annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Consiglio Calibro capriolo daino

Comprimi

Mantieni online il sito per tutto il 2019

Comprimi
Le donazioni inviate sino ad oggi hanno ricoperto il (53%) dei costi necessari.
X
Comprimi
Su questa pagina ci sono 1 persona/e che stanno leggendo il contenuto di questa discussione: (0) Utenti registrati - (1) Ospiti
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • #31
    Va bene dare pareri personali, va bene avere opinioni diverse, ma aprire bocca e dargli fiato per dire delle stupidaggini, solo perchè dotati della facoltà della parola, mi pare troppo.
    Anche perchè se uno chiede un consiglio è giusto che li riceva a cognizione di causa e non tanto per dirne una.
    Capriolo Astuto, te ne sei uscito con una carrellata di cose "INESATTE", lo dico per te...non parlare tanto per parlare, perchè poi perdi di credibilità...poi va a finire che quello che scrivi non viene più preso in cosiderazione, perchè hai dimostrato di non sapere di cosa parli.
    Documentati un tantino sul 243 win e vedrai che mi darai ragione.
    Pieffe50, giovannit. e tommaso1987 piace questo post.
    L'intelligenza è limitata, la stupidità no! - Torraiolo-

    COMMENTA


    • #32
      Il .243 non è radente ??!!
      L' Alpinismo è salire per la via più facile alla vetta, tutto il resto è acrobazia*

      COMMENTA


      • #33
        Ho capito che a Capriolo Astuto, gli piace il 6.5x55 e il 223. Il 243 è un bel calibro, conosco qualcuno che lo ha ed è molto contento, però ho l'impressione che non è molto ricercato. Ricordo che in alcune gare di tiro per cacciatori organizzate dalla FIDC vietavano le carabine in cal. 6,5x55 molto probabilmente questo calibro come precisione lo ritenevano superiore ad altri calibri. Tanti anni fa ho avuto la fortuna di tirare con l'ex ordinanza di un mio amico, ricordo di essere stato positivamente impressionato dalla precisione dell'arma e anche del calibro. Ricordo che si tirava con tacca e mirino, non ricordo se a 100 o 200 metri, pero ricordo benissimo le rosate molto strette. Per la sua precisione e anche per la sua balistica terminale è considerato ancora un eccellente calibro da caccia. Se il 243 riesce a tirare palle da 95gr il 6,5x55 potrebbe tirare palle da 130/140. Ho detto "potrebbe" perché non lo so. Forse si è già capito che il 6.5x55 mi è più simpatico.

        COMMENTA


        • Capriolo Astuto
          Capriolo Astuto commentata
          Modifica di un commento
          perchè dovrei consigliare un calibro che non ha pregi. Le armi in cui è camerato hanno un peso e una lunghezza come un 7x64.. le cartucce costano come le altre.. è un calibro nervoso.. poi ognuno è libero di far come vuole... detto ciò a caccia va benissimo... ma se devo scegliere mi oriento su altro.
          il 6.5x55 è di gran lunga superiore...
          le cose che fai con il .243 le fai tranquillamente con il .223 ma non avendo rinculo... risparmiando sulle cartucce... fa meno rumore e le armi in cui è camerato sono corte( nonostante abbiano la canna di 60 come la mia cz) e leggere.
          Ora ditemi se dico scemenze... sono dati di fatto.

      • #34
        Capriolo Astuto, ascolta, quest'ultimo tuo post già suonava in maniera molto diversa dai precedenti...nel senso che ovviamente ognuno ha le proprie preferenze personali e queste sono insindacabili.
        Ma tu nei primi post hai scritto delle "inesattezze" in merito a delle caratteristiche oggettive del calibro e su questo sei sato "bacchettato", poi è chiaro un calibro non deve piacerti per forza ne a te e ne a chiunque altro.
        Sul discorso che con il 223 ci fai le stesse cose che con il 243, potrei dirti che con il 223 ci fai le stesse cose che con un 300 wby e magari in alcuni casi anche di più..., ma qui si parla di tutto e di niente...
        Il 243 win ha sicuramente maggior energia cinetica del 223 e questo lo apprendi semplicemente guardando una tabella balistica. Quindi, dire che con un calibro ci fai le stesse cose di un altro, è una affermazione in se per se priva di significato.
        Esistono tanti di quei calibri che è impossibile stabilire una classifica oggettiva su quale sia meglio o quale sia peggio in senso assoluto. Ma possiamo solo dire quale ci attire di più e quale di meno. Poi ognuno ha le proprie peculiarità balistiche (potenza espressa in joule, precisione intrinseca, riculo etc...)che non sono discutibili perchè sono valori misurabili numericamente.
        Cmq il 6,5 x 55, piace anche a me, ma non lo preferisco (in questo momento, magari domani me ne innammorero' come succede con le donne ) semplicemente perchè ho maggior simpatia per calibri più veloci.
        Ma anzichè 6,5 x 55 potrei dire, 6,5 x 57, 6,5 x 47, 6,5 creedmoor...troppi ce ne sono e in verità mi piacerebbe poterli provare tutti...in solo...
        L'intelligenza è limitata, la stupidità no! - Torraiolo-

        COMMENTA


        • #35
          Un'altra dimostrazione della scarsa familiarita' del capriolo astuto con armi e balistica e' data dalla dichiarazione che le armi camerate in .243 hanno il peso e la lunghezza di quelle camerate in 7x64. Guarda caso, a parte gli "Youth Models" di varie marche camerate per il .243, esiste (ne ho uno io) il vecchio Remington Mod. 788, con canna da 18 pollici e mezzo, "leggiero e maniariello." Precisione? Con questo fucilino ho vinto diverse gare di benchrest per fucili da caccia. Radenza? Non troppo tempo fa ho fatto fuori un coyote a piu' di 250 metri mirando al torace e colpendo, usando un tripode, dove avevo mirato (l'ottica e' azzerata sul punto mirato a 100 yarde). Poi, parlando ancora di precisione, se una palla da 60-70 grani del .223 e una da 95 del .243 partono alla stessa velocita', quale delle due sara' deflessa di piu' da un vento laterale? Qualle delle due conservera' velocita' piu' a lungo? Ogni calibro ha la sua nicchia ed il suo scopo. Ma mentre i calibri piu' grossi possono fare il lavoro dei piu' piccoli, quelli piu' piccoli non possono fare il lavoro dei piu' grossi. Il piazzamento della palla rimane sempre il fattore piu' importante. Un cervo impanciato da un .458 Lott potrebbe facilmente andare perduto senza un buon cane da traccia. Ma a caccia quello che conta e' la possibilta' sempre presente per tanti fattori che una palla non colpisca surgicamente il punto "magico" che strappa il mondo da sotto gli zoccoli di un animale e lo fa cadere di schianto. E siccome si cerca sempre un abbattimento pulito, meglio non affdarsi a calibri non progettati per lo scopo. Use enough gun. E per uno che comincia la sua carriera venatoria, il miglior consiglio (come ha gia' scritto qualcun altro) e' di comprarsi un fucile "polivalente," adatto per tutto, dal capriolo al cervo europeo. Poi, se persiste e impara, magari puo' sbizzarrirsi a comprare armi "di nicchia." Il mio consiglio per un calibro tuttofare per la caccia in Italia? .308 o .30-'06, e bolt action, o anche una buona semiautomatica di marca. Con le munizioni giuste le semiautomatiche buone di oggi sono precise quanto i bolt action.
          CHI SE FA PECORA OBBEDISCE AR PECORARO!

          COMMENTA


          • #36
            intanto volevo scusarmi con tutti se sono sembrato arrogante e presuntuoso.... non era il mio intento assolutamente.
            Biagio ha chiesto successivamente un calibro per il solo capriolo... e io gli ho consigliato il .223 perchè secondo me è perfetto e personalmente mi sto trovando molto bene.
            Se avesse chiesto un calibro per solo cinghiale avrei risposto sicuramente altro... ci sono tanti fattori limitano questo calibro " vento, frasche" quindi ti possono far rinunciare al tiro... ad ogni modo anche su animali importanti si sta comportando molto bene.... specialmente sull'ultimo cinghiale da me preso... aveva veramente dei bei danni.. forse perchè la palla non è fuoriuscita e ha scaricato tutta l'energia al suo interno.
            Domani mattina farò un' uscita al piccolo cervide.. incrocio le dita



            COMMENTA


            • #37
              Il 223 è ottimo sia per il capriolo che per il cinghiale, tutto e sottolineo "tutto" dipende dall'utilizzo che se ne fa. Il calibro è adatto a tutti quelli conoscono i propri limiti e non si spingono oltre. Io lo utilizzo, dove non ho possibilità di fare tiri oltre i 100 m. I consigli in riguardo all'arma e al calibro è meglio non darli, è meglio dare delle opinioni. Chi fa selezione ha il dovere di non provocare sofferenze al selvatico, chi pensa che il calibro piccolo provoca più sofferenze del calibro grosso è completamente fuori strada. Il calibro centra fino ad un certo punto, quello che fa la differenza è il cacciatore. Messo in buone mani, il 223 utilizzato sul cinghiale e il capriolo fa quello che fa il 7 rm mag. Io non do consigli, do opinioni ricavate dalla mia esperienza, come calibro ho sia in 223 che il 7 rem. Chi va a caccia con il 223 non va per perdere i caprioli o i cinghiali.
              Capriolo Astuto piace questo post.

              COMMENTA


              • #38
                Io per gli animali più robusti ed "incassatori" EVITEREI categoricamente i calibri che sulla carta non hanno energia sufficiente a realizzare un'abbattimento pulito... Due settimane fa mi sono imbattuto con questo "maialcinghiale" che ha stoppato l'ago della bilancia a 127kg! Si è preso una Barnes TTSX da 165gr cal. 308 a 110m il foro di entrata si vede benissimo, cade a terra istantaneamente, dopo circa un minuto si rialza e prima che prendesse fuga, se ne becca un'altra dal lato opposto, le palle sono rimaste tutte dentro secondo me ogni ungulato ha i suoi calibri "prediletti", perché riaschiare di perdere un'animale e farlo soffrire inutilmente?
                File allegati
                Pieffe50 piace questo post.

                COMMENTA


                • fulviogp
                  fulviogp commentata
                  Modifica di un commento
                  L'affungamento della palla non è proprio ottimale, forse una 150 grs darebbe risultati migliori, considerando anche che entrambe non sono uscite.

                • setterman1
                  setterman1 commentata
                  Modifica di un commento
                  Sono in procinto di acquistare una carabina in 223 remington per usarla sui cosiddetti animali opportunisti (eufemismo del *****) ma anche per provarla, con munizione adeguata ( scirocco da 64 gr con carica e innesco che mi verranno consigliati da un amico), sul cinghiale di selezione. Premetto che a tutt'oggi non ho sparato alcun colpo sul suide ma secondo i miei studi teorici ( impegni dilettantistici) sulla balistica e su report di conoscenti, sono convinto che questo "piccolo diavolo" sia davvero efficiente in termini di efficacia terminale. Se penso che qualche tempo fa questo calibro era consentito su tutti gli ungulati cacciabili in selezione, in Toscana, come mi dicono colleghi che la praticano da tanti anni. Correggetemi se sbaglio. Se poi considero che quando iniziò a diffondersi la caccia di selezione al capriolo, la domanda di armi era rivolta a quelle di grosso calibro….Mi sovviene che in questo sia anche una moda. Tutto ciò senza voler fare polemica, visto anche che non ho esperienza pratica a riguardo. Però mi piace studiare, pensare e sperimentare.

                • Capriolo Astuto
                  Capriolo Astuto commentata
                  Modifica di un commento
                  scusami roby... ma chi ti ha detto che il 223 lo ferisce? lo hai mai provato? il fatto è che qui si sparano sentenze senza mai averlo provato... vuoi che ti invii la spalla del primo cinghiale che ho preso con il .223 per toglierti ogni dubbio?

              • #39
                Fulvio, la palla è monolitica, rarissimamente (mai) con questa carica mi rimane dentro, secondo me l'affungamento è arrivato al massimo, guarda bene, più di cosi non si può aprire.
                Comunque prossimamente ho intenzione di provare le Hasler ariete da 148gr. vedremo come si comporterà, la carica utilizzata per l'abbattimento del cinghiale postato sopra in 3 anni di impiego sul cinghiale non mi ha mai tradito.
                Il fatto sta soprattutto nel considerare che la balistica interna ed esterna è matematica, mentre invece quella terminale no..... L'esperienza mi ha insegnato questo.
                Pieffe50 e Alle60 piace questo post.

                COMMENTA


                • #40
                  Visto che i consigli sul calibro ed arma sono stati più che esaustivi, approfitto se gentilmente potete dare una vostra opinione su queste ottiche da abbinare...leica Er 5 o x50 o x56 o altrimenti pensavo, per iniziare una buona usata fissa swarovski 8x50 8x56 anche se, affidarsi all usato a meno che nn si conosca il proprietario , è sempre un po' un tuffo nel buio...grazie come sempre!dimenticavo...da impiegare al momento solo su capriolo ed in un futuro prossimo sul daino!

                  COMMENTA


                  • #41
                    Originariamente inviato da Roby72 Visualizza il messaggio
                    Fulvio, la palla è monolitica, rarissimamente (mai) con questa carica mi rimane dentro, secondo me l'affungamento è arrivato al massimo, guarda bene, più di cosi non si può aprire.
                    Comunque prossimamente ho intenzione di provare le Hasler ariete da 148gr. vedremo come si comporterà, la carica utilizzata per l'abbattimento del cinghiale postato sopra in 3 anni di impiego sul cinghiale non mi ha mai tradito.
                    Il fatto sta soprattutto nel considerare che la balistica interna ed esterna è matematica, mentre invece quella terminale no..... L'esperienza mi ha insegnato questo.
                    Ciao Roby, se non ti crea problemi, ti andrebbe di riportare le tue impressioni dopo che avrai utilizzato le Hasler Ariete da 148 grs.....cosi' da avere una testimonianza "sul campo" e magari confrontarla con le Barnes TTSX?

                    Ti ringrazio anticipatamente, un salutone e complimenti per l'abbattimento
                    Alberto

                    COMMENTA


                    • Roby72
                      Roby72 commentata
                      Modifica di un commento
                      Certo che lo farò.... ho ancora una 25ina di cartucce caricate con la Barnes, con i ritmi di abbattimento di quest'anno credo che ancora ho un po' di tempo...

                  • #42
                    Originariamente inviato da Roby72 Visualizza il messaggio
                    Io per gli animali più robusti ed "incassatori" EVITEREI categoricamente i calibri che sulla carta non hanno energia sufficiente a realizzare un'abbattimento pulito... Due settimane fa mi sono imbattuto con questo "maialcinghiale" che ha stoppato l'ago della bilancia a 127kg! Si è preso una Barnes TTSX da 165gr cal. 308 a 110m il foro di entrata si vede benissimo, cade a terra istantaneamente, dopo circa un minuto si rialza e prima che prendesse fuga, se ne becca un'altra dal lato opposto, le palle sono rimaste tutte dentro secondo me ogni ungulato ha i suoi calibri "prediletti", perché riaschiare di perdere un'animale e farlo soffrire inutilmente?
                    Ciao Roby. Una curiosità.. La Barnes in oggetto di questo abbattimento, come ha lavorato DENTRO?

                    COMMENTA


                    • Roby72
                      Roby72 commentata
                      Modifica di un commento
                      Allora la prima palla è andata un po' alta, gli organi interni li ha danneggiati la seconda, ma tutte e due hanno lavorato parecchio in entrata, il cinghiale era bello grasso e aveva una cotenna come un pneumatico di un trattore.... per questo secondo me non sono uscite, non ho potuto sparare al collo come faccio quasi sempre, perché l'animale si muoveva continuamente alla ricerca di cibo, e nello sparare ho preferito il bersaglio grande.

                  • #43
                    Originariamente inviato da biagio Visualizza il messaggio
                    Visto che i consigli sul calibro ed arma sono stati più che esaustivi, approfitto se gentilmente potete dare una vostra opinione su queste ottiche da abbinare...leica Er 5 o x50 o x56 o altrimenti pensavo, per iniziare una buona usata fissa swarovski 8x50 8x56 anche se, affidarsi all usato a meno che nn si conosca il proprietario , è sempre un po' un tuffo nel buio...grazie come sempre!dimenticavo...da impiegare al momento solo su capriolo ed in un futuro prossimo sul daino!
                    Vai tranquillo. Io ho montato su una carabina un fisso SWARO PF 8x56, una garanzia anche con scarsissima luce da ottime risposte.
                    Li puoi impiegare su qualsiasi animale senza problemi. per quanto riguarda l'usato compralo in un'armeria seria e che ti garantisca l'autenticità.

                    Ciao

                    Claudio - siena

                    COMMENTA


                    • #44
                      Originariamente inviato da Roby72 Visualizza il messaggio
                      Fulvio, la palla è monolitica, rarissimamente (mai) con questa carica mi rimane dentro, secondo me l'affungamento è arrivato al massimo, guarda bene, più di cosi non si può aprire.
                      Comunque prossimamente ho intenzione di provare le Hasler ariete da 148gr. vedremo come si comporterà, la carica utilizzata per l'abbattimento del cinghiale postato sopra in 3 anni di impiego sul cinghiale non mi ha mai tradito.
                      Il fatto sta soprattutto nel considerare che la balistica interna ed esterna è matematica, mentre invece quella terminale no..... L'esperienza mi ha insegnato questo.
                      Qua sotto ti ho messo alcune palle TTSX da 150 grs in 30-06 da me recuperate su spoglia, ti sembra che siano affungate tutte come la tua?
                      Come vedi possono fare di meglio, nonostante in tre anni non ti abbiano mai tradito, anche se però ti ricordo che le statistiche si fanno sul numero di animali abbattuti e non sugli anni di utilizzo......
                      Io non voglio polemizzare, anzi, mi fa piacere confrontarmi per imparare ma dal tuo scritto mi pare di evincere che tu hai solo certezze, per tua fortuna; vedi, mi sarei aspettato che mi avessi detto" ah si, pensavo avessero dato il massimo, hai qualche nozione o casistica da darmi per confronto?".
                      Dopodiché mi ritiro alla chetichella senza voler intaccare le certezze altrui e chiedo scusa se posso aver detto parole inopportune.
                      Un ultimo dato se può interessare, altrimenti cestinate che non mi offendo:
                      di 6 palle TTSX da 150 grs in 30-06 che ho "studiato" (non ricordo se sono quelle in foto) ho riscontrato che il diametro minimo era di 13,51 mm mentre quella più espansa di 20,74 mm con una media di 16,31 mm
                      Detto ciò: Passo e Chiudo!

                      Peace & Love

                      COMMENTA


                      • SPRINGER TOSCANO
                        SPRINGER TOSCANO commentata
                        Modifica di un commento
                        O che il buon Fulvio di animali ne spara veramente tanti....

                      • Roby72
                        Roby72 commentata
                        Modifica di un commento
                        Fulvio non ti scaldare... non ce n'è bisogno, intanto le mie non sono 150gr ma bensì 168gr, non possono lavorare alla stessa maniera, io le sparo nel 308 tu nel 30.06. E anche qui non possiamo fare paragoni, comunque domani ti posto una foto fatta da un'altra angolazione, così potrai valutare meglio. Io non ho la presunzione di essere uno che sa tutto, ma ti assicuro che quando parlo lo faccio in maniera ponderata e con cognizione di causa. Di abbattimenti ti dico subito che in 3 anni ce ne ho fatti circa una 30ina tra cinghiali e caprioli, ho fatto anche colpi doppi, anche su animali intorno ai 60kg, la palla è rimasta dentro solo in questo caso e in quello documentato nei post precedenti. Il forum serve a questo condividere e ponderare, non aggredire e giudicare a prescindere.

                      • fulviogp
                        fulviogp commentata
                        Modifica di un commento
                        Pieffe50 "Devo dire che vedendo tutte queste palle recuperate sulla spoglia, mi fa riflettere... il che mi fa pensare che spari molto lontano ad animali certamente pesanti e carrozzati o che la velocità delle tue cariche è troppo bassa."
                        Recuperare palle monolitiche è più difficile che recuperare palle con piombo proprio perché, mediamente, sono più perforanti ma il numero di ritrovamenti dipende dal numero di animali abbattuti......
                        Se il tuo pensiero fosse giusto non darebbe come risultato delle palle molto affungate poiché sia la lunga distanza che la scarsa carica danno basse velocità e di conseguenza minore espansione.

                        Roby72 "Fulvio non ti scaldare... non ce n'è bisogno, Il forum serve a questo condividere e ponderare, non aggredire e giudicare a prescindere."
                        Non mi pare di essermi scaldato, ti ho dimostrato visivamente ciò che ti avevo detto e al quale tu non credevi.

                        "intanto le mie non sono 150gr ma bensì 168gr, non possono lavorare alla stessa maniera, io le sparo nel 308 tu nel 30.06. E anche qui non possiamo fare paragoni"
                        Mi spiego: se ti dico che la palla da te postata non si è espansa perfettamente è proprio perché tu usi su un calibro più lento e una palla più pesante, risultati simili potrebbero scaturire se io, col 30-06, usassi le 168 grs e tu col 308 le 150 grs. e non viceversa. Se vuoi migliorare il lavoro della palla devi diminuirne il peso aumentando di conseguenza la velocità e una TTSX da 150 grs sul 308 è perfetta. Con questo non voglio dire che la 168 grs vada male, ma se dovessi fare un tiro più lungo di quello che hai fatto nella palla recuperata rischieresti una ancor più scarsa espansione con tutto ciò che ne deriva.

                        "Di abbattimenti ti dico subito che in 3 anni ce ne ho fatti circa una 30ina tra cinghiali e caprioli, ho fatto anche colpi doppi, anche su animali intorno ai 60kg, la palla è rimasta dentro solo in questo caso e in quello documentato nei post precedenti."
                        Non è polemica, chiarisco, perché altrimenti mi dici che mi scaldo, mentre mi conoscessi penseresti tutt'altro ahahahahahah, ma, una media di 5 cinghiali e 5 caprioli all'anno, di peso diverso, a distanza diversa, colpiti in punti diversi, ecc... ,secondo te, possono fare statistica nella valutazione di una palla? Mhhhhh

                    Pubblicita STANDARD

                    Comprimi

                    Ultimi post

                    Comprimi

                    Unconfigured Ad Widget

                    Comprimi
                    Sto operando...
                    X