annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

223 remigton sul cinghiale.....esperienze!!!

Comprimi

Mantieni online il sito per tutto il 2019

Comprimi
Le donazioni inviate sino ad oggi hanno ricoperto il (53%) dei costi necessari.
X
Comprimi
Su questa pagina ci sono 1 persona/e che stanno leggendo il contenuto di questa discussione: (0) Utenti registrati - (1) Ospiti
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Grazie Alberto per questa tua cortese informazione: c'interesseremo sicuramente. Cordialità, Giorgio e Maria

    COMMENTA


    • Tornando al discorso cal. 223 Remington, quando fra breve verrà qui "Barone Rosso" (Michele che da un pò di tempo l'ho nominato "San Michele Arcangelo" per l'avermi provvidenzialmente tirato davvero fuori dai guai in una pessima e pericolosa situazione di caccia al Cinghiale) chiederò al nostro Presidente del Fondo Venatorio un'autorizzazione personale per poter provare ad abbattere un Cinghialotto di modeste dimensioni -70>80 kg- con il cal. 6x62R Freres che abbiamo (e palla Nosler E-tip 90 grs. ricaricata tosta), arma che Michele brandeggia con disinvoltura e molta dimestichezza nel cacciare Caprioli, Volpi e affini. Michele ha proprio un buon occhio da "cecchino" e quindi siamo curiosi vedere l'effetto di una piccola palla tanto veloce su un selvatico altrettanto resistente. Poi vi sapremo dire le nostre impressioni, convinti che (dopo quanto appreso finora in questi interessantissimi dibattiti sulle proprietà e campo di utilizzo del cal. 223 Remington) sorprenderanno anche noi in quanto è un calibro (il 6x62R Freres) che abbiamo sempre ritenuto e classificato come "calibro per selvaggina della categoria Volpi, Caprioli, cani randagi ecc.". Michele: preparati !..........................

      COMMENTA


      • Originariamente inviato da giorgio e maria Visualizza il messaggio
        Tornando al discorso cal. 223 Remington, quando fra breve verrà qui "Barone Rosso" (Michele che da un pò di tempo l'ho nominato "San Michele Arcangelo" per l'avermi provvidenzialmente tirato davvero fuori dai guai in una pessima e pericolosa situazione di caccia al Cinghiale) chiederò al nostro Presidente del Fondo Venatorio un'autorizzazione personale per poter provare ad abbattere un Cinghialotto di modeste dimensioni -70>80 kg- con il cal. 6x62R Freres che abbiamo (e palla Nosler E-tip 90 grs. ricaricata tosta), arma che Michele brandeggia con disinvoltura e molta dimestichezza nel cacciare Caprioli, Volpi e affini. Michele ha proprio un buon occhio da "cecchino" e quindi siamo curiosi vedere l'effetto di una piccola palla tanto veloce su un selvatico altrettanto resistente. Poi vi sapremo dire le nostre impressioni, convinti che (dopo quanto appreso finora in questi interessantissimi dibattiti sulle proprietà e campo di utilizzo del cal. 223 Remington) sorprenderanno anche noi in quanto è un calibro (il 6x62R Freres) che abbiamo sempre ritenuto e classificato come "calibro per selvaggina della categoria Volpi, Caprioli, cani randagi ecc.". Michele: preparati !..........................
        Una palla da 90 grani e' molto piu' pesante di una palla da 60 o anche 72 grani di .223, percio' non vedo come un buon o cattivo risultato di una palla del Freres su cinghiale possa essere paragonato a risultati ottenibili con il .223, che fra l'altro e' 5,56 mm, e quindi anche piu' piccolo di calibro del Freres. Lo stesso criterio si applica a voler paragonare l'efficacia di un .223 con quella di un .22-250 (che ho visto abbattere grossi cervi-mulo nel Montana con autorita') o con quella di un .220 Swift.

        Nota sul .220 Swift: caricato al massimo della velocita' e con palla leggera, questa cartuccia esploderebbe sulla pelle di un cinghiale senza penetrare. Ma una carica non esagerata ed una palla piu' pesante, magari una monolitica, trasformerebbero questo calibro da varmint in un eccellente calibro per tiri su animali medio-piccoli e fragili come le antilocapre americane o, in Europa, camosci e caprioli.
        CHI SE FA PECORA OBBEDISCE AR PECORARO!

        COMMENTA


        • giorgio e maria
          giorgio e maria commentata
          Modifica di un commento
          Terremo conto sicuramente di quanto asserisci e dei tuoi consigli: tuttavia noi abbiamo qui solamente palle da 90 grs. (Nosler Ballistic Tip morbide e Nosler E-Tip dure): su un cinghialotto potremo provare solamente la E-Tip , ed ascoltandoti sarà meglio che cercheremo selvatici più piccoli sui 50-60 kg. max. Sempre grazie per la tua opinione.

      • Vorremmo precisare che per la tipologia dei Cinghiali selvatici presenti nelle nostre zone, spesso di taglia piuttosto rilevante e resistenti alle ferite all'inverosimile (crediamo che alcuni li abbia "forgiati" davvero il Diavolo caricandoli anche di estrema cattiveria .........) riteniamo che talvolta il grosso calibro non sia abbastanza grosso................................. la paura non ci fa 90......... fa 200 !!!!.....

        COMMENTA


        • Originariamente inviato da giorgio e maria Visualizza il messaggio
          Vorremmo precisare che per la tipologia dei Cinghiali selvatici presenti nelle nostre zone, spesso di taglia piuttosto rilevante e resistenti alle ferite all'inverosimile (crediamo che alcuni li abbia "forgiati" davvero il Diavolo caricandoli anche di estrema cattiveria .........) riteniamo che talvolta il grosso calibro non sia abbastanza grosso................................. la paura non ci fa 90......... fa 200 !!!!.....
          .460 Weatherby, anyone?
          CHI SE FA PECORA OBBEDISCE AR PECORARO!

          COMMENTA


          • .... ma la paura, pur con "6 piani di morbidezza", ci porta a casa........ sono il terrore ed il panico che possono lasciarci sul campo......

            COMMENTA


            • Originariamente inviato da giorgio e maria Visualizza il messaggio
              .... ma la paura, pur con "6 piani di morbidezza", ci porta a casa........ sono il terrore ed il panico che possono lasciarci sul campo......
              La paura e' la salsa piccante che aggiunge sapore alla caccia...
              Cimbellatore piace questo post.
              CHI SE FA PECORA OBBEDISCE AR PECORARO!

              COMMENTA


              • Sì Giovanni.... e magari anche di più ..... ahahahhahahahaaaaaaa.....

                COMMENTA


                • Giovanni: acquistando un 460 Weatherby Mag., ci danno insieme anche un solido "Mandingo" africano che lo regge ?......ihihihihihihihihiiiiiiiii

                  COMMENTA


                  • Originariamente inviato da teufel.35 Visualizza il messaggio

                    Giorgio, se ti puo' interessare, mi e' "giunta voce" che qualche Bar Safari II e' ancora reperibile (o ordinabile...) in qualche armeria del nord Italia.....prova (anche per verificare la "voce" che mi hanno riportato), a chiedere a quel tuo armiere "di fiducia" di cui mi parlavi tempo fa'.

                    Un salutone a te e Maria
                    Alberto


                    Ciao. Io la cercherei da Armeria Lugli a Mortizzuolo di Mirandola (MO). Ne aveva una l'anno scorso quando comprai la Bar in 308w. E un mio amico ne ha una ma in 300WM e non so se la venda. Pero' si può chiedere.
                    Saluti.
                    Ale

                    COMMENTA


                    • Gran calibro il 460 Weath. Mag., ne elogiavano le doti superlative i nostri amici tedeschi in Baviera già negli anni 1975-76 perchè talvolta cacciavano in Africa: per me che sono un "peso piuma" penso che dopo aver provato il 416 Rigby, dopo il 1° colpo del 460 Weath. dovrei correre subito dal dentista per farmi fare in bocca entrambe le intere protesi dentarie sotto e sopra.... ma sarebbe il meno.... il più è che il mio omero destro lo troverebbero ben piantato sul tronco di un grosso faggio 10 mt. dietro di me....... insieme a qualche anello della mia spina dorsale............. il "Mandingo" è assolutamente indispensabile ...................

                      COMMENTA


                      • Grazie Ale per la tua informazione.
                        Alle60 piace questo post.

                        COMMENTA


                        • Grazie Alle 60 per la tua cortese informazione.

                          COMMENTA


                          • Alle60
                            Alle60 commentata
                            Modifica di un commento
                            Di nulla! Per me un piacere. L'armeria da me citata è una dei "punti vendita scelti" selezionati da Browning in Italia.

                        • Originariamente inviato da giorgio e maria Visualizza il messaggio
                          Gran calibro il 460 Weath. Mag., ne elogiavano le doti superlative i nostri amici tedeschi in Baviera già negli anni 1975-76 perchè talvolta cacciavano in Africa: per me che sono un "peso piuma" penso che dopo aver provato il 416 Rigby, dopo il 1° colpo del 460 Weath. dovrei correre subito dal dentista per farmi fare in bocca entrambe le intere protesi dentarie sotto e sopra.... ma sarebbe il meno.... il più è che il mio omero destro lo troverebbero ben piantato sul tronco di un grosso faggio 10 mt. dietro di me....... insieme a qualche anello della mia spina dorsale............. il "Mandingo" è assolutamente indispensabile ...................
                          usa un past , ricarica con 300 gr e spara con la bocca aperta...

                          COMMENTA


                          • Pieffe50
                            Pieffe50 commentata
                            Modifica di un commento
                            INTANTO DAL 223, siamo passati al 416/460 ecc ......

                        • Originariamente inviato da giorgio e maria Visualizza il messaggio
                          Gran calibro il 460 Weath. Mag., ne elogiavano le doti superlative i nostri amici tedeschi in Baviera già negli anni 1975-76 perchè talvolta cacciavano in Africa: per me che sono un "peso piuma" penso che dopo aver provato il 416 Rigby, dopo il 1° colpo del 460 Weath. dovrei correre subito dal dentista per farmi fare in bocca entrambe le intere protesi dentarie sotto e sopra.... ma sarebbe il meno.... il più è che il mio omero destro lo troverebbero ben piantato sul tronco di un grosso faggio 10 mt. dietro di me....... insieme a qualche anello della mia spina dorsale............. il "Mandingo" è assolutamente indispensabile ...................
                          Che il Mandingo sia indispensabile probabilmente lo pensa anche Vladimir Luxuria... La bellezza di avere un portatore Mandingo e' che mentre ti porta il .460 Weatherby (senza cinghia!) ha pure le mani libere per tagliare la boscaglia a colpi di machete per agevolarti il passaggio... O forse porta il Weatherby in mano e aziona il machete in altro modo!

                          Comunque, scherzi a parte, dicono che i pesi piuma sopportano il rinculo meglio dei pesi massimi per via della loro minore massa ed inerzia che permettono loro di cedere all'impulso retrogrado, mentre quelli di massa e inerzia maggiore sono solidi come una roccia e non cedono. Un po' come un'automobile senza balestre che incassa bruscamente tutte le asperita' del terreno. So che mia moglie, alta 1 e 84, non sopporta il rinculo della .30-'06, e un mio amico della California, un omone grande e grosso (purtroppo ormai passato a miglior vita) gia' si lamentava del rinculo del .270. Io--e non lo dico per fare il gradasso, neanche m'accorgo del rinculo del .338 WM o della Marlin .450 o del 12/76 con cartucce da tacchini con 57 grammi di palllini al tungsteno. Non ho sparato nulla di piu' grosso del .378 Weatherby (non mio, ma di un amico) e quello lo si cominciava a sentire un po'

                          Ti piacciono i fucili a leva? Una bella Marlin M95 in .450 Marlin o (se ricarichi) in .45-70 stenderebbe i cinghiali con ... sei piani di durezza (sei colpi). Ma se non ricarichi le cartucce commerciali .45-70 sono veramente anemiche perche' ci sono in circolazione tanti fucili antichi che scoppierebbero in mille pezzi se caricati con una cartuccia fatta per la M95, la cui metallurgia e' modernissima, ed il meccanismo infinitamente piu' robusto di quello di uno Springfield "Trapdoor" dell'epoca di Custer--un modello che ancora si trova nelle mani di moltissimi tiratori. Non so se nelle tue contrade si trovano le cartucce della Buffalo Bore. Quelle fatte esplicitamente per la Marlin 95 sono potentissime.
                          E il leva e' veloce, corto e maneggevole, favoloso per i tiri corti-medi. Adesso con le cartucce Hornady Leverevolution, dotate di una punta di polimero morbido e percio' usabili tranquillamente in un caricatore tubolare, la forma piu' aereodinamica ed il maggior coefficiente balistico permettono tiri anche di 250 metri, ma io non andrei oltre i 200. Quando andavo a pesca di salmoni in zone remote a Kodiak, appena raggiungibili col mio Argo seiruote anfibio, portavo la mia Marlin .450 con canna da 18 pollici e mezzo con fori alla volata per diminuire l'impennata e pescavo in compagnia di orsi e bisonti in relativa tranquillita', e la canna corta non mi impacciava nel pescare a mosca (la portavo a spalla con la cinghia, e con colpo in canna e cane a meta' corsa). Le cariche erano da 405 grani, palle "Kodiak" semibiindate a punta piatta, a circa 1900 piedi al secondo vuzero. Cartucce del genere se piazzate abbastanza bene in un cinghiale o un orso europeo (non della stazza di un Kodiak) gli toglierebbero qualsiasi velleita'.
                          CHI SE FA PECORA OBBEDISCE AR PECORARO!

                          COMMENTA

                          Pubblicita STANDARD

                          Comprimi

                          Ultimi post

                          Comprimi

                          Unconfigured Ad Widget

                          Comprimi
                          Sto operando...
                          X