annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Cannocchiali per battuta

Comprimi

Mantieni online il sito per tutto il 2019

Comprimi
Le donazioni inviate sino ad oggi hanno ricoperto il (44%) dei costi necessari.
X
Comprimi
Su questa pagina ci sono 1 persona/e che stanno leggendo il contenuto di questa discussione: (0) Utenti registrati - (1) Ospiti
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Cannocchiali per battuta

    ciao a tutti volevo comprare un cannocchiale per la caccia in battuta che non superasse i 500 euro ero indeciso fra due modelli se qualcuno li vuole cercare e darmi un suo parere ne sarei molto felice. i modelli sono il burris fullfield mtac 1-4x24 o l'optisan 6z 1-6x24 se qualcuno ne conosce altri con caratteristiche simili sono sempre ben accetti i consigli, poi volevo sapere se qualcuno che già li usa se si starano facilmente prendendo dei colpi o cose simili grazie a tutti saluti

  • #2
    io ho visto usare molto positivamente il burris....
    approfitto del post per inseriren uno che costa ancora meno.... optisan MAMBA

    COMMENTA


    • #3
      lo hai provato è buono?

      COMMENTA


      • #4
        ne ho provato la versione per la caccia crepuscolare e mi sembra una bell ottica

        COMMENTA


        • #5
          conosco il burris, per averlo visto usare con successo, ma non l'optisan.
          comunque abbi cura che il reticolo sia illuminabile, regolando l'ottica su 1x ed accendendo l'illuminazione potrai usarlo con entrambi gli occhi aperti quando pioggia, condensa (esterna) neve e quant'altro ti impediranno una buona visione
          Dai per scontato che ciò che dai per scontato è sbagliato

          COMMENTA


          • #6
            Sono sempre dell'avviso che per qualsiasi cosa acquistata "chi piu' spende meno spende".
            Chi fa un "importante" spesa iniziale ed acquista cose affidabili e di qualità, sicuramente ha meno probabilità di andare incontro a guasti e problematiche che porteranno a ulteriori spese future, rendendo vano il risparmio iniziale. Un prodotto "blasonato" che richiede un investimento iniziale elevato ha piu' possibilità di essere un domani rivenduto permettendoci di recuperare parte del denaro speso.
            Da tenere in considerazione sicuramente (magari previa visione) l'indirizzarsi verso il mercato dell'usato.
            A parità di spesa, preferirei acquistare un buon usato dei marchi piu' conosciuti, magari di un modello antecedente (parlando di ottiche da battuta) leggasi Zeiss, Swarovski, Leica ( a trovarlo) Leupold, S&B piuttosto che i marchi sopra citati. Prodotti ottimi per carità ma un domani difficili da "sbolognare".
            Gli ingrandimenti da 1x, valido anche l'1,5X a salire con dot (piu' che reticolo) illuminato, all'interno del tubo meno croci e crocicchi ci sono meglio è. E' il punto rosso che va acquisito celermente (con entrambi gli occhi aperti) e posizionato sul bersaglio.
            Le ottiche difficilmente si starano (cinesate a parte), piuttosto è il sistema di montaggio sull'arma che va particolarmente curato.
            Slitte e attacchi a sgancio rapido devono giocoforza essere di ottima fattura e come sappiamo anche qui la qualità ha un costo.
            Meglio lesinare "qualcosina" sull'ottica ma non sul sistema di connessione della stessa all'arma.

            COMMENTA


            • #7
              Originariamente inviato da Seadweller Visualizza il messaggio
              Sono sempre dell'avviso che per qualsiasi cosa acquistata "chi piu' spende meno spende".
              Chi fa un "importante" spesa iniziale ed acquista cose affidabili e di qualità, sicuramente ha meno probabilità di andare incontro a guasti e problematiche che porteranno a ulteriori spese future, rendendo vano il risparmio iniziale. Un prodotto "blasonato" che richiede un investimento iniziale elevato ha piu' possibilità di essere un domani rivenduto permettendoci di recuperare parte del denaro speso.
              Da tenere in considerazione sicuramente (magari previa visione) l'indirizzarsi verso il mercato dell'usato.
              A parità di spesa, preferirei acquistare un buon usato dei marchi piu' conosciuti, magari di un modello antecedente (parlando di ottiche da battuta) leggasi Zeiss, Swarovski, Leica ( a trovarlo) Leupold, S&B piuttosto che i marchi sopra citati. Prodotti ottimi per carità ma un domani difficili da "sbolognare".
              Gli ingrandimenti da 1x, valido anche l'1,5X a salire con dot (piu' che reticolo) illuminato, all'interno del tubo meno croci e crocicchi ci sono meglio è. E' il punto rosso che va acquisito celermente (con entrambi gli occhi aperti) e posizionato sul bersaglio.
              Le ottiche difficilmente si starano (cinesate a parte), piuttosto è il sistema di montaggio sull'arma che va particolarmente curato.
              Slitte e attacchi a sgancio rapido devono giocoforza essere di ottima fattura e come sappiamo anche qui la qualità ha un costo.
              Meglio lesinare "qualcosina" sull'ottica ma non sul sistema di connessione della stessa all'arma.
              mi dispiace doverti contraddire
              uso da ben 27 anni 2 Tasco 1,75-5 x 20, hanno sopportato di tutto, non solo acqua neve gelo cadute ecc. , sul terreno di caccia, perchè li ho utilizzati molto anche al poligono: hanno sopportato centinaia di colpi (30/06 auto e 375 H&H). li ho montati, per farglieli provare, anche su alcune carabine di amici; anche per questo motivo hanno dovuto sopportare moltissime ritarature, l'altro motivo è che li spesso ritarate quando cambiavo carica/cartuccia.
              SONO ANCORA PERFETTI, sentono benissimo i click, tengono la taratura, tengono l'acqua ecc. ecc. In maniera identica si sono comportati altri 5 o 6 cannocchiali dello stesso modello acquistati da alcuni miei amici, altri Tascco 3-9 x 40 TR montati uno da me e 4 o 5 da miei amici, gli Weaver , il primo l'ho preso nel 76 e glie ne ho fatte di tutti i colori. affidabilissimi anche gli economici attacchi Weaver.
              purtroppo non si può dire lo stesso di alcuni blasonatissimi cannocchiali (fortunatamente non miei perchè ho sempre acquistato solo roba americana) che hanno funestato le cacce o le sessioni al poligono dei loro proprietari: click fantasiosi, reticolo ballerino, tenuta della taratura approssimativa (altro che non si starano!), entrata di condensa ecc. ecc.
              stiamo parlando d'un periodo di tempo di quarant'anni e di oltre una ventina di persone, ognuna delle quali ha posseduto o possiede molte carabine; quindi un campione ben numeroso! oggi quasi tutti acquistano solo ottiche americane; uno ha acquistato otto nord coreane, è ne è ben soddisfatto, come io lo sono delle mie due.
              salutoni
              Dai per scontato che ciò che dai per scontato è sbagliato

              COMMENTA


              • #8
                Con una Panda ci puoi tranquillamente andare in ferie, senza problemi, ma di li a dire che lo fai con lo stesso confort e la stessa sicurezza di un Audi A8 è un'altra cosa.

                COMMENTA


                • #9
                  Comunque se si deve spendere 500€ per un cannocchiale di dubbia qualità perchè non spendere la stessa somma per un buon punto rosso?

                  Io comunque ho poca voce in capitolo perchè dal 2008 caccio con lo Z6 e non sento il bisogno di altro.

                  Saluti

                  Claudio - siena

                  COMMENTA


                  • #10
                    sulla dubbia qualità, come ho già citato, avrei molto da eccepire, la numerosità del campione parla chiaro. Anche sul comfort ecc. avrei molto da eccepire, dover utilizzare 15 - 20 colpi, anzichè i soliti 5 -10, per effettuare una taratura NON E' comfort.
                    Per ciò che concerne la qualità di certe ottiche superblasonate rimanderei a quanto già detto sui molti miei amici che le hanno ormai sostituite ed accantonate, in particolare a quello che, nel bel mezzo di una foresta canadese ha dovuto smontare l'ottica e tirare con tacca e mirino !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!.
                    buona Pasqua a tutti
                    Dai per scontato che ciò che dai per scontato è sbagliato

                    COMMENTA


                    • #11
                      lupozoppo.... purtroppo non ho recepito niente del tuo ultimo post... ti spiegheresti meglio? sono interessto ciao ciao

                      COMMENTA


                      • #12
                        Originariamente inviato da andrea solengo Visualizza il messaggio
                        lupozoppo.... purtroppo non ho recepito niente del tuo ultimo post... ti spiegheresti meglio? sono interessto ciao ciao
                        ciao Andrea
                        scusa se non sono stato chiaro. Intendevo dire che la storia delle ottiche blasonate, del "chi più spende meno spende" ecc. per me è solo un luogo comune che appartiene al passato remoto. Faccio parte di un numeroso gruppo di amici, tutti appassionati di armi rigate già da decenni, tutti proprietari di molte armi ed ottiche, tutti criticoni che vanno a provare ben bene arma ed ottica, propensi a cercare il pelo nell'uovo. Bene: le delusioni venute dalle cosiddette ottiche blasonate, per intenderci quelle due o tre marche europee molto costose, sono state numerose. Una in particolare ha dato, in molti esemplari di diversi modelli, notevoli problemi di taratura dovute alle regolazioni "fantasiose", mancata tenuta della taratura nel tempo e soprattutto al variare della temperatura (bisogna sempre fare numerose prove in condizioni diverse per sapere se una cosa funziona davvero) e, quel che è peggio, brutte sorprese sul terreno di caccia.
                        Ottiche più modeste di origine americana, giapponese, ma anche europea e coreana, si sono rivelate ben più affidabili.
                        Quando parlo di numerosità del campione intendo dire che se teniamo conto del numero delle persone x il numero delle armi possedute da ciascuno x il numero delle ottiche x il numero delle prove effettuate sia al poligono che a caccia dà un totale davvero significativo. Un conto è fare due prove e dire OK TUTTO BENE, un conto è andare ad approfondire, e soprattutto farlo in tanti, per eliminare il rischio di interpretazioni soggettive!!!!!!!!
                        Concludendo: ci siamo fatti l'idea che certe marche, da decenni, si siano ridotte a griffes con un rapporto qualità prezzo molto sfavorevole e che paradossalmente la loro principale attrattiva sia rappresentata proprio dal loro costo, che le eleva a livello di status simbol, e che, di riflesso, conferisce al loro proprietario un discutibile prestigio.
                        Brutto a dirsi.
                        Salutoni
                        Dai per scontato che ciò che dai per scontato è sbagliato

                        COMMENTA


                        • #13
                          Beh, a questo punto consiglia secondo te quali sono le migliori.

                          Claudio - siena

                          COMMENTA


                          • #14
                            Premetto: "Lungi da me voler sembrar saccente" e cospargendomi il capo di cenere dico:
                            Se si parla di Cannocchiali, da utilizzare in battuta in poligono o nel tiro di precisione, una prerogativa è chiara a tutti.
                            Qualità delle lenti, robustezza, precisione dei meccanismi interni, resistenza agli agenti atmosferici ed alle intemperie etc.....
                            Se si parla di "numerosità di campione", quale miglior test realizzato "negli anni e sul campo" "teatri di guerra o missioni di pace" dove neve, pioggia, fango, polvere, sabbia, sole, sbatacchiatura sui mezzi e chi più ne ha più ne metta fatta e comprovata dai militari ?
                            Sui sistemi di puntamento, dove la prerogativa non è abbattere un animale ma salvare vite umane o riporre la serenità di uno stato non si è mai scesi a compromessi riguardo l'affidabilità e la robustezza, ed un motivo sicuramente ci sarà.....
                            Osserviamo i marchi delle ottiche utilizzate a livello Globale dagli "specialisti" e rispondiamoci da soli, poi si può star qui a parlare per giornate intere..... e francamente mi fa un gran piacere, "il confronto ci aiuta a crescere"
                            Un abbraccio

                            COMMENTA


                            • #15
                              Allora facciamo così, io da sempre uso Swarovski, tanto per non far nomi, ho un PF 8X56 sul .270W, uno Z6 3-18X50i HD sul 300WM e uno Z6 1-6x24i sulla semiautomatica in 30.06.
                              In tanti anni di utilizzo mai un problema.
                              Ammetto che la mia esperienza è limitata perchè ho usato solo questi.
                              Mi piacerebbe sapere però quali sono secondo voi quelli che meritano di più, non me ne frega niente se sono meglio o peggio dei miei, non stiamo facendo una classifica che comunque sarebbe impossibile e ognuno avrebbe la sua, vorrei solo altre opinioni.
                              Ma se non fate nomi si rimane nel nebbioso spinto.

                              Saluti

                              Claudio - siena

                              COMMENTA

                              Pubblicita STANDARD

                              Comprimi

                              Ultimi post

                              Comprimi

                              Unconfigured Ad Widget

                              Comprimi
                              Sto operando...
                              X