annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Sky tgcom24 del 16 novembre ore 21

Comprimi
X
Comprimi
Su questa pagina ci sono 1 persona/e che stanno leggendo il contenuto di questa discussione: (0) Utenti registrati - (1) Ospiti
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • #16
    Per quanto impopolare il mio pensiero, penso che ci voglia una riforma radicale per permetterci di continuare orgogliosamente di andare a caccia.
    Penso che una normativa di tipo anglosassone, ovvero la selvaggina diviene proprietà del proprietario del fondo, si costituiscono grosse cooperative su base volontaria dei vari proprietari terrieri e si paga a loro la quota di accesso.
    Ovvero si caccia su terreni privati pagando la quota di accesso.

    COMMENTA


    • #17
      Originariamente inviato da Riccardo_75 Visualizza il messaggio
      Per quanto impopolare il mio pensiero, penso che ci voglia una riforma radicale per permetterci di continuare orgogliosamente di andare a caccia.
      Penso che una normativa di tipo anglosassone, ovvero la selvaggina diviene proprietà del proprietario del fondo, si costituiscono grosse cooperative su base volontaria dei vari proprietari terrieri e si paga a loro la quota di accesso.
      Ovvero si caccia su terreni privati pagando la quota di accesso.
      Sempre che sia possibile visto che in Italia la proprietà terriera mi risulta...magari a torto...sia molto frammentata,mi chiedo in base a cosa pensi che così facendo si possano appianare i contrasti con chi ci vorrebbe morti...azz addirittura!

      COMMENTA


      • #18
        Originariamente inviato da Riccardo_75 Visualizza il messaggio
        Per quanto impopolare il mio pensiero, penso che ci voglia una riforma radicale per permetterci di continuare orgogliosamente di andare a caccia.
        Penso che una normativa di tipo anglosassone, ovvero la selvaggina diviene proprietà del proprietario del fondo, si costituiscono grosse cooperative su base volontaria dei vari proprietari terrieri e si paga a loro la quota di accesso.
        Ovvero si caccia su terreni privati pagando la quota di accesso.
        È il modo migliore per uccidere la caccia una volta per tutte.
        Le zone migliori saranno frequentate da chi ha i soldi che poi potranno anche permettersi di acquistare quote tali da farne riservini privati.
        E chi invece non ha grandi disponibilità se lo prende in quel posto.
        La caccia va rivista nei controlli e nei regolamenti di ogni nazione europea perché è inutile romperci le pa..e in Italia quando in Corsica....Grecia....Spagna....Tunisia.... fanno quello che fanno.
        Basterebbe chiudere la caccia ai migratori in tutta Europa al 31 gennaio per vedere moltiplicarsi in modo esponenziale una marea di uccelli.
        E non mi sembra un'azione da enormi statisti.
        Solo un po di buon senso.....e ragionevolezza.
        Ecco un paio di argomenti che potevano essere trattati l'altra sera.

        COMMENTA


        • #19
          Originariamente inviato da agata000 Visualizza il messaggio

          È il modo migliore per uccidere la caccia una volta per tutte.
          Le zone migliori saranno frequentate da chi ha i soldi che poi potranno anche permettersi di acquistare quote tali da farne riservini privati.
          E chi invece non ha grandi disponibilità se lo prende in quel posto.
          La caccia va rivista nei controlli e nei regolamenti di ogni nazione europea perché è inutile romperci le pa..e in Italia quando in Corsica....Grecia....Spagna....Tunisia.... fanno quello che fanno.
          Basterebbe chiudere la caccia ai migratori in tutta Europa al 31 gennaio per vedere moltiplicarsi in modo esponenziale una marea di uccelli.
          E non mi sembra un'azione da enormi statisti.
          Solo un po di buon senso.....e ragionevolezza.
          Ecco un paio di argomenti che potevano essere trattati l'altra sera.
          Se non si lega il cacciatore al territorio la caccia è bella che morta. Tralasciando paesi come quelli del nord Africa, invidi la legislazione venatoria di Francia o Spagna ?
          sigpic

          ..... cci vostra, quanto ve vojo bene !!!


          COMMENTA


          • #20
            Assolutamente no.
            Dico solo che prima di porre ulteriori limiti in Italia sarebbe il caso che questi anticaccia del caxxo guardassero anche cosa succede all'estero.
            Sul fatto di legare il cacciatore al proprio territorio io non sono completamente d'accordo.
            Ci sono zone in Italia votate a più tipi di caccia.
            Altre sfigate .
            Purtroppo oggi..... chi vive in una gode e chi nell'altra piange.
            Eppure i cacciatori in oggetto pagano tutti le stesse tasse venatorie.
            È iniquo.
            E sarei perfino d'accordo nel limitare le giornate fuori regione a una 20ina all'anno ...... ma almeno ci sarebbero opportunità per tutti.
            Centro67 piace questo post.

            COMMENTA


            • #21
              All'estero parlo di Spagna,francia, Grecia ed anche gran Bretagna gli anticaccia hanno meno seguito che da noi o forse la categoria dei cacciatori è più coesa e determinata nel difendere i propri diritti.Mi viene in mente la protesta per il caro gasolio in Francia.

              COMMENTA

              Chi ha letto questa discussione negli ultimi 10 giorni:

              Video in Rilievo

              Comprimi

              Pubblicita STANDARD

              Comprimi

              Trending

              Comprimi

              Unconfigured Ad Widget

              Comprimi

              Tag nuvola

              Comprimi

              Ultimi post

              Comprimi

              Sto operando...
              X