annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Coldiretti Macerata contro cinghiali “doppiette” libere per agricoltori

Comprimi

Mantieni online il sito per tutto il 2019

Comprimi
Le donazioni inviate sino ad oggi hanno ricoperto il (44%) dei costi necessari.
X
Comprimi
Su questa pagina ci sono 1 persona/e che stanno leggendo il contenuto di questa discussione: (0) Utenti registrati - (1) Ospiti
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Coldiretti Macerata contro cinghiali “doppiette” libere per agricoltori

    Coldiretti Macerata, contro emergenza cinghiali “doppiette” libere per agricoltori
    Autorizzare gli agricoltori a catturare o abbattere i cinghiali all’interno delle proprie aziende, far ruotare le squadre di cacciatori per evitare che il territorio continui ad essere un allevamento a cielo aperto, estendere l’attività di selezione a Parchi e oasi.
    Sono alcune le proposte avanzate dalla Coldiretti Macerata nel corso di un incontro organizzato nel capoluogo provinciale con i sindaci del territorio, i presidenti delle Comunità montane e la Prefettura per denunciare ancora una volta il problema dei danni causati dagli animali selvatici alle coltivazioni e chiedere l’aiuto delle amministrazioni locali.
    “In questi anni la politica si è dimostrata incapace di far fronte alla situazione e le imprese agricole continuano a veder devastati i propri terreni, con perdita di produzione e di spazi di mercato – sottolinea il presidente della Coldiretti Macerata, Francesco Fucili -. Da qui la nostra richiesta a primi cittadini e amministratori di sostenere le nostre proposte affinché la Provincia dia il via libera a un piano straordinario di abbattimento dei cinghiali”.
    Le azioni dovranno proseguire fino a quando lo stato di emergenza non sia passato, sospendendo anche le azioni messe in campo dagli Atc, gli Ambiti territoriali di caccia.
    “Con gli agricoltori del territorio orami esasperati e pronti ad azione dimostrative, un percorso di modifica dei regolamenti e delle leggi non è percorribile – aggiunge il direttore Assuero Zampini -. Siamo tra l’altro nel pieno delle semine e, con le continue scorribande dei cinghiali, c’è il concreto rischio di consistenti cali di produzione”.
    CHI AMA LA CACCIA VIVE LA NATURA sigpic

  • #2
    Sti cignali sembra che siano diventati una emergenza nazionale.
    Sensa ombra di dubbio dove la presenza è massiccia fanno dei bei casini, e l'ho potuto constatare spesso con i miei stessi occhi.
    Ma ho la vaga sensazione che sotto ci siano interessi diversi dal solo contenimento danni.

    COMMENTA


    • #3
      non è una situazione solo di emergenza.... è una situazione proprio VERGOGNOSA.
      <<Alf>>

      COMMENTA


      • #4
        Originariamente inviato da malavizio Visualizza il messaggio
        Sti cignali sembra che siano diventati una emergenza nazionale.
        Sensa ombra di dubbio dove la presenza è massiccia fanno dei bei casini, e l'ho potuto constatare spesso con i miei stessi occhi.
        Ma ho la vaga sensazione che sotto ci siano interessi diversi dal solo contenimento danni.
        Meno male che non sono l'unico a pensarlo...che i cinghiali ci siano non c'è dubbio, che facciano pure dei danni anche, ma che adesso siano diventati una calamità al pari delle cavallette.....mah, vorrei vedere se è sempre vero al 100%.... Premesso che dei cinghiali non me ne importa nulla ed ho massimo rispetto per chi coltiva la terra e ne trae sostentamento, tanto più che le origini della mia famiglia sono per lo più contadine, ma qui sembra che siano diventate tutte calamità...il caldo, il freddo, la pioggia, la siccità, i cinghiali, i daini.....boh....
        Vivi come se dovessi morire domani, pensa come se non dovessi morire mai...
        Saluti
        Giacomo

        COMMENTA


        • #5
          e quando piove non va ben , quando non piove non va ben, quando gela non va ben , quando nevica non va ben , quando c'e' il sole nn va ben , i cinghiali non vanno ben , i daini e caprioli non vanno ben , e che dio santissimo sempre a lamentare e chiedere lo stato di calamita' alla regione stanno....
          i cinghiali sono un problema serio e la regione non risponde dei danni ??? ke agissero a modo loro , non si tratta di contenimento o altro ,ma parliamo che li levano il pane di bocca....... tanto piangere e lamentarsi serve a poco e poi capita che diventa un vizio frequente...
          GAETANO

          Se avanzo seguitemi , se indietreggio uccidetemi , se mi uccidono vendicatemi......

          COMMENTA


          • #6
            da quando la comunita' europea ha "chiuso"i rubinetti sono sempre a chiedere i danni erano abituati bene !capannoni e incentivi, il casolare da ristrutturare per fare l'agriturismo e giu soldi a fondo perduto e i danni e soldi e i trattori e soldi ecco perche' saluti

            COMMENTA


            • #7
              Originariamente inviato da pipposcolopax Visualizza il messaggio
              da quando la comunita' europea ha "chiuso"i rubinetti sono sempre a chiedere i danni erano abituati bene !capannoni e incentivi, il casolare da ristrutturare per fare l'agriturismo e giu soldi a fondo perduto e i danni e soldi e i trattori e soldi ecco perche' saluti
              Quoto.....purtroppo e' in buona parte così che funziona....
              Vivi come se dovessi morire domani, pensa come se non dovessi morire mai...
              Saluti
              Giacomo

              COMMENTA

              Pubblicita STANDARD

              Comprimi

              Ultimi post

              Comprimi

              Unconfigured Ad Widget

              Comprimi
              Sto operando...
              X