annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Multata azienda ''certificata animalista'', per pubblicita' ingannevole.

Comprimi

Mantieni online il sito per tutto il 2019

Comprimi
Le donazioni inviate sino ad oggi hanno ricoperto il (29%) dei costi necessari.
X
Comprimi
Su questa pagina ci sono 1 persona/e che stanno leggendo il contenuto di questa discussione: (0) Utenti registrati - (1) Ospiti
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Multata azienda ''certificata animalista'', per pubblicita' ingannevole.

    Giovedì 27 Novembre 2014

    Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   crueltyfreenomoneyfree.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 28.0 KB 
ID: 1709775

    Pubblicizzare prodotti cosmetici con il claim "non testato sugli animali" rappresenta una forma di "comunicazione commerciale ingannevole", "in contrasto con l'art. 2 del Codice di Autodisciplina della Comunicazione commerciale", in quanto i test dei prodotti finiti e delle materie prime utilizzate per la realizzazione di cosmetici sono gia' stati vietati in tutta Europa fin dall'entrata in vigore della direttiva europea 2003/15/CE. Lo stabilisce il Giuri' con la pronuncia n. 37/2014 del 23/09/2014 Pronuncia 37/2014 - IAP, nei confronti de "I Provenzali" del "Saponificio Gianasso S.p.A", azienda che figura sul sito dell'associazione animalista Lav tra quelle "cruelty free", "controllate per la Lav da una societa' indipendente denominata ICEA, Istituto per la Certificazione Etica e Ambientale".

    L'azienda si e' subito preoccupata di far sapere 'Non testato su animali' di aver conseguito "la Certificazione Stop ai Test Su Animali rilasciata da ICEA per LAV" ben prima dell'entrata in vigore della direttiva e la Lav di far sapere che "tale Certificazione e' di fatto una garanzia che va oltre gli obblighi comunitari", ma appare lecito dubitare che certe certificazioni animaliste e coniglietti saltellanti vari rappresentino solo l'ennesimo business.

    Peraltro e' interessante notare come le norme abbiano vietato i test sugli animali dei prodotti cosmetici, i quali pero'http://www.greenme.it/consumare/cosmesi/14342-ingredienti-animali-nascosti-nei-cosmetici possono contenere un'infinita' di prodotti di origine animale: dal grasso, al latte, allo yogurt, alla placenta, al miele, alla cera, al collagene, alla lanolina, alla cheratina e via dicendo…

    Beh! Se e' per quello, c'e' gia' stato anche qualche produttore di mangimi per cani e gatti che Gli Animali da Macello della Almo Nature | In Difesa della Sperimentazione Animale ha pensato di pubblicizzare i propri prodotti come "non testati su animali"… sono fatti per l'80% di carne… forse non sara' carne di animali!...


    fonte:federfauna.org
    CHI AMA LA CACCIA VIVE LA NATURA sigpic

  • #2
    Altra prova che di queste organizzazioni o pseudo tali non c'è da avere un minimo di considerazione, ingannano e truffano a "go-go" e c'è gente che gli và dietro.....poveri diavoli !!!
    Saluti

    COMMENTA


    • #3
      ...gentaccia ......una delle specie peggiori.....
      Sono sempre diffidente delle persone a cui non piacciono i cani mentre mi fido tantissimo del cane quando non gli piace una persona.

      COMMENTA


      • #4
        EVVVVAI.......in 2 giorni 2 belle notisssie , questa e quella di ieri per appropriazione indebita della Zanardi ed il suo compagno Piero Villa entrambi del direttivo E.N.P.A.
        Bene , continuiamo così.....uno alla volta verranno pizzicati tutti.
        Ciao,Paolo.
        Arriverà il giorno in cui non riconoscerò un germano in volo........ecco,quello sarà l'ultimo giorno della mia vita.

        COMMENTA

        Pubblicita STANDARD

        Comprimi

        Ultimi post

        Comprimi

        Unconfigured Ad Widget

        Comprimi
        Sto operando...
        X