annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

300 WINCHESTER MAGNUM 9,3 x 62 MAUSER per cinghiale in battuta con SEMIAUTOMATICHE

Comprimi

Modulo HTML statico non configurato

Comprimi

Contenuto statico HTML del modulo
X
Comprimi
Su questa pagina ci sono 1 persona/e che stanno leggendo il contenuto di questa discussione: (0) Utenti registrati - (1) Ospiti
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • #16
    Originariamente inviato da Forasacchi Visualizza il messaggio
    Ho avuto in passato una Bar in 300 win magnum, l'ho venduta e non tornerei indietro. Esasperato sui nostri animali. Se hai il tempo di mirare, e sai esattamente dove stai sparando forse può servire. Ma mi è capitato più di una volta, in battuta, di sparare frontalmente o peggio posteriormente e di fare un macello. L'ultimo animale era un porcastro che forse arrivava a 50kg, colpito mentre si allontanava nella coscia. La palla ha proseguito lungo il torace ed è fuoriuscita dalla spalla opposta. Tutta la carne interessata era inservibile, sembrava fosse esplosa una mina nel costato. Ho sempre usato cartucce commerciali, di solito con palle TUG....
    Lo trovo più per animali pericolosi, o al limite all'aspetto, dove ho il tempo e la calma di mirare. Magari con palle dure.
    In battuta lo trovo fuori luogo.
    se il 300 non avesse fatto tutti quei danni avresti fermato il cinghiale?
    non si ouò volere la botte piena e la moglie ubriaca!
    Dai per scontato che ciò che dai per scontato è sbagliato

    COMMENTA


    • #17
      Originariamente inviato da setterman1 Visualizza il messaggio
      Il commento mio sarebbe che in certi casi avviene che il cervello è ancora irrorato abbondantemente di sangue e quindi di ossigeno che ne ritarda la morte anche se il cuore avesse cessato di battere o fosse stato distrutto dal proiettile; il fermarsi sul posto vivo (tanto che sono occorse 3 fucilate per finirlo) dipende dalla percezione sensoriale di una parte della corteccia celebrale delle invalidazione gravi che sono avvenute e " spegne" l'energia dell'animale impedendogli di muoversi. Sembrerebbe che le palle uscendo non abbiano compiuto il lavoro che avrebbero dovuto: scaricare energia. Forse è stato attinto troppo vicino, 30 mt, ancora a tutta velocità balistica della munizione.
      setterman1
      Condivido il concetto dell'irrorazione al cervello. D'altronde anche cacciando dall'altana si vedono animali col cuore spappolato che si allontanano, talvolta senza dar la sensazione di essere stati colpiti.
      Già in passato menzionai "addestramento del cane da traccia" di F. Ponti, dove si spiega come seguendo col cane capi che sembravano sbagliati se ne rinvennero morti circa il 20% (o più) entro 1 km!!!!!! E si trattava di animali mirati con calma, in presenza di osservatore esperto!
      Quanto al fatto che la palla fuoriesca mi sembra normale e desiderabile, sono fatte apposta, soprattutto TUG, Partition ecc.
      Per il resto palle o calibri che fanno più o meno danni, che stoppano o uccidono infallibilmente, ecc. mi sembra che appartengano più o meno al mondo della fantasia. NON SI PUO' FARE LA FRITTATA SENZA ROMPERE LE UOVA!!!!!!!!!!
      Quanto al 300 Win. ne ho visti usare molti, per decine di anni, con molte decine di capi abbattuti. Efficacia ottima, ma solo se si colpiva bene, i miracoli scordateveli. Erano tutti BAR prima serie con canne da 61 cm. Le canne da 51 , e ancor più da 47 cm; mi lasciano molto perplesso, ma ricordo di averne letto anche alcuni pareri positivi (non ricordo dove, però si parlava di caccia all'alce in Scandinavia). Evidentemente chi l'ha scritto avrà avuto i suoi buoni motivi.
      Dai per scontato che ciò che dai per scontato è sbagliato

      COMMENTA


      • setterman1
        setterman1 commentata
        Modifica di un commento
        Non discuto mai l'esperienza altrui, soprattutto quando gli argomenti affrontano situazioni di cui non ho contezza. Il commento sulla cessione di energia della palla che fuoriesce è tratto da una letteratura specializzata ove autorevoli giornalisti esprimono pareri discordanti circa un efficace stopping power di munizioni con tali caratteristiche.
        setterman1

      • walker960walker
        walker960walker commentata
        Modifica di un commento
        Non credo sia così, altrimenti non si spiegherebbe lo sbattere di animali, dopo che gli si era tagliata la testa di netto! Secondo me, sono contrazioni nervose, alcune cellule che trasportano gli ordini dalla testa al resto del corpo, private del comando impazziscono e danno ordini a caso finchè batte il cuore.

      • setterman1
        setterman1 commentata
        Modifica di un commento
        Gli spasmi che avvengono quando ad un animale viene asportata la testa riguardano le contrazioni dei muscoli striati quando i tendini sono ancora irrorati dall'ossigeno nel sangue indipendentemente dalla spinta cardiaca dovute al carico adrenalinico del sistema nervoso para simpatico o simpatico che non ricordo bene. Funziona come se questo sistema avesse memorizzato gli impulsi precedenti di quella parte preposta della corteccia celebrale.
        setterman1
        Ultima modifica di setterman1; 27/02/19, 19:18. Motivo: correzione dal singolare al plurale a riguardo delle contrazioni muscolari.

    • #18
      Una palla che si stoppa a metà tronco, per esempio, intercetterà la metà degli organi rispetto a quella che fuoriesce.
      Una palla che fuoriesce ben affungata, soprattutto su animali che vanno via,permette perdite più copiose di sangue sul terreno che aiutano la ricerca.
      Una palla che impancia, se non fuoriesce, permette quasi sempre, all'intestino, di tappare il buco di entrata e non vi sono tracce di sangue lasciate nella fuga.
      Il discorso del "meglio se non esce perché ha ceduto tutta l'energia nel corpo" oppure no è di grande discussione anche nella difesa personale, stopping power, e le tendenze sono quelle di avere munizioni passanti con rischi però, nello specifico, di intercettare eventuali bersagli dietro a quello attinto.
      E' l'eterno conflitto sulla scelta della munizione da difesa: lento e pesante o leggero e veloce, 45 ACP o 9 mm? A distanza di decenni mai risolto.
      Nel caso della caccia, le motivazioni su esposte possono invece fare la differenza.
      Ovviamente, tante teste e tante idee.
      Peace and love.
      darkmax, SPRINGER TOSCANO e 2 altri utenti piace questo post.

      COMMENTA


      • #19
        Originariamente inviato da fulviogp Visualizza il messaggio
        Una palla che si stoppa a metà tronco, per esempio, intercetterà la metà degli organi rispetto a quella che fuoriesce.
        Una palla che fuoriesce ben affungata, soprattutto su animali che vanno via,permette perdite più copiose di sangue sul terreno che aiutano la ricerca.
        Una palla che impancia, se non fuoriesce, permette quasi sempre, all'intestino, di tappare il buco di entrata e non vi sono tracce di sangue lasciate nella fuga.
        Il discorso del "meglio se non esce perché ha ceduto tutta l'energia nel corpo" oppure no è di grande discussione anche nella difesa personale, stopping power, e le tendenze sono quelle di avere munizioni passanti con rischi però, nello specifico, di intercettare eventuali bersagli dietro a quello attinto.
        E' l'eterno conflitto sulla scelta della munizione da difesa: lento e pesante o leggero e veloce, 45 ACP o 9 mm? A distanza di decenni mai risolto.
        Nel caso della caccia, le motivazioni su esposte possono invece fare la differenza.
        Ovviamente, tante teste e tante idee.
        Peace and love.
        Se si parla solo di uccidere e fermare sul posto è sicuramente meglio una palla che attraversa velocemente il corpo dell animale cedendo comunque il massimo dell energia possibile.
        Il 90% dei danni agli organi interni vengono dallo shock idrodinanico per l effetto passante del proiettile. Gli organi interni subiscono pesantemente le differenze di pressione generate.
        Poi,come dici giustamente, se esce avrò grosse perdite di sangue che mi faciliteranno la ricerca del capo.


        walker960walker piace questo post.
        L' Alpinismo è salire per la via più facile alla vetta, tutto il resto è acrobazia*

        COMMENTA


        • #20
          Originariamente inviato da lupozoppo Visualizza il messaggio

          se il 300 non avesse fatto tutti quei danni avresti fermato il cinghiale?
          non si ouò volere la botte piena e la moglie ubriaca!
          Se leggi un paio di post sotto, dove ho scritto di aver tirato a 7 cinghiali, tutti rovinati tranne uno colpito al collo .... e che con altri calibri fermo i cinghiali con meno danni .... penso proprio di sì, a 20/30 metri anche con il 12 si sarebbe fermato. Dal 95 caccio in battuta, ora forse con meno frequenza, ma ho usato un solo anno il 300, e ripeto non mi pento di averlo venduto.
          walker960walker piace questo post.

          COMMENTA


          • walker960walker
            walker960walker commentata
            Modifica di un commento
            Penso che anche più di 20/30 mt. Col 12 ho visto animali cadere secchi a ben più di quella distanza, tanto da non far sentire la mancanza della carabina. E sono sincero quando dico che anche col cal. 20 ho visto fare cose da non credere. C'è da dire però, che le munizioni usate, non erano commerciali, ma frutto di prove e controprove nell'arco di anni.

        • #21
          Originariamente inviato da darkmax Visualizza il messaggio

          Se si parla solo di uccidere e fermare sul posto è sicuramente meglio una palla che attraversa velocemente il corpo dell animale cedendo comunque il massimo dell energia possibile.
          Il 90% dei danni agli organi interni vengono dallo shock idrodinanico per l effetto passante del proiettile. Gli organi interni subiscono pesantemente le differenze di pressione generate.
          Poi,come dici giustamente, se esce avrò grosse perdite di sangue che mi faciliteranno la ricerca del capo.

          -------------------------------------------------------------------------
          Quello che hai detto è vero e sono d'accordo. Tuttavia, bisogna vedere dove si colpisce. Ammettiamo venga attinto, ad una coscia o comunque in parti che non interessano gli organi vitali, lo shock idroninamico, agisce in una circonferenza delimitata e se si colpisce nelle periferie dell'animale, non ha effetto sugli organi interni. In questo caso, penso che una bella botta con palla adeguata, che possa spezzare le ossa che incontra, avrà più successo, anche se non uccide, rallenta l'animale quel tanto per replicare il colpo.
          dorset e darkmax piace questo post.
          Ciao Mauretto, sarai sempre nei miei pensieri.
          Sta il cacciator fischiando
          sull'uscio a rimirar..........

          COMMENTA


          • darkmax
            darkmax commentata
            Modifica di un commento
            Certamente.

        • #22
          Originariamente inviato da spaniel tedesco Visualizza il messaggio
          Esperienze dirette sull uso di questi calibri, e non cominciare a dire che sono troppo devastanti, secondo il tipo di palla si puo danneggiare la carne piu con un 223 REMINGTON. Solo le propie impressioni e uso del proiettile piu performante, inoltre l efficacia del 300 WINCHESTER MAGNUM, in canne corte 47 0 51 cm non ottimali per questo calibro MAGNUM
          PERDONAMI: ma perché fate sempre le stesse domande se sapete quale è la risposta esatta, corretta ed onesta dal punto di vista balistico.................................
          sono due calibri che con la battuta e aggiungo con il PIACERE di sparare in battuta e probabilmente per non dire certamente con gli ungulati italiani non centrano ne dalla porta ne dalla finestra,
          se poi qualcuno che già possiede questi calibri e si vuole sentire rincuorato ed apposto con la propria coscienza per la scelta sbagliata fatta nell'acquisto di tali cannoni forse anche su indicazione di un armiere sprovveduto che non riusciva a vendere una carabina semiautomatica di grosso calibro,
          bè allora il discorso è diverso e diciamo pure che il 300 wm e il 9,3x62 sono i migliori calibri da adoperare in battuta e siamo tutti felici e contenti......................

          P.S.
          cosa centra il 223 R con la battuta al cinghiale e col fatto che può danneggiare la carne, basta non utilizzarlo ed utilizzare i calibri adatti
          Alle60 piace questo post.
          Le cose che stanno al di fuori dell'ordine naturale né vi durano né vi stanno

          COMMENTA

          Chi ha letto questa discussione negli ultimi 10 giorni:

          Pubblicita STANDARD

          Comprimi

          Trending

          Comprimi

          Unconfigured Ad Widget

          Comprimi

          Tag nuvola

          Comprimi

          Ultimi post

          Comprimi

          Sto operando...
          X