annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Cartucce con max potere d'arresto, 30 06

Comprimi

Mantieni online il sito per tutto il 2019

Comprimi
Le donazioni inviate sino ad oggi hanno ricoperto il (44%) dei costi necessari.
X
Comprimi
Su questa pagina ci sono 1 persona/e che stanno leggendo il contenuto di questa discussione: (0) Utenti registrati - (1) Ospiti
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • #31
    Originariamente inviato da giovannit. Visualizza il messaggio

    Se consideri quanto spendi per la caccia, e quante cartucce spari ogni anno, anche cartucce a 100 Euro alla scatola da 25 sono una spesa infinitesimale rispetto a tutti gli altri costi. Quindi meglio essere sicuri che cio' che spari sia di qualita' superiore ed efficacia indiscutibile, cosi' tutte le altre spese sostenute non saranno in vano a causa di una cartuccia che non fa il dovere suo. Almeno questa e' la scusa che usavo con mia moglie quando compravo le cartucce Remington Hevi-Shot al tungsteno quando cominciarono a costare tre dollari a botta--e ad anatre in un giorno ne spari di piu' di quante ne spari ai cinghiali in un mese...
    Non è una questione di soldi ma di costi-benefici. Se una cartuccia da un euro fa’ il suo lavoro egregiamente non vedo perché devo comperare quella che costa 2,5 euro. La tua filosofia sicuramente è sicuramente in linea generale condivisibile ma nel caso specifico dalla mia esperienza(ho anche comprato cartucce da 55€ al pacco) ho imparato che ci sono degli ottimi prodotti senza spendere cifre a mio avviso spropositate.
    walker960walker piace questo post.

    COMMENTA


    • #32
      Ciao Giovanni (Walker), ho guardato il video e, se ci fai caso, i colpi che "stoppano" sul posto i cinghiali, sono quelli che colpiscono o la parte anteriore (collo o testa) oppure la colonna vertebrale cosi' come hanno gia' detto Novellino e Giovanni. In fin dei conti, non a caso il cinghiale si e' guadagnata la nomina di grande incassatore. Tornando al filmato, tieni presente che e' stato "montato", nel senso che hanno scelto le riprese migliori e, malgrado cio', si vedono cinghiali che, se non colpiti nei punti gia' citati, allungano eccome.....la fortuna del tiratore, in quei casi, e' stata di aver avuto a disposizione lo spazio per poter doppiare il colpo....guarda al minuto 5.00....gli ha dovuto dare 3 colpi!!
      Concordo sul fatto che la palla da sola non risolve il problema ma comunque un aiuto lo da'.....nel senso che, specialmente in battuta, dove sia per la velocita' dell'azione che per la porzione che offre l'animale in quel momento, non sempre si riesce a tirare dove vorremmo. Quindi, una palla che provochi un buono shock con la capacita' di lavorare anche in profondita' e' sempre preferibile....almeno per me.....e comunque, avere lo spazio necessario per poter doppiare il colpo e' sempre meglio!!!!!!

      Tu quali munizioni utilizzi?

      Un salutone
      Alberto
      walker960walker piace questo post.

      COMMENTA


      • walker960walker
        walker960walker commentata
        Modifica di un commento
        Quale cartuccia consigli? le Winchester power point le ho sentito nominare più volte dagli utilizzatori che ne parlano bene e non costano poi così tanto.

    • #33
      Io utilizzo esclusivamente le mie ricariche con palla Nosler Partition da 250 grani sopra 28,5 grani (NO! NO! NO! Errore! Volevo scrivere 68,5 --SESSANTOTTO VIRGOLA CINQUE!) DI IMR 4350 nel mio Ruger Mod. 77 in .338 Winchester Magnum. Io preferisco la Nosler Partition perche' la parte anteriore si affunga parecchio e quella posteriore penetra senza deviare come una palla solid anche se la parte anteriore dovesse disintegrarsi contro un osso duro e grosso. Non ne ho mai recuperata una--passano sempre da parte a parte, cosi' nella malaugurata ipotesi che un animale "allunghi" ci sara' una grossa scia di sangue dai due buchi (quello d'uscita bello grosso) per aiutare a ritrovarlo.
      Ultima modifica di giovannit.; 24/09/19, 16:15. Motivo: Correzione di dati di ricarica sbagliati!!!!!
      CHI SE FA PECORA OBBEDISCE AR PECORARO!

      COMMENTA


      • giovannit.
        giovannit. commentata
        Modifica di un commento
        OOOOPS! Mannaggia! Hai ragione, Teufel. Errore di battitura. Io uso 68,5 grani di IMR 4350, non 28,5.
        Ecco perche' bisogna stare molto attenti a cio' che si legge su Internet in materia di ricarica!!!!

      • teufel.35
        teufel.35 commentata
        Modifica di un commento
        Scusami Giovanni se te l'ho fatto notare (l'ho fatto per la sicurezza altrui...non sia mai che qualche "ospite", non tanto pratico di ricarica, la prenda in esame e la metta in pratica....) ma, quella dose, specialmente nel bossolo del 338 WM e' veramente pericolosa.....!!!!!!
        Un salutone
        Alberto

      • giovannit.
        giovannit. commentata
        Modifica di un commento
        Non chiedermi scusa! Hai fatto benissimo a farmi notare l'errore. Come ho scritto in un post a parte, 28,5 grani nel .338 E' PERICOLOSO! Sono io che dev chiedere scusa all'amministrazione del forum e a tutti i membri per aver fatto un errore del genere. Spero di aver fatto sufficiete ammenda con quel post di cui sopra e con le spiegazioni ed i suggerimenti che contiene.

    • #34
      Per Giovanni (Walker)
      Sulle munizioni commerciali purtroppo non posso esserti molto d'aiuto perche' me le sono sempre ricaricate da me ma, comunque, anche io ho avuto da miei amici, riscontri positivi sulle Winchester Power Point cosi' come sulle Power Max.
      Per quanto riguarda le palle da me ricaricate nel 30-06, la mia scelta e' sempre ricaduta sulle Hornady Round Nose Interlock (quando non trovavo queste prendevo le Lapua Mega) che si rilevavano molto valide nei tiri a corto e con macchia molto sporca e sulle Partition per spazi un po' piu' aperti, delle quali sono un estimatore.....se ti puo' interessare, le Partition le carica la Federal nei suoi caricamenti Premium....prova a chiedere al tuo armiere la disponibilita' ed eventuale costo.
      Di certo, per quanto riguarda specialmente i calibri 30 (308/30-06) l'offerta di munizioni valide e' molto ampia...e qui subentra anche un discorso personale in base alle proprie esperienze....con palla Oryx, A-Frame, Speer Hot Core, Gran Slam, RWS, ecc. ecc....tutto sta' nel trovare la giusta combinazione anche in merito alla distanza di tiro e alla tipologia di ambiente dove si effettuano le battute.

      Un salutone
      Alberto
      walker960walker e Alle60 piace questo post.

      COMMENTA


      • #35
        Originariamente inviato da DavideHunter Visualizza il messaggio
        Ciao a tutti, ho una browing bar II in 30.06, ho usato varie munizioni RWS EVOLUTION 184 grani e Winchester Power Point 180 grani....

        ho notato con le winchester power point, nonostante avessi colpito il cinghiale faceva ancora tot di metri prima di morire, vorrei più che altro una munizione con il potete d'arresto alto, che se colpito bene crolli sul posto... che munizioni mi consigliate? io optavo sulle winchester power MAX in 30.06 ..... consigli?
        Se vuoi poca spesa e max resa e non ricarichi usa le Geco con palla TM da 170 gn... Se le fanno ancora. Dai 20 ai 100 kg anche colpiti non benissimo sempre fermati in pochissimi metri
        teufel.35 e walker960walker piace questo post.

        COMMENTA


        • #36
          Occhio alle dosi! In un post precedente ho fatto un errore di battitura, scrivendo che io uso <<28,5>> grani di IMR 4350 nelle mie ricariche del .338 WM con palle Nosler Partition da 250 grani. In realta', io uso 68,5 grani. 28,5 grani di IMR in quella cartuccia sarebbe una dose molto pericolosa. C'e' un fenomeno teoricamente dovuto a dosi troppo basse di polvere progressiva che puo' provocare l'esplosione della canna. La causa e' poca polvere che giace, in un grosso bossolo come qello del .338, sulla superficie inferiore del bossolo senza riempirlo. In una carica normale, la fiammata dell'innesco investe soltanto la polvere che preme contro il fondello, e da questa, la combustione procede progressivamente in avanti. Progressivamente, anche se in un milionesimo di secondo. Ma quando la polvere giace sul fondo del bossolo (col fucile in posizione orizzontale) la fiammata dell'innesco la investe tutta allo stesso momento, creando un picco di pressione anomalo che puo' distruggere il fucile e ferire il tiratore.Almeno questa e' la teoria che cerca di spiegare perche' dosi ridotte--sembra un controsenso--possano far scoppiare un fucile.

          In maniera ancora piu' evidente e molto regolarmente questo fenomeno avviene con le armi ad avancarica e con la polvere nera o diversi surrogati. Se la palla, o borra e pallini nei lisci, non preme fermamente contro la carica di polvere e se c'e' uno spazio vuoto di una certa lunghezza fra polvere e proiettile, l'arma diventa uguale a una di qualle bombe ricavate dai terroristi da un pezzo di tubo riempio d'esplosivo. La canna si schianta allo sparo. Le doppiette ad avancarica a polvere nera possono essere pericolose se borraggio e pallini non sono tenuti compressi contro la polvere: col rinculo del primo colpo, a causa della loro inerzia mentre il fucile si sposta bruscamente all'indietro, borra e pallini della seconda cannai si spostano in avanti, lasciando uno spazio vuoto dietro di se'. Se lo spazio e' abbastanza ingente, il secondo colpo potra' provocare l'esplosione di questa canna.

          Morale della favola riguardante il mio errore di battitura:
          Quando leggete dosi di ricarica su Internet, rendetevi conto che ci potrebbe essere un errore di battitura. Sulla tastiera non c'e' molta distanza fra 6 e 7, ma la differenza fra 60 grani di polvere e 70 grani di polvere e' tanta, tantissima. Usate sempre un buon manuale di ricarica. Anche piu' di uno. Le varie marche di polvere offrono tabelle su Internet per ogni polvere che vendono e per ogni calibro/peso di palla, e queste tabelle sono prive di errori (si spera). Invece la dose di polvere trovata in un post di Peppe Sciosciammocca in qualche forum i cui amministratori sono di dubbia competenza (ne ho uno sulla punta della lingua...) potrebbe essere del tutto sbagliata e pericolosa.

          E magari un avvertimento anche agli amministratori di questo forum: monitorate i posts nei quali vengono consigliate dosi di ricarica. E dichiarate sempre in maniera visibile sia nel regolamento del forum che al principio di ogni rubrica di esso, pure quella di pesca e quella delle barzellette, che il forum ed i suoi amministratori declinano qualsiasi responsabilita' per problemi dovuti a dosi sbagliate suggerite da membri, e dichiarate chi ricarica lo fa sempre a suo rischio e pericolo.
          walker960walker e teufel.35 piace questo post.
          CHI SE FA PECORA OBBEDISCE AR PECORARO!

          COMMENTA


          • #37
            Originariamente inviato da Alle60 Visualizza il messaggio

            Se vuoi poca spesa e max resa e non ricarichi usa le Geco con palla TM da 170 gn... Se le fanno ancora. Dai 20 ai 100 kg anche colpiti non benissimo sempre fermati in pochissimi metri
            Ciao Ale....e se il cinghiale supera i 100 kg?.......dai, sto' scherzando!!!!!.........

            Un salutone ed un abbraccio
            Alberto
            Alle60 e walker960walker piace questo post.

            COMMENTA


            • walker960walker
              walker960walker commentata
              Modifica di un commento
              Si sparano due colpi!!...... ihihihihihih

            • teufel.35
              teufel.35 commentata
              Modifica di un commento
              Ma anche tre.....come nel filmato al minuto 5.00.....sempre se non costano tanto!!!!!!.....
              Un salutone Giova'
              Alberto

            • Alle60
              Alle60 commentata
              Modifica di un commento
              Se esce oltre i 100 kg trovati un albero alto e robusto... Butta la carabina e fai Tarzan.. Ahahah!
              Ciao Alberto! Un abbraccio a Te e Mamma!

          • #38
            Ciao DavideHunter.
            Hai aperto un tread che probabilmente non porterà da nessuna parte oltre a una tua grande confusione mentale. In quanto se chiedi a 200 cacciatori di cinghiali otterrai 200 palle diverse.A questo aggiungi gli acronimi delle palle non proprio esatti (tipo capire perche' una palla BT cioe' Boat Tail cioè coda rastremata in italiano semplice dovrebbe rovinare la spoglia..mah ) le distanze di tiro che sembrano i sogni bagnati di Cicciolina, perche' capiscimi per abbattere pulitamente un verro a 150 mt che viaggia a 42 km/h non ci vuole anticipo ci vuole culo solo esclusivamente culo. E non parliamo della leggenda metropolitana per cui un cinghiale= carroarmato. Quindi non ti do un consiglio ma alcuni dati di esperienza di chi come me ha la fortuna di cacciarli in italia e all'estero in battuta molto e in selezione...poco. Ricarico ed ho 6 calibri diversi.
            In selezione uso il 7x64 brenneke caricato con palle Hornady ELD-X da 162 grani. Garantisco abbattimenti puliti fino a 300 mt...distanza oltre la quale non sparo. Palla esiste nel 30-06 ma da non usare in armi automatiche.
            In battuta dove ( salvo che tu vada in Turchia,Romania procedendo verso est dove per distanze dimensione,temperature si va su animali davvero grossi e magari oltre i 50 mt ) dalle nostre parti salvo rarissime eccezioni i tiri vanno da 10 a 35 mt su animali medi di 70-80 kg nel 30-06 uso in genere Nosler partition da 180 grani (ma ne ho usate altre da 180 e non ho notato alcuna differenza) caricando dosaggi di polvere vicini al minimo per limitare velocità 750m/sec,quindi meno rilevamento,tanto a quelle distanze va comunque sempre troppo veloce per quello che serve e doppiare il colpo e' importante.
            Nel 30-30 uso Game King 170gn della Sierra. 700 met/sec
            Nel 44 magnum e nel 454 casull uso Hornady HP XTP da 200gn il primo e 300gn il secondo intorno ai 600mt/sec
            Nel 9,3x74r uso quelle che trovo tanto è talmente potente che a parte le solide per bufali vanno bene tutte. comunque intorno ai 250gn 640/mt/sec

            Conclusione...ho messo tutte le palle che uso perche' sono tutte diverse ma i risultati che ho avuto sono tutti molto simili. Per avere abbattimenti puliti sul posto ho capito dopo ormai tanti anni che devi prenderlo nella 3/4 anteriore o chiaramente alla spina dorsale ovunque, altrimenti un po' di metri li fanno e non c'e' palla o calibro che tenga. Se li ho presi in pancia non li ho MAI fermati. Ma questo succede anche con i caprioli .
            in bocca al cinghiale.

            PS. se sei come me che per ogni scatola di palle il 10% le sparo ai cinghiali in qualche anno e le altre a fare il minkione al poligono considera anche il prezzo.

            COMMENTA


            • #39
              Originariamente inviato da Colmax Visualizza il messaggio
              Ciao DavideHunter.
              (omissis)
              In selezione uso il 7x64 brenneke caricato con palle Hornady ELD-X da 162 grani. Garantisco abbattimenti puliti fino a 300 mt...distanza oltre la quale non sparo. Palla esiste nel 30-06 ma da non usare in armi automatiche.
              (omissis)
              Perche'?

              Ho guardato il catalogo della Hornady. Le ELD-X in cal. .30 non esistono in 162 grani, ma in altre grammature (o granature?), e non riesco a capire perche' altre palle di questo tipo non possano essere usate in armi semiautomatiche.
              CHI SE FA PECORA OBBEDISCE AR PECORARO!

              COMMENTA


              • #40
                No infatti da 162 sono nel 7 mm che uso io,il 308 sono da 220 grani in italia mi pare. Per i semiauto sono lunghe. Per un oal corretto e nn rischiare l inceppamento dovresti inserirle troppo. Poi per tiri entro i 50 metri nn hanno alcun senso.

                COMMENTA


                • #41
                  Originariamente inviato da Colmax Visualizza il messaggio
                  No infatti da 162 sono nel 7 mm che uso io,il 308 sono da 220 grani in italia mi pare. Per i semiauto sono lunghe. Per un oal corretto e nn rischiare l inceppamento dovresti inserirle troppo. Poi per tiri entro i 50 metri nn hanno alcun senso.
                  Nel catalogo Hornady ci sono da 178 grani a 220 gran in cal. .30. Certo, hai ragione, questi sono proiettili per tiri lunghi e lunghissimi. In un bossolo della .30-06 quelli da 178 grani li puoi imfilare piu' profondamente senza togliere troppo spazio alla polvere e avere la corretta OAL, pero', ma nel.308 non andrebbero bene.
                  CHI SE FA PECORA OBBEDISCE AR PECORARO!

                  COMMENTA


                  • #42
                    Forse nn mi sono espresso bene scusa...per 308 intendevo il diametro della palla...

                    COMMENTA


                    • #43
                      Sicuramente non mi sono fatto capire, ci riprovo.
                      Intendo che dal video, si vedono alcuni cinghiali, che al colpo, cadono e rimangono immobili, con le gambe anteriori retratte. Anche se non sono stati colpiti chirurgicamente.
                      E' il calibro? che ha un enorme potere d'arresto? E' la zona del corpo in cui sono stati colpiti?
                      Per avere questo effetto? Ripeto, personalmente non ho mai visto una cosa del genere sui cinghiali che ho abbattuto, (escluso uno che colpito sul garrese ad una trentina di metri, da una palla del 30.06 ed esattamente una Fiocchi Extrema Rifle hunting da 150 grs sst, che al colpo ha impuntato il grugno a terra lasciando un solco di 1,5 mt ed è rimasto immobile. All'interno era massacrato).
                      La mia curiosità sta nel fatto che quale palla, cartuccia, carabina, può provocare quello che si vede nel video su alcuni cinghiali. Sono convinto che quelle bolt, siano di un calibro esasperato, capace di abbattere animali ben più coriacei di un cinghiale, altrimenti non si spiegherebbe quello "STOP" terminale.
                      Cosa dite?
                      Ciao Mauretto, sarai sempre nei miei pensieri.
                      Sta il cacciator fischiando
                      sull'uscio a rimirar..........

                      COMMENTA


                      • #44
                        la palla perfetta e il calibro perfetto non esistiono , esiste il punto perfetto che ti fa crollare l'animale... ma in battuta spari in velocità e non sei sempre preciso anzi..

                        COMMENTA


                        • #45
                          Originariamente inviato da Capriolo Astuto Visualizza il messaggio
                          la palla perfetta e il calibro perfetto non esistiono , esiste il punto perfetto che ti fa crollare l'animale... ma in battuta spari in velocità e non sei sempre preciso anzi..
                          Sono d'accordo fino a un certo punto. Un capriolo impanciato con un .460 Weatherby, un calibro "esasperato" anche per gli elefanti e i bufali cafri, e' pur sempre impanciato e non crollera' sul colpo. Quindi, come dici tu, esiste il punto perfetto. Se si colpisce al di fuori di quel punto non si ottiene il crollo immediato e l'animale correra' fino a che la ferita non ne provoca il dissanguamento. Oppure non si dissanguera' neanche, se la palla colpisce un punto non vitale e/o manca un grosso vaso sanguigno, ma o muore d'infezione, o di stenti (se la bocca viene resa incapace di mangiare e bere) o di infezione. O, anche se sulla via della guarigione, verra', indebolito com'e', verra' facilmente catturato e divorato da lupi, cagnacci, ecc.
                          Fin qui ti do ragione. Ma (e qui involontariamente mi devo ricollegare a quanto ho detto tante volte sull'uso di calibri minori per aniali duri come i cinghiali), il "diametro" del "punto perfetto" non e' costante. Piu' e' potente e grossa la palla, piu' il punto perfetto cresce. Il calibro potente (e qui cerco di rispondere anche a Walker) ti da' un margine superiore. Anche se piazzata marginalmente, la palla del calibro piu' potente col suo maggiore shock idrostatico fa piu' danni. Come ho scritto sopra, un capriolo impanciato col .460 Weatherby non crollera', perche' la palla non colpisce vicino a nessuna parte del sistema nervoso centrale, e inoltre colpira' tessuto morbido. Per quanto grave la ferita, non ci sono ossa che trasmetteranno lo shock al sistema nervoso centrale. Un colpo con un calibro "esasperato" (non mi piace troppo quest'aggettivo--preferisco fare una distinzione fra calibri inadeguati e calibri adeguati) che sfiora una protuberanza ossea della spina dorsale, o colpisce la scapola e lede appena la parte superiore dei polmoni ma fa sbattere la scapola (che e' "flottante") contro la spina dorsale trasmettendo ad essa uno shock paralizzante fara' crollare un animale anche se il punto che sarebbe stato perfetto con un calibro inadeguato e' stato mancato di dieci, venti, o anche 30 centimetri. L'animale crolla paralizzato, e poi l'emorragia fa il resto. Io caccio i cervi con un calibro "esasperato." Certo, un cervo non e' un cinghiale, non ha la cotenna dura e lo "scudo" cartlagineo dei verri. Ma se non lo prendi nel punto giusto (giusto, non perfetto) anche col calibro che uso (.338 WM) se ne andra'. Non lontano, ma se ne andra'. E qui entra in gioco un altro fattore: anche se si colpisce al di fuori del maggior raggio di micidialita' garantito dal calibro maggiore, e l'animale non crolla, il danno agli organi interni, ai vasi sanguigni, e lo shock idrostatico che ha colpito l'intero corpo come un colpo di maglio, e la distanza percorsa dall'animale in fuga sara' minore, molto minore di quella di un animale colpito altrettanto marginalmente ma pur sempre mortalmente con un calibro minore, rendendo piu' facile il ritrovamento ed il recupero.
                          Ovviamento non so che calibri usano nei filmati nei quali si vedono tanti cinghiali che al colpo crollano e, se in corsa, arano la terra col grugno per un metro o piu' o fanno una capriola come una lepre centrata in corsa e poi giacciono inerti. Sarei sorpreso se usassero calibri adeguati per la selezione ma inadeguati per la battuta. Ho visto in qualche video di battute al cinghiale gente che usava iuna doppietta o sovrapposto express. Ho viisto altri che caricavano la carabina con cartuccioni che di sicuro erano grossi piu' del .30-06. La stragrande maggioranza di questi filmati proviene dall'Europa centrale o dell'Est. I cacciatori di quei posti non hanno in genere sette o otto fucili "specializzati" come li abbiamo noi negli U.S. e, credo come li avete voi in Italia. Probabilmente usano per il cinghiale la stessa carabina che usano per l'orso, o l'alce europea, o il cervo europeo. Il calibro tuttofare di certo non e' un calibro minore. Col calibro potente si possono uccidere sia i caprioli che l'orso, e come ho detto spesso "non ho mai visto un animale troppo morto."
                          Da quando sono in Alabama (sei anni passati qui lo scorso Giugno, e sei stagioni di caccia) ho abbattuto 11 cervi whitetail, di ambo i sessi e grandezza diversa. Ho usato come al solito il mio .338 WM. Con una sola eccezione sono crollati tutti all'impatto. Uno ha fatto una corsettina di pochi metri prima di crollare. Prima, a Kodiak, non ricordo quanti cervi ho abbattuto in 29 anni, prima col .30-06, poi col .338. Di quelli colpiti col .338 soltanto uno corse per una sessantina di metri, ma la palla s'era comportata stranamente. Forse sbilanciata dall'aver colpito un arbusto prima di colpire il cervo, lo colpi' nella spalla sinistra, mentre mi era perfettamente di profilo, ma fuoriusci' da ventre a destra, poco prima della coscia. Calibro "esagerato" per il cervo? Proprio ieri ho disossato tre costati che avevo nel surgelatore. Uno aveva un bel buco (foro d'uscita) proprio nel mezzo. La carne era in perfette condizioni fino al buco. Gli altri due non costitituiscono un esempio perche' non presentavano fori, in quanto il grosso cervo (un 4x4) da cui provenivano l'avevo colpito alto, sul garrese. La palla, pur non avendo colpito nel mezzo la spina dorsale l'aveva frantumata lo stesso, colpendo le proiezioni ossee sovrastanti le vertebre--potere del calibro maggiore! Una volta colpii nello stesso punto uno yearling di Sitka Blacktail a Kodiak, con la .30-06. Cadde sul colpo, ma si riprese quando gli arrivai vicino e lo dovetti afferrare e tagliargli la gola, o se ne sarebbe scappato. Quindi, ripeto, il maggior diametro del "punto perfetto" del .338 s'e' dimostrato micidiale sul grosso maschio, mentre essendo piu' ristretto col .30-06 aveva soltanto temporaneamente paralizzato lo yearling.
                          Per concludere, per quelli che sono ancora svegli dopo questo esempio ulteriore della mia logorrea acuta, in battuta al cinghiale--se io fossi in Europa--userei una semiautomatica in 9,62 o una BAR in .338 WM, che purtroppo non e' piu' prodotta, credo. O un fucile a leva in .450 Marlin o in .45-70 (ma quest'ultimo soltanto con ricariche casalinghe, perche' le commerciali sono troppo fiacche).

                          E tutto questo, naturalmente e come sempre, IMHO.
                          walker960walker e teufel.35 piace questo post.
                          CHI SE FA PECORA OBBEDISCE AR PECORARO!

                          COMMENTA


                          • teufel.35
                            teufel.35 commentata
                            Modifica di un commento
                            .....Anche il 444 Marlin andrebbe bene!!!!
                            Un salutone Giova'
                            Alberto

                          • giovannit.
                            giovannit. commentata
                            Modifica di un commento
                            Ma soltanto se caricato con una palla piu' decente di quelle delle cartucce commerciali di una volta. Devo confessare che non so se di palle migliori ce ne siano disponibili anche in cartucce commerciali, adesso, perche' non mi sono tenuto al corrente con questo calibro.

                        Pubblicita STANDARD

                        Comprimi

                        Ultimi post

                        Comprimi

                        Unconfigured Ad Widget

                        Comprimi
                        Sto operando...
                        X