annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Caccia, on. Brambilla: “in attesa di abolirla, controlli severi e misure restrittive”

Comprimi

Modulo HTML statico non configurato

Comprimi

Contenuto statico HTML del modulo
X
Comprimi
Su questa pagina ci sono 1 persona/e che stanno leggendo il contenuto di questa discussione: (0) Utenti registrati - (1) Ospiti
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Caccia, on. Brambilla: “in attesa di abolirla, controlli severi e misure restrittive”



    “La caccia va abolita, perché crudele e anacronistica”, ma in attesa di questa riforma il Movimento animalista chiede che si assumano “misure preventive e restrittive”, come, per esempio, il raddoppio delle distanze di sicurezza e il divieto di cacciare la domenica. Lo ha detto oggi l’on. Michela Vittoria Brambilla, presidente del Movimento, durante una conferenza stampa a Montecitorio con l’Associazione Vittime della Caccia.

    “Il fatto che si tratti – afferma l’on. Brambilla – di un appuntamento fisso e legale non deve far perdere di vista il vero significato dell’apertura della stagione venatoria: è l’avvio di una strage assurda, ingiustificabile, inaccettabile, di povere creature indifese. Una guerra che, secondo stime attendibili, provocherà almeno 400 milioni di vittime tra gli animali selvatici, già stremati dall’antropizzazione del territorio e dai mutamenti climatici. Invece di preoccuparsi di questo, le Regioni fanno a gara nell’approvare misure che favoriscono i cacciatori, deroghe o altri abusi filovenatori approvati all’ultimo momento o in assenza di piani faunistici. Il tutto sotto gli occhi del cosiddetto “governo del cambiamento”, dal quale ci aspettiamo atti concreti, di discontinuità rispetto ai governi Renzi e Gentiloni, “i più antianimalisti della storia”. Da anni l’Italia e le sue Regioni rischiano condanne per la violazione delle norme europee sulla tutela degli uccelli e degli habitat: per fortuna ci sono i tribunali amministrativi che in molti casi, su ricorso delle associazioni, rimettono le cose a posto”.

    La caccia non uccide soltanto gli animali, è una minaccia per la sicurezza delle persone. “Pochi giorni fa, a Cesena – prosegue la presidente del Movimento animalista – un bambino è stato ferito alla schiena mentre giocava nel giardino di casa. Un caso tra i tanti: secondo i dati dell’AVC, in undici stagioni, e senza tener conto degli incidenti fuori dall’ambito venatorio, 217 persone hanno perduto la vita e 804 sono state ferite”.

    “L’Associazione Vittime della caccia – conferma il vicepresidente Maurizio Giulianelli – si renderà disponibile all’avvio di un tavolo di lavoro con tutti i soggetti impegnati nella politica e nel mondo associativo che intendano realizzare gli obiettivi e le aspirazioni di tutte le realtà contrarie a questa barbara attività, anche in rappresentanza di tutti quei cittadini, la maggioranza degli italiani, che sono nettamente contrari alla caccia, e non regolamentaristi!”.

    “L’abolizione della caccia – sottolinea l’on. Brambilla – è e resta il nostro obiettivo. E’ certamente l’obiettivo sostanziale della mia pdl AC18, l’unica del genere depositata in questa legislatura, che mira, sulla linea dei referendum del 1997, a cancellare il primo e il secondo comma dell’art.842 del Codice civile, per impedire l’attività venatoria sui fondi altrui. E’ un “no” di fatto alla caccia com’è praticata oggi, più facile da attuare che un “no” di principio. Nel frattempo, però, chiediamo, quantomeno, il raddoppio delle distanze di sicurezza, il divieto di sparare la domenica e controlli medici annuali per i cacciatori. Il governo adotti misure stringenti per la tutela della biodiversità, si adoperi per fermare la deriva delle Regioni, intensifichi i controlli sulla caccia legale e sulle armi legalmente detenute (soprattutto quelle “ad uso sportivo”) e dichiari guerra, questa sì implacabile, al bracconaggio”.

    https://www.youtube.com/watch?v=Ojjjt636NFQ&t=3s

    Fonte:https://michelavittoriabrambilla.it/...-e-804-feriti/
    CHI AMA LA CACCIA VIVE LA NATURA sigpic

  • #2
    A dire il vero...... anacronistica e lei! Altro che la caccia.
    Vada a dirlo agli agricoltori e agli allevatori!
    setterman1 piace questo post.

    COMMENTA


    • #3
      La caccia anacronistica???!!! Ma lo conosce il significato di questa parola? La caccia è un attività barbara??
      Qui non ci sono scuse. Di certo non le sono mancate le possibilità di avere una cultura.
      Come pensa che il genere umano sia potuto arrivare all evoluzione in cui si trova? Mangiando radici?
      La caccia sarebbe si anacronistica se il nostro pianeta fosse quello che lei auspica. Un mondo di palazzinari.
      braccobaldo74, walker960walker e 4 altri utenti piace questo post.
      "Ci fu un'epoca in cui, se si incontravano altri esseri, non si sapeva con certezza se erano animali o dèi o signori di una specie o demoni o antenati. O semplicemente uomini. Un giorno, che durò molte migliaia di anni, Homo fece qualcosa che nessun altro ancora aveva tentato. Cominciò a imitare quegli stessi animali che lo perseguitavano: i predatori. E diventò cacciatore" Roberto Calasso

      COMMENTA


      • #4
        13 maggio 1978, questa è la data che permette ancora oggi lo sproloquio a piede libero
        Angelo biondo piace questo post.
        sigpic

        ..... cci vostra, quanto ve vojo bene !!!


        COMMENTA


        • #5
          E' pur vero che, purtroppo, ci siano stati alcuni incidenti mortali durante le stagioni venatorie, ma quelli tra sciatori e rocciatori? quelli in auto o in moto? quelli al mare o al lago? che facciamo impediamo che le persone vadano in montagna o al mare, proibiamo l'uso di auto e moto? La signora Brambilla dovrebbe impegnarsi in cose più serie, abolire la caccia non risolve i problemi della nazione ma ne creerebbe altri sicuramente più importanti.
          setterman1 piace questo post.

          COMMENTA


          • #6
            Infatti tutto questo dispiego di energie e soldi pubblici per andar dietro a strampalate convinzioni ed ideologie volte a compiacere la massa di un popolo non pensante, non informato, senza cultura, senza tradizioni che si affida alla guida di una persona i cui principali interessi non sono certo quelli degli animali. La signora in questione è una imprenditrice i cui interessi ed investimenti riguardano settori che stanno di fatto distruggendo il pianeta. Ed ha lei, il coraggio di parlare di antropizzazione !
            braccobaldo74, Cimbellatore e 4 altri utenti piace questo post.
            "Ci fu un'epoca in cui, se si incontravano altri esseri, non si sapeva con certezza se erano animali o dèi o signori di una specie o demoni o antenati. O semplicemente uomini. Un giorno, che durò molte migliaia di anni, Homo fece qualcosa che nessun altro ancora aveva tentato. Cominciò a imitare quegli stessi animali che lo perseguitavano: i predatori. E diventò cacciatore" Roberto Calasso

            COMMENTA


            • #7
              Purtroppo la "signora" ha trovato un filone proficuo per i suoi interessi ! E la sua ipocrisia non conosce limiti ! Confidiamo sempre nel destino.....che non fa' distinzioni di sorta !Saluti.

              "e si cara bella gente,staro' li' a sogna' beatamente....perche' in fonno de 'sto poro monno,ormai,nun me ne po' proprio piu' frega'niente!

              Anzi....mo' ve lo dico: con grande gioia rincontrero' n'Amico!"

              CIAO MAURE' !!!

              Tributo al piu' grande.......clicca sotto !!!
              https://www.youtube.com/watch?v=bYTJ-MzxkkY

              COMMENTA


              • #8
                Chi definisce la caccia come "un'attività barbara" purtroppo non ne ha la più pallida idea di cos'è veramente la caccia! Spesso e volentieri sono proprio i cacciatori che durante periodi con condizioni climatiche avverse aiutano gli animali, foraggiandoli o creando dei ripari, perché il vero cacciatore ama la natura e gli animali, e la passione per questa bellissima attività non è legata solo all'abbatimento dell'animale, come purtroppo credono molte persone. Vorrei vedere un'anno senza le tasse che i cacciatori versano, vorrei vedere come pagano i danni agli agricoltori e allevatori...Piuttosto che abolirla avremmo bisogno di legislatori competenti che siano in grado di attuare la migliore pianificazione della caccia, perché ogni anno siamo costretti a sottostare a leggi sempre più restrittive e inutili sotto il profilo venatorio.

                COMMENTA


                • #9
                  Speriamo bene, ragazzi. Purtroppo c'è una stragrande quota di popolo che sembra il pettirosso davanti al gremignolino innestato sulla tagliola. Cervelli all'ammasso.
                  setterman1

                  COMMENTA


                  • #10
                    eppure na botta io iela dareii co quelli capelli ramati...........

                    COMMENTA


                    • #11
                      si' come no, co' n'a mazza da baseball sul groppone. poi a zappà li finocchi, carciofi e broccoli, sempre detto che queste son braccia tolte all'agricoltura. sempre e solo parere personale.

                      COMMENTA


                      • #12
                        tanto Silvio ti dà una pedata nel culo a te e dudu,raglia pure quanto vuoi che non ti caga piu nessuno.ti piglia pei i culo ànche i bidell, imbecille!

                        COMMENTA


                        • #13
                          ....No comment.

                          COMMENTA


                          • #14
                            La gentile signora ha tralasciato di riferire i 45 mil€/annui ricavati dal commercio di pesce proveniente dagli oceani della Sua società la Sotra Coast International
                            L'unica cosa che va secondo i piani è l'ascensore

                            COMMENTA


                            • #15
                              Ecco bravo! E la boutique-salumeria di Milano, che ha velocemente messo sotto altro nome. La fabbrica di crocchette per cani, che gli ha fruttato migliaia e migliaia di euro....
                              E' un opportunista che cavalca l'onda della moda.
                              E si.... aboliamo, sagre di paese, aboliamo macelli e macellerie, allevamenti, fabbriche di armi et simili, chiudiamo armerie. Insomma, uccidiamo tradizioni millenarie, soffochiamo istinti naturali che nascono con l'uomo, (ho detto uomo), incrementiamo la rabbia, priviamo il diritto, limitiamo ancora la libertà.....libertà, che bella parola dei tempi che furono!.....Che schifo!
                              Ma se ne vada in Africa a fare volontariato in quei Paesi, dove; fame, malattie, povertà, li stanno decimando! Sfrutti la sua popolarità per raccogliere fondi e aiuti alle persone di questo mondo che ne hanno bisogno, avrebbe più fama e notorietà di adesso..... e sopratutto non si facesse accompagnare dalla scorta a comprarsi le scarpe!....... di cuoio e pelle animale!
                              Ciao Mauretto, sarai sempre nei miei pensieri.
                              Sta il cacciator fischiando
                              sull'uscio a rimirar..........

                              COMMENTA

                              Chi ha letto questa discussione negli ultimi 10 giorni:

                              Pubblicita STANDARD

                              Comprimi

                              Trending

                              Comprimi

                              Non ci sono risultati che soddisfano questo criterio.

                              Unconfigured Ad Widget

                              Comprimi

                              Tag nuvola

                              Comprimi

                              Ultimi post

                              Comprimi

                              Non ci sono risultati che soddisfano questo criterio.

                              Sto operando...
                              X