annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Pareri Winchester mod. 70

Comprimi
X
Comprimi
Su questa pagina ci sono 1 persona/e che stanno leggendo il contenuto di questa discussione: (0) Utenti registrati - (1) Ospiti
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Martjn Wilson
    ha iniziato la discussione Pareri Winchester mod. 70

    Pareri Winchester mod. 70

    Un caro amico, sta valutando l'acquisto di una carabina Bolt action marca
    Winchester mod. 70 in cal. 300 WSM usata ad un prezzo abbastanza conveniente Intorno ai 600 Euro, per la selezione al cinghiale ed al cervo.
    Mi chiedeva un parere, ma io non ho mai visto ne provato tale arma. Qualcuno la conosce bene?
    dovrebbe essere questo modello.

  • Martjn Wilson
    ha risposto
    Alla fine ho acquistato una Winchester 70 classic hunter in cal. 300 WM, sulla quale ho montato un'ottica Meopta Meostar R2 2,5-15x56 RD.
    Qualche foto

    Lascia un commento:


  • giovannit.
    ha risposto
    Originariamente inviato da lupozoppo Visualizza il messaggio

    (omissis)
    .
    Sulla superiorità dell'estrattore a lamina avrei qualche dubbio.
    Se fosse così essenziale come mai gli snipers USA hanno tanto usato i Remington 700 che non lo hanno?

    Umberto
    Perche' gli snipers non devono affrontare un animale o un nemico che li carica, in quanto sparano al nemico da grande distanza, hanno il tempo di tenere il fucile e le munizioni pulitissimi e spesso hanno un aiutante che oltre a marcare i punti d'impatto ha anche un'arma automatica se dovessero venire attaccati. E a volte anche loro hanno un'arma automatica, una pistola, e forse anche qualche bomba a mano oltre allo sniper rifle.

    Dunque, ci sono due tipi di estrattori a lamina: quello che aggancia il fondello della cartuccia mentre la cartuccia sale dal caricatore (controlled feed), e quello che invece aggancia il fondello "saltandolo" dopo che la cartuccia e' completamente nella camera (push feed). Il primo (controlled feed) e' a prova di inceppamento. E' il sistema del vecchio Mauser. Con questo sistema non e' consigliabile mettere una cartuccia in canna manualmente e forzare l'estrattore a scavalcarne il fondello. Potrebbe danneggiare l'estrattore. Ma col controlled feed uno puo' inserire una cartuccia in canna dal caricatore col fucile inclinato da un lato, sottosopra, o in qualsiasi posizione. Il push feed invece puo' provocare inceppamenti dovuti alla cartuccia che per qualche ragione si posiziona iin maniera erronea al momento di essere spinta in canna. Dove si cacciano animali pericolosi non troverai mai fucili bolt action con il push feed. Ma ambedue hanno maggior forza di estrazione del sistema della Remington.
    Cio' detto, io ho avuto dal 1978 a pochi anni fa una Remington 700 che non ha avuto mai problemi di estrazione e mi si e' inceppata una sola volta (la prima volta che la usai) perche', da novellino, non avevo inserito bene le cartucce nel caricatore. Ma l'estrattore ad unghia del 700 e simili fucili ingaggia soltanto una piccola parte del fondello, rispetto a quello a lamina che ne ingaggia molto di piu', e se per qualche ragione un bossolo dovesse essere incastrato, quel piccolo estrattore potrebbe, se forzato, o rompersi o scavalcare il fondello senza estrarre.
    Il Ruger M77 .338 WM che ho ha l'estrattore a lamina. E' il primo modello, e ha l'estrattore a lamina di tipo push feed. Modelli piu' recenti hanno il controlled feed.
    Da voi dove di animali pericolosi non ce ne sono (a parte i cinghiali, che pero' non possono essere paragonati a elefanti, ippopotami, bufali o leoni), l'etrattore tipo Remington e' accettabilissimo.

    Lascia un commento:


  • lupozoppo
    ha risposto
    Non ho esperienza del 300 WSM. Un mio amico ha un 270 WSM e va benissimo. Non avrei motivi di credere che il 300 non vada bene.
    Comunque anch'io dubito che gli short magnum abbiano rappresentato chissà quale progresso.
    La Winchester 70 mi ha entusiasmato, anche se non è pre 64.
    Con l'estrattore a lamina ho solo una CZ, tutte le altre (Remington, Tikka e Winchester) non lo hanno e vanno benissimo.
    Sulla superiorità dell'estrattore a lamina avrei qualche dubbio.
    Se fosse così essenziale come mai gli snipers USA hanno tanto usato i Remington 700 che non lo hanno?

    Umberto

    Lascia un commento:


  • Martjn Wilson
    ha risposto
    Bisognerà orientarsi per la ricarica, se si vuol tirare anche qualche volta al poligono. Ho notato che non è facile trovare munizioni 300 wsm ... e quelle che si trovano costano da 50 Euri a scatola a salire.

    Lascia un commento:


  • walker960walker
    ha risposto
    Io l'acquisterei, pur essendo un neofita molto ignorante in materia. Il mio pensiero é di acquistare una Winchester, Marca apprezzatissima, che userò pochissimo, su animali di mole e per la difficile e laboriosa caccia a cui è destinata, credo che sia una sicurezza. Poi a quella cifra!

    Lascia un commento:


  • Martjn Wilson
    ha risposto
    Tirando le somme, supposto che la carabina sia tutto sommato in buono stato e che si possa portare a casa con 500 Euri, quanti di voi acquisterebbero la Winchester mod. 70 in cal. 300 WSM ??

    Lascia un commento:


  • bansberia
    ha risposto
    Come al solito, concordo con Giovanni. Le cartucce WSM sono state inventate per uniformare la lunghezza dei colpi dei vari calibri. In questo modo si ottiene un 243 lungo quanto un 300. L'operazione è utile sopratutto ai costruttori, non tanto per risparmiare materiale, quanto per semplificare la produzione. I maldicenti (che non le hanno inventate) sostengono che le WSM mangiano le camere. Come dice Giovanni, il problema è di chi spara tantissimo (bersaglio o nocivi americani) ma non chi caccia di selezione e verifica l'azzeramento. La vita di una canna nei calibri più comuni (escluso .220 Swift e altri fulmini di guerra) è di diverse migliaia di colpi. Nell'ipotesi che una canna WSM duri 1000 colpi, sparandone 30 all'anno dura più di 30 anni.
    Conclusione: pulire bene e vendere dopo 25 anni. A me no, grazie, perchè ne ho 76. (anni, non WSM)

    Lascia un commento:


  • giovannit.
    ha risposto
    Originariamente inviato da Martjn Wilson Visualizza il messaggio
    In effetti caro giovanni, quello da te indicato è il motivo principale che mi sta facendo valutare questa winchester 70 in cal 300 WSM, non ho esperienza di calibri short magnum...ma anchio ho letto che tendono ad essere più precisi degli omologhi lunghi o long, vedasi .308 come te hai indicato che è sicuramente più preciso del 30.06, ed io aggiungo anche il cal. 6 ppc. Questo è almeno quello che si legge, salvo qualche parere di qualcuno che ne mette in risalto gli aspetti negativi degli short magnum come il costo maggiore delle cartucce e la difficile reperibilità presso le armerie, senza contare che secondo loro hanno risultati sovrapponibili ai calibri magnum tradizionali. Quindi l'impresa non vale la spesa.
    A chi credere??
    Mah, come si dice da noi e' o dodici o una dozzina, perche' poi all'atto pratico (caccia) non e' che ci sia poi un'enorme differenza. L'unica critica che ho dei magnums corti e' che in genere la cartuccia overbore (cioe' col bossolo di diametro molto maggiore di quello della palla, come appunto i magnums corti) tende a "mangiare" l'inizio della rigatura prima dei magnum "normali." Ma si parla di caccia agli ungulati, non ai varmints, il che significa tre o quattro colpi su carta prima della stagione per verificare l'azzeramento e quanti sparati al pelo? Tre? Sei? Otto? Ce ne vogliono di anni prima che se ne vedano gli effetti. Per quanto riguarda la difficile reperibilita' ed il costo, se ricarichi questi fattori non ti tangono affatto.

    Lascia un commento:


  • Martjn Wilson
    ha risposto
    In effetti caro giovanni, quello da te indicato è il motivo principale che mi sta facendo valutare questa winchester 70 in cal 300 WSM, non ho esperienza di calibri short magnum...ma anchio ho letto che tendono ad essere più precisi degli omologhi lunghi o long, vedasi .308 come te hai indicato che è sicuramente più preciso del 30.06, ed io aggiungo anche il cal. 6 ppc. Questo è almeno quello che si legge, salvo qualche parere di qualcuno che ne mette in risalto gli aspetti negativi degli short magnum come il costo maggiore delle cartucce e la difficile reperibilità presso le armerie, senza contare che secondo loro hanno risultati sovrapponibili ai calibri magnum tradizionali. Quindi l'impresa non vale la spesa.
    A chi credere??

    Lascia un commento:


  • giovannit.
    ha risposto
    Originariamente inviato da Martjn Wilson Visualizza il messaggio
    Comunque ed in ogni caso anche se Giangio su youtube elogia la carabina Winchester mod. 70, ma ne sconsiglia l'acquisto in cal. 300 WSM, inquanto ritiene che la scelta di mettere in produzione gli short magnum sia solo una manovra commerciale che nulla tolgono e nulla mettono ai tradizionali Magnum.

    Voi cosa ne pensate? qualcuno ha avuto esperienza diretta con il 300 WSM?
    lo acquistereste?
    Io questo Giangio non lo conosco, percio' non posso mettere in dubbio la sua competenza. Ma le carabine camerate per i calibri short magnums hanno un'action piu' corta e percio' dovrebbero essere un po' piu' precise dei magnums lunghi per la stessa ragione per la quale il .308 e' potenzialmente piu' preciso di altri .30 dal bossolo piu' lungo. Inoltre una cartuccia piu' corta in genere "scorre" dal caricatore alla camera un po' meglio e tende di meno ad incepparsi. E se non vado errato, il calibro short magnum "sfrutta" meglio la carica di polvere. Che inventarsi un nuovo calibro sia una manovra commerciale (fino a un certo punto) e' abbastanza vero, ma soltanto perche' di calibri gia' ce ne sono piu' che abbastanza per tutti gli usi. Pero' del resto se l'industria armiera non avesse continuato a inventare e produrre calibri nuovi, staremmo ancora a usare pallottoloni enormi propulsi a velocita' lumacose da polvere nera per ottenere gli stessi risultati che un modesto .243 oggi ottiene con meno rinculo, meno fumo, meno piombo, meno puzza, e una traettoria molto piu' radente di quella arcobalenica dei pallottoloni lenti.

    Lascia un commento:


  • Martjn Wilson
    ha risposto
    Comunque ed in ogni caso anche se Giangio su youtube elogia la carabina Winchester mod. 70, ma ne sconsiglia l'acquisto in cal. 300 WSM, inquanto ritiene che la scelta di mettere in produzione gli short magnum sia solo una manovra commerciale che nulla tolgono e nulla mettono ai tradizionali Magnum.

    Voi cosa ne pensate? qualcuno ha avuto esperienza diretta con il 300 WSM?
    lo acquistereste?

    Lascia un commento:


  • giovannit.
    ha risposto
    Originariamente inviato da Martjn Wilson Visualizza il messaggio
    Ho scritto 300 WSM non 330,.
    Errore di battitura. Volevo scrivere .300

    Lascia un commento:


  • setterman1
    ha commentato in 's risposta
    Il secondo cognome è Giangio.
    Setterman1

  • Alle60
    ha risposto
    Veramente un bel canale quello di Ciangio! Si chiama wildhunters omb..prove pratiche di armi e munizioni e altre informaziini sulla caccia a palla con canna liscia e sptt rigata. Lo seguo su youtube.

    Lascia un commento:

Chi ha letto questa discussione negli ultimi 10 giorni:

Pubblicita STANDARD

Comprimi

Trending

Comprimi

Unconfigured Ad Widget

Comprimi

Tag nuvola

Comprimi

Ultimi post

Comprimi

Sto operando...
X