annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

questa poi....

Comprimi

Mantieni online il sito per tutto il 2019

Comprimi
Le donazioni inviate sino ad oggi hanno ricoperto il (44%) dei costi necessari.
X
Comprimi
Su questa pagina ci sono 1 persona/e che stanno leggendo il contenuto di questa discussione: (0) Utenti registrati - (1) Ospiti
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • questa poi....

    Dopo diverse centinaia di ungulati tirati non mi sento certo un esperto, ma ritengo di averne viste di tutti tipi e sinceramente questa mi ha sorpreso.
    Ieri sera uscita con mio cugino, ci posizioniamo nello stesso appostamento, come al solito essendo lui mancino e io destro ci disponiamo in modo da tirare uno in una ziona della visuale e uno in un'altra.
    Sono da poco passate le 18 c'è ancora luce abbondante e a occhio nudo vediamo chiaramente due animali a circa 200 metri dalla mia parte. Il binocolo dirà che sono due daini, femmina con piccolo. Mi piazzo sulla carabina, che proprio in previsione di vedere un daino è la Tikka lite in 300WM su cui sparo delle RWS con palla Evo da 184gn. Aspetto che l'animale si posizioni bene e lascio partire la botta. Riesco a mantenere l'animale nell'ottica e vedo che si impenna quasi rovesciandosi e poi parte a corsa venendoci incontro. La corsa appare scoordinata, Scompare nella proda del bosco, che comunque non è perfettamente visibile da dove siamo perche delle piante più vicine ce la nascondono. "Bravo, è caduto lì" dice mio cugino, gli chiedo se lo ha visto cadere e lui mi dice di no, ma dalla reazione deve essere andato poco lontano di sicuro.
    Cerco di calmare l'emozione, poi scarico e ci avviamo a vedere cosa è successo. L'inquietudine che mi prende tutte le volte che vedo un animale andarsene dopo la fucilata mi prende anche questa volta, anche se la reazione dice anche a me che non può essere lontano.
    Arriviamo sul punto di sparo e non riesco a trovare traccia di sangue, è ancora abbastanza giorno, ma accendo la pila. Comincio a muovermi a rastrello intorno al punto di sparo, mentre mio cugino va dritto nel bosco. Niente neanche una minima goccia di sangue, inizio a recitare il rosario. Mi dirigo verso il bosco e ispeziono con cura tutti i punti di possibile ingresso, niente sangue. Ormai smoccolo spudoratamente, mi inoltro anche io nel bosco, una bella cerreta alta che consente un'ottima visibilità. Niente. E' ormai passata un'ora dallo sparo che dico a mio cugino di andarcene. Lui si dice esterrefatto la reazione è stata tipica del colpo andato a segno e il calibro come pure la palla sono tali da perforare la cassa dell'animale consentendo una copiosa uscita di sangue, eppure........
    Arrivato a casa telefono ad un paio di conduttori di cani da traccia che conosco per essere molto validi. Stamani appena fatto giorno sono di nuovo sul posto. Il cane non riesce a trovare traccia, non abbiamo rilevato nessuna traccia di sengue e dopo quasi due ore ci siamo arresi all'idea che non abbia toccato l'animale. Eppure la reazione.....
    Non è certo la padella che mi spaventa o mi sorprende, ma l'idea di aver lasciato un animale ferito nel bosco mi da molta noia.
    Secondo voi cosa può essere successo?

    Claudio - siena

  • #2
    Difficile da dire...ma visto la verifica anche col cane....credo che la spiegazione te la dara' la verifica al poligono dell arma.

    COMMENTA


    • #3
      Potresti averlo colpito basso, sullo sterno.

      COMMENTA


      • #4
        Ma il cane avrebbe rinvenuto qualcosa. E nel punto di impatto qualche segno ci doveva pur essere .... anche solo del pelo.

        COMMENTA


        • #5
          Forse gli hai sfiorato la testa.. Lo spostamento d'aria del proiettile vicino all orecchio può avergli fatto perdere l'equilibrio.

          COMMENTA


          • #6
            Originariamente inviato da Alle60 Visualizza il messaggio
            Forse gli hai sfiorato la testa.. Lo spostamento d'aria del proiettile vicino all orecchio può avergli fatto perdere l'equilibrio.
            Non ci avevo pensato ma potrebbe essere davvero!!

            ​​​​​​Questo spiegherebbe praticamente tutto!!

            COMMENTA


            • #7
              Potresti anche averlo colpito al padiglione auricolare provocando un trauma minimo e non emorragico ma praticamente equivalente a un grosso schiaffo sul capo.. Innocuo ma shoccante!

              COMMENTA


              • alcn30.06
                alcn30.06 commentata
                Modifica di un commento
                Una volta un mio amico sfiorò con un colpo di 30.06, a circa 5mt l'orecchio di un cinghiale di una 30ina di kg che cadde sul colpo imbalsamato per poi ripredersi dopo qualche minuto e tentare la fuga.
                Probabilmente sia successa qualcosa del genere..

                saluti,Alberto

            • #8
              Ma, non ho capito, gli ha tirato al collo/testa o nel "cassetto"?
              Perché se ha tirato nel cassetto e gli ha fatto i buchi per gli orecchini, qualche problema esiste.

              COMMENTA


              • #9
                Originariamente inviato da fulviogp Visualizza il messaggio
                Ma, non ho capito, gli ha tirato al collo/testa o nel "cassetto"?
                Perché se ha tirato nel cassetto e gli ha fatto i buchi per gli orecchini, qualche problema esiste.
                Ragazzi siete troppo bravi, io tiro sempre dietro la spalla, a 200 metri tirare al collo non lo ritengo alla mia portata. Sicuramente andrò a provare la carabina, ma sono tranquillo sul fatto che il problema è solo nella mia testa se ho padellato, e lo spero molto, di aver padellato.

                Ciao

                Claudio - siena

                COMMENTA


                • #10
                  Secondo me hai riconquistato la presidenza del Club della Padella. L'animale e' stato spaventato sia dal rumore della palla che gli passava vicino, che della schioppettata, quest'ultimo arrivato una frazione di secondo dopo quello della palla. Niente sangue, niente peli, niente traccia avvertita dal cane da sangue = padella pulita. Non ci perdere il sonno. Niente ferimento.
                  setterman1 piace questo post.
                  CHI SE FA PECORA OBBEDISCE AR PECORARO!

                  COMMENTA


                  • #11
                    Originariamente inviato da vivailpelo Visualizza il messaggio
                    Dopo diverse centinaia di ungulati tirati non mi sento certo un esperto….omissis

                    Claudio - siena
                    Diverse centinaia potrebbero essere 3-400 animali tirati, giusto? Se non si è esperti dopo cotanta pratica quando lo saremmo? Sai io sono un po' Duracell allora con qualche migliaio ( da realizzare; per ora neanche uno) forse mi potrò considerare provetto in questa caccia?
                    setterman1
                    Ultima modifica di setterman1; 25/02/19, 12:35. Motivo: specificazione per migliore comprensione

                    COMMENTA


                    • #12
                      In qualsiasi campo della vita, c'è sempre da imparare e il definirsi esperti non vuol dire che non si ha nulla da imparare, ma che si è smesso di farlo...
                      setterman1 e teufel.35 piace questo post.
                      L'intelligenza è limitata, la stupidità no! - Torraiolo-

                      COMMENTA


                      • setterman1
                        setterman1 commentata
                        Modifica di un commento
                        E' vero. Non ci avevo pensato. Però provetto sì. Altrimenti che differenza ci potrebbe essere con un neofita?
                        setterman1

                    • #13
                      Originariamente inviato da Alle60 Visualizza il messaggio
                      Forse gli hai sfiorato la testa.. Lo spostamento d'aria del proiettile vicino all orecchio può avergli fatto perdere l'equilibrio.
                      Su YouTube ho visto una cosa interessante. Un "cacciatore" ha tirato a una cerva whitetail con un fucile calibro .50 BMG (la cartuccia della potente mitragliatrice) "per vedere di nascosto l'effetto che fa." La cerva allo sparo e' piombata al suolo morta. Ben esaminata non ha presentato nessun foro d'entrata o d'uscita o nessuna contusione. Ma aveva sangue alla bocca, al naso e alle orecchie. La palla aveva sfiorato la testa senza toccarla, ma l'onda d'urto di tanta palla era stata come una randellata al cranio. Naturalmente sicccome Claudio non usava una .50BMG l'effetto e' stato molto minore, forse come uno scappellotto all'orecchio, ben capace di provocare dolore, perdita d'equilibrio e disorientamento, ma niente effetti duraturi.
                      Comunque, se non altro ha confermato che la presidenza del Club della Padella ben gli si addice. Da notare che ha detto "dei 300 o 400 animali TIRATI," non ABBATTUTI.
                      teufel.35 piace questo post.
                      CHI SE FA PECORA OBBEDISCE AR PECORARO!

                      COMMENTA


                      • fulviogp
                        fulviogp commentata
                        Modifica di un commento
                        Guarda che ha detto che ha mirato dietro alla spalla, dubito che la palla abbia sfiorato la testa perché, come ho detto prima, l'errore mi sembrerebbe macroscopico e può anche capitare, per carità, però penserei che la reazione così descritta sia da addebitare ad altro motivo. Dopodiché, se non si trova l'animale, si può dire di tutto e di più.

                    Pubblicita STANDARD

                    Comprimi

                    Ultimi post

                    Comprimi

                    Unconfigured Ad Widget

                    Comprimi
                    Sto operando...
                    X