annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Argomento fritto e rifritto, ma...

Comprimi

Mantieni online il sito per tutto il 2019

Comprimi
Le donazioni inviate sino ad oggi hanno ricoperto il (42%) dei costi necessari.
X
Comprimi
Su questa pagina ci sono 1 persona/e che stanno leggendo il contenuto di questa discussione: (0) Utenti registrati - (1) Ospiti
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Argomento fritto e rifritto, ma...

    Ricordo di aver visto il filmato di quella "personalita'" televisiva, il toscanaccio con due cognomi, Giangio ____ o qualcosa del genere, dove dimostrava come le palle di fucile possono essere deflesse da steli e spighe di grano o altri ostacoli leggeri. Pero' i calibri da lui usati in tale dimostrazione erano, se non vado errato, tutti calibri "moderni," cioe' non grossi, veloci, e con palla spitzer, appuntita. Ma ci sono due filmati su YouTube che provano che quando si usano calibri grossi, pesanti e lenti, tipo .45-70, e roba del genere, la deflessione non avviene o, se avviene, non e' eccessiva. Da noi esiste il concetto del "brush gun," il fucile da macchia, cioe' appunto un fucile di calibro grosso e lento. L'esperimento e' stato condotto sparando a una silhouette d'acciaio a 50 yarde, 15 yarde delle quali erano macchia. La palla doveva per forza colpire rametti e fuscelli prima di raggiungere il bersaglio. In un paio di casi la palla ha addirittura dovuto troncare un quasi-alberello. L'autore di questi filmati e' un esperto di armi e munizioni, e lo seguo spesso su YouTube. L'esperimento consiste dello sparare 3 colpi con ognuno di diversi calibri (inclusi lisci a palla asciutta). Come ho detto ci sono due filmati. Guardateli tutti e due. Provano in maniera quasi incontrovertibile che sono le palle leggere, veloci, e appuntite che vengono deviate fuori bersaglio, mentre quelle grosse, pesanti e lente sfondano la macchia e colpiscono il punto mirato. Dico "quasi incontrovertibile" perche' ritengo che tre colpi non erano abbastanza. Cinque colpi per calibro avrebbero prodotto un risultato piu' attendibile.

    https://www.youtube.com/watch?v=P5dve7vAY9I

    https://www.youtube.com/results?search_query=what+is+a+brush+gun+part+2
    CHI SE FA PECORA OBBEDISCE AR PECORARO!

  • #2
    Uno studio in merito a rimbalzi e deviazioni, un po' più serio dei 3 colpi, ha stabilito che, sparando fra i cespugli:
    1. maggiore sono massa e calibro del proiettile, minori sono le deviazioni
    2. proiettili lenti deviano di più rispetto a quelli veloci
    3. le deviazioni sono più verticali che orizzontali

    COMMENTA


    • #3
      Originariamente inviato da fulviogp Visualizza il messaggio
      Uno studio in merito a rimbalzi e deviazioni, un po' più serio dei 3 colpi, ha stabilito che, sparando fra i cespugli:
      1. maggiore sono massa e calibro del proiettile, minori sono le deviazioni
      2. proiettili lenti deviano di più rispetto a quelli veloci
      3. le deviazioni sono più verticali che orizzontali
      Lenti, si', ma lenti e anche grossi e pesanti? Nota che in questi filmati il .30-30, lento ma piccolo, non ha dato buoni risultati.
      CHI SE FA PECORA OBBEDISCE AR PECORARO!

      COMMENTA


      • fulviogp
        fulviogp commentata
        Modifica di un commento
        Penso che a parità di massa i più veloci deviano meno.
        Se la velocità fosse ininfluente, il cal. 12 a palla non avrebbe rivali.

    • #4
      Comunque, a parte tutto, e' meglio sparare quando la traettoria non intersechera' alcun ostacolo. Anche con un proiettile rotondo cal. .72 a soli 1000 piedi al secondo.
      CHI SE FA PECORA OBBEDISCE AR PECORARO!

      COMMENTA


      • setterman1
        setterman1 commentata
        Modifica di un commento
        Dal racconto di un canaio al circolo della caccia quest'anno: cinghiale allestrato dentro un groviglio di rovo, ginestra e scope, cani in girotondo che abbaiano a fermo. L'uomo intravede l'occhio del cignugo (così come lo chiama) nel fitto; parte la botta del 444 marlin a leva: macchia tremolante come smossa da un terremoto per un po' ma la palla pesante dell' intreccio dei rami se ne è fregata assai compiendo egregiamente il suo lavoro. Bugiardo lui….
        setterman1

    • #5
      Altro parametro di fondamentale importanza per la stabilità del proiettile è....la rotazione sul proprio asse impartita dalla rigatura.

      Una rotazione sul proprio asse a regimi intorno (se ricordo bene....ma basta fare un calcolo) ai 100.000 giri per minuto impartisce una stabilità mostruosa.....almeno fino a quando il proiettile è perfettamente integro.

      COMMENTA


      • #6
        dai Giovanni non essere cosi offensivo nei confronti di Alessandro Magno Giangio.

        COMMENTA


        • setterman1
          setterman1 commentata
          Modifica di un commento
          Per me è un grande esperto nel senso più letterale della parola, cioè ha accumulato molta esperienza in materia di caccia. Un professionista.
          setterman1

      • #7
        Originariamente inviato da Capriolo Astuto Visualizza il messaggio
        dai Giovanni non essere cosi offensivo nei confronti di Alessandro Magno Giangio.
        Offensivo? Perche' non me ne ricordavo il nome? Non nascondo che mi stia un po' antipatico, ma riconosco la sua esperienza e conoscenza.
        setterman1 e Capriolo Astuto piace questo post.
        CHI SE FA PECORA OBBEDISCE AR PECORARO!

        COMMENTA

        Pubblicita STANDARD

        Comprimi

        Ultimi post

        Comprimi

        Unconfigured Ad Widget

        Comprimi
        Sto operando...
        X