annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Chissà che ne pensa FEDERCACCIA

Comprimi

Mantieni online il sito per tutto il 2019

Comprimi
Le donazioni inviate sino ad oggi hanno ricoperto il (50%) dei costi necessari.
X
Comprimi
Su questa pagina ci sono 1 persona/e che stanno leggendo il contenuto di questa discussione: (0) Utenti registrati - (1) Ospiti
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Chissà che ne pensa FEDERCACCIA






    La regione Lazio conta più del 30% di territorio protetto. Oltre che fare accordi per la migliore qualità ambientale con i nostri nemici ... non è che la più grande associazione di cacciatori, si possa interessare per impedire che i nuovi compagni di battaglia, oltre i tempi ci limitino altro territorio ?
    Cosa ne pensano i dirigenti di federcaccia o i federcacciatori del sito ? Siamo ancora certi che allearsi con certi soggetti sia il bene ?

    Dirigenti laziali di feder, arci e anuu perchè non andate a Morolo ? .... tanto ormai state nello stesso club !!
    sigpic

    ..... cci vostra, quanto ve vojo bene !!!



  • #2
    A Fabio....Stai a sparà sulla croce rossa....
    Mai come oggi c'e' tanta gente che scrive e cosi`poca che legge.

    COMMENTA


    • #3
      ora ho visto che non è comparso l'llegato
      sigpic

      ..... cci vostra, quanto ve vojo bene !!!


      COMMENTA


      • #4
        Dai fabio,anche nel rispetto di chi crede che dio e' morto dar sonno

        COMMENTA


        • #5
          Diabolico......

          COMMENTA


          • #6
            Perchè Federcaccia non è stata invitata? Eh no, non si fà così con gli amici!!!
            Detesto le tue idee ma mi farei uccidere per darti la possibilità di esprimerle (Voltaire)

            COMMENTA


            • #7
              Originariamente inviato da fabio d.t. Visualizza il messaggio





              La regione Lazio conta più del 30% di territorio protetto. Oltre che fare accordi per la migliore qualità ambientale con i nostri nemici ... non è che la più grande associazione di cacciatori, si possa interessare per impedire che i nuovi compagni di battaglia, oltre i tempi ci limitino altro territorio ?
              Cosa ne pensano i dirigenti di federcaccia o i federcacciatori del sito ? Siamo ancora certi che allearsi con certi soggetti sia il bene ?

              Dirigenti laziali di feder, arci e anuu perchè non andate a Morolo ? .... tanto ormai state nello stesso club !!
              ti dico che farei io,
              scriverei una e-mail a tutte le aavv della zona, visto che se non sbaglio ce ne son 5 che stanno cercando di accordarsi su diverse cose,
              e chiederei cosa pensano in merito e come hanno intenzione di comportarsi, se non dovessero rispondere, mi ci recherei di persona e insisterei finche qualcuno non mi da' una risposta, se la risposta non fosse esustiva cercherei di informare quanti piu' cacciatori possibile e con le buone maniere vedrei di partecipare alla riunione che se non sbaglio e' aperta a tutti e come categoria interessata direi la mia.......

              dedicato a noi......che il consiglio di un anziano cacciatore, è una SAGGEZZA…e non.. -"roba d’ altri tempi"

              COMMENTA


              • #8
                Non posso sapere cosa pensa federcaccia, ma ricordo che: il territorio agro-silvo-pastorale di ogni regione è destinato per una quota dal 20 al 30 per cento a protezione della fauna selvatica, fatta eccezione per il territorio delle Alpi di ciascuna regione, che costituisce una zona faunistica a sè stante ed è destinato a protezione nella percentuale dal 10 al 20 per cento. In dette percentuali sono compresi i territori ove sia comunque vietata l'attività venatoria anche per effetto di altri leggi o disposizioni, la domanda è sai-sapete se la vostra regione rientra nei parametri di legge, poi coinvolgendo le associazioni con i loro avvocati le associazioni agricole e i residenti andrebbe chiarita la questione, comunque inviterei a partecipare.

                COMMENTA


                • #9
                  In risposta a Lorenzo, seguo in parte il suo consiglio ed ho appena spedito alla Federcaccia nazionale quanto segue :

                  Buongiorno, sono un vostro vecchio associato, avendo avuto notizie di un incontro a morolo ( fr ) organizzato da legambiente riguardo l'istituzione del parco regionale dei monti lepini per il giorno 19 febbraio alle ore 18 presso la scuola Ernesto Bion di Via Le Grotte, ritengo opportuna la vostra partecipazione, soprattutto dopo esservi seduti allo stesso tavolo di legambiente riguardo appunto le tematiche del territorio. L'incontro è aperto a tutti, quindi vi pregherei di mobilitare le sezioni locali in quanto altre associazioni interpellate ... come la mia ( libera caccia ) ritengono inutile ogni contatto col mondo ambientalista, mentre reputo indispensabile difendere gli interessi degli associati, ed anche di chi come me non lo è più, ma rimane pur sempre un cacciatore al quale la regione Lazio ha tolto territorio agrosilvestre pastorale ben oltre il 30% stabilito dalla legge nazionale 157.
                  Ringrazio dell'attenzione e cordialmente saluto
                  Fabio De Taddeo
                  sigpic

                  ..... cci vostra, quanto ve vojo bene !!!


                  COMMENTA


                  • #10
                    Originariamente inviato da fabio d.t. Visualizza il messaggio
                    In risposta a Lorenzo, seguo in parte il suo consiglio ed ho appena spedito alla Federcaccia nazionale quanto segue :

                    Buongiorno, sono un vostro vecchio associato, avendo avuto notizie di un incontro a morolo ( fr ) organizzato da legambiente riguardo l'istituzione del parco regionale dei monti lepini per il giorno 19 febbraio alle ore 18 presso la scuola Ernesto Bion di Via Le Grotte, ritengo opportuna la vostra partecipazione, soprattutto dopo esservi seduti allo stesso tavolo di legambiente riguardo appunto le tematiche del territorio. L'incontro è aperto a tutti, quindi vi pregherei di mobilitare le sezioni locali in quanto altre associazioni interpellate ... come la mia ( libera caccia ) ritengono inutile ogni contatto col mondo ambientalista, mentre reputo indispensabile difendere gli interessi degli associati, ed anche di chi come me non lo è più, ma rimane pur sempre un cacciatore al quale la regione Lazio ha tolto territorio agrosilvestre pastorale ben oltre il 30% stabilito dalla legge nazionale 157.
                    Ringrazio dell'attenzione e cordialmente saluto
                    Fabio De Taddeo
                    bene fabio,
                    comunque e' valido anche il discorso di romano, se la vostra regione/citta', non ha ancora riservato il territorio dovuto per legge alle zone di protezione, purtroppo ci sara' ben poco da fare e il parco lo faranno, qui' ci siamo passati qualche anno fa' e mi sono ritrovato anche casa mia in un bel divieto di caccia, senza se e senza ma........

                    dedicato a noi......che il consiglio di un anziano cacciatore, è una SAGGEZZA…e non.. -"roba d’ altri tempi"

                    COMMENTA


                    • #11
                      Originariamente inviato da LORENZOPT Visualizza il messaggio
                      bene fabio,
                      comunque e' valido anche il discorso di romano, se la vostra regione/citta', non ha ancora riservato il territorio dovuto per legge alle zone di protezione, purtroppo ci sara' ben poco da fare e il parco lo faranno, qui' ci siamo passati qualche anno fa' e mi sono ritrovato anche casa mia in un bel divieto di caccia, senza se e senza ma........
                      La regione è al 33% , ora non so se l'ordinamento nazionale prevede che il territorio protetto deve essere su base provinciale. So per esempio che la provincia di viterbo aveva in serbo l'istituzione del parco del litorale, perchè il territorio di competenza non raggiumgeva la quota, ma poi è stato bloccato proprio grazie all'interessamento delle associazioni locali di cacciatori. Ora sto spedento la stessa lettera con dovute modifiche all'atc fr 2, il parco comunque comprende anche la provincia di Latina, quindi penso che siamo oltre il 30% stabilito ... non credo tutti le zone protette siano a Roma o Rieti.
                      sigpic

                      ..... cci vostra, quanto ve vojo bene !!!


                      COMMENTA


                      • #12
                        Originariamente inviato da fabio d.t. Visualizza il messaggio
                        La regione è al 33% , ora non so se l'ordinamento nazionale prevede che il territorio protetto deve essere su base provinciale. So per esempio che la provincia di viterbo aveva in serbo l'istituzione del parco del litorale, perchè il territorio di competenza non raggiumgeva la quota, ma poi è stato bloccato proprio grazie all'interessamento delle associazioni locali di cacciatori. Ora sto spedento la stessa lettera con dovute modifiche all'atc fr 2, il parco comunque comprende anche la provincia di Latina, quindi penso che siamo oltre il 30% stabilito ... non credo tutti le zone protette siano a Roma o Rieti.
                        qui', siccome eravamo veramente alle strette, per lasciar piu' territorio libero possibile, son state tabellate anche le aiuole delle rotonde in superstrada........

                        dedicato a noi......che il consiglio di un anziano cacciatore, è una SAGGEZZA…e non.. -"roba d’ altri tempi"

                        COMMENTA


                        • #13
                          Mandato pure all'atc :

                          Buongiorno, avendo avuto notizie di un incontro a morolo ( fr ) organizzato da legambiente riguardo l'istituzione del parco regionale dei monti lepini per il giorno 19 febbraio alle ore 18 presso la scuola Ernesto Bion di Via Le Grotte, ritengo opportuna la vostra partecipazione, soprattutto della componente appartenente all'associazionismo venatorio del comitato di gestione dell'ambito interessato al parco e ricadente nel comune ospitante l'evento L'incontro è aperto a tutti e reputo indispensabile difendere gli interessi dei cacciatori al quale la regione Lazio ha tolto territorio agrosilvestre pastorale ben oltre il 30% stabilito dalla legge nazionale 157. Non sono iscritto all'atc fr2, ma da cacciatore con residenza venatoria nella regione ho diritto alla mobilità che mi permette di frequentare tutto il territorio interessato dal parco
                          Ringrazio dell'attenzione e cordialmente saluto
                          Fabio De Taddeo

                          allego la locandina
                          sigpic

                          ..... cci vostra, quanto ve vojo bene !!!


                          COMMENTA


                          • #14
                            Mi ricordo che avevo dato due dritte ad un utente di un altro forum per calcolare la superficie destinata ad area protetta nella provincia di Roma, mi aveva detto che superava ben bene il 30% ma di più non so.

                            COMMENTA


                            • #15
                              questa è una discussione che mi piace per far vedere a tutta italia come si comportano gli atc e le aavv della regione lazio quindi chiedo a fabio d t di tenerci aggiornati io scommetto sin da ora che non si presenteranno ne i rappresentanti degli atc ne i rappresentanti delle aavv con la scusa che trattasi solo di una proposta e nulla di concreto...comunque il territorio della provincia di frosinone supera abbondantemente il 30% anche perchè rientra nel parco nazionale lazio abruzzo e molise.
                              il giovane cammina più veloce dell'anziano ma l'anziano conosce la strada...

                              COMMENTA

                              Pubblicita STANDARD

                              Comprimi

                              Ultimi post

                              Comprimi

                              Unconfigured Ad Widget

                              Comprimi
                              Sto operando...
                              X