annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Ancora sul 223 remington e il capriolo di selezione.....esperienze!!

Comprimi

Mantieni online il sito per tutto il 2019

Comprimi
Le donazioni inviate sino ad oggi hanno ricoperto il (50%) dei costi necessari.
X
Comprimi
Su questa pagina ci sono 1 persona/e che stanno leggendo il contenuto di questa discussione: (0) Utenti registrati - (1) Ospiti
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • #16
    Continua il report.....
    Sempre mattina di circa metà febbraio 2018..alle 6,30 sono sul posto...l' obbiettivo è sempre il capriolo sia femmina che piccolo.

    Mi apposto ma....non vedo niente per oltre mezzora quindi decido di spostarmi e andare nell' altro appostamento. Percorrendo il bordo del campo che mi porta all' appostamento noto due caprioli nella grotta di fronte.....procedo piano e, abbassandomi raggiungo il punto dove ho l' appostamento.

    Controllo col binocolo e...sono un maschio e una femmina......
    Levo la custode, carico l' arma, prendo il telemetro ma mi rendo conto che se mi sdraio non ho più visuale....Carponi mi sposto di 10/15 mt nel campo al pulito e......mi vedono!!!

    Mi fermo mi sdraio.....telemetro....160 mt.....intanto il maschio mi guarda allertato....

    Inquadro la femmina (mi accordo che forse è una piccola ma...ho ha disposizione sia il piccolo che la femmina quindi...) e.....non è messa benissimo è quasi di punta.....

    Controllo il maschio è sempre più allertato.......e ora anche la femmina mi sta guardando (eppure sono immobile sdraiato anche se...in campo aperto!!).

    Non c' e tempo.....decido per il tiro. Parte il colpo e...sento distintamente il sordo colpo della palla che impatta sull' animale ma....nell' ottica vedo un salto e poi ....la femmina fa alcuni passi e si ferma in un cespuglio spinoso.

    Non la vedo ma non la vedo nemmo uscire....aspetto un pò e poi mi avvio sul posto.

    Devo fare un giro piuttosto largo per aggirare il fossaccio (broto noi si chiama) spinoso e .....quando arrivo sul posto (me lo immaginavo) la femmina a passo lento si dirige sul fondo del fosso.....senza darmi il tempo di sparare!!!

    Sul posto nessun segno del colpo (ma ci guardo poco...in modo da fare poco casino) e avverto subito il recuperatore...... ....
    Dopo qualche telefonata riesco a parlarci

    L' appuntamento è per le 13.00....gli descrivo l' accaduto e lui mi conferma la mia ipotesi di....colpo troppo arretrato.

    Arrivati sul posto....la vera regina della scena da allora in poi sarà la Kurzhar "recuperatrice", che.....ci mette forse 5 minuti ha reperire subito il capo che ha fatto 50/80 mt e poi si è fermato e li è morto.

    Se avessi aspettato ancora un pò dopo il tiro prima di recarmi sul posto sicuramente lo avrei ritrovato nel fitto dove si era fermato.

    In pratica il colpo è andato un pò a destra e, vista l' angolazione è finito nell' intestino

    Sono quasi certo che anche utilizzando un calibro più potente il risultato sarebbe stato esattamente lo stesso. Per ora l' unico handicap che ho riscontrato sul 223 (a parte la sensibilità al vento) è il fatto che la palla salvo tiri a perfetta cartolina non esce.

    L' unico capo in cui ho avuto necessità del cane.....e la colpa è palesemente MIA!!

    COMMENTA


    • #17
      Originariamente inviato da setterman1 Visualizza il messaggio
      Altro che! Immagino se lo vedessero certi Guru della selezione di mia conoscenza: apriti cielo! Ma io avevo saputo da un conoscente, militare di carriera con esperienza di missioni all'estero tra le quali in Somalia dove con un fucile cal.5,6 munito di ottica gli americani abbattevano antilopi grosse come cervi a grande distanza. Alessandro Magno Giangio è un grande.
      setterman1
      Già.......i tanti bla bla bla!! Tanta, troppa, teoria spesso coadiuvata da "immaginaria" pratica!!

      Te sai cosa è stato detto a me circa il 223......

      Io l' ho preso proprio per sperimentare e vedere con i miei occhi, chi aveva "ragione" e cerco di sforzarmi per riportare e conbdividere in maniera più fedele possibile e senza filtri le mie esperienze......che potete leggere anche qua.

      Mi conforta anche vedere che chiunque l' abbia provato giunge, per ora alle stesse conclusioni.

      Ma......continuiamo a condividere...

      COMMENTA


      • setterman1
        setterman1 commentata
        Modifica di un commento
        Certo che lo so! Io potevo scrivere dell'esperienza dell'amico ma visto la mentalità...mi avrebbero subito bannato.
        setterman1

    • #18
      Originariamente inviato da SPRINGER TOSCANO Visualizza il messaggio
      Continua il report.....
      Sempre mattina di circa metà febbraio 2018..alle 6,30 sono sul posto...l' obbiettivo è sempre il capriolo sia femmina che piccolo.

      Mi apposto ma....non vedo niente per oltre mezzora quindi decido di spostarmi e andare nell' altro appostamento. Percorrendo il bordo del campo che mi porta all' appostamento noto due caprioli nella grotta di fronte.....procedo piano e, abbassandomi raggiungo il punto dove ho l' appostamento.

      Controllo col binocolo e...sono un maschio e una femmina......
      Levo la custode, carico l' arma, prendo il telemetro ma mi rendo conto che se mi sdraio non ho più visuale....Carponi mi sposto di 10/15 mt nel campo al pulito e......mi vedono!!!

      Mi fermo mi sdraio.....telemetro....160 mt.....intanto il maschio mi guarda allertato....

      Inquadro la femmina (mi accordo che forse è una piccola ma...ho ha disposizione sia il piccolo che la femmina quindi...) e.....non è messa benissimo è quasi di punta.....

      Controllo il maschio è sempre più allertato.......e ora anche la femmina mi sta guardando (eppure sono immobile sdraiato anche se...in campo aperto!!).

      Non c' e tempo.....decido per il tiro. Parte il colpo e...sento distintamente il sordo colpo della palla che impatta sull' animale ma....nell' ottica vedo un salto e poi ....la femmina fa alcuni passi e si ferma in un cespuglio spinoso.

      Non la vedo ma non la vedo nemmo uscire....aspetto un pò e poi mi avvio sul posto.

      Devo fare un giro piuttosto largo per aggirare il fossaccio (broto noi si chiama) spinoso e .....quando arrivo sul posto (me lo immaginavo) la femmina a passo lento si dirige sul fondo del fosso.....senza darmi il tempo di sparare!!!

      Sul posto nessun segno del colpo (ma ci guardo poco...in modo da fare poco casino) e avverto subito il recuperatore...... ....
      Dopo qualche telefonata riesco a parlarci

      L' appuntamento è per le 13.00....gli descrivo l' accaduto e lui mi conferma la mia ipotesi di....colpo troppo arretrato.

      Arrivati sul posto....la vera regina della scena da allora in poi sarà la Kurzhar "recuperatrice", che.....ci mette forse 5 minuti ha reperire subito il capo che ha fatto 50/80 mt e poi si è fermato e li è morto.

      Se avessi aspettato ancora un pò dopo il tiro prima di recarmi sul posto sicuramente lo avrei ritrovato nel fitto dove si era fermato.

      In pratica il colpo è andato un pò a destra e, vista l' angolazione è finito nell' intestino

      Sono quasi certo che anche utilizzando un calibro più potente il risultato sarebbe stato esattamente lo stesso. Per ora l' unico handicap che ho riscontrato sul 223 (a parte la sensibilità al vento) è il fatto che la palla salvo tiri a perfetta cartolina non esce.

      L' unico capo in cui ho avuto necessità del cane.....e la colpa è palesemente MIA!!
      Mi pare di aver letto in un articolo di Gianluca Garolini che sia un bene quando la palla non esce perché così avrebbe ceduto tutta l'energia posseduta. Naturalmente dopo un tramite profondo che abbia interessato gli organi più importanti.
      setterman1

      COMMENTA


      • #19
        Originariamente inviato da setterman1 Visualizza il messaggio

        Mi pare di aver letto in un articolo di Gianluca Garolini che sia un bene quando la palla non esce perché così avrebbe ceduto tutta l'energia posseduta. Naturalmente dopo un tramite profondo che abbia interessato gli organi più importanti.
        setterman1
        Credo che "il dilemma" stia proprio qua...

        Il 223 se il capriolo non è perfettamente a cartolina o quasi non lo trapassa.....quindi scarica tutta l' energia posseduta (e quando passa credo che comunque la palla conservi ben poca energia..)....un 270 308 ecc ecc invece trapassano il capo scaricando.........quanta energia?

        Secondo me, specie utilizzando palle pesanti e dure, ben poca!

        Il tipico lavoro del 223 (e credo anche di altri "piccoli e veloci") è .....piccolo forellino in ingresso.....danni "spaventosi" agli organi interni e......basta!! La spoglia rimane praticamente intatta.

        Lo svantaggio è che in caso di ferimento l' animale "marca" poco.....praticamente niente....e non è comunque uno svantaggio da poco.

        In compenso per me i vantaggi di questo calibro sono i seguenti:
        - grande precisione
        - rinculo inesistente che consente di vedere nell' ottica l' esito del colpo (vantaggio importantissimo)
        - grande efficacia dovuta al grande "lavoro" che la palla riesce a fare anche su animali esili.
        - economicità che consente sedute di allenamento senza svenarsi

        Furono proprio gli scritti di GG che mi convinsero a sperimentare detto calibro e.......per ora devo dire che ci aveva ragione!!

        COMMENTA


        • setterman1
          setterman1 commentata
          Modifica di un commento
          Descrizione illuminante. Grazie.
          setterman1

      • #20
        Originariamente inviato da SPRINGER TOSCANO Visualizza il messaggio
        Continua il report.....
        Sempre mattina di circa metà febbraio 2018..alle 6,30 sono sul posto...l' obbiettivo è sempre il capriolo sia femmina che piccolo.

        Mi apposto ma....non vedo niente per oltre mezzora quindi decido di spostarmi e andare nell' altro appostamento. Percorrendo il bordo del campo che mi porta all' appostamento noto due caprioli nella grotta di fronte.....procedo piano e, abbassandomi raggiungo il punto dove ho l' appostamento.

        Controllo col binocolo e...sono un maschio e una femmina......
        Levo la custode, carico l' arma, prendo il telemetro ma mi rendo conto che se mi sdraio non ho più visuale....Carponi mi sposto di 10/15 mt nel campo al pulito e......mi vedono!!!

        Mi fermo mi sdraio.....telemetro....160 mt.....intanto il maschio mi guarda allertato....

        Inquadro la femmina (mi accordo che forse è una piccola ma...ho ha disposizione sia il piccolo che la femmina quindi...) e.....non è messa benissimo è quasi di punta.....

        Controllo il maschio è sempre più allertato.......e ora anche la femmina mi sta guardando (eppure sono immobile sdraiato anche se...in campo aperto!!).

        Non c' e tempo.....decido per il tiro. Parte il colpo e...sento distintamente il sordo colpo della palla che impatta sull' animale ma....nell' ottica vedo un salto e poi ....la femmina fa alcuni passi e si ferma in un cespuglio spinoso.

        Non la vedo ma non la vedo nemmo uscire....aspetto un pò e poi mi avvio sul posto.

        Devo fare un giro piuttosto largo per aggirare il fossaccio (broto noi si chiama) spinoso e .....quando arrivo sul posto (me lo immaginavo) la femmina a passo lento si dirige sul fondo del fosso.....senza darmi il tempo di sparare!!!

        Sul posto nessun segno del colpo (ma ci guardo poco...in modo da fare poco casino) e avverto subito il recuperatore...... ....
        Dopo qualche telefonata riesco a parlarci

        L' appuntamento è per le 13.00....gli descrivo l' accaduto e lui mi conferma la mia ipotesi di....colpo troppo arretrato.

        Arrivati sul posto....la vera regina della scena da allora in poi sarà la Kurzhar "recuperatrice", che.....ci mette forse 5 minuti ha reperire subito il capo che ha fatto 50/80 mt e poi si è fermato e li è morto.

        Se avessi aspettato ancora un pò dopo il tiro prima di recarmi sul posto sicuramente lo avrei ritrovato nel fitto dove si era fermato.

        In pratica il colpo è andato un pò a destra e, vista l' angolazione è finito nell' intestino

        Sono quasi certo che anche utilizzando un calibro più potente il risultato sarebbe stato esattamente lo stesso. Per ora l' unico handicap che ho riscontrato sul 223 (a parte la sensibilità al vento) è il fatto che la palla salvo tiri a perfetta cartolina non esce.

        L' unico capo in cui ho avuto necessità del cane.....e la colpa è palesemente MIA!!

        -------------------------------------------------------------------------------
        Piccolo fuori tema: Il Kurzhaar, fa anche questo, come anche il cugino DD. Poi magari si faceva un giro a beccacce, o altro. Fallo con gli inglesi se ci riesci! (riferito ad altra discussione in altra stanza)

        Ciao Mauretto, sarai sempre nei miei pensieri.
        Sta il cacciator fischiando
        sull'uscio a rimirar..........

        COMMENTA


        • #21
          Originariamente inviato da walker960walker Visualizza il messaggio


          -------------------------------------------------------------------------------
          Piccolo fuori tema: Il Kurzhaar, fa anche questo, come anche il cugino DD. Poi magari si faceva un giro a beccacce, o altro. Fallo con gli inglesi se ci riesci! (riferito ad altra discussione in altra stanza)
          Si......la cagnina in questione fa recuperi su ungulati (quindi con tanto di abilitazione) e.....qualsiasi altra caccia!

          Io l' ho vista in azione su più recuperi e......bravissima!! Addestrata in Germania credo abbia superato tutte le prove e abilitazione là.

          Il suo fortunato proprietario scrive qua......magari ci approfondirà l' argomento.

          Il lavoro del cane da sangue.....è veramente avvincente, emozionante...bellissimo!! E ve lo dice un' appassionato di caccia alla beccaccia (attualmente ho una bellissima breton di 6 anni)




          Alle60 e walker960walker piace questo post.

          COMMENTA


          • #22
            Invitalo a scrivere qui, per quelli che non conoscono questa razza.
            Ciao Mauretto, sarai sempre nei miei pensieri.
            Sta il cacciator fischiando
            sull'uscio a rimirar..........

            COMMENTA


            • #23
              Originariamente inviato da SPRINGER TOSCANO Visualizza il messaggio
              Lo so......su questo argomento è stato scritto tutto e...il contrario di tutto!!


              Intanto...dico che col 223 remington ho utilizzato a caccia due armi.....il primo un baikal monocolpo poi sostituito con una vanguard dotata di meopta 3/12 x50 che utilizzo tuttora...

              Ho utilizzato solo ed esclusivamente munizioni ricaricate con palla bal tip da 55 grs, hornady sp. 60 grs e ...bal tip da 60 grs...

              Inizierò a riportare le mie esperienze.......dai riportate le vostre:
              Ma perche' americaneggiare con un selvatico europeo? 5,6x52R è la sua....morte ! E poi ti diverti a cercare le cartucce che non e' proprio detto che il tuo armaiolo di fiducia (o sfiducia...) ce l' abbia sempre disponibili!
              SPRINGER TOSCANO piace questo post.

              COMMENTA


              • #24
                Originariamente inviato da walker960walker Visualizza il messaggio
                Invitalo a scrivere qui, per quelli che non conoscono questa razza.
                ....a Spigeraccio non rispondo , ma ad un invito tuo non posso rimanere insensibile. E ti ringrazio.
                L'argomento e' lungo. Ma sarò lieto di condivederlo con voi.
                Inizio col dire che il kurzhaar così come lo conosciamo noi in Italia e' che una parte (anche se una magnifica) del Deutsch Kurzhaar di sangue ed addestramento tedesco.
                Ci saranno per i piu' molte soprese, spero piacevoli.

                walker960walker piace questo post.

                COMMENTA


                • #25
                  Ragazzi diamo il bentornato ad Alessandro migratorista di ripasso,, sapiente, sagace nonché irriverente toscano, la cui pregiata esperienza arricchirà di certo chiunque abbia interesse nella caccia di selezione. Per quanto riguarda la cinofilia beh....può dir la sua solo sui kurzhaar di sangue tedesco di cui possiede un esemplare venatoriamente molto dotato. Sul suo senso dell'humor .... C è a chi piace....
                  "Ci fu un'epoca in cui, se si incontravano altri esseri, non si sapeva con certezza se erano animali o dèi o signori di una specie o demoni o antenati. O semplicemente uomini. Un giorno, che durò molte migliaia di anni, Homo fece qualcosa che nessun altro ancora aveva tentato. Cominciò a imitare quegli stessi animali che lo perseguitavano: i predatori. E diventò cacciatore" Roberto Calasso

                  COMMENTA


                  • #26
                    Originariamente inviato da walker960walker Visualizza il messaggio


                    -------------------------------------------------------------------------------
                    Piccolo fuori tema: Il Kurzhaar, fa anche questo, come anche il cugino DD. Poi magari si faceva un giro a beccacce, o altro. Fallo con gli inglesi se ci riesci! (riferito ad altra discussione in altra stanza)
                    Appicciafoco........

                    livia1968 e walker960walker piace questo post.
                    Sopra ogni cosa combatti l'ignoranza.

                    martino de michele

                    " La Caccia è affascinante ed emozionante ANCHE quando la selvaggina scarseggia....e tu, nonostante tutto, ti diverti lo stesso perchè sei a Caccia."
                    Un Cacciatore.

                    COMMENTA


                    • #27
                      Originariamente inviato da Alessandro il cacciatore Visualizza il messaggio

                      ....a Spigeraccio non rispondo , ma ad un invito tuo non posso rimanere insensibile. E ti ringrazio.
                      L'argomento e' lungo. Ma sarò lieto di condivederlo con voi.
                      Inizio col dire che il kurzhaar così come lo conosciamo noi in Italia e' che una parte (anche se una magnifica) del Deutsch Kurzhaar di sangue ed addestramento tedesco.
                      Ci saranno per i piu' molte soprese, spero piacevoli.
                      --------------------------------------------------------------------------
                      Sono io che ti ringrazio per esserti palesato. Aspetto che ci presenti il kurzhaar "tedesco", qui i più non conoscono questo cane magnifico, parlaci delle sue grandi doti venatorie, che servono al cacciatore "polivalente".
                      Ciao Mauretto, sarai sempre nei miei pensieri.
                      Sta il cacciator fischiando
                      sull'uscio a rimirar..........

                      COMMENTA


                      • #28
                        Originariamente inviato da livia1968 Visualizza il messaggio
                        Ragazzi diamo il bentornato ad Alessandro migratorista di ripasso,, sapiente, sagace nonché irriverente toscano, la cui pregiata esperienza arricchirà di certo chiunque abbia interesse nella caccia di selezione. Per quanto riguarda la cinofilia beh....può dir la sua solo sui kurzhaar di sangue tedesco di cui possiede un esemplare venatoriamente molto dotato. Sul suo senso dell'humor .... C è a chi piace....
                        Cosa ci fa una donna a parlare di cose di caccia? I tedeschi hanno idee chiare sul ruolo femminile: Küche, Kirche, Kinder: Cucina, Chiesa e Figlioli. Da noi le cose vanno male perche' questo non e' stato scritto nella Costituzione.

                        COMMENTA


                        • livia1968
                          livia1968 commentata
                          Modifica di un commento
                          Appunto...... Che vi dicevo sul suo humor???!!!
                          Alessa ' qui troverai buona compagnia!!! Più che una piazza questo forum è il bar sotto casa. Un abbraccio e buona permanenza.

                      • #29
                        Originariamente inviato da walker960walker Visualizza il messaggio

                        --------------------------------------------------------------------------
                        Sono io che ti ringrazio per esserti palesato. Aspetto che ci presenti il kurzhaar "tedesco", qui i più non conoscono questo cane magnifico, parlaci delle sue grandi doti venatorie, che servono al cacciatore "polivalente".
                        Non e' che voglio cominciare da Adamo ed Eva, ma un breve discorsetto storico sui cani polivalenti in Germania (e Stati limitrofi, che si trovano in centro Europa), va fatto.
                        Quando in questi Stati la caccia non fu piu' solo possibile alla aristocrazia (che si poteva permettere numerose mute di cani specilizzati per determinati tipi di caccia) ma anche alla borghesia, questi borghesi avevano bisogno di un unico cane sia per motivi economici di mantenimento, sia per il fatto che la si caccia in una Reviere (riserva) su cui si hanno i diritti di caccia e solo lì. Non si va dove ci pare, ma solo dove si puo'. In questa riserva il cacciatore poteva trovare, un capriolo, un'anatra, una lepre, un cervo e via discorrendo, per cui aveva e ha bisogno di un cane polivalente, cioe' che sapesse ricoprire tutti i ruoli che possono capitare in una situazione simile. Non a caso là si usa spesso una arma anche essa polivalente: il drilling.
                        walker960walker piace questo post.

                        COMMENTA


                        • #30
                          ....credo sarebbe opportuno...aprire una discussione nuova ,in sede dedicata, sulle molteplici potenzialità di DD e Kurzhaar......non andremmo OT e credo ne uscirebbe qualcosa di molto interessante...

                          COMMENTA

                          Pubblicita STANDARD

                          Comprimi

                          Ultimi post

                          Comprimi

                          Unconfigured Ad Widget

                          Comprimi
                          Sto operando...
                          X