annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Bisogna fare molta attenzione.

Comprimi

Mantieni online il sito per tutto il 2019

Comprimi
Le donazioni inviate sino ad oggi hanno ricoperto il (44%) dei costi necessari.
X
Comprimi
Su questa pagina ci sono 1 persona/e che stanno leggendo il contenuto di questa discussione: (0) Utenti registrati - (1) Ospiti
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • giovannit.
    ha risposto
    Originariamente inviato da germano56 Visualizza il messaggio
    Non conosco l'America, ma da quel poco che vedo e che sento, a me non sembra il paradiso dove ogni cosa è perfetta. In Italia con qualche sacrificio a caccia ci possiamo andare tutti o quasi, senza pagare affitti o comprare terreni. In Italia ci sono delle leggi che vanno riviste, ma non per questo bisogna fare di tutta l'erba un fascio.
    Be', qui dipende dallo stato. In molti stati ci sono milioni di ettari di terreno pubblico dove chiunque puo' cacciare. In Alabama ce ne sono pochi, nel Texas non ce ne e' quasi niente. Ma dove ci sono terreni pubblici non costa niente cacciare. Inoltre molti proprietari di terreni privati permettono la caccia a terzi, previo rilascio di permesso scritto gratis. Nel Montana ho cacciato per sette anni su terreni privati senza pagare un soldo. Magari uno si offre di aiutare il proprietario qualche mese prima della stagione di caccia a riparare recinti, o a tagliare le erbacce, o fare qualche altra cosa, e di spartire la selvaggina con lui. Molte compagnie che posseggono enormi appezzamenti boschivi dove tagliano e ripiantano alberi per le industrie che usano legname rilasciano permessi gratis perche' vogliono sapere chi frequenta i loro possedimenti in caso di incendi, vandalismi, ecc. Poi i vari dipartimenti di stato contrattano con i proprietari terrieri perche' permettano l'accesso a terreni pubblici attraverso i loro terreni privati. La ragione per cui moltissimi cacciatori optano per l'affitto, da soli o con amici, di terreni di caccia e' che cosi' si elimina del tutto la concorrenza, si possono mettere capanni permanenti che vengono usati soltanto dagli affittuari, si possono coltivare dei campetti con raccolti a perdere per attirare la selvaggina o sistemare qualche stagno o laghetto per gli acquatici, ecc. In pratica si costituiscone delle riserve piu' o meno grandi, senza dover ottenere permessi governativi e pagare tasse come da voi, che avete pure l'obbligo di mettere paline, recinzioni, ecc. e che aumentano il costo della gestione. Noi (alcuni miei amici ed io) sul terreno che affittiamo abbiamo messo dei capanni, coltiviamo qualche campetto per raccolti a perdere, abbiamo distributori automatici di granturco e una decina di cartelli di plastica nei punti d'accesso che vietano l'ingresso ad altri. Poi da noi la licenza di caccia costa quasi niente o e' gratis per quelli d 65 anni o piu' d'eta' (60 in Alaska), non 450 Euro come da voi, il che ci permette di utilizzare quei soldi per contribuire all'affitto. No, l'America non e' un Paradiso venatorio, ma di certo e' tanto migliore, da quel punto di vista, di altri paesi. E non abbiamo scherani del WWF e sicofanti della LIPU, Slegambiente o LAV mascherati da guardiacaccia a romperci le palle quando cacciamo. E i "marciatori anticaccia" e animalisti vari che cercano di sabotare la caccia sono rarissimi e se ci provano vengono arrestati e processati penalmente, e poi i danneggiati gli fanno anche causa civile per i danni.

    Lascia un commento:


  • setterman1
    ha commentato in 's risposta
    Ma sei tremendo! Guarda che avere le corna non fa mica male: non si sentono, non si vedono, tanto che mi sono fatto stampare su una maglietta il n. 28 sia davanti che dietro proprio per non dimenticarmelo.
    setterman1

  • germano56
    ha risposto
    Non conosco l'America, ma da quel poco che vedo e che sento, a me non sembra il paradiso dove ogni cosa è perfetta. In Italia con qualche sacrificio a caccia ci possiamo andare tutti o quasi, senza pagare affitti o comprare terreni. In Italia ci sono delle leggi che vanno riviste, ma non per questo bisogna fare di tutta l'erba un fascio.

    Lascia un commento:


  • giovannit.
    ha risposto
    Adesso vi faccio sbavare:

    Stamattina, alle 5:42 (mi alzo sempre presto per accudire cavallo e polli) mi sono ricordato che il 15 apre la caccia alle tortore e che dovevo rinnovare la licenza. Accendo il computer, vado al sito dell'ADNC (Alabama Department of Natural Conservation), accedo alla pagina Hunting Licenses, immetto nelle caselle apposite nome, cognome, indirizzo e qualche altro dato, digito il bottone "print" e la stampante mi sforna licenza di caccia e pesca e il foglio sul quale si annotano le catture (ma solo di cervi e tacchini). Costo? 0 spaccato. Ho piu' di 65 anni quindi queste licenze sono gratis. Alle 5:55 piego il foglio con la licenza e quello per le catture E li metto nella busta di plastica che porto nel mio zainetto quando vado a caccia o a pesca. A posto fino al Settembre del 2019.

    Lascia un commento:


  • erri68
    ha risposto
    ciao giovanni, che dire solo invidia per la riuscita, anche solo per la bellezza della natura e animali che ci sono da voi, chissà se qualche volta si possa arrivare anche ad arrivare ad un viaggio di festa. a presto.

    Lascia un commento:


  • giovannit.
    ha commentato in 's risposta
    Ti suggerisco di usare un neologismo invece di "testa di m..."
    Visto che il mio "fallocefalo" e' piaciuto a Setterman, potresti usare con grande effetto "coprocefalo," o "cerebrofecale," che esprimono la stessa caratteristica della gentaglia a cui accenni.

  • giovannit.
    ha commentato in 's risposta
    Io arrivai alla tua stessa conclusione gia' nel lontano 1975, indovinando come si sarebbero messe le cose in Italia, e non avendo ne' moglie (scampai al pericolo dopo un fidanzamento di quasi 5 anni), ne' figli, ne' impiego, non avevo nulla da perdere. Arrivai in America con due valigie e 300 dollari in saccoccia. Mi sono fatto un derriere come una capanna per una quarantina d'anni, ed oggi non mi posso lamentare. Di soddisfazioni me ne sono prese tante e ancora me ne prendo tante. A volte mi domando come sarebbe la mia vita in Italia, se fossi rimasto li'. Caccia? Forse. Pesca? Forse? Lavoro? Tanto. Paga? Meschina. E mutuo da pagare, moglie e figli con le loro esigenze, probabilmente un bel cespo di corna sulla testa, a giudicare da cio' che accadde dopo che la mia ex si fidanzo' con un altro che poi sposo' (continuammo a vederci di nascosto e a fare sesso). E forse, dato il mio caratteraccio, sarei finito nel gabbio o ammazzato a coltellate da qualche "risorsa" boldriniana o qualche Rom perche' in genere io non "abbozzo" quando mi rompono le palle.

  • setterman1
    ha commentato in 's risposta
    Grande diplomazia, senz'altro: il vocabolo fallocefali non l'avevo letto o sentito in scritti o discussioni fino ad ora. La sua versione più popolare invece….

    setterman1

  • erri68
    ha risposto
    buongiorno, io mi stò rendendo conto che ultimamente vedo sempre con molto interesse, la trasmissione sul canale 59 alpha la sera dopo le 23.00 life belowe zero, dove si vede la vita in alaska e vedi a cosa serve andare a caccia per sopravvivere e la gente normale che lascia tutto e investe la sua vita per la libertà assoluta. a caccia di caribù, orsi , pernici ed altro con qualunque arma e solo con le loro forze, vi dirò è un'idea che mi stà balenando in testa, dopo essermi sobbarcato il mutuo finalmente estinto, moglie da 30 anni, figli da 25/21 anni in via di sistemazione e vedo che quì quello che resta è solo attendere i 67,9 mesi per la pensione da fame, dopo 53 anni di lavoro, ora mi ritrovo con un armadio di fucili, cartucce per andare a caccia ma non c'è niente a cui spararle, devo dire che mi affascina molto l'idea di mandare tutto aff.....o, poi come sempre pensi alla famiglia e torni a farti prendere per il c....o da questi c....i con le scarpe fatte a mano firmate che tu paghi e loro usano solo per romperti. basta altrimenti questa volta faccio il biglietto e fuggo con tutto l'armadio a spalla. scusate li sfogo ma stamattina dopo un'a preapertura senza sparare un colpo e non si è sentito niente anche dagli altri mi sento demoralizzato. scusate lo sfogo ma è veramente dura tirare fuori le 450,00 euro per la licenza da una mensilità di 1250,00 euro e fare sacrifici e poi nulla........

    Lascia un commento:


  • germano56
    ha risposto
    Io al loro livello non mi metto, io chiedo di essere tutelato, chiedo delle leggi più severe contro chi offende e ingiuria, contro chi organizza marce di disturbo. Leggi più severe anche per chi utilizza mezzi di comunicazione di massa per raccontare falsità, che con la caccia attuale non centrano un fico secco. Siamo arrivati alla frutta proprio per chi pensava e pensa che la cosa migliore è stare zitti. Sono proprio questi strani pensatori che hanno portato all'esasperazione i cacciatori.

    Lascia un commento:


  • killer1971
    ha risposto
    come diversivo....

    Lascia un commento:


  • killer1971
    ha risposto
    SONO SEMPRE STATO AFFASCINATO DALL'AMERICA E DALLE SUE LEGGI... e poi dicono che l'Italia è un grande paese! si... è talmente grande che ospitiamo cani e porci...ah dimenticavo che la LEGGE .. in ITALIA...non è uguale per tutti... perchè se un gioielliere ammazza un testa di m.... va in galera...ma se un testa di m....ammazza di botte due poveri anziani per togliergli 100 euro... quello no! ha diritto alla sospensione condizionale della pena....ahhhhhhh... se i tordi negli ulivi non mi donassero tutte quelle emozioni che mi fanno sperare di vivere tutte le albe possibili della mia vita lì... non è escluso che in AMERICA mi ci trasferirei caro Giovanni....tanto li le anatre non mancano..

    Lascia un commento:


  • giovannit.
    ha risposto
    L'unica cosa buona della non-esistenza dell'Art. 842 negli U.S. e' che sei stai cacciando sul tuo terreno, o un terreno che hai affittato per la caccia, o su un fondo il cui proprietario ti ha dato il permesso scritto di cacciarci, chiunque venga a romperti le balle non invitato e' reo di "trespassing" (sconfinamento). E' un reato minore, anche se penale, ma se al trespasser (sconfinatore) viene chiesto di andarsene e non se ne va, il reato diviene piu' grave, e puo' sconfinare nella "felony" (criminal trespassing), reato molto piu' grave. Poi se per entrare e scorrazzare su terreni altrui rovina qualcosa, allora e' passibile di causa civile per danni. Poi nella maggior parte degli stati, disturbare i cacciatori mentre esercitano legalmente la loro passione e' reato punibile con multe e/o imprigionamento. Poi se gli animalzisti dovessero diventare violenti verso i cacciatori, e il cacciatore teme per la sua vita, o la vita di qualcuno che e' con lui, o ha paura di essere gravemente ferito a pugni, bastonate, coltellate, ecc., ha il diritto legale di ricorrere alla legittima difesa anche con metodi letali. L'ottantunenne preso a spintonate qui in Alabama e in diversi altri stati avrebbe avuto il diritto di tirare una schioppettata all'aggressore. Una caduta a 81 anni puo' uccidere sul colpo o ledere in maniera gravissima. Un arto rotto a quell'eta' difficilmente si ripara, e spesso gli anziani che si rompono un'anca cadendo finiscono per morire di polmonite all'ospedale. Io porto sempre qualche cartuccia a palla quando vado a caccia di uccelli. A Kodiak c'erano gli orsi. Qui ci sono cinghiomaiali a volte enormi ed aggressivi. E le cartucce a palla fungono bene contro aggressori sia a quattro zampe che a due. E non parlo di aquile e struzzi...
    Nei terreni pubblici invece la possibilita' di essere disturbati da animalzisti e' piu' concreta, ma in genere questi sono mollaccioni con sandali Birkenstock ai piedi, golfini sgargianti, pantaloni attillati griffati che mostrano le soffici forme dei loro sederini, e basta allontanarsi dai sentieri puliti e infilarsi un po' fra cespugli e rovi e magari attraversare terreno paludoso, e di sicuro questi stercoformi non ti verranno a rompere le balle. Magari ululeranno quando ritorni dal folto con la preda, ma a quel punto non potranno rovinarti la cacciata.
    Questi fallocefali esistono anche qui, ma non hanno la vita facile come da voi. In primis non sono in grado di mettersi una ******* sulla camicia che dia loro poteri di sorveglianza. Qualsiasi verbale redatto da loro verrebbe cestinato fra sonore sghignazzate. Se arrestassero qualcuno anche l'avvocato piu' fregnone sarebbe capace di far assolvere la loro vittima dimostrando che sono prevenuti contro i cacciatori e percio' non imparziali. E la legge li punisce quando disturbano i cacciatori, o liberano animali da laboratorio, o fanno altre minchiate del genere. Gente inutile con una vita inutile. Fanno pena. E quando arrivano al punto di dire che la vita degli animali conta piu' di quella degli umani, allora quasi mi verrebbe voglia di applicare le loro fantasie alla realta' e darli in pasto a squali, coccodrilli, tigri e leoni. Ma poi il rispetto che ho per gli animali--anche quelli che caccio--mi fa ravvedere al pensiero che gli animali meritano un cibo piu' salubre di quei poveri mentecatti dal sangue spesso inquinato da varie droghe e forse anche da qualche malattia venerea.

    Lascia un commento:


  • killer1971
    ha risposto
    io mi sarei fatto bannare....

    Lascia un commento:


  • walker960walker
    ha risposto
    Originariamente inviato da erri68 Visualizza il messaggio

    buongiorno, certo che sono molto incazzato e ti spiego subito il perchè, io purtroppo sono l'ultimo di casa ad avere il porto d'armi, ho tutte le armi di casa, del babbo, nonno fratello che ora non c'è più, zio amici carissimi e altro poi ho i miei e purtroppo ai miei figli ho visto che la caccia non piace e quindi non ho insistito perchè se ti piace vieni altrimenti è inutile insistere. poi mi è stato attaccato il morbo della polvere quindi ricarico e anche parecchio, il tutto si tramuta in una valanga di materiale ogni singolo momento di pace via al magazzino per ricariche e altro e prima i tordi poi i colombi e quando è ammesso selezione daino e cinghiale. e adesso viene il bello, ad agosto seguo le varie fiere di uccelli da canto che si svolgono in toscana con i parenti di mia moglie, chiesina uzzanese, capannori e altro e tutte le volte trovarmi all'entrata questa gente che ti urla di tutto e io mi devo vergognare di essere lì poi una volta entrato il modo cambia, gente che parla con calma ti consiglia, di coccola, mangi il panino con la porchetta, bicchiere del vino pacche sulle spalle e speri sempre di vederci l'anno prossimo invece no! purtroppo manca sempre molta gente, siamo vecchi e non possiamo sempre perdere il nostro tempo a rispondere a questa gentaglia che fortunatamente non ho mai trovato nella macchia altrimenti mi viene da vomitare. però loro sanno dove mettere le loro ingiurie meglio di noi risultato a loro danno retta e sono sempre coperti, vedi il caso del signore anziano di 81 anni preso a mal parole gli anno tolto il fucile, il cane e minacciato di morte violenta. ora alla luce dei fatti tu come avresti reagito se ti vedi spintonare a 81 anni ti tolgono il fucile, il cane e ti minacciano in tre o quattro tutti gasati o presumibilmente agitati per così dire? io da casa posso dirti che avrei scaricato il fucile e sarei andato via, ma da casa sul posto purtroppo non posso dirti come sarebbe andata a finire più che altro per la paura o il timore per il cane che per altro. poi penso ma questa gente no a un ca...........o da fare tutto il giorno oppure qualcuno li paga per andare a rompere i co.....i alla povera gente che paga le tasse e cerca solo un pò di svago nella macchia in santa pace. per non dire che basta poi una sola parola e vengono a casa e tolgono tutto anche i peli del c....o anche solo per avergli detto complimenti. perchè loro in gruppo posso dire tutto tu da solo non sei nessuno e sei la vittima. adesso dimmi tu se sei incazzato o no! sempre idea personale e non voglio offendere nessuno visto mai. mi sono appassionato alla caccia quando il cacciatore faceva parte della comunità e non degli assassini armati.
    -------------------------------------------------------------------------------------
    Te l'ho detto prima, sei inc....zzato GIUSTAMENTE, ma ti ripeto non ne vale la pena, (visto i tempi che corrono), in altri tempi si sarebbero usati altri modi, forse giusti...non lo so.
    Hai tutte le ragioni per essere arrabbiato, ma non cambia niente. Ho detto anche, finchè non ti mettono le mani addosso, allora il discorso cambia e cambia di brutto...per loro. Su queste pagine ti posso dire che una denuncia penale non gliela toglie nessuno, e denuncia oggi e denuncia domani, saranno presi provvedimenti. Per intanto si deve tollerare il più possibile. Qualsiasi azione non lecita vorresti fare contro di loro, la pagheresti cara e amara. Se succede a loro, per ora credono che non hanno nulla da perdere, ma col tempo se ne accorgeranno del male che hanno fatto e se ne pentiranno amaramente.
    Le loro intenzioni, mirano a farti perdere la pazienza, ti provocano per farti reagire, lo sanno che una lite ti costerebbe il P.D. ...loro questo vogliono.....gli vuoi dare questa soddisfazione? Non credo.
    Per il signore di 81 anni, se fossi stato lì.......non voglio commentare, se no come minimo mi bannano per un anno.....ci siamo capiti?

    Lascia un commento:

Pubblicita STANDARD

Comprimi

Ultimi post

Comprimi

Unconfigured Ad Widget

Comprimi
Sto operando...
X