annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Compensatore di traiettoria

Comprimi

Mantieni online il sito per tutto il 2019

Comprimi
Le donazioni inviate sino ad oggi hanno ricoperto il (53%) dei costi necessari.
X
Comprimi
Su questa pagina ci sono 1 persona/e che stanno leggendo il contenuto di questa discussione: (0) Utenti registrati - (1) Ospiti
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • vivailpelo
    ha risposto
    Ars Venandi, cambia molto, se la richiesta l'hai fatta per cultura venatoria fai bene ad approfondire e ad acquisire più notizie possibile.
    Se lo fai per andare a caccia la mia esperienza venticinquennale dice prendi la cosa più semplice possibile ed avrai sicuramente ottimi risultati. Poi in futuro potrai dedicarti con cautela a questi marchingegni, appurando prima che non servano solo a farti ferire qualche animale.

    Ciao

    Claudio - siena

    Lascia un commento:


  • giovannit.
    ha commentato in 's risposta
    No, P.F., l'articolo del quale ho postato il link parla di focus (fuoco). Ma il parallasse per le ottiche da centerfire e' in genere regolato in fabbrica per le 100 yarde, a meno che non sia regolabile dal tiratore.

  • germano56
    ha risposto
    Originariamente inviato da Pieffe50 Visualizza il messaggio
    Buono solo x poligono o a luce splendente.
    Io quel tipo di ottica l'ho utilizzata con enorme soddisfazione, sia a caccia che in poligono per i tiri di prova. Per la caccia al capriolo, per chi volesse spendere poco, intorno ai 200/250 euro e avere gli stessi risultati di un'ottica dal costo di 1.200/1.300 euro il NIKKO STIRLING GOLD CROWN 4-12X42 glielo consiglio, quei pochi euro sono spesi benissimo. Io non tiro al capriolo a lunghe distanze quindi non posso dire come si comporta l'ottica a 300 m. ma a 130/140 m. si comporta come un cannocchiale di fascia alta. Il problema non è la luminosità, il capriolo lo si riesce ad inquadrare bene fino a quando con il binocolo si riesce a valutare il capo da abbattere. Se si riesce a valutare difficilmente non si è in condizioni di vedere il reticolo anche se sottilissimo. A questo cannocchiale l'unica cosa che gli manca è il puntino luminoso. Ma per il capriolo il puntino luminoso non serve. Attualmente in spazi aperti, fino alle 20.40 anche con il cielo velato il reticolo anche se sottile si vedeva ancora bene, un capriolo a 130 m. è abbattibile. Non si può chiedere oltre a un cannocchiale che costa 250 euro.

    Lascia un commento:


  • Pieffe50
    ha commentato in 's risposta
    Buono solo x poligono o a luce splendente.

  • Pieffe50
    ha commentato in 's risposta
    Forse stai parlando di paralasse.

  • germano56
    ha risposto
    Originariamente inviato da giovannit. Visualizza il messaggio

    Da cio' che ho letto, le ottiche da fucili a cartucce sono fatte per resistere al rinculo, il movimento retrogrado del fucile allo sparo. Ma i fucili a.c. a pistone tanno una botta e controbotta quasi simultanee in due direzioni diverse: quando il pistone scatta in avanti, il fucile si muove all'indietro, ma quando il pistone si ferma improvvisamente dopo aver raggiunto la fine della sua corsa, il fucile si muove in avanti. Questo "uno-due" scassa le ottiche da fucile a cartuccia montate su fucile a.c. a pistone. Presumo che quelli a gas o a riserva d'aria compressa in un serbatoio, e cioe' senza pistone, non provochino danni all'ottica. QUindi le ottiche da a.c. sono in realta' molro robuste, ed usabili su fucili a cartucce. Adesso che mi sono informato, mi rimangio umilmente cio' che ho detto prima, cioe' che le ottiche da a.c. non si dovrebbero usare su fucili a cartucce. Ma... (c'e' sempre un ma) ho anche letto che in genere le ottiche da a.c. sono messe a fuoco in fabbrica per brevi distanze, compatibili con la poca potenza e minore gittata di queste armi, mentre invece quelle da fucili a cartuccia hanno un fuoco piu' lungo, e a breve distanza l'immagine puo' essere leggermente sfocata. Io non ho un'ottica da a.c. perche' se un'arma non fa un botto forte e non rincula non mi da' soddisfazione. Quindi non posso fare paragoni. Riporto soltanto quello che chi se ne intende ha scritto.
    L'ho avuta per qualche anno, sul 223, l'ho tarata una sola volta, mi è caduta due volte, e alle verifiche non si è spostata. Non credo sia un'ottica affidabile per tiri a lunga distanza, però intorno ai 130 m. ha detto sempre la verità, l'unico neo, il reticolo sottilissimo.

    Lascia un commento:


  • teufel.35
    ha risposto
    Originariamente inviato da arsvenandi Visualizza il messaggio

    Grazie per i consigli, ne farò tesoro

    A qualcuno potrà sembrare strano questo approccio solamente teorico informativo sulla caccia con il rigato ma per me non lo è perchè nella mia regione questa forma è misconosciuta ai più e non si sa nemmeno a chi chiedere un piccolo consiglio, nemmeno le armerie sanno darti un consiglio se non per le carabine semiauto ma poi non hanno la capacità di tarare un ottica o un red dot, i poligoni scarseggiano e quei pochi sono lontani e disorganizzati, oltre che pietosi nell aspetto. quindi abbiate pazienza se vi torturerò ancora con domande più o meno stupide.
    Martino, perche' ti fai tanti problemi....qui' ci sono persone che un aiuto o un consiglio non te lo negheranno MAI....quindi, procedi nel tuo percorso senza remore....CHIEDI; CHIEDI; CHIEDI....un grosso IBAL di cuore!!!!!!

    Un salutone
    Alberto

    NB- per il discorso "consiglio dall'armiere" rinuncia (lo hai gia' capito.....)....chiedi qui' che e' meglio!!!!!

    Lascia un commento:


  • arsvenandi
    ha risposto
    Originariamente inviato da SPRINGER TOSCANO Visualizza il messaggio

    Giusto! Essere pronti......vuol dire partire con immenso vantaggio!!

    Mio consiglio.

    Prenditi un' arma entry level in calibro 308 winc (poi ti dico il perchè) poi, visto che come minimo sull' arma hai risparmiato 300/400 rispetto a armi "medie" investi questi soldi in un variabile 3/12 x 56 (ma anche 3/12x50 o 2,5/10x50), di qualità migliore che ti puoi permettere.

    Attacchi buoni e......fissi. Tanto l' ottica non la toglierai più. E prenditi subito un Harriss.

    Se c' è bisogno (sicuramente) fai sistemare lo scatto e......anche se non è ancora aperta la selezione....tu inizia a sparare!!!

    Se puoi andare in un poligono è la cosa di gran lunga migliore altrimenti, a cacci aperta, puoi fare qualche sessione (senza esagerare) in campagna.

    Ti ho consigliato di acquistare l' arma in 308 perchè in questo calibro troverai cartucce a costi accessibili che ti consentiranno di allenarti ed impratichirti con una tecnica di tiro che è molto lontana da quella "del tiro in braccata".

    In seguito (se sarà consentito).....mini slitta weaver sull' ottica e torcia a led.

    Saluti

    ps

    L' ottica prendila con reticolo balistico, che magari a caccia ti servirà raramente (sul cinghiale quasi mai...) e, sopratutto, illuminata! Il puntino luminoso (solo il puntino mi raccomando) può invece essere di grande aiuto.
    Grazie per i consigli, ne farò tesoro

    A qualcuno potrà sembrare strano questo approccio solamente teorico informativo sulla caccia con il rigato ma per me non lo è perchè nella mia regione questa forma è misconosciuta ai più e non si sa nemmeno a chi chiedere un piccolo consiglio, nemmeno le armerie sanno darti un consiglio se non per le carabine semiauto ma poi non hanno la capacità di tarare un ottica o un red dot, i poligoni scarseggiano e quei pochi sono lontani e disorganizzati, oltre che pietosi nell aspetto. quindi abbiate pazienza se vi torturerò ancora con domande più o meno stupide.

    Lascia un commento:


  • Capriolo Astuto
    ha commentato in 's risposta
    condivido al 100% ... ho solo da ridire sull'harris che nonostante sia un ottimo appoggio, ti consiglio di valutare bene dove andrai a caccia... se cacci in un territorio prevalentemente collinare prenditelo subito!!! ti sarà grande aiuto.. se invece cacci in un territorio come il mio.. dove ci sono radure, fossi, olivete, vigneti insomma un territorio "sporco" allora ti serve a poco e se proprio vuoi comprarlo comprane uno da pochi soldi come quelli che ci sono su amazon costano circa 20€ e non sono male io ne ho uno.

  • SPRINGER TOSCANO
    ha risposto
    Originariamente inviato da arsvenandi Visualizza il messaggio

    Nicola l’unico ungulato presente in Puglia è il cinghiale, quindi non ho molto da scegliere. Nonostante i nostri avvertimenti datati almeno 10 anni fa, continuano ad ignorare che la proliferazione del suide è un problema reale per agricoltura e viabilità, ma non potrà durare ancora per molto, confido in un piano di prelievo simile a quello di altre regioni e cerco di prepararmi all evento.😉
    Giusto! Essere pronti......vuol dire partire con immenso vantaggio!!

    Mio consiglio.

    Prenditi un' arma entry level in calibro 308 winc (poi ti dico il perchè) poi, visto che come minimo sull' arma hai risparmiato 300/400 rispetto a armi "medie" investi questi soldi in un variabile 3/12 x 56 (ma anche 3/12x50 o 2,5/10x50), di qualità migliore che ti puoi permettere.

    Attacchi buoni e......fissi. Tanto l' ottica non la toglierai più. E prenditi subito un Harriss.

    Se c' è bisogno (sicuramente) fai sistemare lo scatto e......anche se non è ancora aperta la selezione....tu inizia a sparare!!!

    Se puoi andare in un poligono è la cosa di gran lunga migliore altrimenti, a cacci aperta, puoi fare qualche sessione (senza esagerare) in campagna.

    Ti ho consigliato di acquistare l' arma in 308 perchè in questo calibro troverai cartucce a costi accessibili che ti consentiranno di allenarti ed impratichirti con una tecnica di tiro che è molto lontana da quella "del tiro in braccata".

    In seguito (se sarà consentito).....mini slitta weaver sull' ottica e torcia a led.

    Saluti

    ps

    L' ottica prendila con reticolo balistico, che magari a caccia ti servirà raramente (sul cinghiale quasi mai...) e, sopratutto, illuminata! Il puntino luminoso (solo il puntino mi raccomando) può invece essere di grande aiuto.

    Lascia un commento:


  • giovannit.
    ha risposto
    Originariamente inviato da Pieffe50 Visualizza il messaggio
    I reticoli x ac hanno lo stesso inciso su di una lente, non più metallico.
    Di conseguenza....
    Da cio' che ho letto, le ottiche da fucili a cartucce sono fatte per resistere al rinculo, il movimento retrogrado del fucile allo sparo. Ma i fucili a.c. a pistone tanno una botta e controbotta quasi simultanee in due direzioni diverse: quando il pistone scatta in avanti, il fucile si muove all'indietro, ma quando il pistone si ferma improvvisamente dopo aver raggiunto la fine della sua corsa, il fucile si muove in avanti. Questo "uno-due" scassa le ottiche da fucile a cartuccia montate su fucile a.c. a pistone. Presumo che quelli a gas o a riserva d'aria compressa in un serbatoio, e cioe' senza pistone, non provochino danni all'ottica. QUindi le ottiche da a.c. sono in realta' molro robuste, ed usabili su fucili a cartucce. Adesso che mi sono informato, mi rimangio umilmente cio' che ho detto prima, cioe' che le ottiche da a.c. non si dovrebbero usare su fucili a cartucce. Ma... (c'e' sempre un ma) ho anche letto che in genere le ottiche da a.c. sono messe a fuoco in fabbrica per brevi distanze, compatibili con la poca potenza e minore gittata di queste armi, mentre invece quelle da fucili a cartuccia hanno un fuoco piu' lungo, e a breve distanza l'immagine puo' essere leggermente sfocata. Io non ho un'ottica da a.c. perche' se un'arma non fa un botto forte e non rincula non mi da' soddisfazione. Quindi non posso fare paragoni. Riporto soltanto quello che chi se ne intende ha scritto.

    Lascia un commento:


  • arsvenandi
    ha risposto
    Originariamente inviato da germano56 Visualizza il messaggio

    Martino, che tipo di caccia devi fare? In base a questo scegli l'ottica. Io ho cacciato il capriolo per qualche anno con un NIKKO per aria compressa, preciso oltre ogni aspettativa, mai sbagliato un capriolo, i tiri di precisione al collo li facevo avendo massima fiducia del cannocchiale. Nuovo attualmente dovrebbe costare 200/250 euro.
    Nicola l’unico ungulato presente in Puglia è il cinghiale, quindi non ho molto da scegliere. Nonostante i nostri avvertimenti datati almeno 10 anni fa, continuano ad ignorare che la proliferazione del suide è un problema reale per agricoltura e viabilità, ma non potrà durare ancora per molto, confido in un piano di prelievo simile a quello di altre regioni e cerco di prepararmi all evento.😉

    Lascia un commento:


  • arsvenandi
    ha commentato in 's risposta
    Cosa cambia? per me nulla perché caccia e cultura hanno la stessa valenza.🙋‍♂️

  • Pieffe50
    ha risposto
    I reticoli x ac hanno lo stesso inciso su di una lente, non più metallico.
    Di conseguenza....

    Lascia un commento:


  • giovannit.
    ha risposto
    Ho fatto una ricerchina veloce, ed ecco il risultato:

    Centerfire scope su carabiina a/c, NO!

    A/c scope su carabina centerfire, SI"!

    https://www.trenieroutdoors.com/airg...erfire-scopes/

    Lascia un commento:

Pubblicita STANDARD

Comprimi

Ultimi post

Comprimi

Unconfigured Ad Widget

Comprimi
Sto operando...
X