annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Poca competenza venatoria.

Comprimi

Mantieni online il sito per tutto il 2019

Comprimi
Le donazioni inviate sino ad oggi hanno ricoperto il (29%) dei costi necessari.
X
Comprimi
Su questa pagina ci sono 1 persona/e che stanno leggendo il contenuto di questa discussione: (0) Utenti registrati - (1) Ospiti
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Poca competenza venatoria.

    Si fa spesso una questione di pregiudizio contro i cacciatori che in realtà sono oppressi da tanti regolamenti senza senso. Vorrei chiedere in maniera pacifica se qualche associazione ambientalista ha mai dato un'occhiata al calendario venatorio della Sicilia, non conosco quelli delle altre regioni, come si può accettare la cattura del merlo che è quasi in estinzione dalle nostre parti e invece si proibisce la cattura dello storno che sono a milioni e peraltro anche nocivi sia all'agricoltura che all'ambiente urbano. Tutto questo fa parte di un piano per poter elevare dei verbali o si vuole veramente salvaguardare la natura. Così facendo certamente no.
    In amicizia, Salvo.

  • #2
    Originariamente inviato da salvo49 Visualizza il messaggio
    Si fa spesso una questione di pregiudizio contro i cacciatori che in realtà sono oppressi da tanti regolamenti senza senso. Vorrei chiedere in maniera pacifica se qualche associazione ambientalista ha mai dato un'occhiata al calendario venatorio della Sicilia, non conosco quelli delle altre regioni, come si può accettare la cattura del merlo che è quasi in estinzione dalle nostre parti e invece si proibisce la cattura dello storno che sono a milioni e peraltro anche nocivi sia all'agricoltura che all'ambiente urbano. Tutto questo fa parte di un piano per poter elevare dei verbali o si vuole veramente salvaguardare la natura. Così facendo certamente no.
    In amicizia, Salvo.
    Giustissima la tua domanda, prova a farti dare una risposta da qualche componente di assiciazioni "animalare" vedrai che ti stupirà con le argomentazioni........(ma quando mai si sono interessati veramente di animali), loro vivono per dare solo fastidio e criminalizzare la nostra categoria, molti di questi non conoscono neanche la differenza tra uno storno ed un fringuello.... e come dice un grande amico del Forum.... H.d.t.
    Saluti

    COMMENTA


    • #3
      il merlo in via di estinzione ??!!
      non lanciare ste idee .... va a finire che chiudono il merlo e col cazz che aprono allo storno

      COMMENTA


      • #4
        Originariamente inviato da salvo49 Visualizza il messaggio
        Si fa spesso una questione di pregiudizio contro i cacciatori che in realtà sono oppressi da tanti regolamenti senza senso. Vorrei chiedere in maniera pacifica se qualche associazione ambientalista ha mai dato un'occhiata al calendario venatorio della Sicilia, non conosco quelli delle altre regioni, come si può accettare la cattura del merlo che è quasi in estinzione dalle nostre parti e invece si proibisce la cattura dello storno che sono a milioni e peraltro anche nocivi sia all'agricoltura che all'ambiente urbano. Tutto questo fa parte di un piano per poter elevare dei verbali o si vuole veramente salvaguardare la natura. Così facendo certamente no.
        In amicizia, Salvo.


        Buonasera ....
        Il problema Storno , inteso , come salvaguardia della specie, tocca un po tutta l'italia.
        Chi è "fortunato" , in alcune regioni riesce ad averlo in deroga, chi meno se lo ritrova nelle specie non cacciabili.
        Se la scelta di non concedere il prelievo , se non i deroga , può essere discutibile in quasi tutte le regioni italiane , potrebbe essere (uso il condizionale) meno discutibile nella tua (vedo dal profilo che sei siciliano)in quanto nella vostra bellissima regione avete 2 tipi di Storni , lo Storno comune (il vulgaris) e lo Storno nero , particolarmente protetto.
        Credo , se non ricordo male , che sia proprio per preservare il secondo, evitando così di abbatterlo erroneamente , che vi viene preclusa da anni la caccia allo Storno comune.
        Tutti si sbattono così tanto per essere alternativi e originali.
        Al giorno d'oggi, per distinguersi dalla massa, basta così poco.
        L'educazione, per esempio.
        Giuseppe
        Maurè ti vogliamo bene!!

        COMMENTA


        • #5
          il merlo in via di estinzione ... ma a caccia ci vai ?
          è uno dei pochi selvatici che si vede sempre

          COMMENTA


          • #6
            Originariamente inviato da magasso111 Visualizza il messaggio
            il merlo in via di estinzione ... ma a caccia ci vai ?
            è uno dei pochi selvatici che si vede sempre
            Si da noi se ne vedono......ma diciamo che la sicilia non e' proprio a due passi dal veneto!!!!
            Io ci sono stato 10 giorni fa' per lavoro e ne ho visti veramente pochissimi in due giorni che son stato la.....
            Ciao
            Alberto
            X gli storni e' una vergogniaaaaaaaaaaaaaaaaaa

            COMMENTA


            • #7
              Originariamente inviato da albe1 Visualizza il messaggio
              Si da noi se ne vedono......ma diciamo che la sicilia non e' proprio a due passi dal veneto!!!!
              Io ci sono stato 10 giorni fa' per lavoro e ne ho visti veramente pochissimi in due giorni che son stato la.....
              Ciao
              Alberto
              X gli storni e' una vergogniaaaaaaaaaaaaaaaaaa
              pensavo fosse una specie molto diffusa in tutta italia

              COMMENTA


              • #8
                Sembra proprio che ci vogliamo far male da soli....le speci cacciabili nel calendario venatorio se ci sono è perché non sono in via di estinzione....ma stanno facendo di tutto per limitarci e non credo sia normale (anche se di normale in Italia c'è poco)lasciarci cacciare animali in via di estinzione....poi si varia da regione a regione,da paese a paese...non crediamo alle favole,togliere uno e aggiungere un altro....La gestione della fauna non è cosa per noi italiani(mi riferisco a chi fa calendari ecc .ecc.)le cose serie qui non esistono...quindi teniamoci stretto quello che abbiamo e non lasciamocelo scappare!!
                Ciao
                Very Bergamasc d.o.c.
                Solo e sempre pelo!!!!

                COMMENTA


                • #9
                  immaginatevi una gestione regionale delle specie cacciabili .....
                  ahahahahah

                  COMMENTA


                  • #10
                    Il merlo non è in via d'estinzione ma al pari dei tordi c'è ed è giusto che sia in calendario.
                    La cosa ridicola è che vietano lo storno e poi le regioni pagano un sacco di soldini di risarcimento agl'agricoltori che fanno denunce per i danni provocati da questi animali o per installare reti e sistemi di protezione per i monumenti in città.

                    COMMENTA


                    • #11
                      Originariamente inviato da Giu75 Visualizza il messaggio
                      Sembra proprio che ci vogliamo far male da soli....le speci cacciabili nel calendario venatorio se ci sono è perché non sono in via di estinzione....ma stanno facendo di tutto per limitarci e non credo sia normale (anche se di normale in Italia c'è poco)lasciarci cacciare animali in via di estinzione....poi si varia da regione a regione,da paese a paese...non crediamo alle favole,togliere uno e aggiungere un altro....La gestione della fauna non è cosa per noi italiani(mi riferisco a chi fa calendari ecc .ecc.)le cose serie qui non esistono...quindi teniamoci stretto quello che abbiamo e non lasciamocelo scappare!!
                      Ciao
                      Giu, rispondo a te, ma contemporaneamente a Magasso la mia era soltanto una puntualizzazione per far notare l'enorme differenza di popolazione delle due specie, quindi non intendevo dire di chiuderne una per aprirne un'altra, ma rispondendo a Magasso che si è meravigliato tanto posso dirgli che sconosce totalmente la fauna della Sicilia. Da voi il merlo è di casa anche in tutti i parchi pubblici da noi purtroppo gli incontri con i merli non sono così presenti.
                      Saluti da salvo.

                      - - - Aggiornato - - -

                      Originariamente inviato da cecchino Visualizza il messaggio
                      Buonasera ....
                      Il problema Storno , inteso , come salvaguardia della specie, tocca un po tutta l'italia.
                      Chi è "fortunato" , in alcune regioni riesce ad averlo in deroga, chi meno se lo ritrova nelle specie non cacciabili.
                      Se la scelta di non concedere il prelievo , se non i deroga , può essere discutibile in quasi tutte le regioni italiane , potrebbe essere (uso il condizionale) meno discutibile nella tua (vedo dal profilo che sei siciliano)in quanto nella vostra bellissima regione avete 2 tipi di Storni , lo Storno comune (il vulgaris) e lo Storno nero , particolarmente protetto.
                      Credo , se non ricordo male , che sia proprio per preservare il secondo, evitando così di abbatterlo erroneamente , che vi viene preclusa da anni la caccia allo Storno comune.
                      Cecchino, hai perfettamente ragione, solo che in quest'ultimi anni lo storno nero è altrettanto numeroso quando il primo, quindi questa limitazione mi sembra superflua.
                      Saluti.
                      Salvo.

                      COMMENTA

                      Pubblicita STANDARD

                      Comprimi

                      Ultimi post

                      Comprimi

                      Unconfigured Ad Widget

                      Comprimi
                      Sto operando...
                      X