente o a Matteo che conosco personalmente e che reputo anche persona estremamente educata ed equilibrata.... 'nsomma un gran padellatore..... ma una brava persona Quello che mi auguro è che voi che avete le carabine le usiate con il cervello che troppo spesso chi legifera non ha.... e che facciate del vostro meglio anche per chi come me e ce ne sono molti ha campi e ambiente che non riesce più a salvare. Un saluto ragazzacci!

    Lascia un commento:


  • Icaro
    ha risposto
    Re: Piani abbattimento Toscana capriolo 2017-2018

    Condivido a pieno questa tua ultima frase Springer! La differenza la fa chi sta dietro la carabina.

    Inviato dal mio SM-G800H utilizzando Tapatalk

    Lascia un commento:


  • SPRINGER TOSCANO
    ha risposto
    Re: Piani abbattimento Toscana capriolo 2017-2018

    I piani stilati dalla regione hanno seguito il criterio di diminuire la specie nei comprensori dove essa è più impattante con l' agricoltura. Il concetto e l esigenza possono anche essere giuste ma è come si stà cercando di metterci mano che secondo me è sbagliato. Dobbiamo però ammettere che il problema dei danni a culture pregiate e la conservazione della specie in quelle aree non è di facile soluzione.
    Ritengo follia pura continuare a cacciare dopo il 15/03 sia i maschi che le femmine, (per me, a dire il vero, è più assurdo abbattere una femmina gravida che un maschio in velluto), aprirei però a femmine e piccoli dal primo al 30 di settembre qualora vi fossero difficoltà a realizzare i piani. E venendo proprio al piano....il mio distretto ricade in area vocata e il piano è stato ridotto del 20% rispetto allo scorso anno (secondo me ora è un po' troppo ridotto ma....nemmeno tanto!)....è chiaro che ci sono zone dove il capriolo è più impattante con l' agricoltura e dobbiamo cercare di tenerlo sotto controllo ma non eradicarlo!!!
    Credo che per tenerlo sotto controllo l' unico modo sia censire e battere in giusta misura (senza esagerare) anche nelle aree protette a vario titolo e non dichiarargli guerra in determinate posti e non toccarlo in altri.
    Infine un' altra mia opinione.....penso che il capriolo si stia prendendo delle colpe anche degli altri ungulati....i danni li può fare certo ma....limitati a determinate culture e limitatamente in determinati periodi (purtroppo i vigneti possono essere danneggiati.....ma anche tutto sommato facilmente protetti!!) ma un' altro grosso problema è che anche una parte di noi non ama questa abbondanza del piccolo cervide!!
    Ci sono nostri colleghi che lo odiano (e se poi oltre a cacciatori sono anche agricoltori.....il danno lo fa sempre il capriolo!!), o perché ostacola la loro caccia (di solito i segugisti ma anche qualche pennaiolo) o anche perché vedono nel selecontrollore un competitor per il cinghiale!
    Purtroppo una specie a basso impatto ambientale e di facile gestione come il nostro amato piccolo cervide stà pagando le "malefatte" di specie molto più impattanti come cinghiale in primis e poi daini e cervi.....
    Comunque ricordiamoci sempre che il la carabina l' abbiamo noi.
    Saluti

    Lascia un commento:


  • Icaro
    ha risposto
    Re: Piani abbattimento Toscana capriolo 2017-2018

    Non mi pare ci sia scritto da nessuna parte delle femmine fino ad aprile. A vivailpelo???

    Inviato dal mio SM-G800H utilizzando Tapatalk

    Lascia un commento:


  • vivailpelo
    ha risposto
    Re: Piani abbattimento Toscana capriolo 2017-2018

    Non ho capito, i maschi fino al 18 aprile è una cosa vergognosa mentre per le femmine va bene?

    Claudio - siena

    Lascia un commento:

Chi ha letto questa discussione negli ultimi 10 giorni:

Pubblicita STANDARD

Comprimi

Trending

Comprimi

Unconfigured Ad Widget

Comprimi

Tag nuvola

Comprimi

Ultimi post

Comprimi

Sto operando...
X