annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

On. Brambilla: “introdurre i reati di omicidio venatorio e lesioni gravissime”

Comprimi

Mantieni online il sito per tutto il 2019

Comprimi
Le donazioni inviate sino ad oggi hanno ricoperto il (21%) dei costi necessari.
X
Comprimi
Su questa pagina ci sono 1 persona/e che stanno leggendo il contenuto di questa discussione: (0) Utenti registrati - (1) Ospiti
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • On. Brambilla: “introdurre i reati di omicidio venatorio e lesioni gravissime”



    “Dato che questo governo afferma di aver a cuore la sicurezza dei cittadini, mandiamo in carcere chi uccide o ferisce una persona mentre caccia per divertimento. Ho appena depositato una proposta di legge per introdurre, sul modello dell’omicidio stradale, il reato di omicidio venatorio, con la fattispecie collegata di lesioni gravi o gravissime procurate durante l’esercizio della caccia, anche in forma non consentita”. Lo ha detto l’on. Michela Vittoria Brambilla, presidente del Movimento Animalista e della Lega Italiana Difesa Animali e Ambiente, commentando il caso del bambino di Osimo, colpito ieri da alcuni pallini da caccia e ricoverato nel riparto di rianimazione pediatrica dell’ospedale di Ancona.

    “Quando si tratta di caccia – aggiunge l’ex ministro – certe forze politiche fanno sconti, anche in tema di sicurezza. Siamo stanchi della sostanziale indifferenza, quando non si tratta di vera e propria connivenza con cui le autorità competenti, dalle Regioni ai ministeri, assistono allo stillicidio di morti e feriti, anche persone di minore età, provocate dalle doppiette dei cacciatori. E’ ora di dire basta. Allo scopo non solo propongo di prevedere, a questo punto per legge, con un progetto che ho già scritto, il silenzio venatorio il sabato e la domenica, una stretta nelle concessioni delle licenze di porto d’armi per uso “sportivo” o di caccia insieme a controlli medici annuali, ma anche i reati di omicidio venatorio, lesioni gravissime e gravi. Chi spara nelle campagne e nei boschi e colpisce una persona dev’essere punito più gravemente di chi commette un “normale” omicidio colposo, proprio perché il cacciatore tiene legittimamente in mano un’arma letale. In analogia con l’omicidio stradale, la pena base ipotizzata è fino a 7 anni di reclusione. In aggiunta, sono previste numerose circostanze aggravanti”.

    “L’abolizione della caccia – afferma l’on. Brambilla – è e resta il nostro obiettivo. E’ certamente l’obiettivo sostanziale della mia pdl AC18, l’unica del genere depositata in questa legislatura, che mira, sulla linea dei referendum del 1997, a cancellare il primo e il secondo comma dell’art.842 del Codice civile, per impedire l’attività venatoria sui fondi altrui: è un primo “no” di fatto alla caccia”.

    Fonte:https://michelavittoriabrambilla.it/...ni-gravissime/

  • walker960walker
    ha commentato in 's risposta
    Non solo.......l'immagine!

  • livia1968
    ha risposto
    La fanno parlare perchè lei e le sue aziende elargiscono fondi e finanziano ed investono, ha insomma potere economico....e poi si deve ripulire l 'immagine dall'infamia dell industria del pesce.

    Lascia un commento:


  • lupozoppo
    ha risposto
    Originariamente inviato da Alberto 69 Visualizza il messaggio


    “Dato che questo governo afferma di aver a cuore la sicurezza dei cittadini, mandiamo in carcere chi uccide o ferisce una persona mentre caccia per divertimento. Ho appena depositato una proposta di legge per introdurre, sul modello dell’omicidio stradale, il reato di omicidio venatorio, con la fattispecie collegata di lesioni gravi o gravissime procurate durante l’esercizio della caccia, anche in forma non consentita”. Lo ha detto l’on. Michela Vittoria Brambilla, presidente del Movimento Animalista e della Lega Italiana Difesa Animali e Ambiente, commentando il caso del bambino di Osimo, colpito ieri da alcuni pallini da caccia e ricoverato nel riparto di rianimazione pediatrica dell’ospedale di Ancona.

    “Quando si tratta di caccia – aggiunge l’ex ministro – certe forze politiche fanno sconti, anche in tema di sicurezza. Siamo stanchi della sostanziale indifferenza, quando non si tratta di vera e propria connivenza con cui le autorità competenti, dalle Regioni ai ministeri, assistono allo stillicidio di morti e feriti, anche persone di minore età, provocate dalle doppiette dei cacciatori. E’ ora di dire basta. Allo scopo non solo propongo di prevedere, a questo punto per legge, con un progetto che ho già scritto, il silenzio venatorio il sabato e la domenica, una stretta nelle concessioni delle licenze di porto d’armi per uso “sportivo” o di caccia insieme a controlli medici annuali, ma anche i reati di omicidio venatorio, lesioni gravissime e gravi. Chi spara nelle campagne e nei boschi e colpisce una persona dev’essere punito più gravemente di chi commette un “normale” omicidio colposo, proprio perché il cacciatore tiene legittimamente in mano un’arma letale. In analogia con l’omicidio stradale, la pena base ipotizzata è fino a 7 anni di reclusione. In aggiunta, sono previste numerose circostanze aggravanti”.

    “L’abolizione della caccia – afferma l’on. Brambilla – è e resta il nostro obiettivo. E’ certamente l’obiettivo sostanziale della mia pdl AC18, l’unica del genere depositata in questa legislatura, che mira, sulla linea dei referendum del 1997, a cancellare il primo e il secondo comma dell’art.842 del Codice civile, per impedire l’attività venatoria sui fondi altrui: è un primo “no” di fatto alla caccia”.

    Fonte:https://michelavittoriabrambilla.it/...ni-gravissime/
    se qualcuno fosse in grado di farlo, lo pregherei di comunicarmi le marche di prodotti alimentari commercializzati dalle aziende della rossa. Così non li compro!

    Lascia un commento:


  • Cimbellatore
    ha risposto
    Originariamente inviato da marino graziani Visualizza il messaggio
    io credo che la signora Brambilla dovrebbe cercare di essere meno estremista e cercare di collaborare
    altrimenti non cè nessun dialogo
    con lei mai ci sarà dialogo.
    è una falsa che usa il tutto per fini politici

    Lascia un commento:


  • fabio d.t.
    ha risposto
    Amore mio

    Lascia un commento:


  • marino graziani
    ha risposto
    io credo che la signora Brambilla dovrebbe cercare di essere meno estremista e cercare di collaborare
    altrimenti non cè nessun dialogo

    Lascia un commento:


  • germano56
    ha risposto
    Il problema grosso è diminuire gli incidenti stradali. I morti e i feriti che si contano a fine anno sono superiori a quelli fatti in un anno da una guerra.

    Lascia un commento:


  • Cesena83
    ha risposto
    Originariamente inviato da Cimbellatore Visualizza il messaggio
    Lasciatela stà che è il sogno erotico del moderator DT! ?
    Sì si anche x me...,
    Gli metterei proprio un bel palo...

    Lascia un commento:


  • panadero
    ha risposto
    E si avoglia,cè passato il ciuco...

    Lascia un commento:


  • Cimbellatore
    ha risposto
    Lasciatela stà che è il sogno erotico del moderator DT! ?

    Lascia un commento:


  • manuel
    ha risposto
    No comment

    Lascia un commento:


  • giovannit.
    ha risposto
    Io introdurrei il reato di stronzaggine. E la roscia malefica finirebbe in prigione...

    Lascia un commento:


  • panadero
    ha risposto
    squallida sciacalla,come tutti gli animalisti,maltrattatrice sessuale di asini.

    Lascia un commento:


  • al-per
    ha risposto
    Aspettiamo solo le prossime elezioni, poi anche questa tornerà ad occuparsi dei somari che alloggiano nelle sue proprietà!

    Lascia un commento:

Pubblicita STANDARD

Comprimi

Ultimi post

Comprimi

Unconfigured Ad Widget

Comprimi
Sto operando...
X