annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

223 remigton sul cinghiale.....esperienze!!!

Comprimi

Mantieni online il sito per tutto il 2019

Comprimi
Le donazioni inviate sino ad oggi hanno ricoperto il (55%) dei costi necessari.
X
Comprimi
Su questa pagina ci sono 1 persona/e che stanno leggendo il contenuto di questa discussione: (0) Utenti registrati - (1) Ospiti
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • L'unica cosa eccezionale sono i tiri in contemporanea, Io sono contrario, anche se qualche volta sull'altana si va in due con due armi, sul cinghiale tira uno solo, tira chi vede meglio. Per il resto c'è poco da dire, visibilità buona, bestie tranquille, distanza di tiro eccellente, calibri esuberanti.

    COMMENTA


    • Originariamente inviato da SPRINGER TOSCANO Visualizza il messaggio

      Germano che un' animale tranquillo reagisca in modo diverso ad un colpo alla mandibola o mascella rispetto ad un' animale carico di adrenalina è sicuramente vero (infatti ho specificato che le mie due esperienze erano riferite a caccia in braccata). Quindi che possa cadere a terra ci posso credere.......che dia la possibilità di doppiare....questo non lo credo. E infatti negli episodi che hai menzionato il doppiaggio non è mai stato possibile.

      Il colpo alla bocca sul cinghiale è uno dei peggiori in assoluto......porta l' animale ad andarsene lontano e poi morire di fame e sete tra atroci sofferenze....prima di premere il grilletto.....PENSIAMOCI!
      Springer, mi stai facendo la morale? "Il "sempre" nel tiro non esiste, qualche volta potrebbe non essere possibile fare quello che si è sempre fatto. Io ho riferito quello che mi è stato detto da chi non è riuscito a tirare il colpo di grazia. Per me il colpo alla mandibola è in grado di ribaltare il cinghiale e lasciarlo in un lago di sangue prima che possa rialzarsi. Che riescono ad andare vie con la mandibola a penzoloni ci credo, però è un'altra storia. Questa è la mia esperienza. I cinghiali sono andati via, ma non era dovuto alla mancanza di tempo. Io il calibro 223 lo conosco e l'ho capito, per questo preferisco utilizzarlo a corta distanza e qualche volta anche a media distanza, sul cinghiale solo a corta distanza.

      COMMENTA


      • Originariamente inviato da Hubertus Visualizza il messaggio
        Non so che palle usano e che gusto ci trovino ,non frequento quella gentaglia che uccide per il commercio della carne o altro.
        Quel tipo di pistole monocolpo basculante le ho viste camerate in 44 MG. e in 308. Qualcuno è ritornato a fare bracconaggio per mangiare.

        COMMENTA


        • Originariamente inviato da Hubertus Visualizza il messaggio
          Io non mi sentirei tanto sicuro andare a cinghiali col 223 , m a del resto anche chi fa caccia in africa al bufalo cafra con un express anche se 500 nitro e molto coraggioso.
          meglio avere un po di scorta mel serbatoi no?
          tipo un bel mauser bolt action in 416 rigbly no?
          Sono d'accordo, però le volte che sparano sotto la carica dell'animale sono poche, a me una persona che faceva o fa quel tipo di caccia mi ha detto che anche il 30-06 è in grado di abbattere il bufalo. L'express da più affidabilità di funzionamento ed è più veloce nell'utilizzo del secondo colpo. In quel tipo di caccia oltre all'utilizzatore dell'express ci sono anche le carabine.

          COMMENTA


          • Originariamente inviato da Hubertus Visualizza il messaggio
            Se sei bravo come penso continua cosi, ma ricorda che non tutti igiorni spariamo bene e un po di margine aiuta sempre.
            HaHa ,parlo io che sto cercando una soluzione per prelevare un cervo maschio a500metri con un 8x57js.
            Non sono bravo, sbaglio poco perché conosco quali sono le mie capacità, oltre non vado. Non è sempre facile valutare le proprie capacita, ammetto che qualche volta tendo a sopravvalutarmi per orgoglio. Ma subito ritorno con i piedi per terra perché c'è un proverbio che dice che l'orgoglio uccide di più il cacciatore e molto meno lo preda.

            COMMENTA


            • Diciamo che se vai in africa a caccia dei big five e molto difficile che ti lasciano andare da solo.
              Quelli che vengono con te sono tutti armati. E di solito ce ne sono 3, con ottimi fucili e calibri,piu quelli che filma e quelli che recuperano .
              Io ho ben scritto carabina con serbatoio comunque.
              anche io stento ad esagerare,ma mi ricordo un aldro detto:
              chi non risica non rosica.

              COMMENTA


              • E quello che dicevo.
                "se sei bravo come penso continua cosi"
                era riferito a capriolo astuto .
                tu per ora sei comunque il blogger(scusa l idioma), con cui capisco meglio.

                COMMENTA


                • Originariamente inviato da germano56 Visualizza il messaggio

                  Springer, mi stai facendo la morale? "Il "sempre" nel tiro non esiste, qualche volta potrebbe non essere possibile fare quello che si è sempre fatto. Io ho riferito quello che mi è stato detto da chi non è riuscito a tirare il colpo di grazia. Per me il colpo alla mandibola è in grado di ribaltare il cinghiale e lasciarlo in un lago di sangue prima che possa rialzarsi. Che riescono ad andare vie con la mandibola a penzoloni ci credo, però è un'altra storia. Questa è la mia esperienza. I cinghiali sono andati via, ma non era dovuto alla mancanza di tempo. Io il calibro 223 lo conosco e l'ho capito, per questo preferisco utilizzarlo a corta distanza e qualche volta anche a media distanza, sul cinghiale solo a corta distanza.
                  Nessuna morale a nessuno. Il "sempre"....non mi sembra di averlo mai usato. Ho solo riportato esperienze (poi confermate da Ale60) realmente vissute che cozzano con quanto avevi te riportato.

                  Siccome sono solo due episodi quelli da me vissuti credevo che tu avessi esperienze diverse (sempre molto probabile quando si parla di caccia).....ma a quanto pare anche quelle che ti hanno riportato i tuoi amici rispecchiano le mie.

                  Il colpo alla mandibola dai recuperatori è ritenuto colpo non immediatamente mortale e il recupero in caso di un simile ferimento è ritenuto (su cinghiale in particolar modo) molto molto complicato.

                  Ho solo riportato quanto per esperienza conosco.

                  COMMENTA


                  • Originariamente inviato da SPRINGER TOSCANO Visualizza il messaggio
                    Il colpo alla bocca sul cinghiale è uno dei peggiori in assoluto......porta l' animale ad andarsene lontano e poi morire di fame e sete tra atroci sofferenze....prima di premere il grilletto.....PENSIAMOCI!
                    Sono d'accordo, ma anche se ci penso e tenendo in grande considerazione la "peggiore delle ipotesi" nel tiro si può anche essere meno precisi del solito. Quindi non sempre si riesce a fare quello che si è sempre fatto, anche con un certo automatismo. Colpire la mandibola anziché l'orecchio è molto ma molto improbabile, a una distanza di 40 m. Questa distanza riesce a perdonare sia l'errore di mira che quello di scatto, anche a un cacciatore poco esperto. Anche le mie esperienze cozzano con le vostre, e con questo? Io ho detto che il cinghiale colpito alla mascella casca per terra, se per voi non casca ne prendo atto.

                    COMMENTA


                    • Originariamente inviato da SPRINGER TOSCANO Visualizza il messaggio
                      Il colpo alla mandibola dai recuperatori è ritenuto colpo non immediatamente mortale e il recupero in caso di un simile ferimento è ritenuto (su cinghiale in particolar modo) molto molto complicato.
                      Perfetto, non ho mai detto il contrario, mi sembra che ho anche detto che dalla relazione del cacciatore, il conduttore del cane da traccia riesce ad ipotizzare la ferita alla mandibola o alla mascella dal sangue abbondante e dai frammenti di ossa che trova sul punto dove è stato tirato il cinghiale, cosa che non trova se la ferita è di striscio sul collo o sulla schiena. Il colpo alla mascella non è mortale, ma non è una regola fissa.
                      Originariamente inviato da SPRINGER TOSCANO Visualizza il messaggio
                      Ho solo riportato quanto per esperienza conosco.
                      Ho fatto altrettanto.
                      Originariamente inviato da SPRINGER TOSCANO Visualizza il messaggio
                      Il colpo alla bocca sul cinghiale è uno dei peggiori in assoluto......porta l' animale ad andarsene lontano e poi morire di fame e sete tra atroci sofferenze....prima di premere il grilletto.....PENSIAMOCI!
                      Il colpo alla bocca è un incidente è un errore, come lo è un qualsiasi errore di tiro, si perdono più cinghiali tirati dietro la spalla che quelli tirati in testa.
                      Originariamente inviato da SPRINGER TOSCANO Visualizza il messaggio
                      prima di premere il grilletto.....PENSIAMOCI!
                      Hai detto bene, "PENSIAMOCI" io avevo già pensato, se tu non hai ancora pensato pensa e quando pensi, pensa a cosa pensi. Qualsiasi azione va concepita, organizzata e condotta, se fai questo difficilmente ti capiterà di piazzare il colpo tra pancia e fianco del capriolo. Per esempio io non riesco a concepire un tiro a 250 m sul capriolo con il 223, però riesco a concepirlo a 40 m. su un punto preciso del cinghiale. In ogni caso il "pensiamoci prima di premere il grilletto" non è un cattivo consiglio.

                      COMMENTA


                      • Originariamente inviato da germano56 Visualizza il messaggio
                        (omissis) In ogni caso il "pensiamoci prima di premere il grilletto" non è un cattivo consiglio.
                        E' un ottimo consiglio, ma ce ne e' uno migliore: pensiamoci prima di scegliere calibro e cartuccia prima di andare a caccia. E cosi' mantengo la promessa di non entrare piu' in questa discussione ne' vantando ne' criticando certi calibri. Ma non ho promesso di non sottintendere...

                        CHI SE FA PECORA OBBEDISCE AR PECORARO!

                        COMMENTA


                        • Originariamente inviato da germano56 Visualizza il messaggio
                          Perfetto, non ho mai detto il contrario, mi sembra che ho anche detto che dalla relazione del cacciatore, il conduttore del cane da traccia riesce ad ipotizzare la ferita alla mandibola o alla mascella dal sangue abbondante e dai frammenti di ossa che trova sul punto dove è stato tirato il cinghiale, cosa che non trova se la ferita è di striscio sul collo o sulla schiena. Il colpo alla mascella non è mortale, ma non è una regola fissa.
                          Non è una regola fissa ma......quasi!! Certezza a caccia non ve ne sono.......

                          COMMENTA


                          • Originariamente inviato da germano56 Visualizza il messaggio
                            Ho fatto altrettanto.
                            Quasi....visto che non hai esperienze dirette ma solo riportate (dove per altro viene confermato quanto da me asserito)

                            COMMENTA


                            • Originariamente inviato da germano56 Visualizza il messaggio
                              Il colpo alla bocca è un incidente è un errore, come lo è un qualsiasi errore di tiro, si perdono più cinghiali tirati dietro la spalla che quelli tirati in testa.
                              Che il colpo alla bocca è un' errore concordo......errore che porta alla morte un selvatico dopo indicibili sofferenze.

                              COMMENTA


                              • Originariamente inviato da germano56 Visualizza il messaggio
                                Hai detto bene, "PENSIAMOCI" io avevo già pensato, se tu non hai ancora pensato pensa e quando pensi, pensa a cosa pensi. Qualsiasi azione va concepita, organizzata e condotta, se fai questo difficilmente ti capiterà di piazzare il colpo tra pancia e fianco del capriolo. Per esempio io non riesco a concepire un tiro a 250 m sul capriolo con il 223, però riesco a concepirlo a 40 m. su un punto preciso del cinghiale. In ogni caso il "pensiamoci prima di premere il grilletto" non è un cattivo consiglio.
                                Pensare pensare pensare......molto più facile farlo davanti ad una tastiera piuttosto che traguardando la preda tramite l' ottica...in un' azione di caccia!!!

                                Tornando al 223.......esso è perfettamente adatto ed efficace per cacciare il capriolo entro i 300 mt (diciamo 250 per stare sul buono....).

                                La sua energia gli consente di abbattere un capriolo, che ha pelle sottile, muscolatura snella e non certo massiccia, un peso di circa 25/30 kg e non ha certo una spiccata resistenza alle ferite, con la stessa (o quasi) autorità di un calibro medio.

                                Il suo uso....a 40 come a 250 mt risulta perfettamente "concepibile"!!

                                Il nemico del 223 nei tiri più lunghi è il vento.....anche se le differenze coi calibri maggiori sono inferiori a quanto si dice e crede.....ma ci sono.

                                COMMENTA

                                Pubblicita STANDARD

                                Comprimi

                                Ultimi post

                                Comprimi

                                Unconfigured Ad Widget

                                Comprimi
                                Sto operando...
                                X