annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

«Bottinelli Lav chieda scusa a tutte le doppiette»

Comprimi

Mantieni online il sito per tutto il 2019

Comprimi
Le donazioni inviate sino ad oggi hanno ricoperto il (69%) dei costi necessari.
X
Comprimi
Su questa pagina ci sono 1 persona/e che stanno leggendo il contenuto di questa discussione: (0) Utenti registrati - (1) Ospiti
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • «Bottinelli Lav chieda scusa a tutte le doppiette»

    09/09/2013

    GAVORRANO. La polemica scoppiata per la denuncia del bracconiere che aveva sparato a una lepre dalla sua auto ha travalicato i confini della provincia. Quella notizia è arrivata a San Vincenzo, dove a qualcuno, le parole del presidente della Lav Giacomo Bottinelli, non sono andate giù. «Pensare negativo sull'attività venatoria - scrive Paolo Galligani - che è uno sport a tutti gli effetti e sui cacciatori che la praticano autorizzati da leggi ben chiare, da medici e pretori per il rilascio del porto d’armi, è un pensiero che deve essere rispettato». Siamo in democrazia, dice Galligani. Pertanto, ognuno è libero di esprimere la propria opinione. «Ma mettere sullo stesso piano il cacciatore e il bracconiere - aggiunge - che di fatto è un delinquente comune che infrange la legge, non può essere concesso nemmeno al presidente di una associazione animalista».
    Bottinelli, il giorno della notizia del bracconiere denunciato, aveva lanciato l’idea della biciclettata contro la caccia. «Non possiamo però concedere al rappresentante di un’associazione questo atteggiamento - dice - perché si rischia di andare oltre la legalità della normale polemica. Quella dichiarazione è estremamente offensiva e potrebbe essere perseguita con una denuncia per diffamazione. Dare del delinquente ad un appassionato venatorio è come dare l'appellativo di guerrafondaie allemedaglie d’oro di Skeet e Trap, Chiara Cainero e Jessica Rossi perché sparano con il fucile ai piattelli». La rabbia di Galligani è quella di tutte le doppiette. Questa volta non solo grossetane, ma anche quelle livornesi. «A nome di tutti i cacciatori - dice la doppietta di San Vincenzo - pretendo scuse formali. Se poi il presidente vuol venire a lezione di comportamento ambientale e di salvaguardia della natura, frequenti i veri cacciatori, gli unici impegnati sulle torrette antincendio dove non mi mi risulta che ci siano rappresentanti della Lav e di altre associazioni ambientaliste. In questo modo Bottinelli potrà rendersi conto che i veri ambientalisti sono i cacciatori».

    fonte:iltirreno.gelocal.it/grosseto
    CHI AMA LA CACCIA VIVE LA NATURA sigpic

  • #2
    Originariamente inviato da Alberto 69 Visualizza il messaggio
    09/09/2013

    GAVORRANO. La polemica scoppiata per la denuncia del bracconiere che aveva sparato a una lepre dalla sua auto ha travalicato i confini della provincia. Quella notizia è arrivata a San Vincenzo, dove a qualcuno, le parole del presidente della Lav Giacomo Bottinelli, non sono andate giù. «Pensare negativo sull'attività venatoria - scrive Paolo Galligani - che è uno sport a tutti gli effetti e sui cacciatori che la praticano autorizzati da leggi ben chiare, da medici e pretori per il rilascio del porto d’armi, è un pensiero che deve essere rispettato». Siamo in democrazia, dice Galligani. Pertanto, ognuno è libero di esprimere la propria opinione. «Ma mettere sullo stesso piano il cacciatore e il bracconiere - aggiunge - che di fatto è un delinquente comune che infrange la legge, non può essere concesso nemmeno al presidente di una associazione animalista».
    Bottinelli, il giorno della notizia del bracconiere denunciato, aveva lanciato l’idea della biciclettata contro la caccia. «Non possiamo però concedere al rappresentante di un’associazione questo atteggiamento - dice - perché si rischia di andare oltre la legalità della normale polemica. Quella dichiarazione è estremamente offensiva e potrebbe essere perseguita con una denuncia per diffamazione. Dare del delinquente ad un appassionato venatorio è come dare l'appellativo di guerrafondaie allemedaglie d’oro di Skeet e Trap, Chiara Cainero e Jessica Rossi perché sparano con il fucile ai piattelli». La rabbia di Galligani è quella di tutte le doppiette. Questa volta non solo grossetane, ma anche quelle livornesi. «A nome di tutti i cacciatori - dice la doppietta di San Vincenzo - pretendo scuse formali. Se poi il presidente vuol venire a lezione di comportamento ambientale e di salvaguardia della natura, frequenti i veri cacciatori, gli unici impegnati sulle torrette antincendio dove non mi mi risulta che ci siano rappresentanti della Lav e di altre associazioni ambientaliste. In questo modo Bottinelli potrà rendersi conto che i veri ambientalisti sono i cacciatori».

    fonte:iltirreno.gelocal.it/grosseto
    .........gia' il nome e' tutto un programma, da noi in toscana potrebbe derivare da questo, definizione presa da un vocabolario locale
    BOTTINO:
    indica la fognatura e il suo contenuto, ma viene usato anche per indicare genericamente la spazzatura
    .

    dedicato a noi......che il consiglio di un anziano cacciatore, è una SAGGEZZA…e non.. -"roba d’ altri tempi"

    COMMENTA


    • #3
      Non doveva scrivere niente , nè pretendere le scuse; doveva direttamente denunciare per calunnie. Cosa che dovrebbero fare anche tutte le associazioni venatorie.
      Ciao Mauretto, sarai sempre nei miei pensieri.
      Sta il cacciator fischiando
      sull'uscio a rimirar..........

      COMMENTA


      • #4
        Originariamente inviato da walker960walker Visualizza il messaggio
        Non doveva scrivere niente , nè pretendere le scuse; doveva direttamente denunciare per calunnie. Cosa che dovrebbero fare anche tutte le associazioni venatorie.
        Giusto !!!! agire solo per vie legali contro questi "scalmanati".
        Saluti

        COMMENTA


        • #5
          Si dovrebbero muovere (associazioni venatorie e simili...) ogni qual volta oltrepassino il limite...vedrete che di uscite a vuoto ne farebbero meno...!!!
          Non dire gatto se non l'hai nel sacco!!!

          COMMENTA


          • #6
            questi fanatici scalmanati hanno troppo potere...cartelloni, cortei, manifestazioni, atti violenti...in Italia li lasciano fare...se fossero all'estero gli farebbero il c..o! non hanno argomentazioni, sono ignoranti in materia di caccia...si dicono conoscitori della natura ma l'hanno vista solo in tv...una cazzata dietro l'altra e nessuno dice niente...e le gabbie, e i richiami, e le deroghe, e le distanze, e i maltrattamenti...una scusa dietro l'altra solo per darci fastidio...questi non hanno altro da fare, poveri frustrati depressi... ragionano per luoghi comuni e per stereotipi...neanche immaginano quanta è la passione di un cacciatore, e le poche soddisfazioni dopo mesi di sacrifici... è ora DI FINIRLA...

            COMMENTA


            • #7
              Sig. Galligani, tutto giusto tranne quando dice che la caccia è uno sport a tutti gli efffeti.
              LA CACCIA NON E' UNO SPORT!!! E' UNA PASSIONE, UNO MODO DI ESSERE E DI PENSARE, UNO STILE DI VITA!!!
              Facciamola finita con questa storia che è la caccia è uno sport!

              COMMENTA


              • #8
                Non so chi sia onestamente Paolo Galligani, comunque sia ha fatto un ragionamento giusto, poi il discorso caccia = sport è opinabile ma comunque il discorso in generale è giusto, non andiamo sempre contro anche a chi ci difende...comunque sia per tipi come Bottinelli la cosa da fare è una sola: QUERELA. Sì che se si dovessero querelare tutti coloro che scrivono e dicono stronzate sulla caccia si dovrebbe passare la vita nei tribunali, ma tant'è che questa dovrebbe essere l'arma più efficace contro questi "signori". E comunque sia la cosa anche più facile da fare da parte nostra sarebbe comportarsi il più possibile lecitamente a caccia. Se uno a caccia va secondo le regole non ha niente da temere, mentre chi sgarra è inevitabile che oltre a passare guai con la legge venga messo pure alla berlina dando il pretesto di gettare merda su tutti i cacciatori da parte di determinati personaggi. Ma intanto l'andazzo è questo...
                La caccia è l'unico sport che racchiuda in sé il respiro degli orizzonti senza fine, la voce del mare, la poesia dei boschi, il sibilo dei venti, la potenza degli elementi della natura poiché essa stessa è un elemento della natura. (Nino Cantalamessa)

                Il cane è l'anima della caccia
                César François Adolphe d'Houdetot, Il cacciatore rustico, 1848


                MAURO, FAGLI VEDERE AGLI ANGELI COME SI VA A CACCIA!

                MARY, SARAI SEMPRE NEL MIO CUORE

                COMMENTA


                • #9
                  Originariamente inviato da 7x64 Visualizza il messaggio
                  Sig. Galligani, tutto giusto tranne quando dice che la caccia è uno sport a tutti gli efffeti.
                  LA CACCIA NON E' UNO SPORT!!! E' UNA PASSIONE, UNO MODO DI ESSERE E DI PENSARE, UNO STILE DI VITA!!!
                  Facciamola finita con questa storia che è la caccia è uno sport!
                  Concordo
                  Aranceri dello Storico Carnevale di Ivrea, la squadra più bella: PANTERA NERA

                  COMMENTA

                  Pubblicita STANDARD

                  Comprimi

                  Ultimi post

                  Comprimi

                  Unconfigured Ad Widget

                  Comprimi
                  Sto operando...
                  X