annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Cartucce con max potere d'arresto, 30 06

Comprimi

Mantieni online il sito per tutto il 2019

Comprimi
Le donazioni inviate sino ad oggi hanno ricoperto il (44%) dei costi necessari.
X
Comprimi
Su questa pagina ci sono 1 persona/e che stanno leggendo il contenuto di questa discussione: (0) Utenti registrati - (1) Ospiti
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • #16
    Originariamente inviato da fede 70 Visualizza il messaggio
    In una discussione sul 9,3 mi è sembrato di capire che in canne da 50 cm vengano stabilizzate al meglio palle da 250 grs., quindi volendo perseguire in primis la precisione nel tiro dovrei attestarmi su questo peso di palla... ma entro i canonici 100 metri quanto è rilevante la differenza di caduta di palla del 9,3 rispetto ad una 180 grs in 30 06 (quelle che ho sempre usato) sparata sempre con canne da 50 cm? Non vorrei trovarmi a fare calcoli complicati, ho sempre tarato 1 cm alto a 50 metri e non dovevo fare troppi giri sparando sino ai 100. D'accordo sul maggior potere di arresto del 9,3 su tiri brevi e medi, ma sino ai 100-150 cosa mi devo aspettare dal 9,3? Se optassi per palle da 232 grs, risulterebbero meno " precise"?
    Grazie per le risposte.
    ciao Fede
    credo che tu ti ponga problemi eccessivi.
    precisione e tensione di traiettoria fino a 150 m non dovrebbero dare alcun problema, neanche in canna corta, a prescindere dal peso palla. Per eventuali ed improbabili problemi di precisione, tali da compromettere gli esiti del tiro, le cause sarebbero da ricercarsi altrove
    salutoni

    - - - Aggiornato - - -

    Originariamente inviato da L.S. Visualizza il messaggio
    Questo è il link delle munizioni RWS, alla pagina 24 trovi il 30-06 e a pagina 26 trovi il 9,3x62.

    https://rws-munition.de/fileadmin/rw...2013_final.pdf

    Le prove sono fatte con canne da 600 mm, come puoi vedere le palle del 9,3X62 sono palle più lente ma hanno maggiore energia, le parabole dei 2 calibri tarati alla stessa distanza fino a 150metri sono molto simili.
    Andando a sparare a 150 metri su animale in movimento, la minore velocità delle palle del 9,3x 62 comporta a dare un' anticipo maggiore.
    Esempio: la differenza di velocità delle palle da te citate (250 grs in 9,3x62 e 180 grs in 30-06) è di 50 m/s,
    quindi facendo due conti, il 9,3x62 arriva sulla sagoma in (spazio in mt /velocità in m/s) 150/667= 0,2248 secondi ,
    mentre il 30-06 (palla hm) 150/717=0.2092 secondi,
    la differenza di impatto trai due calibri è 0,2248- 0,2092= 0.0156 secondi.
    Supponiamo che un cinghiale corre a 42 km/h equivalente a 11,66 mt/sec, otteniamo 11.66/0.0156= 0.1818 mt equivalenti a 18,18 cm (questa è la differenza di aniticipo).

    Da non sottovalutare che l'animale si muove, quindi l'anticipo alla velocità di 42km/h alla distanza di 150 mt sarà =
    11,66 / 717 = 0.01626 mt= 16.26 cm (anticipo per il 30-06)
    16,26 + 18,18= 34.44 cm (per il 9,3x 62)

    Non è mai facile calcolare velocità dell'animale, distanza ecc.. e quindi dare il giusto anticipo.
    Quello che differenzia il 9,3x 62 dal 30-06 è il potere di arresto , se osservi la tabella le munizioni UNI classic da 293 grs a 150 metri hanno ancora oltre 4000 J di energia, roba che il 30-06 questa energia l' ha all'uscita della canna, mentre su munizioni da 247 grs palla KS (ottima palla) a 150 mt ha ancora più di 3500 J di energia, oltre 500 J di differenza dal 30-06.
    Saluti
    ciao L.S.
    vorrei sapere se qualcuno ha mai provato a cronografare il 9.3x62. In altri calibri mi sono saltate fuori un bel po' di sorprese; p.es in 243W, canna 58 cm, con palla 100 grs la sola cartuccia di serie che realizzasse poco più di 900 m/s è stata la Norma (fra quelle da me provate), mentre tutte le tabelle dichiaravano 20 o 30 m/s in più. Credo che il 9.3x62 possa effettivamente far di meglio per via della expanding ratio pi favorevole, ma sarei curioso di sapere se qualcuno l'ha provato
    salutoni
    Dai per scontato che ciò che dai per scontato è sbagliato

    COMMENTA


    • #17
      Personalmente non ho mai provato e non conosco nessuno, mi affido solo alle tabelle delle ditte che caricano munizioni commerciali.
      Saluti

      COMMENTA


      • #18
        [QUOTE=lupozoppo;986709]ciao Fede
        credo che tu ti ponga problemi eccessivi.
        precisione e tensione di traiettoria fino a 150 m non dovrebbero dare alcun problema, neanche in canna corta, a prescindere dal peso palla. Per eventuali ed improbabili problemi di precisione, tali da compromettere gli esiti del tiro, le cause sarebbero da ricercarsi altrove
        salutoni

        Penso tu abbia ragione. Non ho mai neanche tirato con un 9,3... Per il momento ho ordinato cmq l'arma... Aspetto di provare quando me la consegneranno.
        Saluti.
        - - - Aggiornato - - -

        COMMENTA


        • #19
          Io ho cronografato il 9,3x62 in canna da 51. Palla Alaska 286 grani con Norma 202 a carica 0,5 grani sotto la dose massima. Il risultato era fra i 670 e 680 m/sec. Le norma commerciali indicano sul "bugiardino" 720 m/sec (in canna da 61 credo).

          COMMENTA


          • #20
            Originariamente inviato da Marcydf Visualizza il messaggio
            Io ho cronografato il 9,3x62 in canna da 51. Palla Alaska 286 grani con Norma 202 a carica 0,5 grani sotto la dose massima. Il risultato era fra i 670 e 680 m/sec. Le norma commerciali indicano sul "bugiardino" 720 m/sec (in canna da 61 credo).
            mi sembra un gran bel risultato
            Dai per scontato che ciò che dai per scontato è sbagliato

            COMMENTA


            • #21
              Originariamente inviato da alcn30.06 Visualizza il messaggio
              Ciao..
              la palla perfetta nn esiste ognuno ha la sua preferita ma la palla perfetta nn esiste..se t'interessa la palla ke ferma l'animale e nn t'interessa lo stopping power usa una tradizionale Sp o Rn oppure una bt da 180gr e vedrai come li blocchi sul posto xò la spoglia nn la rispetti..

              Io pure sto cercando una palla da ricaricare per la mia 30.06 e sono indirizzato alla hornady interlock RN 180gr ke ha detto di tutti è una grande palla per la battuta xò nn so se camerata in cartucce originali..fin ora ho sempre usato con buoni risultati le power point 180gr ma da questa stagione si cambia la passione per la ricarica è stata troppo forte!!

              Un mio caro amico carica con grandi risultati la norma Vulkan credo ke la versione originale sia altrettanto valida..

              saluti,Alberto

              Ciao, io come dice Alberto uso la Vulcan in 180 grani nel 30.06 da diversi anni e sinceramente mi trovo molto bene, diciamo che i cinghiali che se ne sono andati feriti sono davvero pochi rispetto al numero di abbattimenti, oltre a quelli che se ne sono andati padellati ma li è stata pecca del tiratore ahahah cmq certo è una palla per tiri medi perché dalla sua forma piatta perde di precisione sulle lunghe distanze ma fino ai 100/150 m funziona bene quindi è più che soddisfacente per un uso in battuta soprattutto per chi tira senza ottica ed a livello di danni diciamo che non sono eccessivi anzi ho potuto notare a differenza di altre palle che dove entra brucia la carne ma non va a creare delle micro lesioni ai tessuti circostanti e quindi non insangua ampie zone anche abbastanza lontani dal punto ove è entrata la palla. Palla altrettanto valida con un poco di potere di arresto in meno rispetto alla precedente è la norma Oryx in 180 grani.
              Io le carico entrambi ma credo che anche le cartucce originali siano altrettanto valide.
              Ovviamente è una mia preferenza del tutto discutibile perché il mercato delle ogive per il rigato è vastissimo dipende ognuno cosa vuole ottenere dalla palla che utilizza e quanto vuole anche spendere, ci sono palla che bloccano molto bene ma che allo stesso tempo devastano l'animale e che sono più economiche rispetto ad altre che magari riescono ad avere poteri d'arresto similari con danni più contenuti.

              Saluti, Giuseppe.

              COMMENTA


              • #22
                Salve ha tutti,mi sono da poco regidtrato.

                COMMENTA


                • #23
                  Io ho sempre caricato palle palle vulkan da 180 e 196 gr nei cal. 8x57js e 30/06 e nn ho mai avuto problemi di abbattimento.

                  COMMENTA


                  • #24
                    Originariamente inviato da Alpino T. Visualizza il messaggio
                    Salve ha tutti,mi sono da poco regidtrato.
                    Ben arrivato e buona permanenza.

                    COMMENTA


                    • #25
                      Originariamente inviato da Alpino T. Visualizza il messaggio
                      Io ho sempre caricato palle palle vulkan da 180 e 196 gr nei cal. 8x57js e 30/06 e nn ho mai avuto problemi di abbattimento.
                      Ti credo.

                      COMMENTA


                      • #26
                        Ciao a tutti. Mi date qualche consiglio per il 308 winchester....?

                        COMMENTA


                        • #27
                          Riprendiamo questa discussione.
                          Parliamo di potere d'arresto; per uno come me che ha usato poco la carabina, fatto poche prove, (casalinghe), abbattuto pochi cinghiali, (con la carabina parlando). Ha molta sete di sapere.
                          I cinghiali che ho abbattuto io, sia con carabina che con cal.12 e 20 tutti dico tutti non sono rimasti "secchi", nel senso che qualcuno ha fatto un pò di strada, altri sono caduti, ma sono morti dopo spasmi atroci, qualcuno si è rialzato e poi ricaduto, altri hanno sbattuto per parecchio, attimi in cui non potevo muovermi per andarli a finire. La maggior parte...se non tutti, presi in punti vitali.
                          Io vorrei una cartuccia con palla adeguata a stoppare l'animale sul posto, (sempre se preso nel punto giusto). Quale cartuccia del 30.06, secondo voi provoca uno stop come quello del video che vi andrò a proporre, dove si vede in tutti i tiri, (o quasi), che l'animale rimane sulla botta, (come si suol dire), e non fa più nessun movimento? Grazie agli esperti che mi risponderanno.

                          https://www.youtube.com/watch?v=Xz3HTakmeV4
                          Ciao Mauretto, sarai sempre nei miei pensieri.
                          Sta il cacciator fischiando
                          sull'uscio a rimirar..........

                          COMMENTA


                          • #28
                            Ci sono un infinità di variabili che impediscono una risposta certa a questa domanda. L’animale per rimanere sul posto in primis deve essere colpito in punti specifici ad esempio la colonna(collo o spalla), dato questo una buona palla commerciale dovrebbe fare il suo. personalmente preferisco, per il 30 06 in battuta palle un poco più pesanti(180gr), ho notato che l’animale accusa maggiormente l’impatto e tende a rimanere maggiormente sul posto.

                            la grossa differenZa le palle devono farla quando l’animale non è colpito perfettamente, in questi casi lo shock a mio parere è fondamentale perché neutralizza l’animale ed ha il vantaggio di stopparlo per darti una seconda possibilità di tirò su un grande incassatore come il cinghiale.

                            riassumendo, personalmente la migliore cartuccia che ho utilizzato in quanto a precisione, potenza d’arresto e prezzi umani è la Winchester power point da 180grs, sicuramente ce ne saranno di migliori ma 60/70 euro per 25 cartucce a mio avviso sono troppi. Saluti
                            walker960walker e teufel.35 piace questo post.

                            COMMENTA


                            • #29
                              La palla conta fino a un certo punto. Certo, deve essere dura abbastanza da penetrare negli organi vitali interni senza spappolarsi sulla cotenna o sullo "scudo" cartilaginoso dei verri, e tenera abbastanza da espandersi bene mentre passa gli strati esterni per danneggiare gli organi vitali il piu' possibile. Il mio consiglio per te e' di usare o le Nosler Partition o le Swift A-Frame, ambedue da 180 grani. Adesso pero' passiamo a cio' che veramente conta: quando spari ad un animale, duro o tenero a morire che sia, e ne colpisci la "caldaia" (zona che contiene polmoni e cuore) la morte non e' sempre immediata, con qualsiasi calibro e con qualsiasi palla di peso e struttura adeguate. Anche col cuore ed i polmoni spappolati, il cervello e' ancora "carburato" dal sangue che ha appena ricevuto. Con soltanto i polmoni spappolati e col cuore che continua a battere, aggiungi anche l'adrenalina che adesso e' pompata in gran volume (e che in battuta era gia' alta per via della paura e dell'inseguimento dei cani) e il cervello va in overdrive. L'animale accellera, e soltanto quando i polmoni non possono piu' mandare ossigeno al cervello l'animale perde conoscenza e cade. Invece una palla che leda direttamente il sistema nervoso centrale (cervello, osso del collo, spina dorsale) puo' fermare l'animale immediatamente. A volte una palla al petto puo' fermare l'animale sul posto come una lesione diretta al sistema nervoso centrale, ma se cio' accade e' quasi sempre perche' il sistema nervoso centrale e' stato leso indirettamente ma gravemente da una lesione indiretta: l'effetto dello shock idrodinamico ha dato un colpo d'ariete tale al corpo che anche il sistema nervoso centrale ne e' stato interessato--ecco perche' spesso i calibri "esagerati" sbattono in terra l'animale con la loro tremenda "onda d'urto" anche se la palla e' passata ben lontana dalla colonna vertebrale, o collo, o cranio; oppure se la palla ha colpito un osso della spalla che ha trasmesso lo shock al collo o alla colonna vertebrale e' come se l'urto fosse stato dato alla colonna vertebrale stessa. A volte poi capita che un animale puo' essere temporaneamente paralizzato dall'urto di una palla e dal conseguente shock al sistema nrvoso centrale, ma se la palla non ha causato danni permanenti ne' al sistema nervoso, ne' ad organi vitali, l'animale puo' riprendersi e fuggire. A me e' capitato con uno yearling di cervo Sitka Blacktail. La palla della .30-06 lo prese troppo in alto, sul garrese, sfiorando una di quelle proiezioni ossee puntute sul sommo delle vertebre, Lo shock lo fece cadere fulminato, ma quando arrivai ad esso si riprese e sarebbe riuscito a scappare se non avessi avuto il coltello in mano, col quale gli tagliai la gola dopo averlo afferrato con l'altra mano. Sono sicuro che se fosse riuscito a fuggire sarebbe sopravvissuto alla ferita superficiale. Come esempio opposto, ua volta sparai ad una cerva della stessa specie. La palla, un po' troppo bassa, ne fece esplodere la punta del petto, dal quale il cuore, staccato del tutto dalle aorte, cadde e rimase sul terreno, mentre la cerva continuo' a correre per parecchi metri, circa 60, prima di cadere. Una cerva mulo nel Montana, colpita esattamente al cuore mentre pascolava tranquilla (niente adrenalina), cadde, poi si rialzo' e se ne stava andando via come se nulla fosse accaduto. La fermai con un altro colpo al collo, e quando la sventrai vidi che il primo colpo le aveva completamente distrutto e srotolato il cuore, che era diventato un pezzo di carnaccia sanguinolenta lungo e stretto. Neanche lo si poteva riconoscere come un cuore. E anche i polmoni erano un disastro. Ma aveva ancora abbastanza ossigeno nel cervello per alzarsi e camminare. Non credo che sarebbe andata troppo lontano, ma il primo colpo fermata non l'aveva di certo.
                              Ecco perche', come ho spesso scritto qui, io uso un calibro esagerato e sparo alla punta della spalla. La gross palla del .338 WM colpisce osso e cartilagine, lede direttamente o quasi la colonna vertebrale dove entra nel torace, ed allo stesso tempo spappoloa la parte anteriore dei polmoni prima di proseguire e spaccare l'altra spalla prima di uscire. 9,9 volte su dieci il cervo cade sul posto anche se non morto, ma e' completamente paralizzato e le lesioni ai polmoni e ai grossi vasi sanguigni sotto la spina dorsale ne causano la morte entro pochissimi secondi. Dove caccio io un cervo che corre per 100 metri dopo essere stato colpito a cuore e/o polmoni puo' essere un cervo perduto e sprecato. La macchia e' fittissima, piena di liane spinose che ti si aggrovigliano e ti immobilizzano. Se il cervo non cade sul posto, al minimo e' un lavoraccio immane per recuperarlo--se lo trovi e se riesi a raggiungerlo.
                              In battuta, quando si tira ad un animale in corsa, il tiro ragionato e chirurgico non e' possibile. Quindi aspettati che una buona percentuale di animali continui a correre dopo essere stati colpiti. Ma voi avete cani e canai, e li ritroverete di sicuro se il colpo era letale. Certo, un cinghiale impanciato con un .460 Weatherby e' sempre impanciato, ed e' possibile perderlo. Una volta colpii una lepre nella pancia con un colpo di revolver cal. .44 Magnum. Scappo' via e non riuscii a trovarla. Per una lepre essere colpita con una palla della .44 Mag e' come per un essere umano essere colpito da un proiettile di obice... Eppure...
                              teufel.35 piace questo post.
                              CHI SE FA PECORA OBBEDISCE AR PECORARO!

                              COMMENTA


                              • #30
                                Originariamente inviato da novellino88 Visualizza il messaggio
                                Ci sono un infinità di variabili che impediscono una risposta certa a questa domanda. L’animale per rimanere sul posto in primis deve essere colpito in punti specifici ad esempio la colonna(collo o spalla), dato questo una buona palla commerciale dovrebbe fare il suo. personalmente preferisco, per il 30 06 in battuta palle un poco più pesanti(180gr), ho notato che l’animale accusa maggiormente l’impatto e tende a rimanere maggiormente sul posto.

                                la grossa differenZa le palle devono farla quando l’animale non è colpito perfettamente, in questi casi lo shock a mio parere è fondamentale perché neutralizza l’animale ed ha il vantaggio di stopparlo per darti una seconda possibilità di tirò su un grande incassatore come il cinghiale.

                                riassumendo, personalmente la migliore cartuccia che ho utilizzato in quanto a precisione, potenza d’arresto e prezzi umani è la Winchester power point da 180grs, sicuramente ce ne saranno di migliori ma 60/70 euro per 25 cartucce a mio avviso sono troppi. Saluti
                                Se consideri quanto spendi per la caccia, e quante cartucce spari ogni anno, anche cartucce a 100 Euro alla scatola da 25 sono una spesa infinitesimale rispetto a tutti gli altri costi. Quindi meglio essere sicuri che cio' che spari sia di qualita' superiore ed efficacia indiscutibile, cosi' tutte le altre spese sostenute non saranno in vano a causa di una cartuccia che non fa il dovere suo. Almeno questa e' la scusa che usavo con mia moglie quando compravo le cartucce Remington Hevi-Shot al tungsteno quando cominciarono a costare tre dollari a botta--e ad anatre in un giorno ne spari di piu' di quante ne spari ai cinghiali in un mese...
                                CHI SE FA PECORA OBBEDISCE AR PECORARO!

                                COMMENTA

                                Pubblicita STANDARD

                                Comprimi

                                Ultimi post

                                Comprimi

                                Unconfigured Ad Widget

                                Comprimi
                                Sto operando...
                                X